Diocesi di Termoli-Larino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Termoli-Larino
Dioecesis Thermularum-Larinensis
Chiesa latina
Duomo Termoli 1.JPG
Suffraganea dell' arcidiocesi di Campobasso-Boiano
Regione ecclesiastica Abruzzo-Molise
  TermoliLarino diocesi.png
Vescovo Gianfranco De Luca
Vicario generale Gabriele Morlacchetti
Sacerdoti 65 di cui 56 secolari e 9 regolari
1.663 battezzati per sacerdote
Religiosi 10 uomini, 83 donne
Diaconi 8 permanenti
Abitanti 109.132
Battezzati 108.095 (99,0% del totale)
Superficie 1.424 km² in Italia
Parrocchie 51 (4 vicariati)
Erezione X secolo (Termoli)
V secolo (Larino)
in plena unione dal 30 settembre 1986
Rito romano
Cattedrale Santa Maria della Purificazione
Concattedrali San Pardo
Indirizzo Piazza S. Antonio 8, 86039 Termoli [Campobasso], Italia
Sito web www.diocesitermolilarino.it
Dati dall'Annuario Pontificio 2011 * *
Chiesa cattolica in Italia

La diocesi di Termoli-Larino (in latino: Dioecesis Thermularum-Larinensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Campobasso-Boiano appartenente alla regione ecclesiastica Abruzzo-Molise. Nel 2010 contava 108.095 battezzati su 109.132 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Gianfranco De Luca.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi comprende 34 comuni molisani, tutti in provincia di Campobasso: Acquaviva Collecroce, Bonefro, Campomarino, Casacalenda, Castelbottaccio, Castelmauro, Civitacampomarano, Colletorto, Guardialfiera, Guglionesi, Larino, Lucito, Lupara, Mafalda, Montecilfone, Montelongo, Montemitro, Montenero di Bisaccia, Montorio nei Frentani, Morrone del Sannio, Palata, Petacciato, Portocannone, Provvidenti, Ripabottoni, Rotello, San Felice del Molise, San Giacomo degli Schiavoni, San Giuliano di Puglia, San Martino in Pensilis, Santa Croce di Magliano, Tavenna, Termoli e Ururi.

Sede vescovile è la città di Termoli, dove si trova la basilica cattedrale di Santa Maria della Purificazione (detta dei Santi Basso e Timoteo). A Larino sorge la concattedrale di San Pardo.

Il territorio è suddiviso in 51 parrocchie, raggruppate in 4 vicariati: Larino-Campomarino, Montenero di Bisaccia-Castelmauro, Santa Croce di Magliano-Casacalenda, Termoli-San Giacomo degli Schiavoni.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Larino[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi di Larino venne eretta nel V secolo; dal X secolo è suffraganea dell'arcidiocesi di Benevento. La prima testimonianza della Chiesa di Larino è del 668, menzionata in una lettera di papa Vitaliano al vescovo Barbato di Benevento.

Nel 1288 circa il vescovo Petronio (o Petrone) fu sospeso dalle sue funzioni episcopali e la sede data in amministrazione a diversi vescovi: Saba, vescovo di Mileto; Giacomo, vescovo di Malta; Giovanni e Adinolfo, arcivescovi di Benevento; Angelo, già vescovo di Fiesole; ed infine Pasquale, già vescovo di Cassano, che alla morte di Petronio, fu nominato vescovo di Larino.

Il vescovo, spagnolo d'origine, Fernando de Mudana († 1551) ebbe un figlio, Antonio, prima di intraprendere la carriera ecclesiastica; Antonio fu nominato dal padre vicario generale della diocesi ed amministratore della stessa quando il vescovo era assente.

Il vescovo Belisario Baldevino († 1591) partecipò al concilio di Trento; al suo ritornò fece la visita pastorale della sua diocesi e nel 1564 aprì il seminario diocesano. Grande figura di vescovo larinese fu Gian Tommaso Eustachi, uomo di cultura e di scienza, autore di opere teologiche, ascetiche e disciplinari; ristabilì il seminario, che aveva sofferto negli anni precedenti; visitò più volte la diocesi e convocò un sinodo diocesano nel 1615. Al vescovo Persio Caracci si deve la ricostruzione del seminario e del palazzo episcopale; convocò per ben sette volte il sinodo diocesano; ristrutturò il sacello di san Pardo nella cattedrale. Il vescovo Carlo Maria Pianetti († 1725) fece dipingere nel palazzo vescovile le effigi dei vescovi suoi predecessori e ricostruì la cattedrale.

Termoli[modifica | modifica wikitesto]

La prima menzione di Termoli come sede vescovile risale all'epoca di papa Agapito II; in alcune sue lettere del 946 ingiungeva a un vescovo usurpatore, Benedetto, di lasciare il governo di quella diocesi. Il primo vescovo noto è Scio, che sottoscrisse la bolla di papa Giovanni XIII del 969 con cui fu eretta la sede metropolitana di Benevento, di cui Termoli era fatta suffraganea.

Tra i vescovi di Termoli si ricorda in particolare Federico Mezio († 1612), versato nelle lingue antiche, delle cui conoscenze si servì Cesare Baronio nella stesura dei suoi Annales Ecclesiastici.

Il 27 giugno 1818, in seguito al concordato tra Santa Sede e Regno delle Due Sicilie, la diocesi di Termoli si ampliò, incorporando il territorio della soppressa diocesi di Guardialfiera in forza della bolla De utiliori di papa Pio VII.

Termoli-Larino[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 agosto 1976 in forza della bolla Ad apicem sacerdotalis di papa Paolo VI le due diocesi di Termoli e Larino entrarono a far parte della nuova provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Boiano-Campobasso.

Il 12 giugno 1970 Pietro Santoro fu nominato vescovo di entrambe le diocesi, unendole così in persona episcopi.

Il 30 settembre 1986 con il decreto Instantibus votis della Congregazione per i Vescovi le diocesi di Termoli e di Larino sono state unite plena unione e la diocesi risultante ha assunto il nome attuale.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Vescovi di Termoli[modifica | modifica wikitesto]

  • Benedetto † (menzionato nel 946) (usurpatore)
  • Scio † (menzionato nel 969)
  • Niccolò † (prima del 1071 - dopo il 1075)
  • Goffredo † (menzionato nel 1179)
  • Alferio † (menzionato nel 1196 circa)
  • Angelo † (menzionato nel 1226)
  • Stefano † (menzionato nel 1235)
  • Valentino † (16 ottobre 1254 - ?)
  • Giovanni † (menzionato nel 1265)
  • Bartolomeo Aldomarisso † (prima del 1304 - 1318 deceduto)
  • Giovanni † (20 novembre 1318 - dopo il 1321)
  • Bartolomeo † (? - 1352 deceduto)
  • Luca † (14 gennaio 1353 - 1364 deceduto)
  • Francesco della Stella † (27 novembre 1364 - 1372 deceduto)
  • Jacopo Cini da Sant'Andrea, O.P. † (3 settembre 1372 - 1381 deceduto)
    • Giovanni di Sangemini, O.Min. † (7 febbraio 1379 - ?) (antivescovo)
  • Domenico del Ciarda, O.S.M. † (circa 1381 - circa 1387 deceduto)
  • Andrea † (29 aprile 1388 - 1390 deceduto)
  • Costantino † (5 marzo 1390 - 1395 deceduto)
  • Pietro † (1º dicembre 1395 - circa 1400 deceduto)
  • Tommaso † (circa 1400 - 8 dicembre 1400 nominato vescovo di Montecorvino)
  • Antonio † (8 dicembre 1400 - 1403 deceduto)
  • Stefano da Civita Castellana, O.Min. † (8 agosto 1403 - 7 luglio 1406 nominato vescovo di Civita Castellana)
  • Paolo † (7 luglio 1406 - 1422 deceduto)
  • Antonio, O.E.S.A. † (22 novembre 1422 - 1455 deceduto)
  • Duccio † (23 gennaio 1455 - 1465 deceduto)
  • Leonardo, O.S.B. † (27 maggio 1465 - 1473 deceduto)
  • Jacopo † (8 gennaio 1473 - ? deceduto)
  • Giovanni de' Vecchi † (9 gennaio 1497 - 1509 deceduto)
  • Angelo Antonio Guiliani † (13 luglio 1509 - 1517 deceduto)
  • Sancio de Ayerbe † (20 aprile 1517 - 1518 dimesso)
  • Antonio Attilio † (5 maggio 1518 - 1536 deceduto)
  • Pietro Durante † (28 ottobre 1536 - 1539 deceduto)
  • Vincenzo Durante † (14 luglio 1539 - 17 agosto 1565 dimesso)
  • Marcello Dentice † (17 agosto 1565 - 1569 deceduto)
  • Cesare Ferrante † (1º aprile 1569 - 1593 deceduto)
  • Annibale Muzi † (31 gennaio 1594 - 11 ottobre 1594 deceduto)
  • Francesco Sarto † (12 dicembre 1594 - 1599 deceduto)
  • Alberto Drago, O.P. † (29 novembre 1599 - 3 gennaio 1601 deceduto)
  • Federico Mezio † (14 gennaio 1602 - 1612 deceduto)
  • Camillo Moro † (3 dicembre 1612 - 2 marzo 1626 nominato vescovo di Comacchio)
  • Ettore dal Monte † (16 marzo 1626 - luglio 1626 deceduto)
  • Gerolamo Cappello, O.F.M. Conv. † (16 novembre 1626 - 1643 deceduto)
  • Alessandro Crescenzi, C.R.S. † (13 luglio 1643 - 13 giugno 1644 nominato vescovo di Ortona e Campli)
  • Cherubino Manzoni, O.F.M. † (13 luglio 1644 - 1651 deceduto)
  • Antonio Leoncello † (3 luglio 1651 - 1653 deceduto)
  • Carlo Mannello † (3 febbraio 1653 - 1661 dimesso)
  • Fabrizio Maracchi † (13 febbraio 1662 - agosto 1676 deceduto)
  • Antonio Savo de' Panicoli † (20 dicembre 1677 - novembre 1687 deceduto)
  • Marcantonio Rossi † (14 giugno 1688 - 27 giugno 1688 deceduto)
  • Michele Petirro † (6 giugno 1689 - 14 dicembre 1705 nominato vescovo di Pozzuoli)
  • Domenico Catalani † (22 febbraio 1706 - ottobre 1709 deceduto)
  • Tommaso Maria Farina, O.P. † (14 marzo 1718 - dicembre 1718 deceduto)
  • Salvatore di Aloisio † (15 maggio 1719 - agosto 1729 deceduto)
  • Giuseppe Antonio Silvestri † (28 novembre 1729 - maggio 1743 deceduto)
  • Isidoro Pitellia, O.M. † (15 luglio 1743 - 22 settembre 1752 deceduto)
  • Tommaso Giannelli † (12 marzo 1753 - novembre 1768 deceduto)
  • Giuseppe Boccarelli † (12 giugno 1769 - 1781 deceduto)
    • Sede vacante (1781-1792)
  • Anselmo Maria Toppi, O.S.B. † (18 giugno 1792 - 1799 deceduto)
    • Sede vacante (1799-1819)
  • Giovanni Battista Bolognese † (29 marzo 1819 - 19 aprile 1822 nominato vescovo di Andria)
  • Pietro Consiglio † (3 marzo 1824 - 13 marzo 1826 nominato arcivescovo di Brindisi)
  • Gennaro de Rubertis † (9 aprile 1827 - 1º settembre 1845 deceduto)
  • Domenico Ventura † (21 dicembre 1846 - 20 aprile 1849 nominato arcivescovo di Amalfi)
    • Pietro Bottazzi † (15 aprile 1849 - 5 settembre 1851) (amministratore apostolico)
  • Vincenzo Bisceglia † (5 settembre 1851 - 12 febbraio 1889 deceduto)
  • Raffaele di Nonno, C.SS.R. † (12 febbraio 1889 succeduto - 16 gennaio 1893 nominato arcivescovo di Acerenza e Matera)
  • Angelo Balzano † (16 gennaio 1893 - 29 aprile 1909 dimesso)
  • Giovanni Capitoli † (29 aprile 1909 - 14 febbraio 1911 nominato vescovo di Bagnoregio)
  • Rocco Caliandro † (28 marzo 1912 - 14 marzo 1924 deceduto)
  • Oddo Bernacchia † (28 ottobre 1924 - 19 marzo 1962 ritirato)
  • Giovanni Proni † (18 aprile 1962 - 10 marzo 1970 nominato vescovo coadiutore di Forlì)
  • Pietro Santoro † (12 giugno 1970 - 15 ottobre 1979 nominato arcivescovo di Boiano-Campobasso)
  • Cosmo Francesco Ruppi † (13 maggio 1980 - 30 settembre 1986 nominato vescovo di Termoli-Larino)

Vescovi di Larino[modifica | modifica wikitesto]

  • Anonimo † (menzionato nel 668)
  • Leone † (menzionato dopo il 945)
  • Attone † (menzionato nel 960 circa)
  • Giovanni I † (menzionato nel 1062)
  • Guglielmo † (prima del 1070 - dopo il 1090)
  • Ruggero † (menzionato nel 1095)
  • Giovanni II † (menzionato nel 1100)
  • Pietro † (prima del 1175 - dopo il 1182)
  • Anonimo † (menzionato nel 1200)
  • Rinaldo † (menzionato nel 1205)
  • Matteo † (menzionato nel 1225 circa)
  • Roberto † (menzionato nel 1227)
  • Stefano † (menzionato nel 1240)
  • Gualtiero de' Gualtieri † (circa 1250 - 23 ottobre 1254 nominato arcivescovo di Amalfi)
  • Bartolomeo da Benevento, O.P. † (1254 - 18 febbraio 1264 nominato vescovo di Amelia)
  • Farolfo † (circa 1267 - 1284 ? deceduto)
  • Petronio † (circa 1284 - dopo il 1295 deceduto)
    • Saba † (circa 1289 - 1298 deceduto) (amministratore apostolico)
    • Giacomo † (? - 1299 deceduto) (amministratore apostolico)
    • Giovanni † (8 maggio 1299 - ? dimesso) (amministratore apostolico)
    • Adinolfo † (2 gennaio 1301 - ? dimesso) (amministratore apostolico)
    • Angelo † (11 aprile 1301 - 2 novembre 1303 nominato vescovo di Modone) (amministratore apostolico)
    • Pasquale † (12 febbraio 1304 - 15 luglio 1309 nominato vescovo) (amministratore apostolico)
  • Pasquale † (15 luglio 1309 - ?)
  • Raone de Comestabolo † (menzionato nel 1318)
  • Giovanni Andrea † (menzionato nel 1338)
  • Delfino † (? - 1344 deceduto)
  • Andrea da Bari, O.F.M. † (28 maggio 1344 - 1365 deceduto)
  • Bertrando, O.P. † (5 settembre 1365 - dopo il 1368 deceduto)
  • Sabino † (21 giugno 1370 - 1401 deceduto)
  • Pietro † (11 luglio 1401 - 12 marzo 1410 deceduto)
  • Rinaldo † (13 febbraio 1413 - dopo il 1415)
  • Giovanni † (1417 - 1418 deceduto)
  • Domenico de' Fontani † (27 luglio 1418 - ?)[1]
  • Filippo † (2 ottobre 1427 - ?)
  • Aurone † (menzionato nel 1436)
  • Giovanni Leone, O.P. † (16 settembre 1440 - ? deceduto)
  • Antonio de' Misseri † (4 maggio 1463 - ?)
  • Bonifacio † (1º settembre 1488 - 1492 deceduto)
  • Pietro di Petrucci † (? - 1503)
  • Giacomo de' Petrucci, O.F.M.Obs. † (24 aprile 1503 - dopo il 1523 deceduto)
  • Gian Francesco Cina † (? - 13 gennaio 1527 nominato arcivescovo titolare di Nazareth)
  • Domenico Cina † (13 gennaio 1528 ? - ? deceduto)
  • Giacomo Sedati † (28 marzo 1530 - 1539 deceduto)
  • Fernando de Mudana † (29 ottobre 1539 - 1551 deceduto)
  • Gian Francesco Borengo † (11 novembre 1551 - 1555 dimesso) (vescovo eletto)
  • Belisario Baldevino † (17 giugno 1555 - 1591 deceduto)
  • Gerolamo Vela † (6 marzo 1591 - 21 novembre 1611 deceduto)
  • Gian Tommaso Eustachi, C.O. † (9 gennaio 1612 - 1616 dimesso)
  • Gregorio Pomodoro † (30 maggio 1616 - 26 dicembre 1626 deceduto)
  • Pietro Paolo Caputo † (3 aprile 1628 - 29 luglio 1628 deceduto)
  • Persio Caracci † (8 gennaio 1631 - 1656 dimesso)
  • Ferdinando Apicello † (28 agosto 1656 - 8 ottobre 1682 deceduto)
  • Giambattista Quaranta † (14 giugno 1683 - 9 settembre 1685 deceduto)
  • Giuseppe Catalani † (1º aprile 1686 - 1º maggio 1703 deceduto)
  • Gregorio Compagni, O.P. † (25 giugno 1703 - 17 settembre 1705 deceduto)
  • Carlo Maria Pianetti † (17 maggio 1706 - 2 agosto 1725 deceduto)
  • Paolo Collia, O.M. † (19 novembre 1725 - 23 dicembre 1726 nominato vescovo di Nicotera)
  • Giovanni Andrea Tria I † (23 dicembre 1726 - 20 dicembre 1741 dimesso)
  • Giovanni Andrea Tria II † (22 gennaio 1742 - 20 agosto 1747 deceduto)
  • Scipione de' Lorenzi † (20 novembre 1747 - 24 giugno 1772 deceduto)
  • Giovanni Antonio Francisco de Nobili, S.P. † (7 settembre 1772 - novembre 1774 deceduto)
  • Carlo di Ambrosio † (11 settembre 1775 - 16 luglio 1796 deceduto)
  • Filippo Bandini † (29 gennaio 1798 - 1806 deceduto)
    • Sede vacante (1806-1818)
  • Raffaele Lupoli, C.SS.R. † (25 maggio 1818 - 12 dicembre 1827 deceduto)
  • Vincenzo Rocca † (21 maggio 1829 - 29 maggio 1845 deceduto)
  • Pietro Bottazzi † (24 novembre 1845 - 22 luglio 1858 deceduto)
  • Francesco Giampaolo † (20 giugno 1859 - prima del 9 aprile 1888 dimesso)
  • Vito Antonio Fioni † (1º giugno 1888 - prima dell'8 marzo 1891 dimesso)
  • Bernardino di Milia, O.F.M.Cap. † (4 giugno 1891 - 6 aprile 1910 deceduto)
  • Emidio Trenta † (9 dicembre 1910 - 17 luglio 1914 nominato vescovo di Viterbo e Tuscania)
  • Antonio Lippolis † (1º gennaio 1915 - 15 dicembre 1923 nominato vescovo di Ugento)
  • Oddo Bernacchia † (1º ottobre 1924 - 11 novembre 1960 ritirato)
  • Costanzo Micci † (11 novembre 1960 - 15 agosto 1966 nominato amministratore apostolico di Fano)
    • Sede vacante (1966-1970)
  • Pietro Santoro † (12 giugno 1970 - 15 ottobre 1979 nominato arcivescovo di Boiano-Campobasso)
  • Cosmo Francesco Ruppi † (13 maggio 1980 - 30 settembre 1986 nominato vescovo di Termoli-Larino)

Vescovi di Termoli-Larino[modifica | modifica wikitesto]

Vescovi oriundi della diocesi[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi al termine dell'anno 2010 su una popolazione di 109.132 persone contava 108.095 battezzati, corrispondenti al 99,0% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
diocesi di Termoli
1950 69.500 70.000 99,3 46 46 1.510 50 21
1970 59.000 60.000 98,3 42 40 2 1.404 2 80 24
1980 63.150 65.200 96,9 47 42 5 1.343 5 92 25
diocesi di Larino
1949 71.800 72.000 99,7 51 51 1.407 42 22
1969 59.500 60.000 99,2 48 38 10 1.239 13 23
1978 53.400 53.700 99,4 41 36 5 1.302 1 6 110 23
diocesi di Termoli-Larino
1990 104.500 105.500 99,1 83 70 13 1.259 5 13 160 51
1999 104.300 105.350 99,0 73 59 14 1.428 5 14 147 51
2000 104.600 105.500 99,1 76 62 14 1.376 4 14 132 51
2001 106.497 107.095 99,4 107 94 13 995 4 14 107 51
2002 106.402 107.000 99,4 72 63 9 1.477 4 9 104 51
2003 105.835 106.450 99,4 70 61 9 1.511 4 9 101 51
2004 105.835 106.500 99,4 68 59 9 1.556 8 9 100 51
2010 108.095 109.132 99,0 65 56 9 1.663 8 10 83 51

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Eubel indica, alla stessa data del 27 luglio 1418 un vescovo di nome Matteo, ed un altro, di nome Bonushomo, eletto il 19 agosto successivo; entrambi nominati da papa Martino V.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Per la sede di Termoli[modifica | modifica wikitesto]

Per la sede di Larino[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi