Maria Cristina di Borbone-Due Sicilie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maria Cristina delle Due Sicilie
Maria Cristina delle Due Sicilie
Maria Cristina
ritratta da Vicente López y Portaña
Regina Consorte di Spagna
Stemma
In carica 11 dicembre 1829 - 29 settembre 1833
Predecessore Maria Giuseppa Amalia di Sassonia
Successore Francesco, Duca di Cadice
Nome completo Maria Cristina Ferdinanda
Nascita Palermo, 27 aprile 1806
Morte Le Havre, 22 agosto 1878
Luogo di sepoltura Monastero dell'Escorial, Madrid
Casa reale Borbone di Napoli
Padre Francesco I delle Due Sicilie
Madre Maria Isabella di Borbone-Spagna
Consorte Ferdinando VII di Spagna
Figli Isabella II di Spagna
Infanta Luisa Fernanda, Duchessa di Montpensier
María Amparo Muñoz, I Contessa de Vista Alegre
Maria de los Milagros, Marchesa de Castillejo
Agustin, Duke of Tarancon
Fernando, II Duca de Riánsares e de Tarancón
Maria Cristina, Marchesa de Isabella
Juan, Conte de Recuerdo
Jose, Conte de Gracia

Maria Cristina delle Due Sicilie (Maria Cristina Ferdinanda di Borbone, principessa delle Due Sicilie; in spagnolo María Cristina de Borbón, princesa de las Dos Sicilias); Palermo, 27 aprile 1806Le Havre, 22 agosto 1878) per nascita le spettava il titolo di principessa Napoli e Sicilia, trasformato in principessa delle Due Sicilie il 18 dicembre 1816, quando i due regni furono riuniti; fu la quarta moglie del re Ferdinando VII di Spagna (17841833, re dal 1813) e quindi regina consorte di Spagna dal 1829 al 1833, poi reggente di Spagna dal 1833 al 1840 per la figlia Isabella II di Spagna (18301904, regina da 1833 al 1868).

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Matrimonio e reggenza[modifica | modifica sorgente]

Figlia di Francesco I delle Due Sicilie e della sua seconda moglie Maria Isabella di Borbone-Spagna, discendeva anche dagli Asburgo d'Austria poiché sua nonna era la regina Maria Carolina d'Asburgo-Lorena.

Maria Cristina sposò Ferdinando VII di Spagna l'11 dicembre del 1829, a Madrid.

Ferdinando era suo zio sia per nascita che per matrimonio, infatti Ferdinando era il fratello maggiore di sua madre, entrambi figli di Carlo IV di Spagna e della principessa Maria Luisa di Parma.
Inoltre la prima moglie di Ferdinando, Maria Antonia di Borbone-Napoli (17841806) era stata la sorella del padre di Maria Cristina, Francesco I.
Dopo la morte di Maria Antonia, Ferdinando sposò Isabella del Portogallo (1787 - 1819) e, rimasto di nuovo vedovo, sposò Maria Giuseppa Amalia di Sassonia (1803 – 1829), senza ottenere discendenza (una figlia di Isabella, l'infanta doña María Luísa Isabel era morta il 9 gennaio 1818 a soli quattro mesi dalla nascita). Quando anche Giuseppa morì, il 27 maggio 1829, Ferdinando, temendo di restare senza eredi per la sua corona, si sposò per la quarta volta solo sette mesi più tardi.

La nuova regina, Maria Cristina, in breve tempo diede alla luce due figlie, Isabella (la futura Isabella II di Spagna, 1830–1904) e l'infanta doña María Luísa Fernanda (1832-1897).

Alla morte di Ferdinando, avvenuta il 29 settembre 1833, Maria Cristina divenne reggente per la figlia Isabella. Ma il diritto al trono di Isabella fu contestato dallo zio Carlo, che sosteneva che suo fratello Ferdinando, emanando la Prammatica Sanzione nel maggio del 1830, avesse illegittimamente modificato la legge di successione permettendo anche alle donne di salire al trono.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Carlismo.

Alcuni sostenitori di Carlo arrivarono al punto di accusare Maria Cristina di aver nascosto il fatto che Ferdinando aveva effettivamente passato la corona al fratello e di aver scritto il nome del marito morto nel decreto che riconosceva Isabella come erede.

Il tentativo di Carlo di prendere il potere portò alle guerre carliste. Nonostante il supporto della Chiesa cattolica e dei conservatori all'infante Carlo, Maria Cristina riuscì a conservare il trono della figlia. Le guerre carliste, da disputa per la successione divennero un conflitto sul futuro della Spagna. La fazione di Maria Cristina e della figlia era favorevole ad una costituzione liberale e a politiche sociali mentre i sostenitori di Carlo (carlisti) volevano un ritorno alla società tradizionale ed alla monarchia assoluta. Infine la fedeltà dell'esercito per Isabella II decise l'esito della guerra.

Secondo matrimonio e caduta[modifica | modifica sorgente]

Il 28 dicembre 1833, poco dopo la morte di Ferdinando VII, Maria Cristina sposò segretamente un ex-sergente della guardia reale, Augustín Fernández Muñoz (1808–1873), che in seguito fu nominato duca di Riansares e cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro.

Maria Cristina e Muñoz ebbero diversi figli mentre tentavano di tenere segreto il loro matrimonio:

  • María Amparo, contessa di Vista Alegre (17 novembre 1834 – 19 agosto 1864);
  • María de los Milagros, marchesa di Castillejo (8 novembre 1835 – 9 luglio 1903);
  • Agustín, duca di Tarancón (1837 – 15 luglio 1855);
  • Fernando, duca di Riansares e Tarancón (27 aprile 1838 – 7 dicembre 1910);
  • María Cristina, marchesa di Isabella (19 aprile 1840 – 20 dicembre 1921);
  • Juan, conte di Recuerdo (29 agosto 1844 – 2 aprile 1863);
  • José, conte di García (21 dicembre 1846 – 17 dicembre 1863).

Alla fine la notizia del matrimonio di un militare di basso rango con Maria Cristina divenne pubblica e la rese fortemente impopolare. La sua posizione fu compromessa dalla notizia del suo nuovo matrimonio e dai dubbi sul suo effettivo appoggio alle politiche dei suoi ministri liberali.

Ritratto de Franz Xaver Winterhalter - Parigi - 1841.

Infine l'esercito, che era stato la spina dorsale dei sostenitori di Isabella II, ed i leader liberali delle Cortes generales si unirono nel chiedere la fine della reggenza di Maria Cristina. Nel 1840 il comandante dell'esercito, il generale Baldomero Espartero, conte di Luchana, divenne reggente in sua vece.

Il nuovo governo pretese che la ex-reggente lasciasse la Spagna; dopo un infruttuoso tentativo di tornare al potere, Maria Cristina andò definitivamente in esilio in Francia, ove risiedette prevalentemente per il resto della sua vita.

Il 30 settembre 1868 una rivoluzione scacciò dal trono la figlia Isabella II che raggiunse la madre in esilio in Francia. Il 25 giugno 1870 Isabella II rinunciò al trono in favore del figlio Alfonso XII i cui sostenitori pretesero che, sia la madre che la nonna, fossero escluse dagli sforzi di restaurare la monarchia.

Quando Alfonso XII riconquistò la corona spagnola il 29 dicembre 1874, a Maria Cristina e ad Isabella II fu permesso di tornare solo provvisoriamente, e non influenzarono più il governo spagnolo.

Il matrimonio con Muñoz e le vicende della turbolenta reggenza di Maria Cristina crearono una frattura permanente tra lei e la sua discendenza reale spagnola. Né Isabella II né Alfonso XII avevano interesse alle relazioni con la ex regina reggente.

Maria Cristina morì a Le Havre in Francia il 22 agosto 1878.

In quanto vedova di Ferdinando VII e madre di Isabella II, Maria Cristina fu sepolta nella cripta reale del Monastero dell'Escorial.[1]

Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Maria Cristina delle Due Sicilie Padre:
Francesco I delle Due Sicilie
Nonno paterno:
Ferdinando I delle Due Sicilie
Bisnonno paterno:
Carlo III di Spagna
Trisnonno paterno:
Filippo V di Spagna
Trisnonna paterna:
Elisabetta Farnese
Bisnonna paterna:
Maria Amalia di Sassonia
Trisnonno paterno:
Augusto III di Polonia
Trisnonna paterna:
Maria Giuseppa d'Austria
Nonna paterna:
Maria Carolina d'Asburgo-Lorena
Bisnonno paterno:
Francesco Stefano di Lorena
Trisnonno paterno:
Leopoldo di Lorena
Trisnonna paterna:
Elisabetta Carlotta di Borbone-Orléans
Bisnonna paterna:
Maria Teresa d'Austria
Trisnonno paterno:
Carlo VI d'Asburgo
Trisnonna paterna:
Elisabetta Cristina di Brunswick-Wolfenbüttel
Madre:
Maria Isabella di Borbone-Spagna
Nonno materno:
Carlo IV di Spagna
Bisnonno materno:
Carlo III di Spagna
Trisnonno materno:
Filippo V di Spagna
Trisnonna materna:
Elisabetta Farnese
Bisnonna materna:
Maria Amalia di Sassonia
Trisnonno materno:
Augusto III di Polonia
Trisnonna materna:
Maria Giuseppa d'Austria
Nonna materna:
Maria Luisa di Borbone-Parma
Bisnonno materno:
Filippo I di Parma
Trisnonno materno:
Filippo V di Spagna
Trisnonna materna:
Elisabetta Farnese
Bisnonna materna:
Luisa Elisabetta di Borbone-Francia
Trisnonno materno:
Luigi XV di Francia
Trisnonna materna:
Maria Leszczyńska

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze spagnole[modifica | modifica sorgente]

Fascia di Dama dell'Ordine di Carlo III - nastrino per uniforme ordinaria Fascia di Dama dell'Ordine di Carlo III
Dama Nobile dell'Ordine della regina Maria Luisa - nastrino per uniforme ordinaria Dama Nobile dell'Ordine della regina Maria Luisa
— 4 maggio 1826[2]

Onorificenze straniere[modifica | modifica sorgente]

Dama di Gran Croce dell'Ordine dell'Immacolata Concezione di Vila Viçosa - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine dell'Immacolata Concezione di Vila Viçosa
— 23 giugno 1834[3]
Dama di gran croce dell'Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme - nastrino per uniforme ordinaria Dama di gran croce dell'Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ L'inumazione nella cripta reale è un privilegio riservato ai sovrani spagnoli ed alle regine che sono state madri di re, quindi le prime tre mogli di Ferdinando VII furono sepolte in zone meno nobili dell'Escorial o in altre chiese.
  2. ^ Geneall
  3. ^ Geneall

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 45744359 LCCN: n85208486