Acetato di sodio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acetato di sodio
formula di struttura {{{immagine4_descrizione}}}
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare CH3COONa
Aspetto solido incolore
Numero CAS [127-09-3]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 1,52 (20 °C)
Solubilità in acqua 365 g/l (20 °C)
Temperatura di fusione 324 °C (597 K) (decomposizione)
Temperatura di ebollizione 400 °C (>673 K) (decomposizione)
Indicazioni di sicurezza
Flash point 250 °C (>523 K) (c,c,)
Temperatura di autoignizione 607 °C (880 K)
Frasi H ---
Consigli P --- [1]

L' acetato di sodio è il sale di sodio dell'acido acetico. A temperatura ambiente si presenta come un solido incolore inodore.

Applicazioni[modifica | modifica sorgente]

È un composto molto economico prodotto in quantità industriali per una grande quantità di utilizzi. È utilizzato nell'industria tessile per neutralizzare i flussi di acido solforico, nel photoresist con l'anilina, e per ritardare la vulcanizzazione del cloroprene nella produzione della gomma sintetica.

Può anche essere aggiunto ai cibi in qualità di conservante, in questo caso viene nominato come diacetato di sodio ed etichettato con E262.

È usato anche per mantenere costante il pH, in una soluzione tampone (ovvero in presenza di acido acetico), grazie alla sua leggera basicità dovuta ad idrolisi basica.

E presente nelle soluzioni elettrolitiche reidratanti, ad uso ospedaliero, in ragione di circa 6 grammi per ogni litro di soluzione.

Scaldamani a soluzione di acetato di sodio

Viene utilizzato anche come ghiaccio caldo negli scaldamani. Quando i cristalli di acetato di sodio triidrato vengono riscaldati intorno ai 100 °C, si sciolgono. Quando vengono raffreddati, producono una soluzione supersatura di acetato di sodio in acqua. Quando viene deformato un disco metallico contenuto nello scaldamani, si genera un centro di nucleazione che causa la cristallizazione del composto, che ritorna allo stato di cristalli triidrati: questa reazione è esotermica, e viene emessa una modesta quantità di energia.[2][3][4]

Sintesi[modifica | modifica sorgente]

Si forma facendo reagire l'acido acetico con carbonato o bicarbonato di sodio, o con idrossido di sodio, in quest'ultimo caso il processo avviene con una reazione particolarmente esotermica.

CH3COOH + NaHCO3 → CH3COONa + H2O + CO2

Questa è la ben conosciuta reazione del bicarbonato di sodio con l'aceto: 84 grammi di bicarbonato di sodio reagiscono con 750 g di aceto all'8% per formare 82 g di acetato di sodio in soluzione acquosa. L'unione di aceto e bicarbonato produce anidride carbonica.

Reazioni[modifica | modifica sorgente]

L'acetato di sodio può essere utilizzato nella formazione di un estere da un alogenuro alchilico come il bromoetano:

CH3COONa + C2H5Br → CH3COOC2H5 + NaBr

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ scheda dell'acetato di sodio su IFA-GESTIS
  2. ^ (EN) Cristallizzazione dell'acetato di sodio supersaturato
  3. ^ (EN) Falso calore latente e supersaturazione
  4. ^ (EN) Come funzionano i cuscinetti riscaldanti all'acetato di sodio?

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: Il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia