Robin Haase

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Robin Haase
Haase US16 (23) (29569726990).jpg
Robin Haase allo US Open 2016
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Altezza 191[1] cm
Peso 77[1] kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 179-205 (46,61%)
Titoli vinti 2
Miglior ranking 33º (30 luglio 2012)
Ranking attuale 38º (3 luglio 2017)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 3T (2011)
Francia Roland Garros 2T (2011, 2012, 2013, 2014, 2017)
Regno Unito Wimbledon 3T (2011)
Stati Uniti US Open 2T (2011, 2015)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 1T (2012, 2016)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 90-117 (43,48%)
Titoli vinti 2
Miglior ranking 38º (11 maggio 2015)
Ranking attuale 102º (3 luglio 2017)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open F (2013)
Francia Roland Garros 3T (2014)
Regno Unito Wimbledon 2T (2010)
Stati Uniti US Open 2T (2014, 2016)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 1T (2012, 2016)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 3 luglio 2017

Robin Haase (L'Aia, 6 aprile 1987) è un tennista olandese.

In carriera ha raggiunto il suo best ranking il 30 luglio 2012 classificandosi al 33º posto nella classifica mondiale ATP.

Haase risiede a Turnhout, in Belgio, ed è allenato da Raymond Knaap.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Carriera juniores[modifica | modifica wikitesto]

Robin Haase è stato un promettente giocatore a livello junior, quando ha raggiunto la terza posizione nella speciale classifica il 14 marzo 2005. Proprio quell'anno è stato sconfitto in finale da Jérémy Chardy nel singolare junior di Wimbledon. È stato il suo ultimo torno disputato a livello giovanile.

2007[modifica | modifica wikitesto]

Nell'agosto 2007, alla Rogers Cup di Montréal è riuscito a sconfiggere il suo primo tennista classificato top-ten, Tomáš Berdych, per 6-4, 7-5. Il suo debutto nei tornei dello Slam è avvenuto poco più tardi, allo US Open 2007, in cui è stato ammesso al tabellone principale come lucky loser, ed è stato sconfitto al primo turno dalla testa di serie nº3 Novak Đoković.

2008[modifica | modifica wikitesto]

A Wimbledon nel 2008 è riuscito a portare l'ex numero 1 del mondo Lleyton Hewitt al quinto set, perdendo per 64-7, 6-3, 6-3, 61-7, 6-2.

2010[modifica | modifica wikitesto]

Sempre sui prati di Londra, dopo aver eliminato James Blake in tre set è stato sconfitto al quinto set dal nº1 del mondo Rafael Nadal, dopo essere stato in vantaggio per 2 set a 1 (5-7, 6-2, 3-6, 6-0, 6-3).

2011: il primo titolo ATP[modifica | modifica wikitesto]

A inizio del 2011 l'olandese raggiunge il suo miglior risultato in uno Slam, arrivando al terzo turno dell'Australian Open. In agosto Haase conquista il suo primo titolo ATP a Kitzbuhel, in Austria, battendo in tre set Albert Montañés per 64 46 61. Altri risultati di rilievo sono i quarti a Chennai e a Nizza, in quest'ultimo torneo partendo dalle qualificazioni, il terzo turno a Wimbledon e le semifinali a Winston-Salem.

2012: il secondo titolo ATP e il best ranking[modifica | modifica wikitesto]

Il 2012 si apre con due sconfitte di fila al primo turno, a Chennai e agli Australian Open. Raggiunge poi i quarti a Zagabria e a Dallas, quest'ultimo un torneo challenger. Ottiene un gran risultato a Monte Carlo, raggiungendo per la prima volta i quarti di finale in un Master 1000, arrendendosi solo a Novak Djokovic. Seguono poi i quarti raggiunti all'Estoril. Il 28 luglio Haase conquista il suo secondo titolo ATP sempre a Kitzbuhel, battendo questa volta Philipp Kohlschreiber per 67 63 62. Questo risultato, l'ultimo di rilievo raggiunto nel 2012, porta l'olandese al suo best ranking (33).

