Ammoniuro di sodio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ammoniuro di sodio
Natriumamid.png
Nome IUPAC
ammoniuro di sodio
Nomi alternativi
sodio ammide
ammiduro di sodio
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare NaNH2
Massa molecolare (u) 39,01
Aspetto solido bianco
Numero CAS [7782-92-5]
Numero EINECS 231-971-0
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 1,37
Solubilità in acqua reagisce
Temperatura di fusione 210 °C (483 K)
Temperatura di ebollizione 400 °C (673 K)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
infiammabile corrosivo pericoloso per l'ambiente

pericolo

Frasi H 261 - 314 - 400 - EUH019 - EUH029
Consigli P 231+232 - 273 - 280 - 305+351+338 - 310 - 422 [1]

L'ammoniuro di sodio (noto anche come sodio ammide, anche se non è un'ammide) è un sale derivante dalla dissociazione acida dell'ammoniaca.

È un composto chimico di formula NaNH2 che si presenta come un solido bianco se puro, in cristalli tetraedrici; i campioni commerciali sono generalmente grigi per la presenza di piccole quantità di ferro, dovuta ai processi di produzione (queste impurezze non creano generalmente problemi).

Struttura e Reattività[modifica | modifica wikitesto]

NaNH2 è un composto ionico: non si hanno singole molecole ma un reticolo cristallino ionico nel quale la geometria attorno al sodio è tetraedrica. In ammoniaca NaNH2 forma soluzioni che conducono la corrente con presenza di Na(NH3)6+ e NH2.

NaNH2 reagisce violentemente con acqua infiammandosi, liberando idrossido di sodio e ammoniaca.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

L'ammoniuro di sodio è ampiamente usato come base forte in sintesi organica. Esso viene anche utilizzato per deprotonare gli alchini terminali, portando alla formazione dello ione acetiluro:

CH≡CH + NaNH2 → CH≡C + Na+ + NH3

Preparazione[modifica | modifica wikitesto]

L'ammoniuro di sodio può essere preparato per reazione tra sodio e ammoniaca gassosa. Poiché l'ammoniaca presenta una Ka molto bassa, per far sì che si comporti da acido bisogna che si mescoli ad una base molto forte come lo ione idruro. Dalla reazione tra idruro di sodio e ammoniaca si ottiene ammoniuro di sodio e idrogeno ed essendo questo volatile la reazione procede verso i prodotti seguendo il principio di Le Chatelier. In generale comunque si preferisce usare ammoniaca liquida e nitrato ferrico come catalizzatore. La reazione è particolarmente veloce in corrispondenza del punto di ebollizione dell'ammoniaca (−33 °C).

2 Na + 2 NH3 → 2 NaNH2 + H2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 30.10.2012

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia