Cappelle sul Tavo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cappelle sul Tavo
comune
Cappelle sul Tavo – Stemma
Cappelle sul Tavo – Veduta
Il panorama di Cappelle sul Tavo
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Abruzzo-Stemma.svg Abruzzo
ProvinciaProvincia di Pescara-Stemma.png Pescara
Amministrazione
SindacoLorenzo Ferri (lista civica) dal 27-5-2019
Data di istituzione1904
Territorio
Coordinate42°28′N 14°06′E / 42.466667°N 14.1°E42.466667; 14.1 (Cappelle sul Tavo)
Altitudine122 m s.l.m.
Superficie5,41 km²
Abitanti4 002[2] (31-12-2021)
Densità739,74 ab./km²
FrazioniStaffieri, Terra Rossa
Comuni confinantiCittà Sant'Angelo, Collecorvino, Montesilvano, Moscufo, Spoltore
Altre informazioni
Cod. postale65010
Prefisso085
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT068006
Cod. catastaleB681
TargaPE
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[3]
Cl. climaticazona D, 1 454 GG[4]
Nome abitanticappellesi
Patronosan Pasquale Baylon
Giorno festivo17 maggio
PIL(nominale) 61,1 mln [1]
PIL procapite(nominale) 15 300 [1]
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Cappelle sul Tavo
Cappelle sul Tavo
Cappelle sul Tavo – Mappa
Posizione del comune di Cappelle sul Tavo all'interno della provincia di Pescara
Sito istituzionale

Cappelle sul Tavo (li cappéllë in abruzzese[5]) è un comune italiano di 4 002 abitanti[2] della provincia di Pescara in Abruzzo. Fa parte dell’area metropolitana di Pescara.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale è delimitato a nord da Città Sant'Angelo e Montesilvano, a sud-est da Spoltore, a sud-ovest da Moscufo e ad ovest da Collecorvino. Il centro storico è posto su una collina a 122 metri sul livello del mare[6], mentre nei territori pianeggianti della valle del fiume Tavo si sono sviluppate le frazioni di Staffieri e Terra Rossa, quest'ultima in continuità urbana con Montesilvano. Al confine con Collecorvino e Città Sant'Angelo confluiscono i fiumi Tavo e Fino, e il corso d'acqua da quel punto prende il nome di Saline.

L'ingresso di piazza Marconi e sullo sfondo Palazzo De Landerset

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il toponimo deriva dal tardo latino cappella nel senso di aedicula o locus tectus, in foro.[5] Il paese sorse nel XVII secolo come agglomerato di case contadine, ed era una frazione dipendente dall'università di Moscufo: si trattava di una serie di insediamenti creatisi a seguito dell'arrivo di popoli di origine balcanica chiamati Schiavoni, che si stabilirono anche in altre località della campagna abruzzese. Dal 1811 fu contrada di Montesilvano, e dal 1904 ottenne l'autonomia comunale con il nome di Cappelle, mutuato in Cappelle sul Tavo nel 1912[7][8]. Nel secondo dopoguerra il paese conosce un primo importante sviluppo, affermandosi come centro agricolo e commerciale di raccordo tra l'area metropolitana di Pescara e l'Area Vestina.[9]

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma e il gonfalone del comune di Cappelle sul Tavo sono stati concessi con decreto del presidente della Repubblica del 27 luglio 1972[10]

«Stemma: Campo di cielo, al mastio di rosso di tre pezzi, chiuso e murato di nero, merlato all guelfa e fondato sul terrazzo di verde e sormontato da un galero di nero. Ornamenti esteriori del Comune.»

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa della Beata Vergine Lauretana

Chiesa della Beata Vergine Lauretana[modifica | modifica wikitesto]

Risale al XVI secolo, tuttavia i numerosi restauri subiti nel corso dei secoli ne hanno alterato l'aspetto originario. La facciata, originariamente di stile barocco come negli interni, in seguito ai danneggiamenti del secondo conflitto mondiale fu ripristinata tra gli anni 1940 e 1950 priva di ogni elemento decorativo, seguendo i canoni dello stile romanico abruzzese. I mattoni a vista sul lato destro, sul posteriore e nel campanile, testimoniano l'antichità dell'edificio. All'interno la chiesa si presenta a navata unica.[11][12]

Palazzo De Landerset[modifica | modifica wikitesto]

Risalente al XVIII secolo, fu dimora dei baroni locali. Decorato secondo gli stili barocchi del tempo, presenta mensole scolpite e rilievi a dentelli e altri elementi decorativi su mensole e balconi.[13][14]

Piazza Guglielmo Marconi, al centro del paese

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[15]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Al 31 dicembre 2020 nel comune risiedevano, su un totale di 3 956 abitanti,[16] 218 stranieri che rappresentavano quindi il 5,5% della popolazione. Le comunità più numerose provenivano dalla Romania e dall'Albania, con rispettivamente 50 e 24 residenti.[17]

Tradizioni e folclore[modifica | modifica wikitesto]

Il palazzo comunale

Palio delle pupe[modifica | modifica wikitesto]

Organizzato dal 1976 nei giorni di ferragosto, il Palio delle pupe è una competizione tra le diverse contrade della cittadina sul modello del ballo della pupa, dove vengono premiate le pupe di cartapesta preparate dai partecipanti.[18]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Sono presenti una biblioteca comunale presso il municipio e, riunite in un unico plesso scolastico, una scuola primaria e una scuola secondaria di primo grado.[19]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Oltre alle tradizionali produzioni agricole di frutta e ortaggi come l'aglio e la cipolla, dalla seconda metà del XX secolo il paese ha conosciuto uno sviluppo industriale nei settori dell'alimentare, dell'abbigliamento, del mobile, delle materie plastiche e dei materiali per l'edilizia.[13]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Il comune è attraversato dalla strada statale 16 bis Adriatica e dalla strada statale 151 della Valle del Tavo; alla congiunzione di queste strade, al centro del paese, si dirama la strada regionale 16 bis Adriatica. Sia la SS 16 bis che la SR 16 bis facevano parte nella loro interezza del Circuito di Pescara, il cui percorso transitava all'interno del centro storico e su cui si tenne dal 1924 al 1961 la Coppa Acerbo. Dal 1929 al 1963 il comune è stato servito dalla ferrovia Pescara-Penne, che con le due stazioni di Cappelle e Cappelle-Campotino, in seguito riconvertite in abitazioni private, collegava il paese al capoluogo adriatico e all'Area Vestina. Sul suo tracciato, ancora leggibile, è prevista la creazione di una pista ciclabile dell'Area Vestina.[20]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Lajatico è il Comune più ricco d'Italia. La mappa dei redditi degli italiani pre-pandemia, in Il Sole 24 Ore, 27 maggio 2021.
  2. ^ a b Bilancio demografico anno 2021 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  3. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  4. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  5. ^ a b AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani., Milano, Garzanti, 1996, p. 136, ISBN 88-11-30500-4.
  6. ^ BCC Abruzzese - Cappelle sul Tavo — Territorio, su bccabruzzese.it. URL consultato il 15 aprile 2022.
  7. ^ R.D. N. 840 - 1912
  8. ^ Geo-storia amministrativa d'Abruzzo Provincia di Abruzzo Ulteriore I o di Teramo, su asciatopo.xoom.it. URL consultato il 19 aprile 2022.
  9. ^ La Storia di Cappelle Sul Tavo, su collinedoro.net. URL consultato il 14 aprile 2022.
  10. ^ Statuto del comune di Cappelle sul Tavo (PDF), su dait.interno.gov.it. URL consultato il 2022-4-15.
  11. ^ Diocesi di Pescara-Penne, Beata Vergine Maria Lauretana, su diocesipescara.it.
  12. ^ Le CHIESE delle Diocesi ITALIANE Chiesa della Beata Vergine Maria Lauretana - - Cappelle sul Tavo - Pescara - Penne - elenco censimento chiese, su Le chiese delle diocesi italiane, Conferenza Episcopale Italiana. URL consultato il 14 aprile 2022.
  13. ^ a b Cappèlle sul Tavo su Enciclopedia | Sapere.it, su sapere.it. URL consultato il 15 aprile 2022.
  14. ^ Cappelle sul Tavo In Abruzzo, su In Abruzzo, 8 gennaio 2022. URL consultato il 27 aprile 2022.
  15. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  16. ^ Bilancio demografico anno 2020, su demo.istat.it. URL consultato il 4 aprile 2022.
  17. ^ Cittadini Stranieri. Popolazione residente e bilancio demografico al 31 dicembre 2020, su demo.istat.it. URL consultato il 4 aprile 2022.
  18. ^ Palio delle Pupe, su AbruzzoVacanze.net. URL consultato il 14 aprile 2022.
  19. ^ Anagrafe delle Biblioteche Italiane Ricerca, su anagrafe.iccu.sbn.it. URL consultato il 29 aprile 2022.
  20. ^ Pista ciclabile: presentato il progetto "Area Vestina", su Regione Abruzzo, 28 aprile 2017. URL consultato il 14 aprile 2022.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


  Portale Abruzzo: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Abruzzo