Totò sexy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Totò sexy
Paese di produzione Italia
Anno 1963
Durata 90 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Mario Amendola
Soggetto Bruno Corbucci, Giovanni Grimaldi
Sceneggiatura Bruno Corbucci, Giovanni Grimaldi
Fotografia Alessandro d'Eva
Montaggio Jolanda Benvenuti
Musiche Armando Trovajoli
Scenografia Ennio Michettoni
Interpreti e personaggi

Totò sexy è un film del 1963 diretto da Mario Amendola.

Pur non essendo un film musicarello, in uno dei tanti inserti del film (che uniscono le diverse scene dei due protagonisti, Totò e Macario) appare un giovane Gianni Morandi che canta Penelope.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Due suonatori ambulanti, Ninì e Mimì, vengono arrestati per contrabbando e condotti in galera. Qui si divideranno tra i ricordi dei loro viaggi di piacere (in cui visitavano i vari locali di striptease delle grandi capitali europee) e scherzi e screzi con gli altri galeotti ed il secondino Umberto.

Critica[modifica | modifica sorgente]

È considerata una delle pellicole peggiori di Totò, è quasi una fotocopia di Totò di notte n. 1, con gli stessi scadenti risultati e piattezza. Questo risultato deriva forse dal fatto che i due autori e il regista hanno voluto anticipare la commedia erotica all'italiana in tempi in cui non era possibile praticare questo genere di commedia.

Per il resto la commedia risulta in alcuni punti molto divertente. Ne ha scritto Valentino De Carlo:

« Il divertimento manca del tutto [...] in questo ennesimo zibaldone rivistaiolo in cui un illustre attore come Totò avvilisce la sua fama senza alcuna ragione. In una lunga carriera cinematografica non costellata certo di capolavori, i più recenti film di Totò spiccano per la loro infima qualità; ma questo "Totò Sexy" è senza dubbio il gradino più basso della scala [...] Allusioni e battute volgari si sprecano e di regia non è neppure il caso di parlare [...]. »

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema