Ditionito di sodio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ditionito di sodio
Sodium-dithionite-2D.png
Nome IUPAC
tetraossodisolfato(III) di disodio
Nomi alternativi
idrosolfito di sodio
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare Na2S2O4
Massa molecolare (u) 174,11
Aspetto solido bianco
Numero CAS [7775-14-6]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 2,5 (20 °C)
Solubilità in acqua ~ 250 g/l (20 °C) (decomposizione)
Temperatura di fusione 100 °C (~373 K) (decomposizione)
Indicazioni di sicurezza
Temperatura di autoignizione 200 °C (>473 K)
Simboli di rischio chimico
irritante facilmente infiammabile

pericolo

Frasi H 251 - 302 - EUH031
Consigli P 370+378 [1][2]

Il ditionito di sodio (o idrosolfito di sodio) è un sale di sodio dell'acido ditionico.

A temperatura ambiente si presenta come un solido bianco dall'odore pungente. È un composto nocivo e si può incendiare spontaneamente.

Sintesi[modifica | modifica wikitesto]

A livello industriale viene preparato in diversi modi.

Processo con polvere di zinco:

Zn + 2SO2 → ZnS2O4
ZnS2O4 + 2NaOH → Zn(OH)2 + Na2S2O4

Processo al formiato:

HCOONa + 2SO2 + NaOH → Na2S2O4 + CO2 + H2O

Processo al tetraidroborato di sodio:

NaBH4 + 8NaOH + 8SO2 → 4Na2S2O4 + NaBO2 + 6H2O

Utilizzi[modifica | modifica wikitesto]

Per le sue proprietà riducenti viene usato nell'industria tessile e cartaria e nella sintesi del sodio formaldeide solfossilato. Per problematiche di natura ambientale ha sostituito da tempo il ditionito di zinco.

È rarissimamente usato come rivelatore fotografico, anche se tende a ridurre la rapidità della pellicola e a produrre un forte velo se usato per troppo tempo o in soluzione troppo acida. È possibile usarlo solo nelle emulsioni non cromatizzate.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ scheda del ditionito di sodio su IFA-GESTIS
  2. ^ Estinguere con sabbia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • W. Büchner, R. Schliebs, G. Winter. K.H. Büchel, Chimica inorganica industriale, Piccin. ISBN 88-299-1348-0

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia