Totò e Marcellino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Totò e Marcellino
Paese di produzione Italia
Anno 1958
Durata 98 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere commedia drammatica
Regia Antonio Musu
Soggetto Pasquale Festa Campanile, Massimo Franciosa
Sceneggiatura Pasquale Festa Campanile, Massimo Franciosa, Diego Fabbri, Antonio Musu
Produttore Luigi Rovere
Fotografia Renato Del Frate
Montaggio Otello Colangeli
Musiche Carlo Rustichelli
Scenografia Ottavio Scotti
Costumi Pia Marchesi
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Totò e Marcellino è un film del 1958 diretto da Antonio Musu.

Il titolo è un chiaro riferimento al protagonista del film Marcellino pane e vino (1955).

Trama[modifica | modifica sorgente]

Per sfuggire alla polizia, un ladro chiamato «il Professore» si finge zio di un orfanello di 8 anni che si chiama Marcellino, che sta seguendo il funerale della mamma. I due diventano amici ed il Professore ospita Marcellino nella sua abitazione: un vecchio tram in disuso. Ma dopo aver visto che non c'è posto per tutti e due, Marcellino ospita suo "zio" a casa sua.

Alvaro, il vero zio, saputo che il nipote ha ereditato una casa dalla madre, ottiene che il bambino vada a vivere con lui e lo costringe a chiedere l'elemosina insieme ad altri ragazzini.

Il Professore scopre l'ignobile attività di Alvaro, ma nel frattempo Marcellino è fuggito: gli hanno fatto credere che la mamma sia finita all'inferno e lui vuole a tutti i costi commettere una cattiva azione, così potrà raggiungerla...

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema