Campionato mondiale di Formula 1 1966

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Campionato mondiale di Formula 1 1966
Edizione n. 17 del Campionato mondiale di Formula 1
Dati generali
Inizio22 maggio
Termine23 ottobre
Prove9
Titoli in palio
PilotiBandiera dell'Australia Jack Brabham
su Brabham BT19
CostruttoriBandiera del Regno Unito Brabham
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso

Il campionato mondiale di Formula 1 1966 organizzato dalla FIA è stato, nella storia della categoria, il 17° ad assegnare il Campionato Piloti e il 9° ad assegnare il Campionato Costruttori. È iniziato il 22 maggio e terminato il 23 ottobre, dopo 9 gare. Il titolo dei piloti andò a Jack Brabham, Campione del Mondo per la terza volta in carriera; il titolo costruttori fu vinto dal team del pilota australiano, la Brabham.

Jack Brabham vince il suo terzo ed ultimo titolo mondiale a quarant'anni suonati.

Norme tecniche[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 1966 segna un punto di svolta nella storia della F1, dato che entrarono in vigore nuove norme tecniche che prevedevano un raddoppio della cilindrata massima, rispetto ai precedenti 1.500 cm³, con un limite di peso pari a 500 kg. Venivano altresì ammessi propulsori sovralimentati fino a 1.500 cm³, oltre a motori Wankel e a turbina, senza limiti di cubatura.[1] Tali variazioni erano stata adottate in seguito alle trattative per la creazione della "Formula Intercontinentale" che nelle intenzioni dei suoi promotori avrebbe dovuto unificare le norme tecniche della Formula 1 e della Formula Indianapolis.[2]

Piloti e costruttori[modifica | modifica wikitesto]

I seguenti team e piloti parteciparono al campionato mondiale di Formula 1 nella stagione 1966.

Nome del Team Costruttore Modello Motore Gomme Piloti
Bandiera del Regno Unito Team Lotus Lotus 43
33
BRM
Climax
F
D
Bandiera del Regno Unito Peter Arundell[3]
Bandiera del Regno Unito Jim Clark
Bandiera dell'Italia Geki
Bandiera del Messico Pedro Rodríguez
Bandiera del Regno Unito Brabham Racing Organisation Brabham BT19
BT20
BT22
Repco
Climax
G Bandiera dell'Australia Jack Brabham
Bandiera della Nuova Zelanda Denny Hulme
Bandiera del Regno Unito Chris Irwin
DW Racing Enterprises Brabham BT11 Climax F Bandiera del Regno Unito Bob Anderson
Bandiera della Nuova Zelanda Chris Amon (privato) Brabham BT11 BRM D Bandiera della Nuova Zelanda Chris Amon
Bandiera del Regno Unito David Bridges Brabham BT11 BRM G Bandiera del Regno Unito John Taylor
Bandiera del Regno UnitoBruce McLaren Motor Racing McLaren M2B Ford
Serenissima
F Bandiera della Nuova Zelanda Bruce McLaren
Bandiera della Nuova Zelanda Chris Amon
Bandiera dell'ItaliaScuderia Ferrari SEFAC SpA Ferrari 312
246 F1-66
Ferrari D
F
Bandiera dell'Italia Ludovico Scarfiotti
Bandiera dell'Italia Lorenzo Bandini
Bandiera del Regno Unito Mike Parkes
Bandiera del Regno Unito John Surtees
Bandiera del Regno Unito Owen Racing Organ. BRM P83
P261
P115
BRM D Bandiera del Regno Unito Jackie Stewart
Bandiera del Regno Unito Graham Hill
Team Chamaco-Collect BRM P261 BRM G
D
Bandiera degli Stati Uniti Bob Bondurant
Bandiera del Regno Unito Vic Wilson
Bandiera del Regno Unito Bernard White Racing BRM P261 BRM P142 D Bandiera del Regno Unito Innes Ireland
Bandiera del Regno Unito Reg Parnell Racing Lotus
BRM
Ferrari
25
P261
246 F1-66
Climax
BRM
Ferrari
D
G
F
Bandiera del Regno Unito Richard Attwood
Bandiera del Regno Unito Paul Hawkins
Bandiera del Regno Unito Mike Spence
Bandiera dell'Italia Giancarlo Baghetti
Bandiera del Regno Unito Cooper Car Company Cooper T81 Maserati G Bandiera del Messico Moisés Solana
Bandiera dell'Austria Jochen Rindt
Bandiera del Regno Unito John Surtees
Bandiera degli Stati Uniti Richie Ginther
Bandiera della Nuova Zelanda Chris Amon
Bandiera della Francia Guy Ligier (privato) Cooper T81 Maserati D Bandiera della Francia Guy Ligier
Bandiera del Regno Unito J.A. Pearce Engineering Cooper T73 Ferrari D Bandiera del Regno Unito Chris Lawrence
Bandiera della Svezia J. Bonnier Racing Team Cooper
Brabham
Brabham
T81
BT22
BT7
Maserati
Climax
D
F
Bandiera della Svezia Jo Bonnier
Bandiera del Regno Unito RRC Walker Racing Team Cooper
Brabham
T81
BT11
Maserati
BRM
D Bandiera della Svizzera Jo Siffert
Bandiera degli Stati Uniti Anglo American Racers Eagle T1F
T1G
Weslake
Climax
G Bandiera degli Stati Uniti Dan Gurney
Bandiera degli Stati Uniti Phil Hill
Bandiera degli Stati Uniti Bob Bondurant
Bandiera del Regno Unito Shannon Racing Cars Shannon SH1 Climax D Bandiera del Regno Unito Trevor Taylor
Bandiera del Giappone Honda R&D Company Honda RA 273 Honda G Bandiera degli Stati Uniti Richie Ginther
Bandiera degli Stati Uniti Ronnie Bucknum
J.Willment Automobiles BRP MK2 Climax D Bandiera dell'Australia Frank Gardner

I seguenti team e piloti parteciparono al campionato mondiale di Formula 1 al Gran Premio di Germania con vetture di Formula 2.

Nome del Team Costruttore Modello Motore Gomme Piloti
Roy Winckelmann Racing Brabham BT18 Ford-Cosworth D Bandiera del Regno Unito Alan Rees
Bandiera della Germania Hans Herrmann
Bandiera della Francia Matra Sports Matra MS5 Ford-Cosworth D Bandiera della Francia Jo Schlesser
Bandiera della Francia Jean-Pierre Beltoise
Bandiera del Regno Unito Team Lotus Lotus 44 Ford-Cosworth D Bandiera del Regno Unito Piers Courage
Bandiera della Germania Gerhard Mitter
Bandiera del Messico Pedro Rodríguez
Caltex Racing Team Brabham BT18 Ford-Cosworth D Bandiera della Germania Kurt Ahrens
Bandiera del Regno Unito Tyrrell Racing Organisation Matra MS5 Ford-Cosworth D Bandiera del Belgio Jacky Ickx
Bandiera della Germania Hubert Hahne
Bandiera del Regno Unito Midland Racing Partnership Lola T62 Ford-Cosworth D Bandiera del Regno Unito Richard Attwood
Bandiera della SvizzeraSilvio Moser (privato) Brabham BT16 Ford-Cosworth D Bandiera della Svizzera Silvio Moser
Bandiera della Svizzera Anglo Suisse Racing Team Cooper BT82 BRM D Bandiera dell'Italia Giancarlo Baghetti

Riassunto della stagione[modifica | modifica wikitesto]

Gran Premio di Monaco[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio di Monaco 1966.

Monte Carlo - 22 maggio 1966 - 24e Grand Prix Automobile de Monaco

Ordine d'arrivo[modifica | modifica wikitesto]

  1. Jackie Stewart (BRM)
  2. Lorenzo Bandini (Ferrari)
  3. Graham Hill (BRM)
  4. Bob Bondurant (BRM)

Gran Premio del Belgio[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio del Belgio 1966.

Circuito di Spa-Francorchamps - 12 giugno 1966 - XXVI Grote Prijs van Belgie

Ordine d'arrivo[modifica | modifica wikitesto]

  1. John Surtees (Ferrari)
  2. Jochen Rindt (Cooper-Maserati)
  3. Lorenzo Bandini (Ferrari)
  4. Jack Brabham (Brabham-Repco)
  5. Richie Ginther (Cooper-Maserati)

Gran Premio di Francia[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio di Francia 1966.

Reims - 3 luglio 1966 - 52e Grand Prix de l'A.C.F., Grand Prix d'Europe

Ordine d'arrivo[modifica | modifica wikitesto]

  1. Jack Brabham (Brabham-Repco)
  2. Mike Parkes (Ferrari)
  3. Denny Hulme (Brabham-Repco)
  4. Jochen Rindt (Cooper-Maserati)
  5. Dan Gurney (Eagle-Climax)
  6. John Taylor (Brabham-BRM)

Gran Premio di Gran Bretagna[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio di Gran Bretagna 1966.

Brands Hatch - 16 luglio 1966 - RAC British Grand Prix

Ordine d'arrivo[modifica | modifica wikitesto]

  1. Jack Brabham (Brabham-Repco)
  2. Denny Hulme (Brabham-Repco)
  3. Graham Hill (BRM)
  4. Jim Clark (Lotus-Climax)
  5. Jochen Rindt (Cooper-Maserati)
  6. Bruce McLaren (McLaren-Serenissima)

Gran Premio d'Olanda[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio d'Olanda 1966.

Zandvoort - 24 luglio 1966 - XV Grote Prijs van Nederland

Ordine d'arrivo[modifica | modifica wikitesto]

  1. Jack Brabham (Brabham-Repco)
  2. Graham Hill (BRM)
  3. Jim Clark (Lotus-Climax)
  4. Jackie Stewart (BRM)
  5. Mike Spence (Lotus-BRM)
  6. Lorenzo Bandini (Ferrari)

Gran Premio di Germania[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio di Germania 1966.

Nürburgring - 7 agosto 1966 - XXVIII Großer Preis von Deutschland

Ordine d'arrivo[modifica | modifica wikitesto]

  1. Jack Brabham (Brabham-Repco)
  2. John Surtees (Cooper-Maserati)
  3. Jochen Rindt (Cooper-Maserati)
  4. Graham Hill (BRM)
  5. Jackie Stewart (BRM)
  6. Lorenzo Bandini (Ferrari)

Gran Premio d'Italia[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio d'Italia 1966.

Autodromo nazionale di Monza - 4 settembre 1966 - 37º Gran Premio d'Italia

Ordine d'arrivo[modifica | modifica wikitesto]

  1. Ludovico Scarfiotti (Ferrari)
  2. Mike Parkes (Ferrari)
  3. Denny Hulme (Brabham-Repco)
  4. Jochen Rindt (Cooper-Maserati)
  5. Mike Spence (Lotus-BRM)
  6. Bob Anderson (Brabham-Climax)

Gran Premio degli Stati Uniti[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio degli Stati Uniti 1966.

Watkins Glen - 2 ottobre 1966 - IX United States Grand Prix

Ordine d'arrivo[modifica | modifica wikitesto]

  1. Jim Clark (Lotus-BRM)
  2. Jochen Rindt (Cooper-Maserati)
  3. John Surtees (Cooper-Maserati)
  4. Jo Siffert (Cooper-Maserati)
  5. Bruce McLaren (McLaren-Ford)
  6. Peter Arundell (Lotus-BRM)

Gran Premio del Messico[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio del Messico 1966.

Autodromo de la Ciudad de Mexico Magdalena Mixhuca - 23 ottobre 1966 - V Gran Premio de Mexico

Ordine d'arrivo[modifica | modifica wikitesto]

  1. John Surtees (Cooper-Maserati)
  2. Jack Brabham (Brabham-Repco)
  3. Denny Hulme (Brabham-Repco)
  4. Richie Ginther (Honda)
  5. Dan Gurney (Eagle-Climax)
  6. Jo Bonnier (Cooper-Maserati)

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Gran Premi[modifica | modifica wikitesto]

Gara Data Circuito Pole position Giro più veloce Pilota vincitore Costruttore Resoconto
1 Bandiera di Monaco Gran Premio di Monaco 22 maggio Monaco Bandiera del Regno Unito Jim Clark Bandiera dell'Italia Lorenzo Bandini Bandiera del Regno Unito Jackie Stewart Bandiera del Regno Unito BRM Resoconto
2 Bandiera del Belgio Gran Premio del Belgio 12 giugno Spa-Francorchamps Bandiera del Regno Unito John Surtees Bandiera del Regno Unito John Surtees Bandiera del Regno Unito John Surtees Bandiera dell'Italia Ferrari Resoconto
3 Bandiera della Francia Gran Premio di Francia 3 luglio Reims-Gueux Bandiera dell'Italia Lorenzo Bandini Bandiera dell'Italia Lorenzo Bandini Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera del Regno Unito Brabham-Repco Resoconto
4 Bandiera del Regno Unito Gran Premio di Gran Bretagna 16 luglio Brands Hatch Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera del Regno Unito Brabham-Repco Resoconto
5 Bandiera dei Paesi Bassi Gran Premio d'Olanda 24 luglio Zandvoort Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera della Nuova ZelandaDenny Hulme Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera del Regno Unito Brabham-Repco Resoconto
6 Bandiera della Germania Gran Premio di Germania 7 agosto Nürburgring Bandiera del Regno Unito Jim Clark Bandiera del Regno Unito John Surtees Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera del Regno Unito Brabham-Repco Resoconto
7 Bandiera dell'Italia Gran Premio d'Italia 4 settembre Monza Bandiera del Regno Unito Mike Parkes Bandiera dell'Italia Ludovico Scarfiotti Bandiera dell'Italia Ludovico Scarfiotti Bandiera dell'Italia Ferrari Resoconto
8 Bandiera degli Stati Uniti Gran Premio degli Stati Uniti 2 ottobre Watkins Glen Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera del Regno Unito John Surtees Bandiera del Regno Unito Jim Clark Bandiera del Regno Unito Lotus-BRM Resoconto
9 Bandiera del Messico Gran Premio del Messico 23 ottobre Hermanos Rodríguez Bandiera del Regno Unito John Surtees Bandiera degli Stati UnitiRichie Ginther Bandiera del Regno Unito John Surtees Bandiera del Regno Unito Cooper-Maserati Resoconto

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica Piloti[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Punti
1 Bandiera dell'Australia Jack Brabham Rit 4 1 1 1 1 Rit Rit 2 42 (45)
2 Bandiera del Regno Unito John Surtees Rit 1 Rit Rit Rit 2 Rit 3 1 28
3 Bandiera dell'Austria Jochen Rindt Rit 2 4 5 Rit 3 4 2* Rit 22 (24)
4 Bandiera della Nuova Zelanda Denny Hulme Rit Rit 3 2 Rit Rit 3 Rit 3 18
5 Bandiera del Regno Unito Graham Hill 3 Rit Rit 3 2 4 Rit Rit Rit 17
6 Bandiera del Regno Unito Jim Clark Rit Rit NP 4 3 Rit Rit 1 Rit 16
7 Bandiera del Regno Unito Jackie Stewart 1 Rit Rit 4 5 Rit Rit Rit 14
8 Bandiera del Regno Unito Mike Parkes 2 Rit Rit 2 12
9 Bandiera dell'Italia Lorenzo Bandini 2 3 NC 6 6 Rit Rit 12
10 Bandiera dell'Italia Ludovico Scarfiotti Rit 1 9
11 Bandiera degli Stati Uniti Richie Ginther Rit 5 Rit NC 4 5
12 Bandiera degli Stati Uniti Dan Gurney NC 5 Rit Rit 7* Rit Rit 5 4
13 Bandiera del Regno Unito Mike Spence Rit Rit Rit Rit 5 Rit 5 Rit NP 4
14 Bandiera degli Stati Uniti Bob Bondurant 4 Rit 9 Rit 7 SQ Rit 3
15 Bandiera della Svizzera Jo Siffert Rit Rit Rit NC Rit Rit 4 Rit 3
16 Bandiera della Nuova Zelanda Bruce McLaren Rit NP 6 NP 5 Rit 3
17 Bandiera del Regno Unito Peter Arundell NP Rit Rit Rit 8 8* 6 7 1
18 Bandiera della Svezia Jo Bonnier NC Rit NC Rit 7 Rit Rit NC 6 1
19 Bandiera del Regno Unito Bob Anderson Rit 7 NC Rit Rit 6 1
20 Bandiera del Regno Unito John Taylor 6 8 8 Rit 1
- Bandiera del Regno Unito Chris Irwin 7 0
- Bandiera degli Stati Uniti Ronnie Bucknum Rit 8 0
- Bandiera della Nuova Zelanda Chris Amon 8 NQ 0
- Bandiera della Francia Guy Ligier NC NC NC 10 9 NP 0
- Bandiera dell'Italia Geki 9 0
- Bandiera del Regno Unito Chris Lawrence 11 Rit 0
- Bandiera dell'Italia Giancarlo Baghetti NC 0
- Bandiera del Messico Pedro Rodríguez de la Vega Rit Rit Rit 0
- Bandiera del Regno Unito Innes Ireland Rit Rit 0
- Bandiera del Regno Unito Trevor Taylor Rit 0
- Bandiera del Messico Moisés Solana Rit 0
- Bandiera degli Stati Uniti Phil Hill NQ 0
Pos. Pilota Punti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti/Non class. Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato Solo prove/Terzo pilota

* Indica quei piloti che non hanno terminato la gara ma sono ugualmente classificati avendo coperto, come previsto dal regolamento, almeno il 90% della distanza totale.

Classifica Costruttori[modifica | modifica wikitesto]

Pos Costruttore Punti[4]
1 Bandiera del Regno Unito Brabham-Repco 42 (49)
2 Bandiera dell'Italia Ferrari 31 (32)
3 Bandiera del Regno Unito Cooper-Maserati 30 (35)
4 Bandiera del Regno Unito BRM 22
5 Bandiera del Regno Unito Lotus-BRM 13
6 Bandiera del Regno Unito Lotus-Climax 8
7 Bandiera degli Stati Uniti Eagle-Climax 4
8 Bandiera del Giappone Honda 3
9 Bandiera del Regno Unito McLaren-Ford 2
10 Bandiera del Regno Unito Brabham-Climax 1
11 Bandiera del Regno Unito McLaren-Serenissima 1
12 Bandiera del Regno Unito Brabham-BRM 1
13 Bandiera degli Stati Uniti Eagle-Weslake 0
14 Bandiera del Regno Unito Shannon-Climax 0
15 Bandiera del Regno Unito Cooper-Ferrari 0

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Nazione Punti[4] Vittorie Podi Poles
1 Jack Brabham Bandiera dell'Australia Australia 42 (45) 4 5 3
2 John Surtees Bandiera del Regno Unito Gran Bretagna 28 2 4 2
3 Jochen Rindt Bandiera dell'Austria Austria 22 (24) 3
4 Denny Hulme Bandiera della Nuova Zelanda Nuova Zelanda 18 4
5 Graham Hill Bandiera del Regno Unito Gran Bretagna 17 3
6 Jim Clark Bandiera del Regno Unito Gran Bretagna 16 1 2 2
7 Jackie Stewart Bandiera del Regno Unito Gran Bretagna 14 1 1
8 Mike Parkes Bandiera del Regno Unito Gran Bretagna 12 2 1
9 Lorenzo Bandini Bandiera dell'Italia Italia 12 2 1
10 Ludovico Scarfiotti Bandiera dell'Italia Italia 9 1 1
11 Richie Ginther Bandiera degli Stati Uniti USA 5
12 Dan Gurney Bandiera degli Stati Uniti USA 4
13 Mike Spence Bandiera del Regno Unito Gran Bretagna 4
14 Bob Bondurant Bandiera degli Stati Uniti USA 3
15 Jo Siffert Bandiera della Svizzera Svizzera 3
16 Bruce McLaren Bandiera della Nuova Zelanda Nuova Zelanda 3
17 Peter Arundell Bandiera del Regno Unito Gran Bretagna 1
18 Jo Bonnier Bandiera della Svezia Svezia 1
19 Bob Anderson Bandiera del Regno Unito Gran Bretagna 1
20 John Taylor Bandiera degli Stati Uniti USA 1
21 Chris Irwin Bandiera del Regno Unito Gran Bretagna
22 Ronnie Bucknum Bandiera degli Stati Uniti USA
23 Chris Amon Bandiera della Nuova Zelanda Nuova Zelanda
24 Guy Ligier Bandiera della Francia Francia
25 Geki Bandiera dell'Italia Italia
26 Chris Lawrence Bandiera del Regno Unito Gran Bretagna
Giancarlo Baghetti Bandiera dell'Italia Italia
Pedro Rodríguez Bandiera del Messico Messico
Innes Ireland Bandiera del Regno Unito Gran Bretagna
Trevor Taylor Bandiera del Regno Unito Gran Bretagna
Moisés Solana Bandiera del Messico Messico
Phil Hill Bandiera degli Stati Uniti USA

Gare non valide per il mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Gara Circuito Data Pilota vincitore Costruttore Resoconto
Bandiera del Sudafrica Gran Premio del Sudafrica Prince George 1º gennaio Bandiera del Regno Unito Mike Spence Bandiera del Regno Unito Lotus-Climax Resoconto
Bandiera dell'Italia Gran Premio di Siracusa Siracusa 1º aprile Bandiera del Regno Unito John Surtees Bandiera dell'Italia Ferrari Resoconto
Bandiera del Regno Unito BRDC International Trophy Silverstone 14 maggio Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera del Regno Unito Brabham-Repco Resoconto
Bandiera del Regno Unito International Gold Cup Oulton Park 17 settembre Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera del Regno Unito Brabham-Repco Resoconto

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Richard von Frankenberg, Grandi piloti di oggi, Roma, LEA-ACI, 1967, pag.265
  2. ^ Giovanni Canestrini, L'anno delle «3 litri», l'Automobile n. 2 - gennaio 1966
  3. ^ Come terza vettura
  4. ^ a b Solo i migliori 5 risultati vengono tenuti in considerazione per il campionato piloti. I numeri all'interno le parentesi sono punti mondiali, mentre i numeri senza le parentesi sono i punti totali ottenuti.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1