Gran Premio del Messico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gran Premio del Messico
Sport Casco Kubica BMW.svg Automobilismo
Categoria Formula 1
Federazione FIA
Paese Messico Messico
Luogo Autodromo Hermanos Rodríguez
Cadenza Annuale
Formula Gran Premio di Formula 1
Storia
Fondazione GP 1963
Numero edizioni 18 valevoli per il mondiale
Ultima edizione GP 2017

Il Gran Premio del Messico è una gara automobilistica di Formula 1 che si è svolta all'Autodromo Hermanos Rodriguez di Città del Messico tra il 1963 e il 1970, e ancora dal 1986 al 1992. La scarsa manutenzione è stata fra le cause dell'abbandono da parte della Formula 1. Spesso, in questo gran premio, si sono verificati fatti passati alla storia della Formula 1. Nel 1964 John Surtees vi conquistò il mondiale al volante di una Ferrari, così come Denny Hulme nel 1967 e Graham Hill nel 1968 con una Lotus. Qui Richie Ginther e la Honda nel 1965, e Gerhard Berger e la Benetton nel 1986, conquistarono le loro prime vittorie nel mondiale. Nel 1992 Michael Schumacher conquistò il primo podio della sua carriera. È attualmente in costruzione il nuovo Circuito di Mantarraya, nelle vicinanze di Cancun, che avrebbe dovuto ospitare il gran premio a partire dalla stagione 2007, ma a causa di problemi economici il progetto ha accusato un notevole ritardo. Il Gran premio torna nel calendario mondiale dal 2015, dove trionfa Nico Rosberg (Mercedes) davanti al compagno di scuderia Lewis Hamilton e a Valtteri Bottas (Williams).

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

anno circuito pilota vettura resoconto
1963 Città del Messico Regno Unito Jim Clark Regno Unito Lotus Resoconto
1964 Città del Messico Stati Uniti Dan Gurney Regno Unito Brabham Resoconto
1965 Città del Messico Stati Uniti Richie Ginther Giappone Honda Resoconto
1966 Città del Messico Regno Unito John Surtees Regno Unito Cooper Resoconto
1967 Città del Messico Regno Unito Jim Clark Regno Unito Lotus Resoconto
1968 Città del Messico Regno Unito Graham Hill Regno Unito Lotus Resoconto
1969 Città del Messico Nuova Zelanda Denny Hulme Regno Unito McLaren Resoconto
1970 Città del Messico Belgio Jacky Ickx Italia Ferrari Resoconto
1971
-
1985
Non disputatosi
1986 Città del Messico Austria Gerhard Berger Regno Unito Benetton Resoconto
1987 Città del Messico Regno Unito Nigel Mansell Regno Unito Williams Resoconto
1988 Città del Messico Francia Alain Prost Regno Unito McLaren Resoconto
1989 Città del Messico Brasile Ayrton Senna Regno Unito McLaren Resoconto
1990 Città del Messico Francia Alain Prost Italia Ferrari Resoconto
1991 Città del Messico Italia Riccardo Patrese Regno Unito Williams Resoconto
1992 Città del Messico Regno Unito Nigel Mansell Regno Unito Williams Resoconto
1993
-
2014
Non disputatosi
2015 Città del Messico Germania Nico Rosberg Germania Mercedes Resoconto
2016 Città del Messico Regno Unito Lewis Hamilton Germania Mercedes Resoconto
2017 Città del Messico Paesi Bassi Max Verstappen Austria Red Bull Resoconto

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornate al Gran Premio del Messico 2016.

Vittorie per costruttore[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Costruttore Vittorie
1 Regno Unito Lotus 3
= Regno Unito McLaren 3
= Regno Unito Williams 3
4 Italia Ferrari 2
= Germania Mercedes 2
6 Regno Unito Brabham 1
= Giappone Honda 1
= Regno Unito Cooper 1
= Regno Unito Benetton 1
= Austria Red Bull 1

Vittorie per motore[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Motore Vittorie
1 Giappone Honda 4
2 Stati Uniti Ford-Cosworth 3
3 Regno Unito Climax 2
= Italia Ferrari 2
= Francia Renault 2
= Germania Mercedes 2
7 Italia Maserati 1
= Germania BMW 1
= Svizzera Tag Heuer 1

Pole position per costruttore[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Costruttore Pole
1 Regno Unito Lotus 6
2 Regno Unito Williams 3
= Regno Unito McLaren 3
4 Germania Mercedes 2
= Italia Ferrari 2
6 Regno Unito Cooper 1
= Regno Unito Brabham 1

Pole position per motore[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Motore Pole
1 Giappone Honda 4
2 Regno Unito Climax 3
= Stati Uniti Ford-Cosworth 3
= Francia Renault 3
5 Germania Mercedes 2
= Italia Ferrari 2
7 Italia Maserati 1

Giri veloci per costruttore[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Costruttore GPV
1 Regno Unito Lotus 4
= Italia Ferrari 4
3 Regno Unito Williams 3
4 Regno Unito Brabham 2
= Regno Unito McLaren 2
6 Giappone Honda 1
= Germania Mercedes 1
= Austria Red Bull 1

Giri veloci per motore[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Motore GPV
1 Giappone Honda 5
2 Italia Ferrari 4
3 Regno Unito Climax 3
= Stati Uniti Ford-Cosworth 3
5 Francia Renault 1
= Germania Mercedes 1
= Svizzera Tag Heuer 1

Podi per costruttore[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Costruttore Podi
1 Regno Unito Brabham 10
2 Regno Unito McLaren 9
3 Regno Unito Williams 8
= Italia Ferrari 8
5 Regno Unito Lotus 6
6 Germania Mercedes 5
7 Regno Unito Benetton 2
= Austria Red Bull 2
9 Regno Unito BRM 1
= Giappone Honda 1
= Regno Unito Cooper 1
= Regno Unito Tyrrell 1

Podi per motore[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Motore Podi
1 Stati Uniti Ford-Cosworth 10
2 Giappone Honda 8
= Italia Ferrari 8
4 Francia Renault 6
= Germania Mercedes 6
6 Regno Unito Cimax 5
7 Australia Repco 4
8 Germania BMW 2
= Svizzera Tag Heuer 2
10 Regno Unito BRM 1
= Italia Maserati 1
= Germania TAG Porsche 1

Punti per costruttore[modifica | modifica wikitesto]

Pos.[2] Costruttore Punti
1 Germania Mercedes 106
2 Regno Unito Williams 97
3 Italia Ferrari 93
4 Austria Red Bull 74
5 Regno Unito McLaren 63
6 Regno Unito Brabham 59
7 Regno Unito Lotus 48
8 India Force India 33
9 Regno Unito Benetton 24
10 Giappone Honda 19

Punti per motore[modifica | modifica wikitesto]

Pos.[2] Motore Punti
1 Germania Mercedes 177
2 Italia Ferrari 97
3 Stati Uniti Ford-Cosworth 86
4 Giappone Honda 77
5 Francia Renault 69
6 Svizzera Tag Heuer 52
6 Regno Unito Climax 44
7 Australia Repco 20
9 Regno Unito BRM 18
10 Germania BMW 13

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Minimo 2 podi.
  2. ^ a b c Prime 10 posizioni.