Val Pescara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La Val Pescara vista da Chieti Alta

Con il termine Val Pescara si designa la zona industriale che si trova nella parte nord della città di Chieti e nella zona occidentale della città di Pescara e che coincide, geograficamente, con la valle in cui scorre la parte finale del fiume Pescara, da cui prende il nome.

La regione Abruzzo ha anche creato un consorzio tra 34 comuni per meglio promuovere e coordinare lo sviluppo dell'area industriale e stima una presenza sul territorio di circa 22.000 imprese con 45.000 addetti per lo più impiegati nel settore commerciali[1].

Industria[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di un'importante area industriale della regione Abruzzo, in cui operano molte piccole e medie imprese, ma anche importanti impianti industriali tra i quali quello della Sixty (titolare di diversi marchi della moda giovanile tra i quali primeggia Miss Sixty), della Fater S.p.A. del Gruppo Angelini, legato con una joint venture paritetica con la multinazionale statunitense Procter & Gamble, la Kimberly-Clark che ha i suoi stabilimenti presso Alanno, nonché la Dayco (ex Pirelli) che si trova a Manoppello.

Le attività industriali principali che vengono svolte sono la fabbricazione di macchine ed apparecchi meccanici, l'industria tessile e dell'abbigliamento, l'industria alimentare e delle bevande, produzione di metallo e di prodotti in metallo, fabbricazione di macchine elettriche ed apparecchiature elettriche ed ottiche.[1]

Commercio e distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Nell'area sono presenti numerosi centri commerciali e venditori all'ingrosso come quello di Cepagatti che è uno dei più grandi mercati orto-frutticoli dell'Italia centro-meridionale, nonché un punto nevralgico della distribuzione dei prodotti ortofrutticoli di importanza nazionale.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La valle è un centro nevralgico delle vie di comunicazione del medio adriatico ed è servita da infrastrutture di trasporto come il Porto di Pescara, il Porto di Ortona, l'aeroporto d'Abruzzo, diverse stazioni ferroviarie come la Stazione di Pescara Centrale, Stazione di Pescara Porta Nuova e la stazione di Chieti, dalle autostrade A25 Pescara-Roma ed autostrada adriatica (che si congiungono proprio all'inizio della zona industriale), l'asse attrezzato, la circonvallazione di Pescara e dalle strade statali SS 81 e SS 5 Tiburtina Valeria. Nel territorio è anche presente un interporto a Manoppello Scalo inserito nel Sistema Nazionale Integrato dei Trasporti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b [1] dal Sito ufficiale della regione Abruzzo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]