Aeroporto di Rimini-Miramare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aeroporto di Rimini-Miramare
Aeroporto Rimini-Miramare.jpg
Il terminal
Codice IATA RMI
Codice ICAO LIPR
Codice WMO 16149
Nome commerciale Aeroporto Internazionale di Rimini - San Marino "Federico Fellini"
Descrizione
Tipo Civile
Gestore AIRiminum 2014
Gestore torre di controllo ENAV
Stato Italia Italia
Regione Emilia-Romagna Emilia-Romagna
Posizione 8 km dalla città di Rimini
15 km dal confine sammarinese
Costruzione 1929
Classe ICAO 4E
Cat. antincendio ICAO
Altitudine AMSL 3,6576 m
Coordinate 44°01′10″N 12°36′34″E / 44.019444°N 12.609444°E44.019444; 12.609444Coordinate: 44°01′10″N 12°36′34″E / 44.019444°N 12.609444°E44.019444; 12.609444
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
LIPR
LIPR
Sito web
Piste
Orientamento (QFU) Lunghezza Superficie
13/31 3.300 m Asfalto
PAPI ILS
Statistiche (2016)
Passeggeri in transito 239.709 Green Arrow Up.svg 51,05%

[senza fonte]

L'Aeroporto di Rimini-Miramare, conosciuto anche come Aeroporto Internazionale di Rimini - San Marino "Federico Fellini", è un aeroporto italiano situato a 8 km dal centro della città di Rimini, più precisamente nella frazione Miramare. Qui fanno scalo sia i vettori di linea, che le compagnie charter.

La struttura è dotata di una pista lunga 3300 m e larga 45, la più lunga in Emilia-Romagna, e di una via di rullaggio parallela di 2440 x 22,50 m.

L'aeroporto era gestito da Aeradria (fallita nel 2013) alla quale è subentrata la società AiRiminum 2014.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Inizia ad operare nel 1929 come impianto militare e aerostatico, intitolato al sergente Giannetto Vassura.[2] La parte di aeroporto aperta al traffico civile fu successivamente intitolata al regista riminese Federico Fellini.

Nel 1956 l'aeroporto venne riaperto con l’insediamento della 5° Aerobrigata militare (poi 5° Stormo cacciabombardieri); base NATO ospitante la Allied Forces Italy statunitense, da fine anni cinquanta erano operativi circa duemila militari.[3]

Nel 1958 l'aeroporto venne riaperto anche al traffico civile con un volo Rimini–Londra a cadenza quindicinale.[4]

Negli anni sessanta si assistette a un ragguardevole sviluppo del traffico passeggeri proveniente dal nord Europa, grazie al boon turistico della Riviera romagnola, nonché alla presenza delle infrastrutture dello scalo dovute al suo uso militare (soprattutto alla pista di 3.300 m per gli aerei cargo militari ad alta capienza), in un periodo in cui l'Italia era scarsa di infrastrutture (Rimini fu raggiunta dall'autostrada A14 nel 1966).[5]

Nel 1966 lo scalo di Rimini, con 392.594 passeggeri e 7.450 voli[6] raggiunse il quarto posto tra gli aeroporti di Italia in base al movimento passeggeri.[7]

Nel 1977 si ebbe un notevole calo del traffico con solo 1.800 aerei durante l’anno. I tour operator stranieri scelgono altre mete: è la Spagna la maggior concorrente della riviera.[4]

Nel 1993, due anni dopo l'ultima massiccia apparizione del fenomeno delle mucillagini sulla costa,[8] sbarcano solo 42.311 passeggeri.[4]

A partire dalla fine degli anni ottanta si ebbe un progressivo ridimensionamento dell’impegno militare sullo scalo di Rimini.[9] Nel 1991 vengono smaltellati le postazioni di lancio e i bunker che custodivano una trentina di bombe nucleari B61[3], nel 1995 la Allied Force statunitense abbandona lo scalo romagnolo che rimane solo dell’Aeronautica Militare Italiana, la quale trasferisce il 5° Stormo cacciabombardieri all'aeroporto di Cervia-Pisignano[2] per dislocare a Rimini l'83° Sar - elicotteristi.

Negli anni novanta l'Aeradria strinse accordi con la vicina Repubblica di San Marino (situato a pochi chilometri dal confine sammarinese). La Repubblica di San Marino ne acquista il 3% della quota societaria e lo scalo romagnolo venne ridenominato "Aeroporto Internazionale di Rimini - San Marino". Nel 2014 era prevista la realizzazione di un'ala sammarinese che si doveva concentrare su aviazione privata e su business con voli charter.

Nell'anno 2000 il traffico si attestò a 251.139 passeggeri. Per tutti gli anni 2000, grazie al crescente traffico dall'Est europeo ed in seguito ad una politica commerciale molto aggressiva, si assistette ad una fase continuo incremento, conclusa nel 2011 con il raggiungimento del record assoluto dello scalo romagnolo: 11.856 voli per 920.641 passeggeri.[10]

Nel 2010 fu trasferito alla base di Cervia anche l'83° Sar e lo scalo di Rimini divenne esclusivamente civile,[3] con eccezione dei servizi di controllo del traffico aereo nella torre di controllo, che rimasero in gestione dell'Aeronautica Militare fino al 10 novembre 2016, poi passati in consegna all'ENAV.[11]

Ad ottobre 2014, in seguito il fallimento dell'Aeradria avvenuto l'anno precedente, l'Enac e il prefetto di Rimini comunicarono la chiusura ai voli commerciali dello scalo romagnolo. L'ultimo volo in partenza dallo scalo di Rimini fu il AH2721 della Air Algérie, partito con destinazione Algeri il 30 ottobre 2014. Successivamente, i voli furono spostati all'aeroporto di Ancona-Falconara.

Negli ultimi giorni del 2014 subentra AIRiminum 2014 come nuovo gestore. I voli sono ripresi il 1º aprile 2015 con un volo charter Transaero Airlines proveniente da Mosca.[12]

Traffico[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta del secondo aeroporto della regione, per numero annuo di passeggeri, dopo quello di Bologna, tra i primi in Italia per il quasi totale traffico russo. Nei primi nove mesi del 2011 incrementò, rispetto allo stesso periodo del 2010, di oltre 60% il numero di passeggeri a causa dell'apertura di Rimini come base della compagnia siciliana Wind Jet (poi fallita) e a seguito della chiusura su Forlì. Successivamente la compagnia è stata sostituita dalla Livingston che operava voli su Mosca Domodedovo.

Nel 2011 vi transitarono 920.549 passeggeri, nel 2012 795.872,[13] nel 2013 558.335,[14] nel 2014 473.103.

Dal 1º aprile 2015, i voli sono ripresi dopo 5 mesi di stop. Nel 2015 (primo anno della gestione AIRiminum) sono transitati 158.688 passeggeri e nel 2016 239.709 con un aumento del 51,05% rispetto all'anno precedente. Nei primi quattro mesi del 2017, il numero totale di passeggeri è stato di 46.848 unità, con un aumento del 110,20%.

Dati di traffico[modifica | modifica wikitesto]

Aeroporto Federico Fellini (gestione Aeradria)
Anno Passeggeri Percentuale Cargo Percentuale
2000 251.139 Green Arrow Up.svg 1,90% 4.966

Green Arrow Up.svg 13,40%

2001 224.230 Red Arrow Down.svg 10,70% 5.808

Green Arrow Up.svg 17%

2002 209.598 Red Arrow Down.svg 6,50% 5.322

Red Arrow Down.svg 8,40%

2003 224.384 Green Arrow Up.svg 7,10% 3.581

Red Arrow Down.svg 32,70%

2004 354.848 Green Arrow Up.svg 58,10% 3.376

Red Arrow Down.svg 5,70%

2005 283.492 Red Arrow Down.svg 20,10% 2.625

Red Arrow Down.svg 22,20%

2006 324.454 Green Arrow Up.svg 14,40% 2.201

Red Arrow Down.svg 16,20%

2007 498.473 Green Arrow Up.svg 53,60% 1.596

Red Arrow Down.svg 27,50%

2008 434.487 Red Arrow Down.svg 12,80% 1.884

Green Arrow Up.svg 18%

2009 382.932 Red Arrow Down.svg 11,90% 611

Red Arrow Down.svg 65,80%

2010 552,922 Green Arrow Up.svg 44,40% 400

Red Arrow Down.svg 36,4%

2011 920.641 Green Arrow Up.svg 66,50% 786

Green Arrow Up.svg 96,50%

2012 795.872 Red Arrow Down.svg 13,60% 745

Red Arrow Down.svg 5,20 %

2013 562.830 Red Arrow Down.svg 29,30% 843,6

Green Arrow Up.svg 13,20%

2014 473.103 Red Arrow Down.svg 15,90% 400,5

Red Arrow Down.svg 52,53%

Aeroporto Federico Fellini (gestione AIRiminum 2014)
Anno Passeggeri Percentuale Cargo Percentuale
2015 158.688 Red Arrow Down.svg 66,30% 6

Red Arrow Down.svg 98,5%

2016 239.709 Green Arrow Up.svg 51,05 4

Red Arrow Down.svg 22,9%

2017 (gen-apr) 47.539 Green Arrow Up.svg 106,8 0 Straight Line Steady.svg 0%

Compagnie aeree e destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

Voli di linea (aggiornati a maggio 2017) [15]

Compagnia aerea Destinazioni
Blue Panorama Airlines Italia operato da Albawings Albania Annuale: Aeroporto di Tirana, Albania Albania
Ernest S.p.A. Italia Aeroporto di Tirana, Albania (inizia il 20 giugno 2017) Albania
Finnair Finlandia Stagionale estivo: Aeroporto di Helsinki-Vantaa, Finlandia (attivo) Finlandia
Luxair Lussemburgo Stagionale estivo: Aeroporto di Lussemburgo, Lussemburgo (attivo) Lussemburgo
Meridiana Fly Italia Aeroporto di Fuerteventura, Spagna (inizia il 25 settembre 2017)Spagna
Aeroflot Russia operato da Rossiya Russia Stagionale estivo: Aeroporto di San Pietroburgo-Pulkovo, Russia (attivo) Russia
Ural Airlines Russia Annuale: Aeroporto di Mosca-Domodedovo, Russia Russia Stagionale estivo: Aeroporto di Krasnodar, Russia (attivo) Russia Stagionale estivo: Aeroporto di Ekaterinburg-Kol'covo, Russia (attivo) Russia Stagionale estivo: Aeroporto di Rostov sul Don, Russia (inizia il 3 giugno 2017) Russia

Voli charter (aggiornati a maggio 2017)

Compagnia aerea Destinazioni
airBaltic Lettonia Aeroporto di Riga, Lettonia (inizia il 4 giugno 2017) Lettonia
Air Nostrum Spagna Aeroporto di Coo, Grecia (inizia il 15 settembre 2017) Grecia Aeroporto di Palma di Maiorca, Spagna (inizia l'8 settembre 2017) Spagna
Air Serbia Serbia Aeroporto di Belgrado, Serbia (inizia il 24 giugno 2017) Serbia
Anda Air Ucraina Aeroporto di Kiev-Boryspil', Ucraina (inizia il 3 giugno 2017) Ucraina
Belavia Bielorussia Aeroporto di Minsk, Bielorussia (inizia 10 giugno 2017) Bielorussia
Nordavia Russia Aeroporto di Mosca-Domodedovo, Russia (inizia il 17 giugno 2017) Russia Aeroporto di Rostov sul Don, Russia (inizia il 17 giugno 2017) Russia Aeroporto di Samara-Kurumoč, Russia (inizia il 17 giugno 2017) Russia
NordStar Airlines Russia Aeroporto di Mosca-Domodedovo, Russia (attivo) Russia
Nordwind Airlines Russia Aeroporto di Mosca-Šeremet'evo, Russia (attivo) Russia Aeroporto di San Pietroburgo-Pulkovo, Russia (attivo) Russia
Red Wings Airlines Russia Aeroporto di Mosca-Domodedovo, Russia (attivo) Russia
Rossiya Russia Aeroporto di Mosca-Vnukovo, Russia (attivo) Russia
Small Planet Airlines Lituania Aeroporto di Vilnius, Lituania (inizia il 7 giugno 2017) Lituania
SmartLynx Airlines Lettonia Aeroporto di Tallinn, Estonia (inizia 7 giugno 2017) Estonia
Travel Service Airlines Rep. Ceca Aeroporto di Varsavia, Polonia (inizia il 23 giugno 2017) Polonia
VIM-Avia Russia Aeroporto di Mosca-Domodedovo, Russia (attivo) Russia
Yakutavia Russia Aeroporto di Krasnodar, Russia (attivo) Russia

Altri aeroporti dell'Emilia-Romagna[modifica | modifica wikitesto]

Come arrivare[modifica | modifica wikitesto]

L'aeroporto di Rimini-Miramare si può raggiungere nei seguenti modi:

Auto[modifica | modifica wikitesto]

  • Da Bologna e Ancona: autostrada A14, uscita Rimini sud o Riccione.
  • Da Ravenna: attraverso la SS 16 Adriatica.
  • Da Perugia: con la Strada europea E45.
  • Da San Marino: con la SS72 di San Marino.

Treno[modifica | modifica wikitesto]

Le stazioni ferroviarie più vicine sono la stazione di Rimini, la fermata di Miramare e quella di Riccione.

Autobus[modifica | modifica wikitesto]

L'aeroporto è collegato alla città di Rimini con la linea autobus numero 9 e ramo 9B sulla tratta Santarcangelo di Romagna/San Vito-Rimini Ospedale-Aeroporto esercitata da START Romagna e con frequenza abbastanza regolare: 15 min nei giorni feriali e 30 nei festivi (invernale), 20 min nei giorni feriali e 30 nei festivi durante le giornate estive. Relativamente vicino all'aeroporto passa la linea 124 (Morciano-Riccione-Rimini e VV) con frequenza di 30 minuti nei giorni feriali invernali e ogni 60 minuti nei giorni estivi; durante tutto l'anno invece la frequenza festiva è di 4 ore. Solo nel periodo invernale invece è servito dalla linea 171 (Monte Colombo-Coriano-Riccione-Rimini e VV) negli orari scolastici, così come per la linea 174 (Montegridolfo-Morciano-Riccione-Rimini). È altresí servito dal 20B (Casalecchio-Rimini) con frequenza irregolare ma continua nei giorni feriali sia invernali che estivi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'aeroporto 'Fellini' ad AIRiminum: "Ora il rilancio", Il Resto del Carlino, 13 novembre 2014.
  2. ^ a b L'Aeronautica Militare a Rimini, Sel di Rimini se, 2015.
  3. ^ a b c Mari Gradara, Volano via! L'Aeronautica militare lascia Rimini dopo 54 anni, in Il Resto del Carlino, 8 settembre 2010.
  4. ^ a b c Guglielmo Walter Martinese, Crisi del modello, sviluppo sostenibile Convegno sul Turismo organizzato dalla CGIL di Rimini, Ufficio Studi e Ricerche CGIL Rimini, 6 giugno 2003.
  5. ^ A14, 50 anni fa il via al boom turistico, Corriere della Romagna, 28 agosto 2016.
  6. ^ estratto, La Stampa, 5 Settembre 1967.
  7. ^ L’aeroporto di Rimini al quarto posto in Italia, estratto da La Stampa del 5 Settembre 1967, riminiduepuntozero, 3 febbraio 2017.
  8. ^ Paolo Facciotto, Il mistero delle mucillagini, in Romagna Noi, 14 Luglio 2009.
  9. ^ Tommaso Torri, Quel che resta della Guerra Fredda, in Romagna Noi, 14 dicembre 2009.
  10. ^ STATISTICHE DICEMBRE 2011, ASSAEROPORTI.
  11. ^ Tommaso Torri, Aeronautica Militare addio, si spegne il radar e la torre di controllo passa ai civili, Rimini Today, 9 novembre 2009.
  12. ^ Lucia Renati, PRIMO ATTERRAGGIO COL BATTESIMO DELL'ACQUA ALL'AEROPORTO FELLINI, News Rimini, 1 aprile 2015.
  13. ^ Aeroporto. Anche in luglio passeggeri in calo, -28,9%, NewsRimini, 10 settembre 2013.
  14. ^ ENAC - Direzione Sviluppo Aeroporti, Dati Traffico 2013 (PDF), a cura di Patrizia Sapia, ENAC, 10 settembre 2013.
  15. ^ http://riminiairport.com/

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]