Additivi alimentari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gli additivi alimentari sono sostanze impiegate nell'industria alimentare durante la preparazione, lo stoccaggio e la commercializzazione di prodotti destinati all'alimentazione[1][2].

Definizione[modifica | modifica wikitesto]

Essi sono definiti per legge a livello europeo come "qualsiasi sostanza normalmente non consumata come alimento in quanto tale e non utilizzata come ingrediente tipico degli alimenti, indipendentemente dal fatto di avere un valore nutritivo, che aggiunta intenzionalmente ai prodotti alimentari per un fine tecnologico nelle fasi di produzione, trasformazione, preparazione, trattamento, imballaggio, trasporto o immagazzinamento degli alimenti, si possa ragionevolmente presumere che diventi, essa stessa o i suoi derivati, un componente di tali alimenti, direttamente o indirettamente"[3]. Gli additivi sono classificati in base alla loro funzione. Si possono individuare tre grandi gruppi di additivi:

  • Additivi che aiutano a preservare la freschezza degli alimenti: conservanti, che rallentano la crescita di microbi, e antiossidanti, che prevengono i fenomeni di irrancidimento.
  • Additivi che migliorano le caratteristiche sensoriali degli alimenti: coloranti, addensanti, emulsionanti, dolcificanti, esaltatori di sapidità.
  • Additivi tecnologici, usati per facilitare la lavorazione degli alimenti ma che non hanno una specifica funzione nel prodotto finale (definiti anche adiuvanti): agenti antischiuma, antiagglomeranti ecc.

Gli additivi subiscono a livello europeo e internazionale un processo di valutazione della sicurezza prima di essere autorizzati per l'uso alimentare. In Europa la valutazione viene effettuata dall'Agenzia per la Sicurezza Alimentare (EFSA), e a livello internazionale dal Comitato congiunto di esperti sugli additivi alimentari (JECFA - Joint Expert Committee on Food Additives) dell'Organizzazione per l'Alimentazione e l'Agricoltura (FAO) e dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS)[1].
Gli additivi autorizzati a livello europeo sono contrassegnati da una sigla numerica preceduta dalla lettera E (si noti che "E605" non è un additivo alimentare: è la sigla che identifica il parathion, un insetticida altamente tossico; la siglatura "E" è dovuta a una coincidenza casuale).

Classificazione in base al numero[modifica | modifica wikitesto]

100-199

Coloranti

100-109 – gialli
110-119 – arancione
120-129 – rossi
130-139 – blu e violetti
140-149 – verdi
150-159 – marroni e neri
160-199 – altri

200-299

Conservanti

200-209sorbati
210-219benzoati
220-229solfuri
230-239fenoli e formiati
240-259nitriti e nitrati
260-269acetati
270-279lattati
280-289propionati
290-299 – altri

300-399

Antiossidanti e regolatori di acidità

300-309 – ascorbati (vitamina C)
310-319gallati e eritorbati
320-329lattati
330-339citrati e tartrati
340-349fosfati
350-359malati e adipati
360-369succinati e fumarati
370-399 – altri

400-499

Addensanti, stabilizzanti e emulsionanti

400-409alginati
410-419gomma naturale
420-429 – altri agenti naturali
430-439 – derivati del poliossietilene
440-449 – emulsionanti naturali
450-459fosfati
460-469 – derivati della cellulosa
470-489 – derivati degli acidi grassi
490-499 – altri

500-599

Regolatori di acidità e antiagglomeranti

500-509acidi e basi inorganiche
510-519cloruri e solfati
520-529 – solfati e idrossidi
530-549 – sali dei metalli alcalini
550-559silicati
570-579stearati e gluconati
580-599 – altri

600-699

Esaltatori di sapidità

620-629glutammati
630-639inosinati
640-649 – altri

900-999

Vari

900-909cere
910-919 – glasse
920-929 – agenti ausiliari
930-949gas per confezionamento
950-969dolcificanti
990-999schiumogeni

1100-1599

Altri prodotti

Sostanze che non rientrano nelle classificazioni sopra indicate

Si noti che non tutti i composti rientrano negli intervalli numerici indicati e alcuni, specialmente nell'intervallo E400-499, hanno più applicazioni.

E100-E199 (coloranti)[modifica | modifica wikitesto]

E200-E299 (conservanti)[modifica | modifica wikitesto]

E300-E399 (antiossidanti e regolatori di acidità)[modifica | modifica wikitesto]

E400-E499 (addensanti, stabilizzanti e emulsionanti)[modifica | modifica wikitesto]

  • E400 Acido alginico (addensante) (stabilizzante) (gelificante) (emulsionante)
  • E401 Alginato di sodio (addensante) (stabilizzante) (gelificante) (emulsionante)
  • E402 Alginato di potassio (addensante) (stabilizzante) (gelificante) (emulsionante)
  • E403 Alginato di ammonio (addensante) (stabilizzante) (emulsionante)
  • E404 Alginato di calcio (addensante) (stabilizzante) (gelificante) (emulsionante)
  • E405 Alginato di propan-1,2-diolo (alginato di propilenglicole) (addensante) (stabilizzante) (emulsionante)
  • E406 Agar-agar (addensante) (gelificante) (stabilizzante)
  • E407 Carragenina (addensante) (stabilizzante) (gelificante) (emulsionante)
  • E407a Alghe Eucheuma trasformate (addensante) (stabilizzante) (gelificante) (emulsionante)
  • E410 Farina di semi di carrube (addensante) (stabilizzante) (gelificante) (emulsionante)
  • E412 Gomma di guar (addensante) (stabilizzante)
  • E413 Gomma adragante (addensante) (stabilizzante) (emulsionante)
  • E414 Gomma d'acacia (gomma arabica) (addensante) (stabilizzante) (emulsionante)
  • E415 Gomma di xantano (addensante) (stabilizzante)
  • E416 Gomma di karaya (addensante) (stabilizzante) (emulsionante)
  • E417 Gomma di tara (addensante) (stabilizzante)
  • E418 Gomma di gellano (addensante) (stabilizzante) (emulsionante)
  • E420 Sorbitolo (emulsionante) (dolcificante) (umettante)
  • E421 Mannitolo (antiagglomerante) (dolcificante)
  • E422 Glicerolo (emulsionante) (dolcificante)
  • E425 Glucomannano o Gomma di konjac (emulsionante) (gelificante)
  • E430 Stearato di poliossietilene (8) (emulsionante) (stabilizzante)
  • E431 Stearato di poliossietilene (40) (emulsionante)
  • E432 Sorbitolmonolaurato di poliossietilene (20) (polisorbato 20) (emulsionante)
  • E433 Sorbitolmonooleato di poliossietilene (20) (polisorbato 80) (emulsionante)
  • E434 Sorbitolmonopalmitato di poliossietilene (20) (polisorbato 40) (emulsionante)
  • E435 Sorbitolmonostearato di poliossietilene (20) (polisorbato 60) (emulsionante)
  • E436 Sorbitan tristearato di poliossietilene (20) (polisorbato 65) (emulsionante)
  • E440 Pectina (i); pectina amidata (ii) (gelificante)
  • E441 Gelatina (emulsionante) (gelificante)
  • E444 Saccarosio acetato isobutirrato (emulsionante)
  • E445 Esteri glicerici di resina (emulsionante)
  • E450 Difosfati: (i) Difosfato disodico (sinonimi: diidrogenodifosfato di disodio, diidrogenopirofosfato di disodio, pirofosfato acido di sodio, pirofosfato disodico) (ii) Difosfato trisodico (sinonimi: pirofosfato acido trisodico, monoidrogenodifosfato trisodico) (iii) Difosfato tetrasodico (sinonimi: pirofosfato tetrasodico, pirofosfato di sodio) (iv) Difosfato dipotassico (v) Difosfato tetrapotassico (sinonimi: pirofosfato di potassio, pirofosfato di tetrapotassio) (vi) Difosfato dicalcico (sinonimi: pirofosfato di calcio) (vii) Idrogenodifosfato di calcio (sinonimi: pirofosfato acido di calcio, diidrogenopirofosfato di monocalcio) (emulsionante)
  • E451 Trifosfati: (i) Trifosfato pentasodico (sinonimi: tripolifosfato pentasodico, tripolifosfato di sodio) (ii) Trifosfato pentapotassico (sinonimi: tripolifosfato pentapotassico, trifosfato di potassio, tripolifosfato di potassio) (emulsionante)
  • E452 Polifosfati: (i) Polifosfati di sodio (ii) Polifosfati di potassio (iii) Polifosfati di sodio e calcio (iv) Polifosfati di calcio (emulsionante)
  • E459 β-ciclodestrina (emulsionante)
  • E460 Cellulosa (i) Cellulosa microcristallina (ii) Cellulosa in polvere (emulsionante)
  • E461 Metilcellulosa (emulsionante)
  • E462 Etilcellulosa (emulsionante)
  • E463 Idrossipropilcellulosa (emulsionante)
  • E464 Idrossipropilmetilcellulosa (emulsionante)
  • E465 Etilmetilcellulosa (emulsionante)
  • E466 Carbossimetilcellulosa, Carbossimetilcellulosa sodica (emulsionante)
  • E468 Carbossimetilcellulosa sodica reticolata (emulsionante) (Nota - questo additivo è oggetto di discussione e potrebbe essere incluso tra i miscellanei in un futuro emendamento della direttiva)
  • E469 Carbossimetilcellulosa idrolizzata enzimaticamente (emulsionante)
  • E470a Sali di sodio, potassio e calcio degli acidi grassi (emulsionante) (antiagglomerante)
  • E470b Sali di magnesio degli acidi grassi (emulsionante) (antiagglomerante)
  • E471 Mono- e digliceridi degli acidi grassi (monostearato di glicerile, distearato di glicerile) (emulsionante)
  • E472a Esteri acetici dei mono- e digliceridi degli acidi grassi (emulsionante)
  • E472b Esteri lattici dei mono- e digliceridi degli acidi grassi (emulsionante)
  • E472c Esteri citrici dei mono- e digliceridi degli acidi grassi (emulsionante)
  • E472d Esteri tartarici dei mono- e digliceridi degli acidi grassi (emulsionante)
  • E472e Esteri mono- e diacetiltartarici dei mono- e digliceridi degli acidi grassi (emulsionante)
  • E472f Esteri misti acetici e tartarici dei mono- e digliceridi degli acidi grassi (emulsionante)
  • E473 Esteri saccarici degli acidi grassi (emulsionante)
  • E474 Saccarogliceridi (emulsionante)
  • E475 Esteri poliglicerici degli acidi grassi (emulsionante)
  • E476 Poliricinoleato di poliglicerile (emulsionante)
  • E477 Esteri propan-1,2-diolici degli acidi grassi, Esteri propilenglicolici degli acidi grassi (emulsionante)
  • E478 Gliceril- e 1-propilesteri lattilati degli acidi grassi (emulsionante)
  • E479b Olio di semi di soia ossidato termicamente con mono- e digliceridi degli acidi grassi (emulsionante)
  • E481 2-Lattilato di stearoile, sale sodico (emulsionante)
  • E482 2-Lattilato di stearoile, sale di calcio (emulsionante)
  • E483 Tartrato di stearile (emulsionante)
  • E491 Sorbitolo monostearato (emulsionante)
  • E492 Sorbitolo tristearato (emulsionante)
  • E493 Sorbitolo monolaurato (emulsionante)
  • E494 Sorbitolo monooleato (emulsionante)
  • E495 Sorbitolo monopalmitato (emulsionante)

E500-E599 (regolatori di acidità e antiagglomeranti)[modifica | modifica wikitesto]

E600-E699 (esaltatori di sapidità)[modifica | modifica wikitesto]

  • E620 Acido glutammico (esaltatore di sapidità)
  • E621 Glutammato monosodico (esaltatore di sapidità)
  • E622 Glutammato monopotassico (esaltatore di sapidità)
  • E623 Diglutammato di calcio (esaltatore di sapidità)
  • E624 Glutammato monoammonico (esaltatore di sapidità)
  • E625 Diglutammato di magnesio (esaltatore di sapidità)
  • E626 Acido guanilico (esaltatore di sapidità)
  • E627 Guanilato di disodio, Guanilato di sodio (esaltatore di sapidità)
  • E628 Guanilato di dipotassio (esaltatore di sapidità)
  • E629 Guanilato di calcio (esaltatore di sapidità)
  • E630 Acido inosinico (esaltatore di sapidità)
  • E631 Inosinato di disodio (esaltatore di sapidità)
  • E632 Inosinato di dipotassio (esaltatore di sapidità)
  • E633 Inosinato di calcio (esaltatore di sapidità)
  • E634 Calcio 5'-ribonucleotidi (esaltatore di sapidità)
  • E635 Disodio 5'-ribonucleotidi (esaltatore di sapidità)
  • E636 Maltolo (esaltatore di sapidità)
  • E637 Etilmaltolo (esaltatore di sapidità)
  • E640 Glicina e sale sodico della glicina (esaltatore di sapidità)

E900-E999 (vari)[modifica | modifica wikitesto]

  • E900 Dimetil polisilossano (antischiuma) (antiagglomerante)
  • E901 Cera d'api, bianca e gialla (lucidante)
  • E902 Cera candelilla (lucidante)
  • E903 Cera di carnauba (lucidante)
  • E904 Gommalacca (lucidante)
  • E905 Cera microcristallina (lucidante)
  • E907 Cera cristallina (lucidante)
  • E910 L-Cisteina (lucidante)
  • E912 Esteri dell'acido montanico
  • E913 Lanolina, olio di lana di pecora (lucidante)
  • E914 Cera polietilenica ossidata (lucidante)
  • E915 Esteri del colofano (lucidante)
  • E920 Cloridrato di L-cisteina (antiagglomerante)
  • E921 Cloridrato di L-cisteina monoidrato (antiagglomerante)
  • E924 Bromato di potassio (antiagglomerante)
  • E925 Cloro (conservante) (sbiancante)
  • E926 Diossido di cloro (conservante) (sbiancante)
  • E927 Azodicarbonammide (uso vietato nell'Unione Europea)
  • E927b Carbammide (antiagglomerante)
  • E928 Perossido di benzolo (antiagglomerante)
  • E938 Argon (gas per confezionamento)
  • E939 Elio (gas per confezionamento)
  • E941 Azoto (gas per confezionamento)
  • E942 Protossido di azoto (gas propellente)
  • E943a Butano (gas propellente)
  • E943b Isobutano (gas propellente)
  • E944 Propano (gas propellente)
  • E948 Ossigeno (gas per confezionamento)
  • E949 Idrogeno
  • E950 Acesulfame K (dolcificante)
  • E951 Aspartame (dolcificante)
  • E952 Acido ciclamico e suoi sali di sodio e calcio (dolcificante)
  • E953 Isomalt (dolcificante)
  • E954 Saccarina e suoi sali di sodio, potassio e calcio (dolcificante)
  • E955 Sucralosio (dolcificante)
  • E957 Taumatina (dolcificante) (esaltatore di sapidità)
  • E959 Neoesperidina DC (dolcificante)
  • E960 Glicosidi steviolici (dolcificante)
  • E962 Sale di aspartame-acesulfame (dolcificante)
  • E965 Maltitolo (i) Sciroppo di maltitolo (ii) (dolcificante) (stabilizzante) (umettante)
  • E966 Lattitolo (dolcificante)
  • E967 Xilitolo (dolcificante)
  • E968 Eritritolo (dolcificante)
  • E999 Estratto di quillaia (schiumogeno)

E1000-E1999[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ EFSA Tema: Additivi alimentari in efsa.europa.eu. URL consultato il 31/03/2014.
  2. ^ Gli additivi alimentari in Albanesi.it. URL consultato il 31/03/2014.
  3. ^ Direttiva del Consiglio 89/107/CEE
  4. ^ La normativa fa presente che con il termine "caramello" non s'intende il prodotto ottenuto scaldando lo zucchero, utilizzato per aromatizzare i dolci, bensì "sostanze di colore bruno", non meglio specificate, destinate alla colorazione.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]