Strange Days (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strange Days
Nero con indosso un lettore "SQUID"
Nero con indosso un lettore "SQUID"
Titolo originale Strange Days
Paese di produzione USA
Anno 1995
Durata 145 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2.75:1
Genere fantascienza, thriller
Regia Kathryn Bigelow
Soggetto James Cameron e Jay Cocks
Sceneggiatura James Cameron e Jay Cocks
Fotografia Matthew F. Leonetti
Montaggio Howard Smith
Effetti speciali Digital Domain
Musiche Peter Gabriel e Graeme Revell
Scenografia Lilly Kilvert
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Strange Days è un film di fantascienza del 1995 diretto da Kathryn Bigelow e prodotto e scritto da James Cameron.

Il film colpisce per la sua visione distopica del futuro e per l'ambivalenza morale di molti dei suoi protagonisti, portando qualcuno a descriverlo come un esempio di noir postmoderno.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ambientato a Los Angeles durante gli ultimi giorni del 1999, il film segue le vicende di Lenny Nero, un ex-poliziotto che vive spacciando clips per il "filo-viaggio", sulle quali vengono registrate esperienze altrui come realtà virtuale, che includono tutti i loro input sensoriali, come vista, udito, tatto ed olfatto, e che, tramite un lettore SQUID (Dispositivo d'Interferenza Superconduttore Quantum) possono essere rivissute da chiunque. Essendo un progetto federale caduto sul mercato nero, questa tecnologia è considerata illegale. Tick, il fornitore principale di Nero, cerca di vendere una clip che mostra una rapina fallita a un ristorante cinese, e Lenny eventualmente la compra a prezzo ridotto.

Nel frattempo la postituta Iris è braccata da due poliziotti, Burton Steckler e Dwayne Engelman, che riesce a seminare alla metropolitana e Steckler cercando di prenderla per i capelli, le strappa dalla testa il dispositivo SQUID. Nero cerca di rintracciare la sua ex-fidanzata Faith con il supporto dei suoi due migliori amici, l'esperta in combattimento e guardia del corpo Lornette "Mace" Mason (la quale è segretamente innamorata di Nero e disapprova il suo spaccio di clips) e l'investigatore privato Max Peltier. Mentre Nero e Max stanno bevendo insieme in un bar, Iris arriva, getta la propria clip nell'auto di Nero attraverso il tettuccio e fugge quando vede la polizia nelle vicinanze. La macchina di Nero viene però rimorchiata prima che egli abbia la possibilità di trovare il dischetto di Iris e leggerlo.

Qualche ora dopo, Nero riceve un "black jack" (nomignolo per le clips contenenti un film snuff) anonimo, nel quale è registrato il brutale stupro e l'omicidio di Iris. In seguito Nero cerca di allontanare Faith dal suo nuovo fidanzato, il discografico Philo Gant, ma senza successo, poi riceve altri black jack anonimi. Nero e Mace scoprono che le morti registrate nei dischetti sono collegate all'omicidio sotto copertura del controverso rapper Jeriko One, il quale teneva discorsi pubblici contro lo stato di polizia. Mentre vengono inseguiti da Steckler e Engelman, Nero apprende che Iris è stata uccisa perché aveva assistito agli omicidi.

Nero, Mace e Max scoprono che Tick è stato "fuso" per essere stato forzatamente esposto ad imput sensoriali con i segnali SQUID troppo amplificati. Nero sospetta che l'omicida di Tick sia lo stesso che ha ucciso Iris e teme che Faith sia la prossima. Nero e Mace si confrontano con Faith e le parlano della verità sulla morte di Jeriko. Faith dice che Philo monitorava le azioni di Jeriko e aveva assunto Iris per spiarlo. Quando Nero cerca di convincere Faith di venire con il suo gruppo, vengono fermati dagli uomini di Philo.

Verso l'ora della mezzanotte per il 2000, Nero e Mace riescono ad infiltrarsi alla grande festa di capodanno all'hotel Bonaventure dove Philo farà da presentatore per i pezzi grossi della città. Prima di entrare nella suite di Philo, Nero affida a Mace il dischetto con le prove affinché lo consegni al commissario Palmer Strickland, ma nella stanza trova un'altra clip che mostra Faith venire apparentemente stuprata, poi scopre il cadavere di Philo, che è stato ucciso nello stesso modo in cui Tick è morto. L'assassino si rivela quindi essere Max, che nella registrazione compie l'omicidio. Improvvisamente Max entra nella suite e spiega di essere intenzionato a uccidere Faith per essere a conoscenza della vera natura della morte di Jeriko, poi disarma Nero e con la sua pistola spara al corpo di Philo, in modo da incastrarlo. Faith però interviene dopo aver avuto un cambio di pensiero e alla fine di un combattimento corpo a corpo, Nero uccide Max facendolo cadere dal balcone.

Nell'epilogo, Mace viene inseguita da Steckler e Engelman, i quali aprono fuoco colpendo per sbaglio dei civili. Mace riesce ad avere la meglio e li ammanetta ad un'impalcatura, ma poi viene raggiunta da altri poliziotti che si mettono a pestarla. Il gesto selvaggio della polizia fa arrabbiare i presenti, i quali si apprestano ad aiutare Mace, il che scatena una rissa. Il commissario Strickland giunge sul luogo e ristabilisce l'ordine, poi ordina l'arresto dei due agenti. Engelman però si suicida sparandosi in testa mentre Steckler viene ucciso dai colleghi quanto prova a sparare a Mace. Faith viene arrestata mentre Nero e Mace si baciano nella folla che festeggia il nuovo millennio.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese extended P.O.V. (Point Of View) usate nelle sequenze "filo-viaggio" e che richiesero la creazione ex novo di una cinepresa leggera da 35 mm, furono filmate da un operatore steadicam su un apposito equipaggiamento usato precedentemente per un altro film di Kathryn Bigelow, Point Break - Punto di rottura (1991).

Il titolo del film deriva dall'omonima canzone dei The Doors, suonata nel film dal gruppo Prong insieme a Ray Manzarek, ex tastierista dei Doors.

Il gruppo inglese Skunk Anansie suona Selling Jesus nella scena della festa in attesa del nuovo millennio per le strade di Los Angeles. Le due canzoni cantate da Juliette Lewis nel film, originariamente scritte e cantate da PJ Harvey, sono state cantate dal vivo.

Temi[modifica | modifica wikitesto]

Il tema della registrazione delle esperienze altrui è già presente in un romanzo di Robert Silverberg del 1967, Quellen, guarda il passato! (The Time Hoppers). Nel romanzo di Silverberg le esperienze registrate riguardavano le allucinazioni indotte da droghe, assunte in apposite "case dei sogni".

Anche il cinema ha già trattato il tema. Nel film del 1983 Brainstorm generazione elettronica uno scienziato riesce infatti a vivere l'esperienza della morte di una collega ed esplorare l'aldilà.

Il film possiede anche una satira sociale verso i pensieri che certi gruppi degli anni '90 avevano sul nuovo millennio, e una critica contro lo Stato di polizia e la brutalità poliziesca.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Trasposizione[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre del 1995 la Marvel pubblicò un fumetto su Strange Days, al costo di circa sei dollari, ora fuori produzione.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN195835558 · GND: (DE4463799-8
cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema