Gran Premio di San Marino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la competizione motociclistica, vedi Gran Premio motociclistico di San Marino.
Gran Premio di San Marino
Sport Casco Kubica BMW.svg Automobilismo
Categoria Formula 1
Federazione FIA
Paese San Marino San Marino (nominale)
Italia Italia (luogo effettivo)
Luogo Autodromo Enzo e Dino Ferrari
Cadenza Annuale
Formula Gran Premio di Formula 1
Storia
Fondazione GP 1981
Soppressione GP 2006
Numero edizioni 26 valevoli per il mondiale

Il Gran Premio di San Marino è una gara automobilistica di Formula 1 che si è svolta dal 1981 al 2006 all'Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. La corsa nacque grazie alla volontà di Enzo Ferrari e della FAMS (Federazione Auto Motoristica Sammarinese) che lavoravano a questa idea sin dal 1974. Negli anni precedenti, il circuito imolese aveva già ospitato gare di Formula 1; nel 1979 si era disputato il Gran Premio Dino Ferrari, non valido per il campionato mondiale, mentre nel 1980, Imola aveva ospitato il Gran Premio d'Italia, spostato solo per quell'anno dalla pista di Monza. Grazie al continuo interessamento di Enzo Ferrari e della FAMS, dopo la firma del Patto della Concordia la gara fu mantenuta nel calendario anche negli anni successivi. La prima edizione del gran premio fu vinta da Nelson Piquet su Brabham, l'ultima da Michael Schumacher su Ferrari; il tedesco è anche il pilota plurivincitore di questo gran premio, con 7 successi conquistati fra il 1994 e il 2006. Su questo tracciato trovò la morte, il 1º maggio 1994, Ayrton Senna, in un drammatico weekend automobilistico che costò la vita anche al pilota austriaco Roland Ratzenberger, oltre all'incidente quasi mortale di Rubens Barrichello e ad altri incidenti; a seguito di ciò, la pista è stata modificata e ricostruita nella quasi totalità (70%) su progetto della società sammarinese GA&E spa, con la sostituzione delle curve "Tamburello" e "Villeneuve" con altrettante varianti e la modifica delle curve "Piratella", "Rivazza" e "Variante Bassa". È assai probabile che quella del 2006 sia stata l'ultima edizione del gran premio, considerando la volontà della FIA di effettuare un numero crescenti di gare in circuiti extraeuropei e lo sviluppo delle norme di sicurezza dei circuiti.

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

anno circuito pilota vettura resoconto
1981 Imola Brasile Nelson Piquet Regno Unito Brabham Resoconto
1982 Imola Francia Didier Pironi Italia Ferrari Resoconto
1983 Imola Francia Patrick Tambay Italia Ferrari Resoconto
1984 Imola Francia Alain Prost Regno Unito McLaren Resoconto
1985 Imola Italia Elio De Angelis Regno Unito Lotus Resoconto
1986 Imola Francia Alain Prost Regno Unito McLaren Resoconto
1987 Imola Regno Unito Nigel Mansell Regno Unito Williams Resoconto
1988 Imola Brasile Ayrton Senna Regno Unito McLaren Resoconto
1989 Imola Brasile Ayrton Senna Regno Unito McLaren Resoconto
1990 Imola Italia Riccardo Patrese Regno Unito Williams Resoconto
1991 Imola Brasile Ayrton Senna Regno Unito McLaren Resoconto
1992 Imola Regno Unito Nigel Mansell Regno Unito Williams Resoconto
1993 Imola Francia Alain Prost Regno Unito Williams Resoconto
1994 Imola Germania Michael Schumacher Regno Unito Benetton Resoconto
1995 Imola Regno Unito Damon Hill Regno Unito Williams Resoconto
1996 Imola Regno Unito Damon Hill Regno Unito Williams Resoconto
1997 Imola Germania Heinz-Harald Frentzen Regno Unito Williams Resoconto
1998 Imola Regno Unito David Coulthard Regno Unito McLaren Resoconto
1999 Imola Germania Michael Schumacher Italia Ferrari Resoconto
2000 Imola Germania Michael Schumacher Italia Ferrari Resoconto
2001 Imola Germania Ralf Schumacher Regno Unito Williams Resoconto
2002 Imola Germania Michael Schumacher Italia Ferrari Resoconto
2003 Imola Germania Michael Schumacher Italia Ferrari Resoconto
2004 Imola Germania Michael Schumacher Italia Ferrari Resoconto
2005 Imola Spagna Fernando Alonso Francia Renault Resoconto
2006 Imola Germania Michael Schumacher Italia Ferrari Resoconto

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]