Metabisolfito di sodio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Metabisolfito di sodio
Metabisolfito di sodio
Struttura del metabisolfito di sodio
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare Na2S2O5
Massa molecolare (u) 190,10 g/mol
Aspetto solido incolore
Numero CAS [7681-57-4]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 1,48 (20 °C)
Solubilità in acqua ~ 650 g/l (20 °C)
Temperatura di fusione 150 °C (~423 K) (decomposizione)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
corrosivo irritante

pericolo

Frasi H 302 - 318 - EUH031
Consigli P 280 - 305+351+338 - 313 [1]

Il metabisolfito di sodio (o disolfito di sodio) è un sale di sodio dell'acido metabisolforoso H2S2O5.

A temperatura ambiente si presenta come un solido incolore dall'odore poco pungente. È un composto nocivo, irritante. Viene usato per la conservazione delle bevande alcoliche. Viene facilmente digerito dall'organismo umano.

Uso alimentare[modifica | modifica wikitesto]

È usato come conservante e antiossidante nel cibo ed è conosciuto con la sigla E223. Può causare reazioni allergiche in quei soggetti sensibili ai solfiti, può causare reazioni respiratorie negli asmatici, anafilassi e altre reazioni allergiche in individui sensibili.

Agente pulente[modifica | modifica wikitesto]

È usato comunemente per la pulizia dell'attrezzattura per la produzione casalinga di bevande e la produzione di vino o birra. È usato nei sistemi di desalinizzazione dell'acqua nelle membrane di osmosi inversa per la produzione di acqua potabile. È usato anche per rimuovere la cloramina dall'acqua dopo il trattamento.

Altri usi[modifica | modifica wikitesto]

Si usa come eccipiente in alcune compresse come quelle a base di paracetamolo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ scheda del metabisolfito di sodio su IFA-GESTIS

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]