Terminator 2 - Il giorno del giudizio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Terminator 2 - Il giorno del giudizio
Terminator2.JPG
Una scena del film
Titolo originale Terminator 2: Judgment Day
Paese di produzione USA
Anno 1991
Durata 137 min (vers. cinematografica)
154 min (vers. estesa)
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere azione, fantascienza, thriller, drammatico
Regia James Cameron
Soggetto James Cameron
Sceneggiatura James Cameron
William Wisher Jr.
Gale Anne Hurd (personaggi)
Produttore James Cameron
Produttore esecutivo Mario Kassar
Gale Anne Hurd
Casa di produzione Carolco Pictures, Pacific Western
Distribuzione (Italia) Penta Film
Fotografia Adam Greenberg
Montaggio Conrad Buff IV, Mark Goldblatt, Richard A. Harris, Dody Dorn (Edizione estesa)
Effetti speciali Dennis Muren, Stan Winston
Musiche Brad Fiedel
Scenografia Joseph C. Nemec III
Costumi Marlene Stewart
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Terminator 2 - Il giorno del giudizio (Terminator 2: Judgment Day) è un film del 1991 diretto da James Cameron. È il secondo film del fortunato ciclo di quattro pellicole ad essere diretto da James Cameron. Arnold Schwarzenegger torna a vestire i panni del Terminator, un killer cyborg proveniente dal futuro, stavolta riprogrammato per proteggere John Connor da un altro cyborg.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sono trascorsi dieci anni dai fatti di sangue causati dalla caccia del Terminator alla madre di John Connor, Sarah. Sarah Connor è rinchiusa in un manicomio criminale da quando, dopo la nascita del figlio, ha tentato di far esplodere una fabbrica di computer e di armamenti militari destinati al progetto riguardante il supersistema informatico Skynet. Tutti quanti la ritengono una psicotica, in quanto parla di continuo della fine del mondo che avverrà, secondo quanto narrato dal defunto fidanzato Kyle Reese, il 29 agosto 1997. Il figlio di Sarah, John, è ora un ragazzo sbandato, in affido presso una famiglia normale di Los Angeles.

Dal futuro giungono due Terminator, un modello T-800, endoscheletro metallico ma tessuti vivi, identico a quello inviato dieci anni prima per uccidere Sarah, con l'incarico di proteggere il giovane John, e un modello T-1000, un modello moderno composto di metallo liquido capace di assumere le sembianze di chiunque o di qualsiasi oggetto di massa analoga con cui egli venga a contatto, oltre che modellare parti del proprio corpo in armi da taglio (le armi con ingranaggi o componenti chimiche, come pistole e bombe, come lo stesso T-800 spiega non possono essere riprodotte).

Il T-800 rintraccia John presso una sala giochi, salvandolo dal T-1000 vestito da poliziotto. Dopo una rocambolesca fuga, il Terminator spiega a John la situazione: il John Connor del 2029 compierà un'incursione in una base dei cyborg di Skynet e lo riprogrammerà perché svolga il compito di difensore di sé stesso nel 1995 dal T-1000 inviato dal micidiale network. Temendo per la vita della propria madre, Connor ordina al T-800, obbligato ad ubbidire ai suoi ordini, di recarsi al manicomio criminale in cui è rinchiusa,ma di non uccidere umani, per nessun motivo.Raggiungono Sarah proprio mentre lei sta attuando un'evasione. Prevedendo questa mossa, il T-1000 li raggiunge e tenta di uccidere tutti e tre. Scappati a bordo di un'auto rubata, essi viaggiano per il deserto della California, dove intendono raggiungere un vecchio amico di Sarah, un contrabbandiere di armi pesanti di nome Enrique Salceda.

Durante il tragitto, Sarah si fa dare dal Terminator un insieme di informazioni storiche sui fatti del 1997 che porteranno allo scoppio della guerra nucleare. L'androide le svela che l'uomo più direttamente responsabile si chiama Myles Dyson, il direttore della Cyberdyne Systems Corporation, il quale, dieci anni prima, rinvenne i rottami del primo Terminator (un chip e un braccio), da cui sono partite le ricerche per lo sviluppo di un esercito di Terminator, lo stesso che nel futuro daranno battaglia all'umanità, nonché alle ricerche che negli anni novanta stanno portando alla creazione di Skynet su commissione del governo degli Stati Uniti.

Decisa a cambiare la storia, Sarah scappa di nascosto con l'intento di uccidere Dyson prima che le ricerche abbiano conclusione. Giunta sul posto Sarah scatena una pioggia di colpi che feriscono lievemente Dyson, vedendolo insieme alla moglie al figlio infine Sarah non riesce a sparare. John e il T-800 arrivano poco dopo. John rimane col figlio di Dyson mentre il Terminator scopre la pelle del suo braccio mostrando le sue parti meccaniche mettendo Dyson al corrente di ciò che le sue ricerche causeranno al mondo nel giro dei prossimi anni. Dyson stravolto per quello che le sue ricerche avrebbero portato, decide di distruggere tutti i suoi progetti e di accompagnare i tre alla Cyberdyne Systems dove sono racchiusi il chip e il braccio cibernetico del primo terminaitor usati come base iniziale per il progetto per distruggerli. Nella notte, i quattro raggiungono la Cyberdyne Systems, facendo esplodere l'intera struttura e portandosi via i rottami del primo Terminator, ma l'intervento della polizia, e del T-1000, complica loro le cose. Myles Dyson muore durante l'esplosione del suo stesso centro di ricerca.

Riusciti a fuggire, i tre si rintanano in una fonderia, dove affrontano il cyborg formato da una lega cosiddetta polimetallico-mimetica, che per poco non elimina il T-800. Proprio mentre il T-1000 sembra avere il sopravvento, l'obsoleto T-800 riesce a farlo cadere in una vasca di acciaio fuso, dove viene disintegrato. Anche il T-800, insieme ai rottami sottratti alla Cyberdine Systems, incapace di auto-terminarsi, si fa calare nella vasca di acciaio fuso: è infatti importante che ogni campione di tecnologia cibernetica e informatica venga distrutta, altrimenti non vi sarà speranza di cambiare gli eventi apocalittici del 1997. John piange per la morte del T-800, e Sarah, per la prima volta da anni smette di vedere il futuro come un libro già scritto.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese si sono svolte dal 9 ottobre 1990 al 4 aprile 1991.[1] A causa della lunga durata delle riprese, cinque mesi, si nota un Furlong visibilmente più giovane nelle scene nel deserto rispetto al resto del film. L'attore di conseguenza dovette doppiare quasi tutti i suoi dialoghi poiché il suo timbro vocale si era modificato a causa della pubertà.

Per il film sono stati girati oltre 300.000 metri di pellicola ed è costato 94 milioni di dollari, (di cui 17 solo per gli effetti speciali), rendendola il più costoso film al momento della sua uscita. In tutto il mondo ne ha incassati mezzo miliardo. In Italia prima data d'uscita dal 6 dicembre 1991. Nonostante l'utilizzo massiccio della computer graphic, si sono utilizzate delle normali controfigure per le scene in cui il terribile T-1000 appare nella stessa inquadratura con le sembianze delle sue vittime. La corpulenta guardia giurata del Pescadero, è interpretata dai gemelli Don e Dan Stanton - già visti nella commedia Good Morning, Vietnam (1988) - così per Sarah Connor, Linda Hamilton viene ripresa con la sua sorella gemella Leslie. Durante le riprese, Schwarzenegger promise di non interpretare più personaggi cattivi in futuro. Qualche anno dopo interpreterà però Mister Freeze in Batman & Robin.

Il motto ispanico Hasta la vista, baby mormorato da Schwarzenegger quando T-1000 resta congelato con l'azoto liquido, è stato doppiato nella versione italiana, solo nell'edizione DVD è stata mantenuta la voce originale. Nella versione spagnola viene adattato con il nipponico "Sayonara, baby". Il fucile usato da Terminator è un Winchester mod. 1887/1901, un fucile a leva calibro 12 nel film modificato con canna e calcio mozzati. Il Minigun usato alla Cyberdine era così pesante che Schwarzenegger era la sola persona in grado di portarlo e usarlo senza problemi. La motocicletta guidata da Arnold Schwarzenegger e sottratta all'anziano biker all'inizio del film è una Harley-Davidson Fat Boy, modello appena presentato dalla Casa americana e destinato ad un grande successo, grazie anche alla pellicola.

Il bar in cui Schwarzenegger fa ingresso svestito all'inizio del film, sarà lo stesso presso cui Rodney King verrà pestato dalla polizia, evento che innescherà la rivolta dei neri di Los Angeles del 1992.[2] Dei soldati della resistenza contro le macchine sono armati di un fucile futuribile M41, già visto in Aliens, anche esso diretto da Cameron ed interpretato da Michael Biehn. Nella scena della fermata alla stazione di benzina si intravede per un attimo il logo della Benthic Petroleum, la compagnia proprietaria anche del sottomarino del film The Abyss.

Diverse scene escluse dal montaggio originale del film sono state poi inserite nella versione Director's Cut:

  • Kyle Reese appare in sogno a Sarah reclusa in manicomio del Pescadero, dandole coraggio con abbracci e parole d'amore.
  • John Connor insegna al T-800 a sorridere, cosa che si vede poi fare quando brandisce una mitragliatrice prelevata dall'arsenale di Sarah nel deserto.
  • Sosta notturna di Sarah, John ed il T-800 in fuga dal Pescadero. Il robot spiega di avere la propria CPU impostata in modalità "read only" e detiene solamente istruzioni e concetti prestabiliti. Onde apprenderne di nuovi dagli umani, si fa estrarre il chip da Sarah per commutarlo, ma lei è tentata dal prenderlo a martellate. Segue una scena in cui lei si guarda ad uno specchio ma il suo riflesso altro non è che sua sorella gemella Leslie, espediente della regia per non far comparire la troupe.
  • Alcune sequenze della scena dell'acciaieria spiegano perché il T-1000 costringa Sarah a chiamare John piuttosto che imitarne la voce. Dopo la ricomposizione dal congelamento da azoto liquido infatti, il T-1000 mostra segni di malfunzionamenti, inizia a trasformarsi involontariamente in tutto ciò che tocca, le mani in ringhiere ed i piedi in pavimenti e pedane, e ciò fa sì che tramutato in Sarah venga smascherato da John.
  • Il finale concepito da Cameron, ambientato trent'anni dopo la scena, mostra una Sarah Connor anziana narrare le proprie memorie e considerazioni ad un dittafono, mentre suo figlio John, divenuto senatore, gioca con la figlioletta nello stesso parco giochi che negli incubi di Sarah precede l'olocausto nucleare, un parco però non situato a Los Angeles bensì a Washington DC.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora del film e stata composta da Brad Fiedel, come quella del precedente Terminator. Un singolo dei Guns N' Roses, You Could Be Mine, fa parte della colonna sonora del film. La colonna sonora presente nella scena in cui John Connor incontra per la prima volta il T-800 e il T-1000 è stata ripresa dal gruppo industrial-death metal Fear Factory come introduzione del loro brano Pisschrist.

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

Le scene iniziali del film Missione ad alto rischio (Critical Mass)[3] del 2001 vengono prese di peso da Terminator 2; in particolare la sequenza in cui il T800 spara alla polizia viene tagliata e rimontata in maniera tale che sembrano i protagonisti di questo film a sparare dalla finestra della Cyberdine System (che, sempre in questo film, sarebbe spacciata per un centro di ricerche genetiche). Quando i due ladri fuggono usano un furgone nero in perfetto stato, ma ecco che vengono messe le scene della fuga dalla Cyberdine del gruppo di Sarah Connor con il retro del furgone completamente crivellato di colpi di proiettile, poi la scena cambia e il retro del furgone torna di nuovo in perfetto stato.

Nell'episodio "Homer ama Flanders", della quinta stagione de I Simpson, Homer, prima attraversa la siepe che divide il suo terreno da quello di Flanders come il T-1000 attraversa le sbarre del Pescadero, poi insegue l'auto di Flanders e prova ad aggrapparsi ad essa (usando dei Putter) nello stesso modo in cui il T-1000 insegue l'auto con a bordo Sarah Connor, John Connor ed il T-800. Il T-1000 si appropria di una divisa di un certo Austin, lo si nota sull'etichetta metallica durante la scena del primo combattimento corpo a corpo con T-800, nei corridoi del centro commerciale, probabile citazione del cyborg Steve Austin, protagonista della serie televisiva degli anni settanta L'uomo da sei milioni di dollari. Il B-movie australiano The Time Guardian (1987) fu distribuito in Italia con il titolo "Terminator 2" per delle similarità con il soggetto del primo film.

Un flipper, prodotto dalla Williams sotto il logo Bally, è stato tratto dal film. Una missione del videogioco Grand Theft Auto IV è intitolata "I Need Your Clothes, Your Boots And Your Motorcycle", chiaro riferimento alla scena iniziale del film in cui il T-800 dice la stessa frase al motociclista. Nel videogioco Grand Theft Auto: San Andreas, la missione dal titolo: "Just Business" è un rifacimento della scena del film in cui John Connor ed il T-800 scappano in moto dal T-1000, tra i canali di Los Angeles. È stata inserita perfino la sequenza in cui il carro attrezzi sfonda il muro di protezione dall'alto e si lancia nel canale per inseguire la moto del protagonista.

Il camion guidato dal T-1000 per inseguire John Connor in moto, è un Freightliner COE. Un identico modello, provvisto questa volta di rimorchio, apparirà diciassette anni dopo nel primo episodio della prima stagione della serie televisiva Terminator: The Sarah Connor Chronicles. Tale mezzo è prodotto dall'industria di giocattoli Hasbro per rappresentare una macchina robotica, l'Alt-mode di Optimus Prime in Transformers (G1).

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 l'AFI lo ha inserito al 77º posto nella lista dei 100 migliori film horror e thriller americani di tutti i tempi, nel 2005 ha inserito la frase "hasta la vista, baby" al 76º posto nella lista delle 100 migliori citazioni cinematografiche e nel 2008, nella lista dei 10 migliori film per ogni genere, lo ha inserito all'8º posto nella classifica dei 10 migliori film di fantascienza.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Box office / incassi per Terminator 2 - Il giorno del giudizio (1991), Internet Movie Database. URL consultato il 29 dicembre 2011.
  2. ^ Commenti edizione speciale in DVD
  3. ^ Missione ad alto rischio (2000) - Film.tv.it.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema