Luis Alberto Lacalle Pou

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Luis Alberto Lacalle Pou
2020-03-01 Cerimônia de Transmissão de Mandato Presidencial (cropped).jpg

42º Presidente dell'Uruguay
In carica
Inizio mandato 1º marzo 2020
Predecessore Tabaré Vázquez

Senatore della Repubblica
Durata mandato 15 febbraio 2015 –
12 agosto 2019

Dati generali
Partito politico Partito Nazionale
Università Universidad Católica del Uruguay
Professione Avvocato
Firma Firma di Luis Alberto Lacalle Pou

Luis Alberto Alejandro Aparicio Lacalle Pou (Montevideo, 11 agosto 1973) è un politico uruguaiano, presidente dell'Uruguay dal 2020.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lacalle Pou è il secondo figlio dell'ex presidente Luis Alberto Lacalle e di Julia Pou, ex senatrice e first lady dell'Uruguay. Ha studiato alle scuole britanniche di Montevideo e nel 1998 si è laureato in giurisprudenza presso l'Università cattolica dell'Uruguay.

Ha seguito le orme politiche del padre ed è un esponente del Partito Nazionale, di ispirazione conservatrice e nazionalista.

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

È stato eletto deputato per Canelones in occasione delle elezioni parlamentari del 1999, venendo riconfermato anche nel 2004 e nel 2009.

Nel novembre 2007 Lacalle Pou è stato coinvolto in una rissa di fronte alle telecamere nella Camera dei rappresentanti dell'Uruguay[1]. I portavoce di governo e opposizione, in seguito hanno preso le distanze dall'episodio.

Nel 2011 è stato presidente della Camera dei Deputati sino al 2012.[2] È stato inoltre senatore dal 2015 al 2019.[3][4]

Candidatura presidenziale[modifica | modifica wikitesto]

2014[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 marzo 2014, Lacalle Pou ha ufficializzato la sua candidatura a presidente per le elezioni presidenziali di ottobre. Viene però sconfitto al ballottaggio del 30 novembre contro l'ex presidente Tabaré Vázquez[5].

2019[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2019 è nuovamente candidato presidente alle elezioni presidenziali e in questa tornata, dopo che i conteggi sono stati fatti una seconda volta dal momento che la differenza tra i candidati era apparsa minima,[6][7] risulta eletto per poco più di 37.000 voti contro lo sfidante Daniel Martínez. È entrato in carica il 1º marzo 2020.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Sposato dal 2000 con Lorena Ponce de León, i due hanno tre figli: Luis Alberto, Violeta e Manuel.

Lacalle Pou è un appassionato surfista, sport che pratica dagli anni Ottanta.[8] Ama inoltre cacciare cinghiali[9] (che sono considerati pestiferi in Uruguay).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Partido Nacional y FA repudiaron pelea entre diputados Archiviato il 12 gennaio 2008 in Internet Archive. (ES)
  2. ^ (ES) Lacalle Pou presidirá la Cámara de Diputados, in El Observador, 11 aprile 2011.
  3. ^ (ES) Pablo S. Fernández, Lacalle Pou renuncia al Senado el lunes 12 antes de iniciar la gira electoral, in Diario EL País, 9 agosto 2019.
  4. ^ (ES) Lacalle Pou renunciará al Senado y no cobrará subsidio, in El Observador, 9 agosto 2019.
  5. ^ (ES) Luis Lacalle Pou venció a Larrañaga y rompió con todos los pronósticos, EL PAIS, 2 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 2 giugno 2014). (ES)
  6. ^ (ES) Corte Electoral dice que el ganador se conocerá entre "jueves o viernes", in El País, 24 novembre 2019.
  7. ^ (ES) La Corte no anuncia ganador, debido a que la diferencia es menor a votos observados, su Montevideo Portal, 24 novembre 2019. URL consultato il 25 novembre 2019.
  8. ^ (ES) Pablo Zanocchi, Un surfista fue electo presidente de Uruguay, su Dukesurf.com, 28 novembre 2019. URL consultato il 2 dicembre 2019.
  9. ^ (ES) Alfredo Garcia, El último jabalí, in Semanario Voces, 5 ottobre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]