Comeglians

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Comeglians
comune
Comeglians – Stemma Comeglians – Bandiera
Comeglians – Veduta
Panorama dalla chiesa di San Giorgio
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneFriuli-Venezia-Giulia-Stemma.svg Friuli-Venezia Giulia
ProvinciaNon presente
Amministrazione
SindacoStefano De Antoni (lista civica) dal 6-6-2016
Territorio
Coordinate46°31′N 12°53′E / 46.516667°N 12.883333°E46.516667; 12.883333 (Comeglians)Coordinate: 46°31′N 12°53′E / 46.516667°N 12.883333°E46.516667; 12.883333 (Comeglians)
Altitudine553 m s.l.m.
Superficie19,41 km²
Abitanti461[1] (31-12-2019)
Densità23,75 ab./km²
FrazioniCalgaretto, Maranzanis, Mieli, Noiaretto, Povolaro, Runchia, Tualis
Comuni confinantiOvaro, Paluzza, Prato Carnico, Ravascletto, Rigolato
Altre informazioni
Lingueitaliano, friulano
Cod. postale33023
Prefisso0433
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT030029
Cod. catastaleC918
TargaUD
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Nome abitanticomeglianesi, comeglianotti
Patronosan Nicola
Giorno festivo6 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Comeglians
Comeglians
Comeglians – Mappa
Posizione del comune di Comeglians nella ex provincia di Udine
Sito istituzionale

Comeglians (Comelians in friulano)[2] è un comune italiano di 461[1] abitanti del Friuli-Venezia Giulia. Fa parte del club dei borghi autentici d'Italia[3]. Per molti anni, grazie alla sua posizione strategica alla confluenza di tre valli, Comeglians fu un centro importante per la raccolta e la distribuzione del legname, attività che vennero a diminuire drasticamente dopo l'ultima guerra.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Sorge in una conca a 553 m s.l.m. in Val Degano, nella regione alpina della Carnia. Oltre al capoluogo, il comune comprende le frazioni di:

  • Calgaretto (Cjalgjarêt) m 750
  • Maranzanis (Maranzanis loc. Maranzanas) m 608
  • Mieli (Mieli) m 640
  • Noiaretto (Naiarêt) m 802
  • Povolaro (Povolâr) m 605
  • Tualis (Tualiis loc. Tualias) m 908

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Comelians non è altro che il plurale friulano della parola (sempre in lingua friulana) comeliàn, che significa abitante/nativo del Comelico. Probabilmente infatti i primi abitatori del paese dovevano provenire proprio da quel territorio.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di San Nicolò, risalente al XIII secolo con campanile a vela, all'interno si trovano affreschi di epoca medievale e una tela del settecento attribuita ad Antonio Agostini.
  • Chiesa parrocchiale di San Giorgio, situata su uno sperone roccioso in località Runchia a 640 m s.l.m. in posizione panoramica sulla media Val Degano, l'attuale edificio risale al XVIII secolo ma le origini sono molto più antiche, all'interno vi si trova un'ara sepolcrale romana del I secolo, vi è annesso il cimitero comunale.
  • Rifugio Chiadinas
  • Borgo di Comeglians
  • Chiesa di San Vincenzo Martire
  • Oggi il paese conserva delle borgate storiche con alcuni palazzi di particolare interesse, come Cjase Boter e Palazzo Di Gleria.
  • Dalla frazione di Tualis parte una strada che risale il versante meridionale del Monte Crostis: è la cosiddetta Panoramica delle Vette, un itinerario per gli appassionati di ciclismo che raggiunge quota 1900 metri con vista sulle montagne circostanti.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

A Comeglians, accanto alla lingua italiana, la popolazione utilizza la lingua friulana. Ai sensi della Deliberazione n. 2680 del 3 agosto 2001 della Giunta della Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia, il Comune è inserito nell'ambito territoriale di tutela della lingua friulana ai fini della applicazione della legge 482/99, della legge regionale 15/96 e della legge regionale 29/2007[5].
La lingua friulana che si parla a Comeglians rientra fra le varianti appartenenti al friulano carnico[6].

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il comune fa parte dell'associazione intercomunale Alta Val Degano–Val Pesarina costituita nel 2007 insieme ai comuni di Forni Avoltri, Ovaro, Prato Carnico e Rigolato.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2019.
  2. ^ toponomastica ufficiale (DPReg 016/2014), su arlef.it.
  3. ^ Sito borghi autentici d'Italia
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Toponomastica: denominazioni ufficiali in lingua friulana., su arlef.it.
  6. ^ Lingua e cultura, su arlef.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN130536862