Pandemia di COVID-19 del 2020 in Uruguay

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pandemia di COVID-19 del 2020 in Uruguay
epidemia
COVID-19 Outbreak Cases in Uruguay.svg
I Dipartimenti dell'Uruguay con i casi confermati di coronavirus (al 1 ° giugno)

     1-4 casi

     5-9 casi

     10-49 casi

     50-99 casi

     100-499 casi

     50-999 casi

PatologiaCOVID-19
OrigineWuhan (Cina)
Nazione coinvoltaUruguay Uruguay
Periodo7 agosto 2020 -
in corso
Dati statistici[1]
Numero di casi1 325 (7 agosto 2020)
Numero di guariti1 095 (7 agosto 2020)
Numero di morti37 (7 agosto 2020)
Sito istituzionale

Il primo caso della pandemia di Covid-19 in Uruguay è stato confermato il 13 marzo 2020 dal Ministero della sanità pubblica[2], con i primi pochi casi arrivati dall'Italia e Spagna[3].

La maggior parte dei primi casi è stata ricondotta a un matrimonio con 500 invitati a Montevideo, dove ha partecipato uno stilista uruguaiano di ritorno dalla Spagna che in seguito è risultato positivo[4][5]. A metà marzo sono state introdotte varie misure di contenimento e alla fine di marzo sono seguite importanti restrizioni alla circolazione.

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 gennaio 2020, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha confermato che un nuovo coronavirus era la causa di una malattia respiratoria in un gruppo di persone nella città di Wuhan, nella privincia cinese di Hubei, dato che è stato riferito all'OMS il 31 dicembre 2019[6][7].

Il tasso di mortalità per COVID-19 è stato molto più basso della SARS del 2003[8], ma la trasmissione è stata significativamente maggiore, portando ad un bilancio totale delle vittime più alto[9][8].

Diffusione della pandemia[modifica | modifica wikitesto]

I primi quattro casi, tutti importati, sono stati segnalati il 13 marzo. Uno di loro aveva partecipato a un matrimonio con 500 persone[10], e altri due avevano fatto un viaggio in autobus di sei ore da Montevideo a Salto. Alcuni degli altri passeggeri di questa corsa sono stati contattati dalle autorità e tutti in seguito hanno sviluppato dei sintomi[11].

Il 14 marzo, è stato annunciato che i due pazienti che hanno preso il bus l'8 marzo avevano avuto circa 200 contatti, classificati come casi sospetti e ai quali è stata raccomandata la quarantena presso la propria abitazione[12][13].

La trasmissione a livello locale si è verificata con due casi non importati segnalati il 15 marzo[14] che hanno mostrato sintomi lievi di COVID-19[15]. Nei giorni precedenti, nei porti aerei e marittimi in Uruguay, erano stati analizzati ed esclusi oltre 60 casi sospetti. Si ritiene che l'arrivo relativamente tardivo dei casi COVID-19 in Uruguay sia legato, tra l'altro, alle scarse connessioni aeree dirette del paese con i paesi più colpiti dal virus: Cina, Germania, Italia settentrionale, Iran e Corea del Sud[16].

Il 15 marzo un medico che lavora in due istituti medici è risultato positivo. Sono stati contattati sia i pazienti che lo avevano visitato che i membri del team medico[17][18].

Il 16 marzo, è stato annunciato che una delle persone contaggiate era presente alle nozze in Paraguay e più tardi, venerdì 6 marzo, era andata a una riunione pre-partita della squadra di calcio della Prima Divisione uruguaiana, che ha generato almeno 20 contatti sospetti[19][20].

Il 17 marzo si è appreso che altri partecipanti al matrimonio, tre studenti di un'università privata che fino ad allora avevano frequentato corsi in presenza, si erano dimostrati positivi per il coronavirus. Ai loro compagni di classe fu chiesto di mettersi in quarantena[21].

Dei primi 29 casi confermati, 26 erano nella capitale di Montevideo, che ospita circa un terzo della popolazione del paese. Due casi erano a Salto e uno a Maldonado. Nove casi sono stati importati e i restanti venti sono stati trasmessi da uno dei casi confermati. Molti di questi primi casi erano legati al matrimonio che si era tenuto il 7 marzo a Carrasco dove erano presenti 500 persone, e al quale ha partecipato un rimpatriato dalla Spagna che in seguito ha sviluppato sintomi ed è risultato positivo per COVID-19[22][23][24]. Dei primi 55 casi del paese, 44 avevano partecipato al matrimonio[25]. Il passeggero di ritorno dalla Spagna in seguito disse: "Ho chiesto se ci fossero misure all'aeroporto perché stavo venendo dall'Europa e hanno detto di no"[25].

Il medico uruguaiano Martín Stryjewski ha affermato che è necessario un "cambiamento culturale". In Uruguay è prassi comune salutare le persone con un bacio sulla guancia; Stryjewski ha raccomandato alle persone di salutarsi senza toccarsi, di evitare di condividere la maté (una bevanda uruguaiana che viene tradizionalmente bevuta in comunità, condividendo la cannuccia) e di usare candeggina diluita per pulire le superfici che si toccano frequentemente[26].

All'inizio di aprile, è stato scoperto un focolaio presso l'ospedale Vilardebó, che è stato chiuso e messo in quarantena[27].

Andamento contagi[modifica | modifica wikitesto]

Casi di COVID-19 in Uruguay  V · D · M )
      Morti         Guarigioni         Casi attivi

Mar Mar Apr Apr Mag Mag Giu Giu Lug Lug Ultimi 15 giorni Ultimi 15 giorni

Data
Numero di casi
(incremento giornaliero in %)
Numero di morti
(incremento giornaliero in %)
13-03-2020
4(n.a.) 0(n.a.)
14-03-2020
6(+50%) 0(n.a.)
15-03-2020
8(+33%) 0(n.a.)
16-03-2020
29(+262%) 0(n.a.)
17-03-2020
50(+72%) 0(n.a.)
18-03-2020
79(+58%) 0(n.a.)
19-03-2020
94(+19%) 0(n.a.)
20-03-2020
110(+17%) 0(n.a.)
21-03-2020
135(+23%) 0(n.a.)
22-03-2020
158(+17%) 0(n.a.)
23-03-2020
162(+2,5%) 0(n.a.)
24-03-2020
189(+17%) 0(n.a.)
25-03-2020
217(+15%) 0(n.a.)
26-03-2020
238(+9,7%) 0(n.a.)
27-03-2020
274(+15%) 0(n.a.)
28-03-2020
304(+11%) 1(n.a.)
29-03-2020
309(+1,6%) 1(=)
30-03-2020
320(+3,6%) 1(=)
31-03-2020
338(+5,6%) 1(=)
01-04-2020
350(+3,6%) 2(+100%)
02-04-2020
369(+5,4%) 4(+100%)
03-04-2020
386(+4,6%) 4(=)
04-04-2020
400(+3,6%) 5(+25%)
05-04-2020
406(+1,5%) 6(+20%)
06-04-2020
415(+2,2%) 6(=)
07-04-2020
424(+2,2%) 7(+17%)
08-04-2020
456(+7,5%) 7(=)
09-04-2020
473(+3,7%) 7(=)
10-04-2020
494(+4,4%) 7(=)
11-04-2020
501(+1,4%) 7(=)
12-04-2020
480(-4,2%) 7(=)
13-04-2020
483(+0,62%) 8(+14%)
14-04-2020
492(+1,9%) 8(=)
15-04-2020
493(+0,2%) 9(+12%)
16-04-2020
502(+1,8%) 9(=)
17-04-2020
508(+1,2%) 9(=)
18-04-2020
517(+1,8%) 9(=)
19-04-2020
528(+2,1%) 10(+11%)
20-04-2020
535(+1,3%) 10(=)
21-04-2020
543(+1,5%) 12(+20%)
22-04-2020
549(+1,1%) 12(=)
23-04-2020
557(+1,5%) 12(=)
24-04-2020
563(+1,1%) 12(=)
25-04-2020
596(+5,9%) 14(+17%)
26-04-2020
606(+1,7%) 15(+7,1%)
27-04-2020
620(+2,3%) 15(=)
28-04-2020
625(+0,81%) 15(=)
29-04-2020
630(+0,8%) 15(=)
30-04-2020
643(+2,1%) 17(+13%)
01-05-2020
648(+0,78%) 17(=)
02-05-2020
652(+0,62%) 17(=)
03-05-2020
655(+0,46%) 17(=)
04-05-2020
657(+0,31%) 17(=)
05-05-2020
670(+2%) 17(=)
06-05-2020
673(+0,45%) 17(=)
07-05-2020
684(+1,6%) 17(=)
08-05-2020
694(+1,5%) 18(+5,9%)
09-05-2020
702(+1,2%) 18(=)
10-05-2020
707(+0,71%) 19(+5,6%)
11-05-2020
711(+0,57%) 19(=)
12-05-2020
717(+0,84%) 19(=)
13-05-2020
719(+0,28%) 19(=)
14-05-2020
724(+0,7%) 19(=)
15-05-2020
732(+1,1%) 19(=)
16-05-2020
733(+0,14%) 19(=)
17-05-2020
734(+0,14%) 20(+5,3%)
18-05-2020
737(+0,41%) 20(=)
19-05-2020
738(+0,14%) 20(=)
20-05-2020
746(+1,1%) 20(=)
21-05-2020
749(+0,4%) 20(=)
22-05-2020
753(+0,53%) 20(=)
23-05-2020
764(+1,5%) 22(+10%)
24-05-2020
769(+0,65%) 22(=)
25-05-2020
787(+2,3%) 22(=)
26-05-2020
789(+0,25%) 22(=)
27-05-2020
803(+1,8%) 22(=)
28-05-2020
811(+1%) 22(=)
29-05-2020
816(+0,62%) 22(=)
30-05-2020
821(+0,61%) 22(=)
31-05-2020
823(+0,24%) 22(=)
01-06-2020
825(+0,24%) 23(+4,5%)
02-06-2020
826(+0,12%) 23(=)
03-06-2020
828(+0,24%) 23(=)
04-06-2020
832(+0,48%) 23(=)
05-06-2020
834(+0,24%) 23(=)
06-06-2020
845(+1,3%) 23(=)
07-06-2020
845(=) 23(=)
08-06-2020
845(=) 23(=)
09-06-2020
846(+0,12%) 23(=)
10-06-2020
847(+0,12%) 23(=)
11-06-2020
847(=) 23(=)
12-06-2020
847(=) 23(=)
13-06-2020
847(=) 23(=)
14-06-2020
848(+0,12%) 23(=)
15-06-2020
848(=) 23(=)
16-06-2020
849(+0,12%) 24(+4,3%)
17-06-2020
849(=) 24(=)
18-06-2020
850(+0,12%) 24(=)
19-06-2020
853(+0,35%) 24(=)
20-06-2020
859(+0,7%) 25(+4,2%)
21-06-2020
876(+2%) 25(=)
22-06-2020
882(+0,68%) 25(=)
23-06-2020
885(+0,34%) 25(=)
24-06-2020
902(+1,9%) 26(+4%)
25-06-2020
907(+0,55%) 26(=)
26-06-2020
919(+1,3%) 26(=)
27-06-2020
924(+0,54%) 26(=)
28-06-2020
929(+0,54%) 27(+3,8%)
29-06-2020
932(+0,32%) 27(=)
30-06-2020
936(+0,43%) 27(=)
01-07-2020
943(+0,75%) 28(+3,7%)
02-07-2020
947(+0,42%) 28(=)
03-07-2020
952(+0,53%) 28(=)
04-07-2020
955(+0,32%) 28(=)
05-07-2020
956(+0,1%) 28(=)
06-07-2020
960(+0,42%) 29(+3,6%)
07-07-2020
965(+0,52%) 29(=)
08-07-2020
974(+0,93%) 29(=)
09-07-2020
977(+0,31%) 29(=)
10-07-2020
985(+0,82%) 29(=)
11-07-2020
986(+0,1%) 30(+3,4%)
12-07-2020
987(+0,1%) 31(+3,3%)
Fonte:
  • Ministero della sanità pubblica dell'Uruguay (2020).
La diminuzione dei casi del 12 aprile 2020 è dovuta al fatto che in precedenza i test positivi venivano contati come casi confermati, sebbene alcuni casi confermati fossero stati ritestati. Ma dal 12 aprile 2020, i casi confermati vengono esaminati separatamente dai test positivi.


Risposta del governo[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la conferma dei primi casi, sono state introdotte varie misure: sono stati cancellati gli spettacoli con il pubblico e sono stati chiusi alcuni luoghi pubblici. Il sindacato "Gremial Única del Taxi" ha chiesto ai passeggeri di non sedersi più davanti ai taxi. Il Broad Front ha temporaneamente sospeso la campagna politica e la candidata della Coalizione Multicolore Laura Raffo ha dichiarato che avrebbe sospeso gli eventi della campagna organizzati in spazi chiusi. I cinema hanno iniziato a richiedere ai clienti di sedersi lasciando un posto vuoto tra di loro. I vescovi cattolici hanno apportato alcune modifiche alle cerimonie[28]. I centri commerciali sono stati chiusi il 17 marzo 2020[29]. Il 18 marzo El País ha riferito che il ministro Jorge Larrañaga ha consigliato ai residenti di rimanere a casa il più possibile[29].

