Nastri d'argento 2005

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La cerimonia di premiazione della 60ª edizione dei Nastri d'argento, a eccezione di quelli per i cortometraggi[1], si è svolta il 4 febbraio 2005 presso l'Auditorium di Roma[2] ed è stata presentata da Sabrina Impacciatore[3]. I premi per i cortometraggi sono stati invece consegnati il 16 dicembre 2005.[1]

Le candidature sono state rese note il 22 gennaio 2005 presso l'Hotel de Russie. Sono stati selezionati 36 degli 80 film italiani distribuiti nel corso del 2004.[4] Il maggior numero di candidature (otto) è stato ottenuto da Le chiavi di casa di Gianni Amelio e Le conseguenze dell'amore di Paolo Sorrentino.

I film che hanno ricevuto più premi (quattro) sono Non ti muovere di Sergio Castellitto e Le conseguenze dell'amore.

Vincitori e candidati[modifica | modifica wikitesto]

I vincitori sono indicati in grassetto, a seguire gli altri candidati.

Regista del miglior film italiano[modifica | modifica wikitesto]

Miglior regista italiano esordiente[modifica | modifica wikitesto]

Miglior produttore[modifica | modifica wikitesto]

Migliore soggetto[modifica | modifica wikitesto]

Migliore sceneggiatura[modifica | modifica wikitesto]

Migliore attrice protagonista[modifica | modifica wikitesto]

Migliore attore protagonista[modifica | modifica wikitesto]

Migliore attrice non protagonista[modifica | modifica wikitesto]

Migliore attore non protagonista[modifica | modifica wikitesto]

Migliore fotografia[modifica | modifica wikitesto]

Migliore sonoro in presa diretta[modifica | modifica wikitesto]

Migliore scenografia[modifica | modifica wikitesto]

Migliori costumi[modifica | modifica wikitesto]

Migliore montaggio[modifica | modifica wikitesto]

Migliore musica[modifica | modifica wikitesto]

Migliore canzone[modifica | modifica wikitesto]

Regista del miglior film straniero[modifica | modifica wikitesto]

Nastro d'argento europeo[modifica | modifica wikitesto]

Nastro d'argento speciale[modifica | modifica wikitesto]

Nastro d'argento speciale per il doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Miglior cortometraggio[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Nastri d'argento 2005: Il miglior corto è “Trevirgolaottantasette” di Valerio Mastandrea, su nonsolocinema.com, 16 dicembre 2005. URL consultato il 7 novembre 2018.
  2. ^ Cinema, a Gianni Amelio il Nastro d'Argento 2005, la Repubblica, 4 febbraio 2005. URL consultato il 7 novembre 2018.
  3. ^ Nastri, gli impacci dell'Impacciatore, la Repubblica, 5 febbraio 2005. URL consultato il 7 novembre 2018.
  4. ^ Fabio Fusco, Annunciate le nominations per i Nastri d'Argento 2005, su Movieplayer.it, 24 gennaio 2005. URL consultato il 1º giugno 2013.
  5. ^ a b 'Trevirgolaottantasette' di Mastandrea è il miglior corto del 2005, la Repubblica, 12 dicembre 2005. URL consultato il 7 novembre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema