Bolognano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la frazione di Arco in provincia di Trento, vedi Bolognano (Arco).
Bolognano
comune
Bolognano – Stemma Bolognano – Bandiera
Bolognano – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Abruzzo-Stemma.svg Abruzzo
Provincia Provincia di Pescara-Stemma.png Pescara
Amministrazione
Sindaco Silvina Sarra[1] (Lista Civica Continuità e crescita) dal 14-6-2004 (3º mandato)
Territorio
Coordinate 42°13′N 13°58′E / 42.216667°N 13.966667°E42.216667; 13.966667 (Bolognano)Coordinate: 42°13′N 13°58′E / 42.216667°N 13.966667°E42.216667; 13.966667 (Bolognano)
Altitudine 276 m s.l.m.
Superficie 16,96 km²
Abitanti 1 100[2] (30-4-2017)
Densità 64,86 ab./km²
Frazioni Fara, Madonna del Monte, Musellaro, Piano d'Orta
Comuni confinanti Caramanico Terme, Castiglione a Casauria, Salle, San Valentino in Abruzzo Citeriore, Scafa, Tocco da Casauria, Torre de' Passeri
Altre informazioni
Cod. postale 65020
Prefisso 085
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 068003
Cod. catastale A945
Targa PE
Cl. sismica zona 1 (sismicità alta)
Nome abitanti bolognanesi
Patrono Sant'Antonio abate
Giorno festivo 13 gennaio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bolognano
Bolognano
Bolognano – Mappa
Posizione del comune di Bolognano all'interno della provincia di Pescara
Sito istituzionale

Bolognano è un comune italiano di 1.100 abitanti della provincia di Pescara in Abruzzo. Il suo territorio si estende verso la Riserva regionale Valle dell'Orta e fa parte della Comunità montana della Maiella e del Morrone.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'area di Bolognano risulta abitata già a partire dall'età del rame, come testimoniano i reperti trovati presso la grotta dei Piccioni a poca distanza dall'abitato. [3] Fonti storiche successive si trovano nel Chronicon Casauriense che riporta la fortificazione di Bolonianum nel 943, dopo la sua donazione all'abbazia di San Clemente a Casauria da parte di Ludovico II. [4]

Il controllo dell'abazia sul paese durò fino al 1273, quando passò nell'Abruzzo Citra del Regno di Sicilia. Con l'introduzione delle provincie nel regno, nel 1684 Bolognano passò alla provincia di Chieti e nel 1927, con la costituzione della provincia di Pescara, a quest'ultima.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di Sant'Antonio
  • Chiesa parrocchiale di Sant'Antonio Abate;
  • Chiesa di Santa Maria Entroterra;
  • Riserva regionale Valle dell'Orta:
    • Cascata della Cisterna, una piscina naturale di roccia nella Riserva Naturale dell'Orta raggiungibile da un sentiero che parte dalla chiesa di Sant'Antonio Abate;
    • valle del Luco (o anche i Luchi) è un'area naturale in cui lo scorrere dell'acqua del fiume Orta ha causato nel corso dei secoli la formazione delle cosiddette Marmitte dei Giganti presso le rapide di Santa Lucia attraverso l'erosione delle rocce calcaree. Rapide e torri rocciose si trovano tra le frazioni di San Tommaso di Caramanico Terme e Musellaro di Bolognano[5].
    • Grotta dei Piccioni, sede di ritrovamenti preistorici;
    • Grotta Scura.
  • Oasi del Lago di Alanno - Piano d'Orta
  • Piantagione Paradise, ideata da Joseph Beuys. Affiancata dai Servizi e Magazzini, un ipogeo di 800 m² in due livelli, costruiti da Lucrezia De Domizio Durini ed inaugurati nel 2005.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]


Persone legate a Bolognano[modifica | modifica wikitesto]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

La frazione di Piano d'Orta ha una stazione ferroviaria, ubicata lungo la Ferrovia Roma-Sulmona-Pescara. Il fabbricato viaggiatori ha una piccola sala d'aspetto con una validatrice di biglietti. Il movimento passeggeri è abbastanza mediocre, con circa 17 treni al giorno in servizio tra Teramo, Roma, Sulmona e Pescara.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 aprile 1995 12 giugno 2004 Claudio Mario Sarmiento Lista Civica di Centro-sinistra (1995-1999)
Lista Civica (1999-2004)
Sindaco [7][8]
13 giugno 2004 in carica Silvina Sarra Lista Civica Uniti per rinnovare (2004-2014)
Lista Civica Continuità e crescita (dal 2014)
Sindaco [1][9][10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 25 maggio 2014, elezionistorico.interno.it.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2017.
  3. ^ Autori Vari, Grotta dei Piccioni, Regione Abruzzo. URL consultato il 04/09/2012.
  4. ^ Autori Vari, Cenni storici, Pro Loco di Bolognano. URL consultato il 04/09/2012.
  5. ^ Piano del Luco, Marmitte dei Giganti, majambiente.it. URL consultato il 27 marzo 2017.
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 23 aprile 1995, elezionistorico.interno.it.
  8. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 13 giugno 1999, elezionistorico.interno.it.
  9. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 12 giugno 2004, elezionistorico.interno.it.
  10. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 7 giugno 2009, elezionistorico.interno.it.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN146945696