2013: altre due finali ATP[modifica | modifica wikitesto]

Haase inizia il 2013 con varie sconfitte al primo e secondo turno fino a quando, in febbraio, raggiunge le semifinali del torneo ATP 250 di Zagreb. Perde poi per quattro volte consecutive al primo turno e, in aprile, raggiunge i quarti di finale del torneo ATP 250 di Casablanca. Dopo altre due sconfitte al primo turno, Haase disputa le qualificazioni dell'ATP 250 di Oeiras, perdendo al secondo turno dallo spagnolo Tommy Robredo. Ad Oeiras vince quindi cinque partite consecutive. Al Master 1000 di Madrid, come ad Oeiras, vince le qualificazione ma perde al secondo turno dal più quotato Tsonga. Arriva poi ai quarti a Nizza. Disputa successivamente due challengers, a Caltanissetta e a Scheveningen, perdendo in finale rispettivamente da Dušan Lajović e Jesse Huta-Galung. L'estate sul rosso si rivelerà molto positiva. Arriva infatti, a luglio, fino alla finale dell'ATP 250 di Gstaad, persa contro Mikhail Youzhny per 36 46, poi disputa, perdendo contro Marcel Granollers per 67 63 46, le semifinali a Kitzbuhel e arriva poi agli ottavi di Winston-Salem. La sua seconda finale dell'anno arriva a Vienna. Batte giocatori quotati per accedervi, come Tsonga, Fognini e Pospisil. Perde la finale, molto lottata, contro Tommy Haas per 36 64 46. La stagione 2013 si conclude con il Master 1000 di Parigi Bercy, dove arriva al secondo turno.

2014[modifica | modifica wikitesto]

Il 2014 per Robin Haase si apre con tre sconfitte al primo turno. Oltre ai quarti di finale raggiunti a Buenos Aires, Haase registra solo sconfitte al primo o secondo turno fino ad aprile, quando giunge alla semifinale del torneo di Bucarest, persa dopo aver vinto un set contro Lukáš Rosol. Successivamente Haase perde ancora al primo o secondo turno. Bisogna aspettare fino a luglio per vedere un risultato rilevante dell'olandese: la semifinale a Gstaad, persa contro Juan Monaco. Malgrado un'altra serie di sconfitte, l'olandese chiude il 2014 nel migliore dei modi: si aggiudica il torneo challenger di Reunion Island.

2015[modifica | modifica wikitesto]

Dopo sette sconfitte consecutive al primo turno (ad esclusione dell'ATP di Auckland nel quale Haase aveva un bye al primo turno), l'olandese raggiunge il terzo turno del Master 1000 di Indian Wells, dopo aver battuto Stanislas Wawrinka per 63 36 63. Ottiene un buon risultato anche nel 1000 di Miami nel quale raggiunge il secondo turno dopo essere partito dalle qualificazioni. Poi perde ai quarti all'Estoril e vince il challenger di Aix-en-Provence. Incamera un buon risultato nel torneo di casa, il Topshelf Open di 's-Hertogenbosch: arriva alle semifinali, che perde contro Nicolas Mahut, futuro campione del torneo. Il resto della stagione, dopo qualche ATP 250 sul rosso in estate, vede Haase impegnato esclusivamente in tornei challenger, dove ottiene buoni risultati: semifinale a Genova e vittoria a Trnava. Gli ultimi tre tornei dell'anno li gioca a Mosca, Basilea e Parigi-Bercy, dove ottiene rispettivamente quarti di finale, terzo turno e primo turno.

2016: un'altra finale[modifica | modifica wikitesto]

Il 2016 si apre con una sconfitta al secondo turno a Doha. Disputa poi le qualificazioni del torneo di Auckland: le vince e perde agli ottavi contro Kevin Anderson. Poi viene sconfitto al primo turno a Melbourne, Sofia e Rotterdam. Dopo ancora raggiunge ottavi a Marsiglia, quarti a Rio de Janeiro, secondo turno a Indian Wells, primo turno a Monte Carlo e quarti a Bucarest. Disputa poi le qualificazioni dei due Masters 1000 di Madrid e Roma; in entrambi perde al secondo turno. Dopo quattro sconfitte di fila al primo turno (Nizza, Roland Garros, Prostejov e 's-Hertogenbosch), disputa e perde al secondo turno contro Benjamin Becker le qualificazioni del torneo di Halle. Da numero 57 del ranking, Haase ora si vede scivolato al numero 97, a causa della non difesa dei punti conquistati nel 2015, ad esempio a 's-Hertogenbosch. Dopo il torneo d'esibizione giocato ai Boodles, Haase batte al primo turno di Wimbledon Diego Sebastián Schwartzman per 7-5 al quinto set, perdendo poi al secondo turno da Jack Sock in quattro set. Disputa poi la Coppa Davis, perdendo entrambe le due partite che ha giocato, contro Kravchuk e Rublev. Successivamente, al torneo di Gstaad, arriva in finale (dopo tre anni) battendo in sequenza De Bakker, Zeballos, Monteiro, Mathieu e perdendo in finale da Lopez per 46 57. Questo risultato gli fa guadagnare ben 19 posizioni nel ranking (da 95 a 76). Il 31 luglio Haase vince il challenger di Scheveningen, in finale contro Adam Pavlásek, per 64 67 62. Alle olimpiadi di Rio de Janeiro, perde al primo turno, da Joao Sousa. In doppio, perde (in coppia con Jean-Julien Rojer), contro Nadal e Marc López. Allo US Open viene sconfitto da James Duckworth, al primo turno in cinque set. Raggiunge poi la finale al TEAN International di Alphen dove viene sconfitto da Jan-Lennard Struff. Nei playoff del gruppo I di Coppa Davis vince entrambi gli incontri di singolare e il doppio. Vince poi il Challenger di Sibiu battendo in finale Lorenzo Giustino. La settimana seguente raggiunge la finale al Roma Open. Ad Anversa viene sconfitto al secondo turno da Andreas Seppi. Torna in campo la settimana seguente a Basilea e dopo aver superato le qualificazioni viene sconfitto al primo turno da Juan Martín del Potro. Chiude la stagione con una sconfitta al primo turno del BNP Paribas Masters.

2017[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la stagione a Doha sconfitto in due set da David Goffin. Raggiunge poi i quarti di finale ad Auckland battendo al secondo turno David Ferrer. Agli Australian Open, viene sconfitto in cinque set da Alexander Zverev. A Sofia viene eliminato da Viktor Troicki al secondo turno. Partecipa poi al 500 di Rotterdam perdendo al secondo turno da Goffin. A Marsiglia è Richard Gasquet a batterlo nel primo turno.

Ottiene ottimi risultati a Dubai dove raggiunge la semifinale, battendo Denis Istomin, Tomáš Berdych e Damir Džumhur per poi arrendersi a Verdasco. A Indian Wells e Miami raccoglie una sola vittoria contro Mikael Ymer. In Coppa Davis contro la Bosnia, conquista tutti e tre i punti per l'Olanda.

Inizia la stagione sul rosso a Montecarlo fermato al secondo turno da Dominic Thiem. La settimana seguente a Budapest batte Diego Schwartzman, testa di serie numero 8, ma si arrende al secondo turno a Aljaž Bedene. A Madrid viene sconfitto da Berdych mentre agli Internazionali BNL d'Italia gli è fatale il primo turno con Carlos Berlocq. Al Roland Garros super agilmente Alex De Minaur al primo turno ma deve arrendersi, nel secondo turno, a Rafael Nadal per 6-1, 6-4, 6-3.

A s' Hertogenbosch viene sconfitto al primo turno per mano del russo Daniil Medvedev. All'Atp 500 di Halle arriva ai quarti di finale, battendo al primo turno David Ferrer col punteggio di 3-6, 7-5, 6-3 e al secondo Dominic Thiem per 6-3, 7-67, ma deve poi arrendersi a Richard Gasquet nei quarti di finale per 1-6, 6-3, 1-6. La settimana successiva a Eastbourne batte al primo turno Nicolas Mahut 6-4, 7-64, ma cede 6-4, 1-6, 2-6 a Daniil Medvedev nel successivo. Affronta Frances Tiafoe al primo turno a Wimbledon perdendo 3-6, 6-3, 65-7, 5-7.

Stile di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Robin Haase esegue un rovescio
Robin Haase esegue un dritto
Il back di Haase

Robin Haase possiede un servizio molto potente. Spesso lo gioca in kick, sia da destra che da sinistra, posizionandosi vicino alla linea del che separa il campo del singolo da quello del doppio. In questo modo riesce a dare un'angolazione maggiore (quando serve a uscire) oppure una maggior precisione e potenza (quando serve centralmente). Per quanto riguarda i due colpi fondamentali, dritto e rovescio, Haase esegue meglio il primo rispetto al secondo. Il suo dritto è molto potente e a volte lo esegue in lungolinea dalla parte sinistra del campo, ricavandone precisione e potenza. Il suo rovescio è meno potente. A volte in risposta lo esegue "a sventaglio" alzando la gamba sinistra. Ne ricava una maggior precisione, malgrado questa tecnica porti spesso alla perdita del punto, poiché termina out. Possiede inoltre un buon rovescio in back, che gioca spesso. Per quanto riguarda il doppio, Haase gioca in maniera sicura a rete, infatti ha vinto due tornei in doppio, disputando sei finali, tra cui quella dell'Australian Open 2013 in coppia con Igor Sijsling.

[modifica | modifica wikitesto]

Robin Haase è sponsorizzato da HEAD (sia per la racchetta sia per i vestiti), Sport1, BgSports, Sport Helpt e tempo-team.

Famiglia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia di Haase è composta dalla madre, Annie, dal padre, Axel, dal fratello maggiore, Eric, che lavora per General Electric e Nike e da una sorella più vecchia, Inga, che insegna tedesco.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Robin ha iniziato a giocare a tennis all'età di due anni.
  • Il suo tennista preferito quando era ragazzo era Andre Agassi.
  • La sua superficie preferita è la terra rossa.
  • Gioca a tennis con la mano destra, ma nella vita di tutti i giorni è mancino.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (2)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
ATP World Tour Finals (0)
ATP Masters 1000 (0)
ATP World Tour 500 (0)
ATP World Tour 250 (2)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 6 agosto 2011 Austria Bet at Home Cup, Kitzbühel (1) Terra rossa Spagna Albert Montañés 6-4, 4-6, 6-1
2. 28 luglio 2012 Austria Bet at Home Cup, Kitzbühel (2) Terra rossa Germania Philipp Kohlschreiber 62-7, 6-3, 6-2

Finali perse (3)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
ATP World Tour Finals (0)
ATP Masters 1000 (0)
ATP World Tour 500 (0)
ATP World Tour 250 (3)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 28 luglio 2013 Svizzera Crédit Agricole Suisse Open, Gstaad (1) Terra rossa Russia Michail Južnyj 3-6, 4-6
2. 20 ottobre 2013 Austria Erste Bank Open, Vienna Cemento (i) Germania Tommy Haas 3-6, 6-4, 4-6
3. 24 luglio 2016 Svizzera J. Safra Sarasin Swiss Open, Gstaad (2) Terra rossa Spagna Feliciano Lopez 4-6, 5-7

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (2)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
ATP World Tour Finals (0)
ATP Masters 1000 (0)
ATP World Tour 500 (0)
ATP World Tour 250 (2)
Numero Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 20 febbraio 2011 Francia Open 13, Marsiglia Cemento (i) Regno Unito Ken Skupski Francia Julien Benneteau
Francia Jo-Wilfried Tsonga
6–3, 64–7, [13–11]
2. 27 luglio 2014 Svizzera Crédit Agricole Suisse Open, Gstaad Terra rossa Germania Andre Begemann Australia Rameez Junaid
Slovacchia Michal Mertiňák
6-3, 6-4

Finali perse (7)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (1)
ATP World Tour Finals (0)
ATP Masters 1000 (1)
ATP World Tour 500 (0)
ATP International Series / ATP World Tour 250 (5)
Numero Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 23 luglio 2007 Paesi Bassi Dutch Open, Amersfoort Terra rossa Paesi Bassi Rogier Wassen Argentina Juan Pablo Brzezicki
Argentina Juan Pablo Guzmán
2-6, 0-6
2. 3 gennaio 2011 India Chennai Open, Chennai Cemento Stati Uniti David Martin India Mahesh Bhupathi
India Leander Paes
2-6, 7-63, [7-10]
3. 12 giugno 2011 Germania Gerry Weber Open, Halle Erba Canada Milos Raonic India Rohan Bopanna
Pakistan Aisam-ul-Haq Qureshi
68-7, 6-3, [9-11]
4. 26 gennaio 2013 Australia Australian Open, Melbourne Cemento Paesi Bassi Igor Sijsling Stati Uniti Bob Bryan
Stati Uniti Mike Bryan
3-6, 4-6
5. 18 maggio 2014 Italia Internazionali d'Italia, Roma Terra rossa Spagna Feliciano López Serbia Nenad Zimonjić
Canada Daniel Nestor
4-6, 62-7
6. 8 agosto 2015 Austria Generali Open, Kitzbühel Terra rossa Finlandia Henri Kontinen Spagna Nicolás Almagro
Argentina Carlos Berlocq
7-5, 3-6, [9-11]
7. 26 febbraio 2017 Francia Open 13, Marsiglia Cemento (i) Regno Unito Dominic Inglot Francia Julien Benneteau
Francia Nicolas Mahut
4-6, 7-69, [5-10]

Tornei minori[modifica | modifica wikitesto]

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (13)[modifica | modifica wikitesto]
Legenda tornei minori
Challengers (11)
Futures (2)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 28 novembre 2005 Israele Isrotel Futures, Eilat Cemento Israele Dekel Valtzer 6-1, 3-6, 6-2
2. 20 marzo 2006 Canada Banque National de Gatineau, Gatineau Cemento indoor Stati Uniti Tyler Cleveland 6-4, 62-7, 6-3
3. 13 novembre 2006 Stati Uniti Music City Challenger, Nashville Cemento indoor Danimarca Kristian Pless 7-69, 6-3
4. 4 marzo 2007 Germania Volkswagen Challenger, Wolfsburg Sintetico indoor Germania Daniel Brands 6-2, 3-6, 6-1
5. 24 marzo 2008 Stati Uniti BMW Tennis Championship, Sunrise Cemento Francia Sébastien Grosjean 5–7, 7–5, 6–1
5. 20 marzo 2010 Italia Città di Caltanissetta, Caltanissetta Terra rossa Italia Matteo Trevisan 7-5, 6-3
6. 7 giugno 2010 Germania Franken Challenge, Fürth Terra rossa Germania Tobias Kamke 6-4, 6-2
7. 9 agosto 2010 San Marino San Marino CEPU Open, San Marino Terra rossa Italia Filippo Volandri 6–2, 7–68
8. 30 agosto 2010 Italia Antonio Savoldi-Marco Cò - Trofeo Dimmidisì, Manerbio Terra rossa Italia Marco Crugnola 6–3, 6–2
9. 6 settembre 2010 Italia Città di Como Challenger, Como Cemento Rep. Ceca Ivo Minář 6–4, 6–3
10. 10 maggio 2015 Francia Open du Pays d'Aix, Aix en Provence Terra rossa Francia Paul-Henri Mathieu 7-61, 6-2
11. 27 settembre 2015 Slovacchia ATP Challenger Trophy, Trnava Terra rossa Argentina Horacio Zeballos 6-4, 6-1
12. 31 luglio 2016 Paesi Bassi The Hague Open, Scheveningen Terra rossa Slovacchia Adam Pavlásek 6-4, 6-7, 6-2
13. 25 settembre 2016 Romania BRD Sibiu Challenger, Sibiu Terra rossa Italia Lorenzo Giustino 7-62, 6-2

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]