Carlo di Borbone-Due Sicilie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando Carlo di Borbone-Due Sicilie (1908-1936), vedi Carlo di Borbone-Due Sicilie Orleans.
Carlo di Borbone-Due Sicilie
Capo del Casato di Borbone-Due Sicilie (disputato)
Stemma
In carica 20 marzo 2008
Predecessore Principe Ferdinando
Nome completo Carlo Maria Bernardo Gennaro
Nascita Saint-Raphaël, Francia, 24 febbraio 1963
Dinastia Borbone-Due Sicilie
Padre Principe Ferdinando, Duca di Castro
Madre Chantal de Chevron-Villette
Consorte Camilla Crociani
Figli Principessa Maria Carolina
Principessa Maria Chiara
Religione cristiana-cattolica

Carlo di Borbone-Due Sicilie (Saint-Raphaël, 24 febbraio 1963) è uno dei due pretendenti alla guida del Casato di Borbone-Due Sicilie. I Neoborbonici, storici e legittimisti, lo riconoscono Capo indiscusso della Real Casa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia ed educazione[modifica | modifica wikitesto]

Carlo è nato a Saint-Raphaël in Francia unico figlio maschio di Ferdinando, Duca di Castro e di sua moglie Chantal de Chevron-Villette. Battezzato con i nomi di Carlo Maria Bernardo Gennaro, portò dapprima il titolo di Duca di Noto fino al 1973, quando alla morte del nonno Ranieri di Borbone-Due Sicilie suo padre divenne Duca di Castro e lui Duca di Calabria: alla morte del padre ha avuto il titolo di Duca di Castro. Ha studiato presso i Fratelli Maristi a Tolone, in Francia, e presso il Collège Stanislas de Paris a Nizza; dopo l'università a Parigi passò tre anni a lavorare per una ditta di pubbliche relazioni a Manhattan.

Alla morte del padre nel 2008 è divenuto pretendente al trono borbonico in concorrenza con il cugino Carlo Maria di Borbone-Due Sicilie: i suoi sostenitori e tutta la famiglia Borbone delle Due Sicilie, affermano che con l'Atto di Cannes il principe Carlo Tancredi di Borbone-Due Sicilie rinunciò ai suoi diritti sulla successione al trono per sé e per i suoi figli, tant'è che questi sarebbero passati poi ai principi Ranieri e Ferdinando Maria, nonno e padre di Carlo[1]. L'altro pretendente, l'infante Carlo Maria di Borbone-Due Sicilie, nipote del principe Carlo Tancredi, è riconosciuto come duca di Calabria e Capo della Real Casa dei Borbone-Due Sicilie da Juan Carlos di Spagna, suo primo cugino[2].

Il duca di Calabria rivendica il Gran Magistero dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio, del Reale Ordine di San Ferdinando e del Merito, dell'Insigne e Reale Ordine di San Gennaro, del Reale e Militare Ordine di San Giorgio della Riunione e del Reale Ordine di Francesco I, oltre ad essere insignito di svariate decorazioni ed ordini dinastici[3].

Matrimonio e figli[modifica | modifica wikitesto]

Ha sposato nel 1998 Camilla Crociani, figlia di Camillo Crociani, ex presidente e amministratore delegato della Finmeccanica. Ha avuto da lei due figlie:

  • Maria Carolina Chantal Edoarda Beatrice Gennara di Borbone-Due Sicilie, Duchessa di Palermo (nata a Roma nel 2003);
  • Maria Chiara Amalia Carola Luisa Carmen di Borbone-Due Sicilie, Duchessa di Capri (nata a Roma nel 2005).

Vivono tra Parigi, Roma e Montecarlo.

Padrino reale[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 aprile 2011 il Duca e la Duchessa di Castro hanno partecipato al battesimo congiunto del Principe Vincent e della Principessa Josephine, figli gemelli del Principe ereditario Federico e della Principessa ereditaria Mary di Danimarca, nella cappella della Chiesa di Holmen a Copenaghen. Carlo è uno dei sei padrini della Principessa Josephine. Carlo è anche padrino del Principe Gaston d'Orléans.

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Carlo di Borbone-Due Sicilie Padre:
Ferdinando di Borbone-Due Sicilie
Nonno paterno:
Ranieri di Borbone-Due Sicilie
Bisnonno paterno:
Alfonso di Borbone-Due Sicilie
Trisnonno paterno:
Ferdinando II delle Due Sicilie
Trisnonna paterna:
Maria Teresa d'Asburgo-Teschen
Bisnonna paterna:
Maria Antonietta di Borbone-Due Sicilie
Trisnonno paterno:
Francesco di Borbone-Due Sicilie
Trisnonna paterna:
Maria Isabella d'Asburgo-Lorena
Nonna paterna:
Maria Carolina Zamoyska
Bisnonno paterno:
Conte Andrzej Przemysław Zamoyski
Trisnonno paterno:
Conte Stanisław Kostka Andrzej Zamoyski
Trisnonna paterna:
Contessa Maria Eva Potocka
Bisnonna paterna:
Maria Carolina di Borbone-Due Sicilie
Trisnonno paterno:
Francesco di Borbone-Due Sicilie
Trisnonna paterna:
Maria Isabella d'Asburgo-Lorena
Madre:
Chantal de Chevron-Villette
Nonno materno:
Conte Joseph Pierre de Chevron-Villette
Bisnonno materno:
Conte Charles Albert de Chevron-Villette
Trisnonno materno:
Conte Theophile Victor de Chevron-Villette
Trisnonna materna:
Idalie dei Baroni de Pougny de Guillet de Monthoux
Bisnonna materna:
Louise Fromentin de Saint Charles
Trisnonno materno:
Henri Fromentin de Saint Charles
Trisnonna materna:
Clemence Marie Justine Delocre
Nonna materna:
Marie Marguerite Maxime de Colbert-Cannet
Bisnonno materno:
Marchese Alphonse Édouardde de Colbert du Cannet
Trisnonno materno:
Conte Edouard de Colbert du Cannet
Trisnonna materna:
Contessa Caroline de Colbert Turgis
Bisnonna materna:
Anne Marie dei Baroni Brossier de La Roullière
Trisnonno materno:
Barone André Stephane Brossier de La Roullière
Trisnonna materna:
Louise Bayon de Liberta

Titoli (principali)[modifica | modifica wikitesto]

  • Principe della R. Casa Borbone delle Due Sicilie
  • Duca “di spettanza” di Noto (1963-1973)
  • Duca di Calabria (1973/2008)
  • Duca di Castro (dal 2008), Capo della Real Casa e Pretendente (VI) al trono delle Due Sicilie (dal 2008)

Onorificenze[4][modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze borboniche[modifica | modifica wikitesto]

Gran Maestro e Cavaliere dell'Insigne e Reale Ordine di San Gennaro - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro e Cavaliere dell'Insigne e Reale Ordine di San Gennaro
Gran Maestro del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio
Gran Maestro del Reale Ordine di San Ferdinando e del Merito - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro del Reale Ordine di San Ferdinando e del Merito
Gran Maestro del Reale e Militare Ordine di San Giorgio della Riunione - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro del Reale e Militare Ordine di San Giorgio della Riunione
Gran Maestro del Reale Ordine di Francesco I - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro del Reale Ordine di Francesco I

Onorificenze italiane[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana
— 29 luglio 1996[5]

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di I classe dell'Ordine di Skanderbeg (Albania) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I classe dell'Ordine di Skanderbeg (Albania)
— 2 dicembre 2013
Gran Croce dell'Ordine al merito di Antigua e Barbuda (Antigua e Barbuda) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine al merito di Antigua e Barbuda (Antigua e Barbuda)
— 2014
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dell'Immacolata Concezione di Vila Viçosa (Casa di Braganza) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dell'Immacolata Concezione di Vila Viçosa (Casa di Braganza)
— 6 febbraio 2014
Cavaliere di Gran Croce con Stella d'Argento dell'Ordine del Principe Danilo I (Casa di Petrović-Njegoš) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce con Stella d'Argento dell'Ordine del Principe Danilo I (Casa di Petrović-Njegoš)
— 20 gennaio 2006
Gran Croce dell'Ordine Militare della Croce di San Carlo (Colombia) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine Militare della Croce di San Carlo (Colombia)
— 7 luglio 2013
Gran Croce d'Argento dell'Ordine Nazionale di Juan Mora Fernández (Costa Rica) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce d'Argento dell'Ordine Nazionale di Juan Mora Fernández (Costa Rica)
— 22 marzo 2004
Premio d'onore (Dominica) - nastrino per uniforme ordinaria Premio d'onore (Dominica)
— 2014
Membro di Classe Eccezionale dell'Ordine al Merito (Libano) - nastrino per uniforme ordinaria Membro di Classe Eccezionale dell'Ordine al Merito (Libano)
— 24 marzo 2004
Grand'Ufficiale dell'ordine dei Grimaldi (Monaco) - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'ordine dei Grimaldi (Monaco)
— 17 novembre 2014[6]
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Patriarcale della Santa Croce di Gerusalemme (Patriarca di Antiochia dei melkiti) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Patriarcale della Santa Croce di Gerusalemme (Patriarca di Antiochia dei melkiti)
— 1° novembre 2013
Gran Croce dell'Ordine di Vasco Núñez de Balboa (Panama) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce dell'Ordine di Vasco Núñez de Balboa (Panama)
— 15 marzo 2004
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Sant'Agata (San Marino) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Sant'Agata (San Marino)
— 16 luglio 2020
immagine del nastrino non ancora presente Membro di I Classe dell'Ordine per Meriti Eccezionali (Siria)
— 23 marzo 2004
Balì di Gran Croce d'Onore e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta (SMOM) - nastrino per uniforme ordinaria Balì di Gran Croce d'Onore e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta (SMOM)
— 4 febbraio 2004
Gran Croce di Classe Speciale dell'Ordine al Merito Melitense (SMOM) - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce di Classe Speciale dell'Ordine al Merito Melitense (SMOM)
— 5 dicembre 2013
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Casata Reale di Tonga (Tonga) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Casata Reale di Tonga (Tonga)
— 27 febbraio 2012
immagine del nastrino non ancora presente Membro di I Classe con Collare dell’Ordine dell’Unificazione del 22 Maggio (Yemen)
— 25 marzo 2004

Onorificenze dinastiche straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
— 31 ottobre 1998
Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata
— 18 giugno 2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (Disputed) Headship of the House of Bourbon-Two Sicilies In Defense of (Real) History: Who is the Head of the Royal House of Bourbon of the Two Sicilies? by Luigi Mendola.
  2. ^ The Succession to the Headship of the Royal House
  3. ^ Gli ultimi pretendenti al trono delle Due Sicilie
  4. ^ Dal sito web del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio.
  5. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  6. ^ Notizia dell'investitura

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Capo della Casa Reale delle due Sicilie Successore Coat of arms of the Kingdom of the Two Sicilies.svg
Ferdinando 2008 - ? Erede
Antonio di Borbone-Due Sicilie
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie