Campionato mondiale di Formula 1 1960

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Campionato mondiale di Formula 1 1960
Edizione n. 11 del Campionato mondiale di Formula 1
Dati generali
Inizio7 febbraio
Termine20 novembre
Prove10
Titoli in palio
PilotiBandiera dell'Australia Jack Brabham
su Cooper T53
CostruttoriBandiera del Regno Unito Cooper
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso

Il campionato mondiale di Formula 1 1960 organizzato dalla FIA è stato, nella storia della categoria, l'11° ad assegnare il Campionato Piloti e il 3° ad assegnare il Campionato Costruttori. È iniziato il 7 febbraio ed è terminato il 20 novembre, dopo 10 gare. I titoli mondiali sono andati per il secondo anno consecutivo a Jack Brabham e alla Cooper.

Per l'ultima volta tra le prove mondiali si annovera anche la 500 Miglia di Indianapolis che dal 1961 non farà più parte del campionato.

Jack Brabham sulla Cooper T53 (in primo piano), campioni del mondo per il secondo anno consecutivo nelle rispettive classifiche.

Piloti e Scuderie[modifica | modifica wikitesto]

Scuderia Costruttore Vettura Motore Gomme Pilota Gare
Bandiera degli Stati Uniti Camoradi International Behra-Porsche RSK Porsche F4 D Bandiera degli Stati Uniti Masten Gregory 1
Bandiera degli Stati Uniti Fred Gamble 9
Bandiera dell'Italia Scuderia Centro Sud Cooper T51 Maserati L4
Climax L4
D Bandiera dell'Argentina Roberto Bonomi 1
Bandiera dell'Argentina Carlos Menditeguy 1
Bandiera degli Stati Uniti Masten Gregory 2, 4, 6-8
Bandiera del Regno Unito Ian Burgess 2, 6-7, 10
Bandiera della Francia Maurice Trintignant 2, 4, 6, 10
Bandiera del Portogallo Mário de Araújo Cabral 8
Bandiera degli Stati Uniti Alfonso Thiele 9
Bandiera della Germania Wolfgang von Trips 10
Bandiera dell'Italia Giorgio Scarlatti Maserati 250F Maserati L6 D Bandiera dell'Italia Giorgio Scarlatti 1
Bandiera dell'Argentina Nasif Estéfano Maserati 250F Maserati L6 D Bandiera dell'Argentina Nasif Estéfano 1
Bandiera della Spagna Antonio Creus Maserati 250F Maserati L6 D Bandiera della Spagna Antonio Creus 1
Bandiera dell'Italia Gino Munaron Maserati 250F Maserati L6 D Bandiera dell'Italia Gino Munaron 1
Bandiera del Regno Unito Cooper Car Company Cooper T51
T53
Climax L4 D Bandiera della Nuova Zelanda Bruce McLaren 1-2, 4-8, 10
Bandiera dell'Australia Jack Brabham 1-2, 4-8, 10
Bandiera degli Stati Uniti Chuck Daigh 7
Bandiera del Regno Unito Ron Flockhart 10
Bandiera del Regno Unito Team Lotus Lotus 18
16
Climax L4 D Bandiera del Regno Unito Innes Ireland 1-2, 4-8, 10
Bandiera del Regno Unito Alan Stacey 1-2, 4-5
Bandiera dell'Argentina Alberto Rodríguez Larreta 1
Bandiera del Regno Unito John Surtees 2, 7-8, 10
Bandiera del Regno Unito Jim Clark 4-8, 10
Bandiera del Regno Unito Ron Flockhart 6
Bandiera dell'Italia Scuderia Ferrari Ferrari 246
256
Dino 156 F2
Ferrari V6 D Bandiera del Regno Unito Cliff Allison 1-2
Bandiera degli Stati Uniti Phil Hill 1-2, 4-9
Bandiera del Belgio Olivier Gendebien 1
Bandiera della Germania Wolfgang von Trips 1-2, 4-9
Bandiera dell'Argentina José Froilán González 1
Bandiera degli Stati Uniti Richie Ginther 2, 4, 9
Bandiera del Belgio Willy Mairesse 5-6, 9
Bandiera della Francia Ecurie Bleue Cooper T51 Climax L4 D Bandiera degli Stati Uniti Harry Schell 1
Bandiera del Regno Unito Rob Walker Racing Team Lotus 18 Climax L4 D Bandiera del Regno Unito Stirling Moss 2, 4-5, 8, 10
1
Cooper T51
Bandiera della Francia Maurice Trintignant 1
Bandiera degli Stati Uniti Lance Reventlow 7
Bandiera del Regno Unito Owen Racing Organisation BRM P25
P48
BRM L4 D Bandiera della Svezia Jo Bonnier 1-2, 4-8, 10
Bandiera del Regno Unito Graham Hill 1-2, 4-8, 10
Bandiera degli Stati Uniti Dan Gurney 2, 4-8, 10
Bandiera del Venezuela Ettore Chimeri Maserati 250F Maserati L6 D Bandiera del Venezuela Ettore Chimeri 1
Bandiera degli Stati Uniti Reventlow Automobiles Inc Scarab F1 Scarab L4 D Bandiera degli Stati Uniti Chuck Daigh 1-2, 4-6, 10
Bandiera degli Stati Uniti Lance Reventlow 2, 4-5
Bandiera degli Stati Uniti Richie Ginther 6
Bandiera del Regno Unito Fred Tuck Cars Cooper T51 Climax L4 D Bandiera del Regno Unito Bruce Halford 2
Bandiera del Regno Unito High Efficiency Motors Cooper T51 Climax L4 D Bandiera del Regno Unito Roy Salvadori 2, 10
Bandiera del Regno Unito Yeoman Credit Racing Team Cooper T51 Climax L4 D Bandiera del Regno Unito Chris Bristow 2, 4-5
Bandiera del Regno Unito Tony Brooks 2, 4-5, 7-8, 10
Bandiera del Belgio Olivier Gendebien 5-8, 10
Bandiera del Regno Unito Henry Taylor 6-8, 10
Bandiera del Belgio Bruce Halford 6
Bandiera degli Stati Uniti Phil Hill 10
Bandiera del Regno Unito Brian Naylor JBW 59 Maserati L4 D Bandiera del Regno Unito Brian Naylor 2, 7, 9-10
Bandiera dell'Italia Scuderia Castellotti Cooper T51 Castellotti L4 D Bandiera dell'Italia Gino Munaron 2, 6-7, 9
Bandiera dell'Italia Giorgio Scarlatti 2, 6-7, 9
Bandiera dell'Italia Giulio Cabianca 9
Bandiera del Regno Unito Reg Parnell Cooper T51 Climax L4 D Bandiera del Regno Unito Henry Taylor 4
Bandiera del Regno Unito David Brown Corporation Aston Martin DBR4
DBR5
Aston Martin L6 D Bandiera del Regno Unito Roy Salvadori 4, 7
Bandiera della Francia Maurice Trintignant 7
Bandiera dei Paesi Bassi Ecurie Maarsbergen Cooper T51 Climax L4 D Bandiera dei Paesi Bassi Carel Godin de Beaufort 4-5
Bandiera del Regno Unito Taylor-Crawley Racing Team Lotus 18 Climax L4 D Bandiera del Regno Unito Mike Taylor 5
Bandiera del Belgio Equipe Nationale Belge Cooper T45 Climax L4 D Bandiera del Belgio Lucien Bianchi 5-7
Bandiera del Regno Unito Vandervell Products Ltd Vanwall VW 11 Vanwall L4 D Bandiera del Regno Unito Tony Brooks 6
Bandiera del Regno Unito Robert Bodle Ltd Lotus 16 Climax L4 D Bandiera del Regno Unito David Piper 6-7
Bandiera del Regno Unito Gilby Engineering Cooper T45 Maserati L4 D Bandiera del Regno Unito Keith Greene 7
Bandiera del Regno Unito CT Atkins Cooper T51 Climax L4 D Bandiera del Regno Unito Jack Fairman 7
Bandiera del Regno Unito Arthur Owen Cooper T45 Climax L4 D Bandiera del Regno Unito Arthur Owen 9
Bandiera della Germania Wolfgang Seidel Cooper T45 Climax L4 D Bandiera della Germania Wolfgang Seidel 9
Bandiera della Germania Scuderia Colonia Cooper T43 Climax L4 D Bandiera dell'Italia Piero Drogo 9
Bandiera del Regno Unito Horace Gould Maserati 250F Maserati L6 D Bandiera del Regno Unito Horace Gould 9
Bandiera della Germania Porsche KG
Bandiera della Germania Porsche System Engineering
Porsche 718 Porsche F4 D Bandiera della Germania Edgar Barth 9
Bandiera della Germania Hans Herrmann 9
Bandiera del Regno Unito Equipe Prideaux Cooper T43 Climax L4 D Bandiera del Regno Unito Vic Wilson 9
Bandiera degli Stati Uniti Joe Lubin Maserati 250F Maserati L4 D Bandiera degli Stati Uniti Bob Drake 10
Bandiera degli Stati Uniti Momo Corporation Lotus 18 Climax L4 D Bandiera degli Stati Uniti Walt Hansgen 10
Bandiera degli Stati Uniti Jim Hall Lotus 18 Climax L4 D Bandiera degli Stati Uniti Jim Hall 10
Bandiera degli Stati Uniti Fred Armbruster Cooper T45 Ferrari L4 D Bandiera degli Stati Uniti Pete Lovely 10

Riassunto della stagione[modifica | modifica wikitesto]

Gran Premio d'Argentina[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio d'Argentina 1960.
Il circuito di Buenos Aires

Ordine d'arrivo

  1. Bruce McLaren (Cooper-Climax)
  2. Cliff Allison (Ferrari)
  3. Stirling Moss (Cooper)
    Maurice Trintignant (Cooper)
  4. Carlos Menditeguy (Cooper-Maserati)
  5. Wolfgang von Trips (Ferrari)
  6. Innes Ireland (Lotus-Climax)

Gran Premio di Monaco[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio di Monaco 1960.
Il circuito cittadino di Montecarlo

Ordine d'arrivo

  1. Stirling Moss (Lotus-Climax)
  2. Bruce McLaren (Cooper-Climax)
  3. Phil Hill (Ferrari)
  4. Tony Brooks (Cooper)
  5. Jo Bonnier (BRM)
  6. Richie Ginther (Ferrari)

500 Miglia di Indianapolis[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: 500 Miglia di Indianapolis 1960.
L'ovale di Indianapolis

Ordine d'arrivo

  1. Jim Rathmann
  2. Rodger Ward
  3. Paul Goldsmith
  4. Don Branson
  5. Johnny Thomson
  6. Eddie Johnson

Gran Premio d'Olanda[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio d'Olanda 1960.
Il circuito di Zandvoort

Ordine d'arrivo

  1. Jack Brabham (Cooper-Climax)
  2. Innes Ireland (Lotus-Climax)
  3. Graham Hill (BRM)
  4. Stirling Moss (Lotus-Climax)
  5. Wolfgang von Trips (Ferrari)
  6. Richie Ginther (Ferrari)

Gran Premio del Belgio[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio del Belgio 1960.
Il vecchio tracciato di Spa

Ordine d'arrivo

  1. Jack Brabham (Cooper-Climax)
  2. Bruce McLaren (Cooper-Climax)
  3. Olivier Gendebien (Cooper)
  4. Phil Hill (Ferrari)
  5. Jim Clark (Lotus-Climax)
  6. Lucien Bianchi (Cooper)

Gran Premio di Francia[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio di Francia 1960.
Il circuito di Reims

Ordine d'arrivo

  1. Jack Brabham (Cooper-Climax)
  2. Olivier Gendebien (Cooper)
  3. Bruce McLaren (Cooper-Climax)
  4. Henry Taylor (Cooper)
  5. Jim Clark (Lotus-Climax)
  6. Ron Flockhart (Lotus-Climax)

Gran Premio di Gran Bretagna[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio di Gran Bretagna 1960.
Il circuito di Silverstone utilizzato dal 1952 al 1973

Ordine d'arrivo

  1. Jack Brabham (Cooper-Climax)
  2. John Surtees (Lotus-Climax)
  3. Innes Ireland (Lotus-Climax)
  4. Bruce McLaren (Cooper-Climax)
  5. Tony Brooks (Cooper)
  6. Wolfgang von Trips (Ferrari)

Gran Premio di Portogallo[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio del Portogallo 1960.
Il circuito di Porto

Ordine d'arrivo

  1. Jack Brabham (Cooper-Climax)
  2. Bruce McLaren (Cooper-Climax)
  3. Jim Clark (Lotus-Climax)
  4. Wolfgang von Trips (Ferrari)
  5. Tony Brooks (Cooper)
  6. Innes Ireland (Lotus-Climax)

Gran Premio d'Italia[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio d'Italia 1960.
Autodromo Nazionale Monza

Ordine d'arrivo

  1. Phil Hill (Ferrari)
  2. Richie Ginther (Ferrari)
  3. Willy Mairesse (Ferrari)
  4. Giulio Cabianca (Cooper-Castellotti)
  5. Wolfgang von Trips (Ferrari)
  6. Hans Herrmann (Porsche)

Gran Premio degli Stati Uniti[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Gran Premio degli Stati Uniti 1960.
Il circuito di Riverside

Ordine d'arrivo

  1. Stirling Moss (Lotus-Climax)
  2. Innes Ireland (Lotus-Climax)
  3. Bruce McLaren (Cooper-Climax)
  4. Jack Brabham (Cooper-Climax)
  5. Jo Bonnier (BRM)
  6. Phil Hill (Cooper)

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Gran Premi[modifica | modifica wikitesto]

Rd. Gran Premio Circuito Pole position Giro veloce Pilota vincitore Team vincitore Resoconto
1 Bandiera dell'Argentina Gran Premio d'Argentina Buenos Aires Bandiera del Regno Unito Stirling Moss Bandiera del Regno Unito Stirling Moss Bandiera della Nuova Zelanda Bruce McLaren Bandiera del Regno Unito Cooper-Climax Resoconto
2 Bandiera di Monaco Gran Premio di Monaco Montecarlo Bandiera del Regno Unito Stirling Moss Bandiera della Nuova Zelanda Bruce McLaren Bandiera del Regno Unito Stirling Moss Bandiera del Regno Unito Lotus-Climax Resoconto
3 Bandiera degli Stati Uniti 500 Miglia di Indianapolis Indianapolis Bandiera degli Stati Uniti Eddie Sachs Bandiera degli Stati Uniti Jim Rathmann Bandiera degli Stati Uniti Jim Rathmann Bandiera degli Stati Uniti Watson-Offenhauser Resoconto
4 Bandiera dei Paesi Bassi Gran Premio d'Olanda Zandvoort Bandiera del Regno Unito Stirling Moss Bandiera del Regno Unito Stirling Moss Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera del Regno Unito Cooper-Climax Resoconto
5 Bandiera del Belgio Gran Premio del Belgio Spa-Francorchamps Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera del Regno Unito Cooper-Climax Resoconto
6 Bandiera della Francia Gran Premio di Francia Reims Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera del Regno Unito Cooper-Climax Resoconto
7 Bandiera del Regno Unito Gran Premio di Gran Bretagna Silverstone Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera del Regno Unito Graham Hill Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera del Regno Unito Cooper-Climax Resoconto
8 Bandiera del Portogallo Gran Premio del Portogallo Boavista Bandiera del Regno Unito John Surtees Bandiera del Regno Unito John Surtees Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera del Regno Unito Cooper-Climax Resoconto
9 Bandiera dell'Italia Gran Premio d'Italia Monza Bandiera degli Stati Uniti Phil Hill Bandiera degli Stati Uniti Phil Hill Bandiera degli Stati Uniti Phil Hill Bandiera dell'Italia Ferrari Resoconto
10 Bandiera degli Stati Uniti Gran Premio degli Stati Uniti Riverside Bandiera del Regno Unito Stirling Moss Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera del Regno Unito Stirling Moss Bandiera del Regno Unito Lotus-Climax Resoconto

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica Piloti[modifica | modifica wikitesto]

Il sistema di punteggio prevedeva l'attribuzione ai primi sei classificati rispettivamente di 8, 6, 4, 3, 2 ed un punto; da questo campionato fino al 2018 non vi fu più previsto il punto in più a chi segnava il giro più veloce. Per la classifica finale valevano i migliori sei risultati; nella colonna Punti sono indicati i punti effettivamente validi per il campionato, tra parentesi i punti totali conquistati.

Nel GP d'Argentina Stirling Moss, dopo essersi ritirato dalla corsa per un problema meccanico, nella seconda parte di gara salì sulla vettura fino a quel momento guidata da Maurice Trintignant, portandola al traguardo al terzo posto: avendo condiviso la vettura, nessuno dei due piloti ottenne punti iridati.[1]

Pos. Pilota Punti
1 Bandiera dell'Australia Jack Brabham Rit SQ 1 1 1 1 1 4 43
2 Bandiera della Nuova Zelanda Bruce McLaren 1 2 Rit 2 3 4 2 3 34 (37)
3 Bandiera del Regno Unito Stirling Moss 3 1 4 NP SQ 1 19
4 Bandiera del Regno Unito Innes Ireland 6 9 2 Rit 7 3 6 2 18
5 Bandiera degli Stati Uniti Phil Hill 8 3 Rit 4 12 7 Rit 1 6 16
6 Bandiera del Belgio Olivier Gendebien 3 2 9 7 12 10
= Bandiera della Germania Wolfgang von Trips 5 8 5 Rit 11 6 4 5 9 10
8 Bandiera degli Stati Uniti Jim Rathmann 1 8
= Bandiera degli Stati Uniti Richie Ginther 6 6 NP 2 8
= Bandiera del Regno Unito Jim Clark Rit 5 5 16 3 16 8
11 Bandiera del Regno Unito Tony Brooks 4 Rit Rit Rit 5 5 Rit 7
12 Bandiera del Regno Unito Cliff Allison 2 NQ 6
= Bandiera degli Stati Uniti Rodger Ward 2 6
= Bandiera del Regno Unito John Surtees Rit 2 Rit Rit 6
15 Bandiera degli Stati Uniti Paul Goldsmith 3 4
= Bandiera del Regno Unito Graham Hill Rit 7 3 Rit Rit Rit Rit Rit 4
= Bandiera del Belgio Willy Mairesse Rit Rit 3 4
= Bandiera della Svezia Joakim Bonnier 7 5 Rit Rit Rit Rit Rit 5 4
19 Bandiera dell'Argentina Carlos Menditeguy 4 3
= Bandiera degli Stati Uniti Don Branson 4 3
= Bandiera del Regno Unito Henry Taylor 7 4 8 14 3
= Bandiera dell'Italia Giulio Cabianca 4 3
23 Bandiera degli Stati Uniti Johnny Thomson 5 2
24 Bandiera degli Stati Uniti Eddie Johnson 6 1
= Bandiera del Belgio Lucien Bianchi 6 Rit Rit 1
= Bandiera del Regno Unito Ron Flockhart 6 Rit 1
= Bandiera della Germania Hans Herrmann 6 1
Bandiera della Francia Maurice Trintignant 3 Rit Rit Rit 11 15 0
Bandiera degli Stati Uniti Lloyd Ruby 7 0
Bandiera della Germania Edgar Barth 7 0
Bandiera degli Stati Uniti Jim Hall 7 0
Bandiera del Regno Unito Roy Salvadori Rit NP Rit 8 0
Bandiera del Regno Unito Bruce Halford NQ 8 0
Bandiera degli Stati Uniti Bob Veith 8 0
Bandiera dei Paesi Bassi Carel Godin de Beaufort 8 0
Bandiera dell'Italia Piero Drogo 8 0
Bandiera degli Stati Uniti Masten Gregory 12 NQ NP 9 14 Rit 0
Bandiera dell'Argentina Alberto Rodríguez Larreta 9 0
Bandiera degli Stati Uniti Bud Tingelstad 9 0
Bandiera della Germania Wolfgang Seidel 9 0
Bandiera degli Stati Uniti Dan Gurney Rit Rit Rit Rit 10 Rit Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti Chuck Daigh NQ NP Rit NP Rit 10 0
Bandiera del Regno Unito Ian Burgess NQ 10 Rit Rit 0
Bandiera dell'Argentina José Froilán González 10 0
Bandiera degli Stati Uniti Bob Christie 10 0
Bandiera degli Stati Uniti Fred Gamble 10 0
Bandiera dell'Argentina Roberto Bonomi 11 0
Bandiera degli Stati Uniti Red Amick 11 0
Bandiera degli Stati Uniti Pete Lovely 11 0
Bandiera del Regno Unito David Piper NP 12 0
Bandiera degli Stati Uniti Duane Carter 12 0
Bandiera dell'Italia Gino Munaron 13 Rit 15 Rit 0
Bandiera del Regno Unito Brian Naylor NQ 13 Rit Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti Bill Homeier 13 0
Bandiera degli Stati Uniti Bob Drake 13 0
Bandiera dell'Argentina Nasif Estéfano 14 0
Bandiera degli Stati Uniti Gene Hartley 14 0
Bandiera degli Stati Uniti Chuck Stevenson 15 0
Bandiera degli Stati Uniti Bobby Grim 16 0
Bandiera del Regno Unito Alan Stacey Rit Rit Rit Rit 0
Bandiera del Regno Unito Chris Bristow Rit Rit Rit 0
Bandiera dell'Italia Giorgio Scarlatti Rit NQ Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti Lance Reventlow NQ NP Rit NP 0
Bandiera degli Stati Uniti Harry Schell Rit 0
Bandiera del Venezuela Ettore Chimeri Rit 0
Bandiera della Spagna Antonio Creus Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti Shorty Templeman Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti Jim Hurtubise Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti Jimmy Bryan Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti Troy Ruttman Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti Eddie Sachs Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti Don Freeland Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti Tony Bettenhausen Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti Wayne Weiler Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti A.J. Foyt Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti Eddie Russo Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti Johnny Boyd Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti Gene Force Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti Jim McWithey Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti Len Sutton Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti Dick Rathmann Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti Al Herman Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti Dempsey Wilson Rit 0
Bandiera del Regno Unito Jack Fairman Rit 0
Bandiera del Regno Unito Keith Greene Rit 0
Bandiera del Portogallo Mário de Araújo Cabral Rit 0
Bandiera degli Stati Uniti Alfonso Thiele Rit 0
Bandiera del Regno Unito Vic Wilson Rit 0
Bandiera del Regno Unito Arthur Owen Rit 0
Pos. Pilota Punti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti/Non class. Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato Solo prove/Terzo pilota

Classifica Costruttori[modifica | modifica wikitesto]

Pos Costruttore Punti
1 Bandiera del Regno Unito Cooper-Climax 48 (58)
2 Bandiera del Regno Unito Lotus-Climax 34 (37)
3 Bandiera dell'Italia Ferrari 26 (27)
4 Bandiera del Regno Unito BRM 8
5 Bandiera del Regno Unito Cooper-Maserati 3
6 Bandiera del Regno Unito Cooper-Castellotti 3
7 Bandiera della Germania Porsche 1
8 Bandiera dell'Italia Maserati 0
9 Bandiera del Regno Unito JBW-Maserati 0
10 Bandiera degli Stati Uniti Scarab 0
11 Bandiera della Francia Behra-Porsche-Porsche 0
12 Bandiera del Regno Unito Aston Martin 0
  • Punti assegnati: 1° 8 punti - 2° 6 punti - 3° 4 punti - 4° 3 punti - 5° 2 punti - 6° 1 punto esclusa 500 Miglia di Indianapolis.
  • Nel conteggio punti per il campionato valgono solo i migliori 6 risultati. Solo la prima automobile classificata segna punti. Nella colonna Punti sono indicati quelli effettivamente validi per il campionato, tra parentesi i punti totali conquistati.

Gare non valide per il campionato[2][modifica | modifica wikitesto]

Nome Circuito Data Vincitore Costruttore/Motore
Bandiera del Regno Unito VIII Glover Trophy Goodwood 18 aprile Bandiera del Regno Unito Innes Ireland Bandiera del Regno Unito Lotus-Climax
Bandiera del Regno Unito XII BRDC International Trophy Silverstone 14 maggio Bandiera del Regno Unito Innes Ireland Bandiera del Regno Unito Lotus-Climax
Bandiera del Regno Unito V Silver City Trophy Brands Hatch 1º agosto Bandiera dell'Australia Jack Brabham Bandiera del Regno Unito Cooper-Climax
Bandiera del Regno Unito I Lombank Trophy Snetterton 17 settembre Bandiera del Regno Unito Innes Ireland Bandiera del Regno Unito Lotus-Climax
Bandiera del Regno Unito VII International Gold Cup Oulton Park 24 settembre Bandiera del Regno Unito Stirling Moss Bandiera del Regno Unito Lotus-Climax

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1