James Cameron

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

James Francis Cameron (Kapuskasing, 16 agosto 1954) è un regista, sceneggiatore, produttore cinematografico e esploratore canadese.

I suoi due ultimi film (Titanic e Avatar) sono rispettivamente il secondo e il primo film di maggiore incasso della storia del cinema. In totale i suoi lavori da regista hanno incassato complessivamente 1,5 miliardi di dollari negli Stati Uniti e altri 3,68 miliardi di dollari nel resto del mondo.[1] Parallelamente all'attività di cineasta Cameron si è cimentato nella produzione di documentari e in seguito nell'ideazione e nella realizzazione di nuove tecnologie cinematografiche. Cameron ha anche contributo alla realizzazione di riprese sottomarine, allo sviluppo della computer grafica e del cinema tridimensionale.[2][3][4]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Ha studiato fisica, senza conseguire la laurea. Dedito agli interessi più disparati, vide nel cinema una sorta di medium in grado di permettergli di sfruttare e approfondire tutte le sue passioni. Tra i film da lui più amati sono presenti Guerre stellari, che alla sua uscita lo convince definitivamente a dedicarsi al cinema.[5]

Nel 1978 gira il suo primo cortometraggio (Xenogenesis), finanziato da un consorzio di dentisti californiani[senza fonte], che approvano un suo soggetto fantascientifico sull'onda del successo di Guerre stellari. Inizia a lavorare come tecnico degli effetti speciali nell'equipe di Roger Corman in film come I magnifici sette nello spazio (1980), 1997: fuga da New York (1981) e Il pianeta del terrore (1981), per il quale è co-creatore delle scenografie e regista delle seconde unità.

Cameron debutta alla regia con il sequel dell'horror di Joe Dante Piranha (1978): si tratta di Piraña paura del 1981, un film a basso costo prodotto in Italia, dove si usava produrre sequel dei successi horror statunitensi (altri esempi sono Alien 2 sulla terra e Zombi 2) per sfruttare il traino commerciale dell'originale primo episodio. Il suo ruolo di regista sul set però durò poco: la sua scarsa esperienza non lo assisté al momento di affrontare le difficoltose riprese in acqua.[senza fonte] Venne dunque licenziato e relegato al ruolo di aiutoregista, mentre a dirigere il film s'incaricò il produttore stesso della pellicola. Il film venne ignorato da critica e pubblico.

Terminate le riprese, Cameron contrasse un'intossicazione alimentare e fu ricoverato in ospedale. Cameron sostiene che in una notte di malessere ebbe un incubo in cui c'erano in nuce le immagini di Terminator, che gli ispirarono la trama di questo suo primo successo.

Primo successo: Terminator[modifica | modifica wikitesto]

James Cameron nel 1986.

Nel 1984 Cameron dà vita ad un suo soggetto, Terminator, un thriller di fantascienza percorso da inquietudine apocalittica e tecnologia frastornante, che ottiene un incredibile successo di pubblico e consolida la fama di Arnold Schwarzenegger.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1985 scrive la sceneggiatura per Rambo II - La vendetta ma il suo testo verrà semplificato dal protagonista Sylvester Stallone[senza fonte], per questo ottiene quindi il Razzie Award alla peggior sceneggiatura insieme a Stallone e a Kevin Jarre. L’interesse di Cameron per il transatlantico Titanic si accende il 1º settembre 1985[senza fonte], quando la spedizione organizzata da Robert Ballard ritrova il relitto della nave affondata nell’aprile del 1912.

La sua filmografia continua con Aliens - Scontro finale (1986), secondo capitolo del filone misto fantascienza-horror inaugurato da Ridley Scott. Nel 1987 la moglie Gale Anne Hurd gli chiede di riscrivere (non accreditato) la sceneggiatura per il film Alien Nation: nazione di alieni (1988), da lei prodotto. La pellicola vince il Saturn Award come miglior film di fantascienza. A questo periodo risalgono i primi appunti riguardo al progetto di trarre un film dalla storia del Titanic.[senza fonte]

Il successivo e difficoltoso The Abyss (1989), vicenda sottomarina dell'incontro di extra-terrestri subacquei, ottiene scarso successo. Sarà rivalutato negli anni successivi dalla critica.

Nel 1991 arriva il sequel del film che lo aveva reso celebre: Terminator 2 - Il giorno del giudizio, che ottiene un elevato successo. Mentre lavorava al film la nuova moglie, Kathryn Bigelow, gli chiese di riscrivere la sceneggiatura di Point Break (1991), di cui era la regista e Cameron il produttore esecutivo.

Nel 1991 comincia a pianificare una propria realizzazione di Spider-Man, personaggio dei fumetti Marvel. Cameron scrisse la sceneggiatura. Per Cameron il progetto Spider Man naufragò a causa di inestricabili problemi di diritti. Il regista si disse molto deluso da come andarono effettivamente le cose.[6]

Nel 1994 è la volta di True Lies, ironica storia d'amore e di spionaggio alla James Bond; si tratta del terzo film dell'accoppiata Cameron-Schwarzenegger, nonché il primo ad aver superato i 100 milioni $ di budget. I risultati comunque sono inferiori a quelli ottenuti in precedenza dai suoi film e per molti, in particolare per la critica, il film poteva essere sviluppato in maniera migliore.[7][8] Nel frattempo comincia l'organizzazione per la produzione del film più visto della storia del cinema. A questo periodo (1995) risalgono i primi appunti su un ulteriore progetto fantascientifico ispirato ai romanzi su John Carter di Marte, un progetto che diventerà, molto tempo dopo, il film Avatar.

Secondo successo: Titanic[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver prodotto e sceneggiato Strange Days (1995), diretto da Kathryn Bigelow (sua moglie dal 1989 al 1991), nel 1997 dà alla luce il suo progetto più ambizioso: Titanic, il film più costoso mai realizzato fino ad allora (200 milioni di dollari di budget più altri 85 spesi per la promozione), che con 1,8 miliardi $ di incassi diventa il film di maggior successo nella storia del cinema (record superato solo nel 2009 da Avatar, sempre di Cameron). Ha ricevuto 14 Nominations all'Oscar, al pari di Eva contro Eva (1950), e ne ha vinti undici, primato detenuto insieme a Ben-Hur (1959) e Il Signore degli Anelli - Il Ritorno del Re (2003). Titanic è una melodrammatica storia d'amore sullo sfondo del tragico affondamento. Il film è stato successivamente rimasterizzato in 3D e ridistribuito nelle sale nel 2012, per l'esattezza ill 15 aprile 2012, ad un secolo esatto dalla tragedia del transatlantico. Per l'occasione Cameron ha affermato « non sarà bello come un film girato completamente in 3D, ovviamente; dovete pensare piuttosto ad una sorta di 2.8D »[9].

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

Dopo Titanic, Cameron si dedica soprattutto ai documentari: Ghosts of the Abyss (2003), che parla del tragico affondamento del Titanic; Aliens of the Deep (2005), dove il regista assieme ad un gruppo di scienziati della NASA esplora una catena montuosa sottomarina, la Dorsale Medio-Atlantica, dove vivono alcune delle forme viventi più rare del pianeta; The Lost Tomb of Jesus (2007), sulla Tomba di Talpiot, presunto sepolcro di Gesù.

Avatar[modifica | modifica wikitesto]

James Cameron nel 2010

A fine 2009 è uscito nelle sale cinematografiche Avatar, un film che introduce nel mondo del cinema nuove tecnologie visive. Gli innovativi effetti speciali sono stati creati dalla società neozelandese Weta Digital, nota per la trilogia de Il Signore degli Anelli di Peter Jackson, fondata, tra gli altri, da Peter Jackson stesso. Il film è stato il primo ad essere girato in 3D Fusion Camera, un tipo di cinepresa digitale ad alta definizione 3D alla quale Cameron stesso, insieme a Vince Pace e Rob Legato, ha dedicato 6 anni di sviluppo. Infatti da quando ha avuto modo di sperimentare il 3D ad alta definizione per i documentari, Cameron ha affermato che non avrebbe mai più girato film con la pellicola cinematografica tradizionale[10].

Nell'ottobre 2010 Cameron ha dichiarato di aver firmato con la Fox un contratto per girare altre due puntate di Avatar, la cui uscita nelle sale è programmata per dicembre 2014 e dicembre 2015. Entrambi i sequel saranno prodotti come il primo film dalla Lightstorm Entertainment dello stesso Cameron, in partnership con la 20th Century Fox.[11]

Nel 2011, la Disney ha firmato un contratto sulla costruzione di una grande area tematica sul film Avatar nel parco Disney's Animal Kingdom, parte del complesso di Walt Disney World Resort in Florida.

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Assieme al regista Guillermo Del Toro produrrà per il 2013 il primo adattamento cinematografico di un'opera del "visionario" scrittore horror Howard Phillips Lovecraft, trasponendo il romanzo Le montagne della follia del 1939[12].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Cameron si è sposato cinque volte, il primo matrimonio è del 1976 con Sharon Williams, il secondo del 1985 con la produttrice Gale Anne Hurd, il terzo del 1989 con la regista Kathryn Bigelow, il quarto del 1997 con l’attrice Linda Hamilton (che nel film Terminator interpreta il ruolo di Sarah Connor). Dalla Hamilton ha una figlia, Josephine Archer Cameron, ma il matrimonio si conclude nel 1999. Poco dopo Cameron fa coppia fissa con l’attrice Suzy Amis, conosciuta sul set di Titanic: i due si sposano nel 2000. La coppia ha tre figli.

Dal punto di vista religioso, si autodefinisce un ex agnostico divenuto ateo: nella biografia The Futurist di Rebecca Keegan Cameron afferma "ho giurato di uscire dall'agnosticismo, che ora chiamo ateismo codardo"[13].

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Regista e sceneggiatore perfezionista, sperimentatore di nuove tecnologie e della contaminazione dei generi. Sono suoi i film più costosi e di successo della storia del cinema. Jean-Claude Carrière ha notato un'evoluzione pregiudiziale del concetto di autore nato tra gli anni Cinquanta e Sessanta - il riconoscimento dell'inconfondibile marchio che contraddistingue un film - attualmente sostituito da un autocitazionismo compiaciuto: il regista che continua a rifare se stesso. Le tematiche e le ossessioni per Tina Porcelli non bastano da sole: "la forza del cinema di Cameron sta proprio nella sua ricerca inesausta, nella contaminazione dei generi non più confinati in categorie definite". Aliens è infatti un horror fantascientifico che porta il film di guerra nello spazio; True Lies innesta la commedia nel filone catastrofico e Titanic fa della nave-effetto speciale la protagonista dell'epica. (Tina Porcelli, James Cameron, Castoro, 2000 p.65)

Il regista ha un legame fondamentale con il mare, l'acqua, la luce, le macchine, sono elementi chiave nella lettura dei film di Jim. In tutti i suoi film si possono notare importanti scene con l'acqua (compreso True Lies, dove nel mare, si manifesta addirittura un'esplosione nucleare), l'acqua è una visione della realtà alternativa per James Cameron, il regista ricostruisce la sua realtà e la rapporta a un mondo dove il liquido rappresenta un filtro, una nuova interpretazione per la realtà cosciente e visiva.

Tematicamente i film di James Cameron sono dedicati all'esplorazione del rapporto tra l'uomo e la tecnologia, e paradossalmente tutta la tecnologia usata per crearli ha il compito di mostrare il lato pericoloso della tecnologia stessa: dalla guerra uomo-macchina della saga di Terminator, al corporativo che vuole utilizzare gli alieni di Aliens come arma biologica, alla tragedia del "più grande oggetto in movimento mai costruito nella storia dell'uomo", il Titanic.

Nelle interviste Cameron parla di rispetto per il pubblico, di regole dello spettacolo, di ricezione multilivello. Dice che il film deve far pensare e riflettere, ma le sovrastrutture intellettuali non devono mai sovrapporsi o occultare l’esperienza del piacere, l’impatto di catarsi quasi viscerale con quello che si guarda e che riappropria lo spettatore di un ruolo attivo di immaginazione, sperimentazione, creazione di significati. (Tina Porcelli, James Cameron, Castoro, 2000 p.119-120)

Riguardo alla nuova distribuzione del kolossal Titanic, prevista per il 2012 e rielaborata per il 3D stereoscopico, varie critiche sono state mosse verso il regista, accusato di voler "lucrare su un film vecchio di 15 anni"[9]. Cameron ha però affermato che, essendo Titanic un film ancora molto amato e che sempre meno gente guarda i film nelle sale cinematografiche, riproporre la pellicola sarebbe « la strada da seguire se si vuole che il cinema torni a stare bene »[9].

Attrazioni nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Molti film di James Cameron sono stati trasformati in attrazioni nel mondo. Terminator 2 è stato trasformato in un cinema 3D nei parchi Universal Studios, Alien 2 nel parco Disney's Hollywood Studios e i film Titanic e Avatar verranno prossimamente inseriti in altri due parchi divertimenti.

  • Terminator 2: 3D= Universal Studios Hollywood, Universal Studios Orlando
  • Alien: Disney's Hollywood Studios
  • Avatar: Disney's Animal Kingdom (2016)
  • Titanic: Paramount Pictures Park (2015)

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il suo staff lo ha soprannominato e lo chiama "Big Jim"; Durante le riprese del film Titanic, lo staff girava per i vari set con una maglietta con su scritto "I'm not scared of you, I work for Jim!" ("Non ho paura di te, lavoro per Jim!")
James Cameron mentre riceve la stella sulla Hollywood Walk of Fame nel dicembre 2009.
  • Ha un legame significativo con il mare, una passione trasferita in molti dei suoi film. A questo riguardo possiede una flotta subacquea di sottomarini compatti, piattaforme di esplorazione e robot marini da esplorazione, che vale circa 400 milioni di dollari.
  • A James Cameron va anche riconosciuta la consulenza per la realizzazione di famosi personaggi cinematografici come Davy Jones, King Kong e altri.
  • James Cameron è il primo uomo ad aver esplorato, in solitaria, il più profondo degli abissi conosciuti: il 26 marzo 2012 il cineasta si è immerso raggiungendo il fondo della Fossa delle Marianne, nell’Oceano Pacifico[14]. Prima di lui solo l'equipaggio del batiscafo Trieste raggiunse tale punto, nel gennaio del 1960.[15][16]
  • Cameron è il fondatore della Lightstorm Entertainment società di produzione cinematografica indipendente.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Montatore[modifica | modifica wikitesto]

Altro[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia sul regista[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Premio Oscar

Golden Globe

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Box Office Mojo (2009). "James Cameron movie box office results"
  2. ^ Sony (2009). James Cameron returns to abyss with Reality Camera System. Retrieved December 25, 2009.
  3. ^ Thompson A (2009). "The innovative new 3D tech behind James Cameron's Avatar". Fox News. Retrieved December 25, 2009.
  4. ^ Parisi P (1998). Titanic and the making of James Cameron: The inside story of the three-year adventure that rewrote motion picture history. New York: Newmarket. Partial text. Retrieved January 5, 2010.
  5. ^ Tina Porcelli, James Cameron, Castoro, 2000, p. 12.
  6. ^ Who Is Spider-Man? at, Hollywood.com, 26 gennaio 2000. URL consultato il 27 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 6 settembre 2012).
  7. ^ Fox, D., 1994. Movies: 'True Lies,' 'Forrest Gump' and 'The Lion King' are on target to break a record for non-holiday weekend ticket sales. Los Angeles Times, [internet] July 18. Available at http://articles.latimes.com/1994-07-18/entertainment/ca-17141_1_true-lies [Accessed July 24, 2010].
  8. ^ Kempley, R., 1994. ‘True Lies’ (R). The Washington Post, [internet] July 15. Available at http://www.washingtonpost.com/wp-srv/style/longterm/movies/videos/trueliesrkempley_a0a475.htm [Accessed July 24, 2010].
  9. ^ a b c Gabriele Ferrari, Titanic riemerge in 3D, Best Movie, febbraio 2011, p. 59.
  10. ^ James Cameron torna nel dicembre 2009 con Avatar
  11. ^ Pamela McClintock, James Cameron sets 'Avatar' 2 & 3 as next films, Variety, 27 ottobre 2010. URL consultato il 27 ottobre 2010.
  12. ^ Gabriele Ferrari, Le Montagne della Follia, Best Movie, febbraio 2011, p. 59.
  13. ^ Photos: Famous atheists and their beliefs, CNN, 25 maggio 2013
  14. ^ Cameron record: da solo nella fossa delle Marianne, 27 marzo 2012.
  15. ^ immaginarioscientifico.it - 50-anni-dallimmersione-del-batiscafo-trieste-nella-fossa-delle-marianne. URL consultato il gennaio 2014.
  16. ^ ansa.it Regista James Cameron raggiunge fondo Fossa Marianne. URL consultato il gennaio 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 106079065 LCCN: n91061506