Collecorvino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Collecorvino
comune
Collecorvino – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Abruzzo-Stemma.svg Abruzzo
ProvinciaProvincia di Pescara-Stemma.png Pescara
Amministrazione
SindacoAntonio Zaffiri[1] (Lista Civica di Centro-destra W Collecorvino sempre) dal 16-5-2011 (2º mandato)
Territorio
Coordinate42°28′N 14°01′E / 42.466667°N 14.016667°E42.466667; 14.016667 (Collecorvino)Coordinate: 42°28′N 14°01′E / 42.466667°N 14.016667°E42.466667; 14.016667 (Collecorvino)
Altitudine254 m s.l.m.
Superficie31,99 km²
Abitanti6 007[2] (30-6-2017)
Densità187,78 ab./km²
FrazioniBarberi, Campotino, Caparrone, Cepraneto, Congiunti, Raieta, Santa Lucia, Santa Maria, Torre
Comuni confinantiCappelle sul Tavo, Città Sant'Angelo, Elice, Loreto Aprutino, Moscufo, Picciano
Altre informazioni
Cod. postale65010
Prefisso085
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT068015
Cod. catastaleC853
TargaPE
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Nome abitanticorvinesi
Patronosanti Filippo e Giacomo
Giorno festivo3 maggio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Collecorvino
Collecorvino
Collecorvino – Mappa
Posizione del comune di Collecorvino all'interno della provincia di Pescara
Sito istituzionale

Collecorvino è un comune italiano di 6 007 abitanti[2] della provincia di Pescara in Abruzzo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'attestazione più antica del toponimo è res Corbini, dal nome del suo possessore Corbino, di stirpe longobarda (X secolo), ma la prima menzione risale all'853. Nel 1166 appartenne al conte di Loreto. Passò sotto Matteo d'Atri, poi ai D'Aquino e ai d'Avalos.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La posizione dominante del paese gli conferisce un aspetto particolarmente suggestivo, in un panorama naturale di grande impatto. Tra gli edifici religiosi spicca la Matrice di S. Andrea, ultimata nel 1800.

Chiesa di Sant'Andrea[modifica | modifica wikitesto]

Fu ricostruita nel XVIII secolo in arte tardobarocca. La facciata imponente è semplice e affiancata da due campanili. La cuspide di uno dei due è stata mutilata dal terremoto dell'Aquila (2009). L'interno è a navata unica con decorazioni giallo canarino.

Convento di San Patrignano[modifica | modifica wikitesto]

Costruito nel Medioevo, fu rimaneggiato in epoca barocca riguardo alla facciata. Il campanile è una torre. Il chiostro che precede il cimitero di Collecorvino, è quadrangolare di stampo quattrocentesco.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 aprile 1995 22 agosto 2001 Donato Di Clemente Lista Civica di Centro-sinistra Sindaco [4][5]
23 agosto 2001 26 maggio 2002 Malgari Trematerra Commissario prefettizio [6]
27 maggio 2002 27 luglio 2010 Massimiliano Volpone Lista Civica di Centro-destra (2002-2007)
Lista Civica (2007-2010)
Sindaco [7][8]
28 luglio 2010 15 maggio 2011 Maria Di Cesare Commissario prefettizio [9]
16 maggio 2011 in carica Antonio Zaffiri Lista Civica di Centro-destra W Collecorvino sempre Sindaco [10][1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 5 giugno 2016, su elezionistorico.interno.it.
  2. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 giugno 2017.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 23 aprile 1995, su elezionistorico.interno.it.
  5. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 13 giugno 1999, su elezionistorico.interno.it.
  6. ^ Gazzetta Ufficiale, Serie n. 251 del 27 ottobre 2001, Decreto presidente della Repubblica 12 ottobre 2001, su gazzettaufficiale.biz.
  7. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 26 maggio 2002, su elezionistorico.interno.it.
  8. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 27 maggio 2007, su elezionistorico.interno.it.
  9. ^ Gazzetta Ufficiale, Serie n. 223 del 23 settembre 2010, Decreto presidente della Repubblica 3 settembre 2010, su gazzettaufficiale.biz.
  10. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 15 maggio 2011, su elezionistorico.interno.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Abruzzo Portale Abruzzo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Abruzzo