Il 13 marzo 2020 l'Università della Repubblica ha annullato le lezioni[30], e successivamente ha annunciato piani per apprendimento a distanza per il resto del semestre[31]. Sabato 14 marzo il governo ha annunciato una sospensione di due settimane delle lezioni nelle scuole pubbliche e private. Le scuole dovevano rimanere aperte per fornire i pasti agli studenti, ma senza lezioni[30]. La sospensione delle lezioni è stata successivamente prorogata al 13 aprile, ed in seguito prorogata a tempo indeterminato[32]. Gli studenti sono passati alle lezioni online usando i computer e gli strumenti online che erano già stati istituiti attraverso il Plan Ceibal. Le scuole private che non utilizzavano Ceibal hanno iniziato ad utilizzare Zoom, Webex, WhatsApp, Google Classroom e Moodle[33].

Il 16 marzo, il governo ha emesso un ordine di chiusura di tutti i valichi di frontiera tranne l'Aeroporto Internazionale di Carrasco[34]. Il confine con l'Argentina è stato chiuso a partire dal 17 marzo a mezzanotte[35]. La chiusura riguardava sia i viaggi fluviali che quelli aerei[35]. Il presidente Luis Lacalle Pou ha affermato che l'idea di chiudere il confine con il Brasile era "un po' più complessa", perché si tratta di un confine di terra asciutta e molte persone che vivono vicino al confine vivono una "vita binazionale"[35]. Lacalle Pou ha consigliato alle persone di età superiore ai 65 anni di rimanere a casa[35]. I voli dagli Stati Uniti sono stati sospesi a partire dal 18 marzo[36], e dall'Europa a partire dal 20 marzo a mezzanotte (00:00)[37], momento in cui l'aeroporto doveva chiudere[34].

Il governo ha raccomandato ai cittadini di lavorare da casa e di non viaggiare, e ha introdotto un servizio gratuito di consulenza medica per telefono. Per liberare i letti negli ospedali, è stato possibile riprogrammare gli interventi chirurgici[37]. Il Ministero degli Interni ha annunciato che gli agenti di pattuglia avrebbero circolato con altoparlanti chiedendo ai cittadini di non incontrarsi in grandi gruppi[29]. Nelle carceri e nelle attività per i detenuti soggetti a restrizioni sono stati introdotti controlli della temperatura corporea[38].

Il 17 marzo, il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha pubblicato un elenco con i dei prezzi dei prodotti, come gel a base di alcool, alcool rettificato, e mascherine chirurgiche, al fine di evitare truffe sui prezzi. L'elenco indicava i luoghi in cui i prodotti potevano essere acquistati e i loro prezzi in ciascun punto di vendita[26][39].

Il 18 marzo il governo ha affermato che "tutto è pronto", compresa la possibilità di una "quarantena generale", per affrontare il virus[22]. In seguito alle migliaia di richieste di indennità di disoccupazione, il governo ha annunciato sussidi e altre misure per attenuare l'impatto economico della pandemia[40].

Il Sindicato Médico del Uruguay ha richiesto una quarantena generale, la chiusura di tutte le attività e le attività non essenziali. A partire dal 19 marzo, questa possibilità era stata discussa dal governo ma non era stata implementata a causa delle preoccupazioni sui suoi effetti economici[41].

Alla fine marzo, il governo ha chiuso i confini dell'Uruguay ai turisti stranieri, con l'eccezione dei residenti uruguaiani, dei passeggeri in transito e delle città al confine con il Brasile[42].

Il 30 marzo, il governo ha annunciato che dal 1 al 12 aprile sarebbero state prese misure per limitare i movimenti all'interno del paese in vista della "Settimana del turismo" (il termine uruguaiano per la Settimana Santa). Ai residenti è stato consigliato di non usare camper o di viaggiare con armi da caccia. Ai citadini è stato consigliato di rimanere a casa ed evitare di recarsi in luoghi pubblici o campeggi, che sono stati chiusi[43].

Impatto socio-economico[modifica | modifica wikitesto]

Le richieste di disoccupazione sono aumentate notevolmente a metà marzo, ma sono leggermente diminuite alla fine del mese, per poi aumentare nuovamente all'inizio di aprile. Nel mese di marzo sono state registrate 86.000 domande di disoccupazione, mentre in un mese medio vede circa 11.000. La maggior parte (circa l'85%) delle richieste era dovuta al lockdown e solo il 3% era dovuto a licenziamenti.[44]

All'inizio di aprile, l'utilizzo di Internet da casa era aumentato del 32% e l'uso da dispositivo mobile era aumentato del 44%, secondo la società statale di telecomunicazioni Antel.[45]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Casi confermati in Uruguay per dipartimento al 7 agosto 2020.[46]
Dipartimento Casi Confermati Guariti Decessi
Montevideo 816 668 21
Salto 17 14 1
Maldonado 54 47 4
Canelones 175 135 3
Colonia 14 13 -
Flores 3 2 -
Rocha 7 6 -
Soriano 2 1 1
Paysandú 4 3 -
Lavalleja 5 4 -
Río Negro 12 10 -
San José 11 8 -
Durazno 1 1 -
Treinta y Tres 102 99 2
Rivera 66 56 4
Artigas 19 13 -
Cerro Largo 12 11 1
Tacuarembó 5 4 -
Totale 1,325 1,095 37

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Numero complessivo di casi confermati e sospetti.
  2. ^ (ES) A brand-new challenge, El Observador, 15 marzo 2020.
  3. ^ (ES) Confirmaron primeros 4 casos de coronavirus en Uruguay; todos habían regresado de Italia, El País, 13 marzo 2020.
  4. ^ Half of Uruguay's coronavirus cases traced to a single guest at a society party, in The Guardian. URL consultato il 30 marzo 2020.
  5. ^ Half of Uruguay's COVID-19 cases can be traced to one fashion designer, Fastcompany.com. URL consultato il 23 maggio 2020.
  6. ^ Elsevier, Novel Coronavirus Information Center, su Elsevier Connect. URL consultato il 15 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 30 gennaio 2020).
  7. ^ Matt Reynolds, What is coronavirus and how close is it to becoming a pandemic?, in Wired UK, 4 marzo 2020, ISSN 1357-0978 (WC · ACNP). URL consultato il 5 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2020).
  8. ^ a b Crunching the numbers for coronavirus, su Imperial News. URL consultato il 15 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 19 marzo 2020).
  9. ^ World Federation Of Societies of Anaesthesiologists – Coronavirus, su www.wfsahq.org. URL consultato il 15 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2020).
  10. ^ Diseñadora de moda estuvo en un casamiento con 500 personas, sin saber que tenía coronavirus, su La Red 21, 13 marzo 2020. URL consultato il 14 marzo 2020.
  11. ^ Lo que se sabe, in El Observador, 14 marzo 2020. URL consultato il 14 marzo 2020.
  12. ^ (ES) Van seis casos de coronavirus en Uruguay; todos se encuentran fuera de peligro, su El País, 14 marzo 2020. URL consultato il 14 marzo 2020.
  13. ^ Hay 80 casos sospechosos de coronavirus en cuarentena en Salto, su Telemundo 12, 15 marzo 2020. URL consultato il 15 marzo 2020.
  14. ^ (ES) Pacientes contagiados con coronavirus tienen entre 55 y 60 años; uno solo 35, in Diario EL PAIS Uruguay. URL consultato il 19 marzo 2020.
  15. ^ (ES) MSP confirma primeros casos de coronavirus en Uruguay, su 180.com.uy, 13 marzo 2020. URL consultato il 13 marzo 2020.
  16. ^ (ES) ¿Por qué aún no hay casos de coronavirus en el Uruguay? esto dice un jerarca del MSP, su La Red 21, 13 marzo 2020. URL consultato il 13 marzo 2020.
  17. ^ Un médico de Maldonado es el primer caso de coronavirus local, su Gente on line, 15 marzo 2020. URL consultato il 17 marzo 2020.
  18. ^ El avance del coronavirus en Uruguay empieza a afectar las capacidades del sistema de salud, según la Sociedad de Medicina Intensiva, su Telemundo 12, 18 marzo 2020. URL consultato il 18 marzo 2020.
  19. ^ Torque está en cuarentena, in La Prensa, 16 marzo 2020. URL consultato il 16 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 19 marzo 2020).
  20. ^ El plantel de Mvd City Torque se encuentra en cuarentena por contacto con Bordaberry, in Ovación, 16 marzo 2020. URL consultato il 16 marzo 2020.
  21. ^ La Católica informa que tres estudiantes y un funcionario tienen coronavirus, su Subrayado, 17 marzo 2020. URL consultato il 17 marzo 2020.
  22. ^ a b (ES) Gobierno tiene sobre la mesa declarar la "cuarentena general" por el coronavirus, in Diario EL PAIS Uruguay. URL consultato il 18 marzo 2020.
  23. ^ (ES) "Estuve en un casamiento con 500 personas", relató diagnosticada con coronavirus en Uruguay, su Diario EL PAIS Uruguay. URL consultato il 19 marzo 2020.
  24. ^ Uki Goñi, Half Uruguay's coronavirus cases traced to a single guest at a society party, in The Guardian, 19 marzo 2020. URL consultato il 19 marzo 2020.
  25. ^ a b MSP detectó que al menos 44 contagios por coronavirus provinieron del "vector Carmela", in El Observador. URL consultato il 19 marzo 2020.
  26. ^ a b (ES) Coronavirus: Economía publica precios de insumos para evitar que haya subas excesivas, in Diario EL PAIS Uruguay. URL consultato il 19 marzo 2020.
  27. ^ Casos diarios de coronavirus aumentaron fuertemente por contagio en el Hospital Vilardebó, in El Observador. URL consultato il 9 aprile 2020.
  28. ^ (ES) Una clave y 900 camas ante el avance del coronavirus, in Diario EL PAIS Uruguay. URL consultato il 19 marzo 2020.
  29. ^ a b c (ES) Cierran los shoppings por el coronavirus; hay cientos de uruguayos varados en el exterior, su Diario EL PAIS Uruguay. URL consultato il 18 marzo 2020.
  30. ^ a b (ES) Gobierno suspende clases en todo el país durante dos semanas por coronavirus, in Diario EL PAIS Uruguay. URL consultato il 19 marzo 2020.
  31. ^ (ES) Rector de la UdelaR anunció medidas para realizar primer semestre a distancia, in Diario EL PAIS Uruguay. URL consultato il 4 aprile 2020.
  32. ^ Gobierno suspendió las clases por tiempo indefinido, in El Observador. URL consultato il 4 aprile 2020.
  33. ^ (ES) El coronavirus trajo récord de uso de plataformas del Plan Ceibal, in Diario EL PAIS Uruguay. URL consultato il 4 aprile 2020.
  34. ^ a b Gobierno confirma 29 casos en Uruguay y decreta cierre de fronteras con Argentina, in El País, 16 marzo 2020. URL consultato il 16 marzo 2020.
  35. ^ a b c d Uruguay closes borders with Argentina in bid to block coronavirus, in Buenos Aires Times. URL consultato il 18 marzo 2020.
  36. ^ Suspenden vuelos desde Europa para contener el brote y lanzarán una nueva app, in El Observador. URL consultato il 19 marzo 2020.
  37. ^ a b (ES) Gobierno suspenderá vuelos desde Europa, habilitará chatbot para consultas y nueva app, in Diario EL PAIS Uruguay. URL consultato il 19 marzo 2020.
  38. ^ (ES) Coronavirus: qué medidas se tomaron en las cárceles para prevenir el contagio, in Diario EL PAIS Uruguay. URL consultato il 19 marzo 2020.
  39. ^ Tabla comparativa de precios de productos de cuidado personal, su gub.uy. URL consultato il 19 marzo 2020.
  40. ^ (ES) Gobierno decide sobre una licencia especial para 45.000 obreros de la construcción, in Diario EL PAIS Uruguay. URL consultato il 19 marzo 2020.
  41. ^ Médicos piden cuarentena general pero el gobierno quiere mantener la economía encendida, in El Observador. URL consultato il 19 marzo 2020.
  42. ^ (ES) Cierre total de fronteras para extranjeros, salvo en ciudades de frontera con Brasil, in subrayado.com.uy. URL consultato il 1º aprile 2020.
  43. ^ (ES) Ministerio del Interior comenzará el miércoles operativos de control vehicular y de personas, su Ministerio del Interior. URL consultato il 2 aprile 2020.
  44. ^ https://www.elobservador.com.uy/nota/solicitudes-de-seguro-paro-de-abril-duplicaron-en-dos-dias-las-de-un-mes-promedio-20204316433
  45. ^ https://www.elobservador.com.uy/nota/servicios-de-internet-fijos-aumentaron-uso-hasta-32-por-dia-202043181354
  46. ^ Monitor COVID-19 Uruguay, su pasteur.uy.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]