Noi duri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Noi duri
Titolo originale Noi duri
Paese di produzione Italia
Anno 1960
Durata 98 min
Colore B/N
Audio sonoro Mono
Genere commedia, musicale
Regia Camillo Mastrocinque
Soggetto Leo Chiosso, Dino Verde
Sceneggiatura Leo Chiosso, Dino Verde

Dialoghi: Oreste Biancoli

Produttore Ermanno Donati, Luigi Carpentieri
Casa di produzione CEI Incom
Distribuzione (Italia) CEI Incom (1960)
Fotografia Luciano Trasatti
Montaggio Roberto Cinquini
Musiche Leo Chiosso
Scenografia Piero Filippone
Costumi Grazia Lusignoli
Trucco Mario van Riel
Interpreti e personaggi

Noi duri è un film del 1960 diretto da Camillo Mastrocinque.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Fred Bombardone è un agente dell'FBI che viene incaricato di infiltrarsi, assieme ad alcuni suoi uomini, nel Night Club di un narcotrafficante noto come l'Algerino (Totò). Assunto da quest'ultimo, viene incaricato di ritirare una partita di droga da Casablanca ma la merce gli viene rubata, cosa che complica le indagini e la sua posizione nei confronti dell'Algerino.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

È l'ultimo film interpretato da Fred Buscaglione, che muore il 3 febbraio 1960. Il film, distribuito dalla CEI Incom, esce nelle sale il 24 febbraio e riscuote subito un grandissimo successo mentre gli spettatori di allora trovavano incredibile che Buscaglione recitasse ancora in un film quando era già morto pochi giorni prima.

Date di uscita[modifica | modifica wikitesto]

Titoli alternativi[modifica | modifica wikitesto]

  • Italia: A qualcuno piace Fred (titolo di lavorazione)
  • Portogallo: Nós, os Duros

Note[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ultima parte del film, l'Algerino (Totò) presenta, con l'aiuto del suo assistente Alì, una macchina di Rube Goldberg.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema