Marrone HT

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marrone HT
Brown HT structure.png
Nome IUPAC
Disodio 4-[(2E)-2-[(5Z)-3-(idrossimetil)-2,6-diosso-5-[(4-solfonatonaftalen-1-il)idrazinilidene]-1-cicloes-3-enilidene]idrazinil]naftalene-1-solfonato
Abbreviazioni
E155
C.I. 20285
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C27H18N4Na2O9S2
Massa molecolare (u) 652,56
Numero CAS [4553-89-3]
PubChem 6536776

Il marrone HT, anche conosciuto con il nome bruno HT e la sigla E155, è un colorante alimentare artificiale. È un liquido sintetico simile a quello prodotto nella distillazione del carbone, ed è un colorante azotato.

Uso[modifica | modifica sorgente]

Il marrone HT viene specialmente utilizzato nei cibi contenenti cioccolato da panetteria e pasticceria, ma anche per:

  • sostituire i colori persi durante la preparazione (come nella frutta e nella verdura)
  • rafforzare il colore dei prodotti che tendono a sfumare (come salse e bibite)
  • assicurare un colore brillante ai prodotti (come i dolci e dessert)
  • rendere il sapore caratteristico più riconoscibile (come negli sciroppi sintetici)

Alternative[modifica | modifica sorgente]

Le alternative all'utilizzo di questo colorante sono: l'introduzione di cibi coloranti (barbabietola), agenti coloranti naturali (beta-carotene) o coloranti sintetici permessi e non nocivi.

Patologie[modifica | modifica sorgente]

Il marrone HT è uno dei coloranti che il Gruppo di supporto per i bambini iperattivi consiglia di eliminare dalla dieta dei bambini.

Sembra causare reazioni allergiche e di intolleranza, in particolar modo per coloro i quali sono intolleranti all'aspirina e soffrono d'asma: il marrone HT è infatti un liberatore di istamine.

Assunto in combinazione con i benzoati è causa di iperacidità nei bambini.

Permessi[modifica | modifica sorgente]

Il suo uso è proibito in Australia, Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Norvegia, Svezia, Svizzera e negli Stati Uniti.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]