Francesco I delle Due Sicilie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francesco I delle Due Sicilie
Francesco I delle Due Sicilie in un ritratto del 1828 eseguito da Giuseppe Martorelli
Francesco I delle Due Sicilie in un ritratto del 1828 eseguito da Giuseppe Martorelli
Re delle Due Sicilie
Stemma
In carica 4 gennaio 1825 – 8 novembre 1830
Incoronazione 1825
Predecessore Ferdinando I
Successore Ferdinando II



Nome completo Francesco Gennaro Giuseppe Saverio Giovanni Battista
Altri titoli duca di Calabria e conte di Mascali
Nascita Napoli, 19 agosto 1777
Morte Napoli, 8 novembre 1830
Luogo di sepoltura Basilica di Santa Chiara, Napoli
Casa reale Borbone
Padre Ferdinando I
Madre Maria Carolina d'Asburgo-Lorena
Consorte Maria Clementina d'Asburgo-Lorena
Maria Isabella di Borbone-Spagna
Figli Carolina, Duchessa di Berry
Ferdinando
Luisa Carlotta, Duchessa di Cadice
Maria Cristina, Regina di Spagna
Ferdinando II
Carlo Ferdinando, Principe di Capua
Leopoldo
Maria Antonietta, Granduchessa di Toscana
Antonio
Maria Amalia, Infanta di Portogallo e Spagna
Maria Carolina, Contessa di Montemolin
Teresa Cristina, Imperatrice del Brasile
Luigi, conte d'Aquila
Francesco di Paola, conte di Trapani

Francesco I di Borbone (Francesco Gennaro Giuseppe Saverio Giovanni Battista; Napoli, 19 agosto 1777Napoli, 8 novembre 1830) fu Re delle Due Sicilie dal 1825 fino alla morte.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Secondo figlio maschio di Ferdinando IV di Napoli e di Maria Carolina d'Austria. Il fratello maggiore Carlo Tito morì prematuramente nel 1778.

Nel 1796 Francesco sposò sua cugina l'arciduchessa Maria Clementina d'Austria, figlia dell'imperatore Leopoldo II. Quando ella morì nel 1801, il principe si risposò con Maria Isabella di Borbone-Spagna, figlia di re Carlo IV di Spagna. Ferdinando IV di Napoli e Carlo IV di Spagna erano fratelli, entrambi figli di Carlo III di Spagna, e dunque Maria Isabella e Francesco I erano cugini.

Nel 1806, dopo che i Borbone erano dovuti fuggire da Napoli in Sicilia a causa dell'invasione francese, anche su pressione dell'alleato inglese Lord William Bentinck, nel gennaio 1812 fu nominato luogotenente del Regno, governando la Sicilia in vece del padre Ferdinando. Il Principe Francesco aveva promulgato la costituzione siciliana nella qualità di Vicario reggente (12 luglio 1812).

Con la caduta di Napoleone suo padre poté tornare a Napoli e abrogare la costituzione siciliana, e incorporando i due regni di Palermo e Napoli nel neonato Regno delle Due Sicilie e assumendo il nome di Ferdinando I delle Due Sicilie (1816), in ossequio ai dettami del Congresso di Vienna. Francesco assunse quindi il titolo di duca di Calabria, reintrodotto per l'occasione.

In qualità di principe ereditario professò idee di tendenza liberale, e allo scoppio dei moti del 1820 accettò la reggenza, con atteggiamento benevolo verso la nuova costituzione.

Ma le sue inclinazioni erano evidentemente più conservatrici, o forse per paura di una reazione del potente alleato austriaco: infatti, quando, nel 1825, successe al padre Ferdinando, ne mantenne in gran parte inalterata la politica. Secondo l'Ulloa si interessò poco del governo, che lasciò nelle mani di suoi delegati e, negli ultimi anni, preferì vivere circondato da soldati, con la paura costante di venire assassinato. I suoi sei anni di Regno furono caratterizzati da notevoli progressi in campo economico e tecnologico[senza fonte], mentre una relativa stasi si ebbe sul piano politico: l'unica crisi rivoluzionaria si ebbe con i moti del Cilento del 1828, repressi dal marchese Del Carretto, un ex liberale.

Francis I of the Two Sicilies.jpg

Istituì il Reale Ordine di Francesco I per il merito civile.

Morì nel 1830 e gli successe il figlio primogenito Ferdinando, come Re Ferdinando II delle Due Sicilie.

Matrimoni e figli[modifica | modifica sorgente]

Ebbe numerosi discendenti che si legarono a molte delle case regnanti del XIX secolo. Francesco I ebbe anche figli illegittimi dalle sue amanti, anche occasionali o popolane.

Dalla prima moglie, Maria Clementina d'Asburgo-Lorena, ebbe:

Dalla seconda moglie, Isabella di Spagna, ebbe:

Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Francesco I delle Due Sicilie Padre:
Ferdinando I delle Due Sicilie
Nonno paterno:
Carlo III di Spagna
Bisnonno paterno:
Filippo V di Spagna
Trisnonno paterno:
Luigi, il Gran Delfino
Trisnonna paterna:
Maria Anna Vittoria di Baviera
Bisnonna paterna:
Elisabetta Farnese
Trisnonno paterno:
Odoardo II Farnese
Trisnonna paterna:
Dorotea Sofia di Neuburg
Nonna paterna:
Maria Amalia di Sassonia
Bisnonno paterno:
Augusto III di Polonia
Trisnonno paterno:
Augusto II di Polonia
Trisnonna paterna:
Cristiana Eberardina di Brandeburgo-Bayreuth
Bisnonna paterna:
Maria Giuseppa d'Austria
Trisnonno paterno:
Giuseppe I d'Asburgo
Trisnonna paterna:
Amalia Guglielmina di Brunswick e Lüneburg
Madre:
Maria Carolina d'Asburgo-Lorena
Nonno materno:
Francesco I di Lorena
Bisnonno materno:
Leopoldo di Lorena
Trisnonno materno:
Carlo V di Lorena
Trisnonna materna:
Eleonora Maria Giuseppina d'Austria
Bisnonna materna:
Elisabetta Carlotta di Borbone-Orléans
Trisnonno materno:
Filippo I di Borbone-Orléans
Trisnonna materna:
Elisabetta Carlotta del Palatinato
Nonna materna:
Maria Teresa d'Austria
Bisnonno materno:
Carlo VI d'Asburgo
Trisnonno materno:
Leopoldo I d'Asburgo
Trisnonna materna:
Eleonora del Palatinato-Neuburg
Bisnonna materna:
Elisabetta Cristina di Brunswick-Wolfenbüttel
Trisnonno materno:
Luigi Rodolfo di Brunswick-Lüneburg
Trisnonna materna:
Cristina Luisa di Öttingen

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Regni di Napoli e Sicilia
(1734-1816)
Regno delle Due Sicilie
(1816-1860)
Borbone di Napoli

Great Royal Coat of Arms of theTwo Sicilies.svg

Carlo VII (1734-1759)
Ferdinando IV (1759-1816)
poi Ferdinando I (1816-1825)
Francesco I (1825-1830)
Ferdinando II (1830-1859)
Francesco II (1859-1894)
Alfonso (1894-1934)
Ferdinando Pio (1934-1960)

Onorificenze borboniche[modifica | modifica sorgente]

Gran Maestro dell'Insigne e Reale Ordine di San Gennaro - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Insigne e Reale Ordine di San Gennaro
Gran Maestro del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio
Gran Maestro del Reale Ordine di San Ferdinando e del Merito - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro del Reale Ordine di San Ferdinando e del Merito
Gran Maestro del Reale e Militare Ordine di San Giorgio della Riunione - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro del Reale e Militare Ordine di San Giorgio della Riunione
Gran Maestro del Reale Ordine di Francesco I - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro del Reale Ordine di Francesco I
Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro

Onorificenze straniere[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine dello Spirito Santo (Regno di Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dello Spirito Santo (Regno di Francia)
Cavaliere dell'Ordine di San Michele (Regno di Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di San Michele (Regno di Francia)
Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera (Regno di Prussia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera (Regno di Prussia)
Cavaliere dell'Ordine di Sant'Uberto (Regno di Baviera) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Sant'Uberto (Regno di Baviera)
Cavaliere dell'Ordine dell'Elefante (Regno di Danimarca) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Elefante (Regno di Danimarca)
— 4.08.1829

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Silvio De Majo, «FRANCESCO I di Borbone, re delle Due Sicilie». In: Dizionario Biografico degli Italiani, Volume 49, Roma: Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1997
  • Acton Harold, I Borboni di Napoli, Giunti, Firenze 1962
  • Boccia Antonio V.P., Cassino Carmine, Francesco I delle Due Sicilie e lo statuto costituzionale del 1812, Gruppo Editoriale L'Espresso, Roma 2012
  • Calà Ulloa Pietro, Il regno di Francesco I, Roma 1870
  • Coniglio Giuseppe, I Borboni di Napoli, Corbaccio, Milano 1999

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Re delle Due Sicilie Successore Flag of the Kingdom of the Two Sicilies (1816).svg
Ferdinando I delle Due Sicilie 1825 - 1830 Ferdinando II delle Due Sicilie
Predecessore Erede al trono di Napoli Successore Flag of the Kingdom of Naples.svg
Ferdinando, principe ereditario
Poi sovrano col nome di Ferdinando IV
Principe ereditario
1777 - 1799
Repubblica Partenopea I
Sé stesso 17991806 Governo napoleonico di Giuseppe Bonaparte II
Sé stesso 18151816 Titolo unito alla corona delle Due Sicilie III
Predecessore Erede al trono di Sicilia Successore Bandiera del Regno di Sicilia 4.svg
Ferdinando, principe ereditario
Poi sovrano col nome di Ferdinando III
Principe ereditario
1777 - 1815
Titolo unito alla corona delle Due Sicilie
Predecessore Erede al trono delle Due Sicilie Successore Flag of the Kingdom of the Two Sicilies (1816).svg
Titolo inesistente Principe ereditario
1816 - 1825
Ferdinando, principe ereditario
Poi sovrano col nome di Ferdinando II