Un salvataggio pericoloso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un salvataggio pericoloso
Titolo originale Come clean
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA
Anno 1931
Durata 20 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere comico
Regia James W. Horne
Sceneggiatura H.M. Walker
Produttore Hal Roach
Casa di produzione Metro-Goldwyn-Mayer
Fotografia Art Lloyd
Montaggio Richard Currier
Musiche Leroy Shield
Marvin Hatley
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

1° doppiaggio (solo alcuni pezzi)

2° doppiaggio (integrale)

Un salvataggio pericoloso (Come Clean, nell'originale inglese) è un cortometraggio del 1931 con Stanlio e Ollio.

Nel 1942 ne è stato prodotto un remake, Brooklyn Orchid.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Stanlio, Ollio e le rispettive mogli si trovano insieme in albergo per una sera, a casa di Ollio. Stanlio ha voglia di un gelato, ma in casa non ce n'è, quindi esce insieme ad Ollio, a comprarne un po'. Sulla via del ritorno si imbattono in una donna che sta tentando il suicidio buttandosi giù da un ponte. I due fanno in tempo a salvarla, ma la donna, ripresasi, non ne è affatto contenta. Visto che l'hanno salvata, ora devono prendersi cura di lei. Così dopo vane resistenze (la donna si metteva ad urlare ogni volta essi tentavano di scappare) rientrano a casa, ma i due non trovano il coraggio di dire la verità alle mogli. Nascondono la donna in camera di Ollio, tentando con scarso successo di far finta di nulla. Nel frattempo il portiere dell'albergo aveva riconosciuto nel volto della donna una ricercata dalla polizia. Intanto Stanlio e Ollio avevano tentato di camuffare la situazione alle mogli inscenando certi comportamenti degni di un malato mentale. Ollio alla fine cerca, a forza di strattoni e divincolamenti, di mandare via la donna; alla fine però lei si chiude in bagno, insieme a Stanlio. Il commissario arriva, sfonda la porta e la donna viene arrestata. Premio: mille dollari, che Stanlio vuole spendere tutti in gelati alla cioccolata. Ollio apre il tappo della vasca e Stanlio viene scivolato giù nelle fognature.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Oltre al doppiaggio di Carlo Croccolo e Franco Latini, già precedentemente il cortometraggio era stato doppiato da Alberto Sordi e Mauro Zambuto anche se solo alcuni pezzi e con dialoghi differenti, introdotti in un paio di film di montaggio.

La scena dal gelataio in cui Stanlio si ostina a chiedere un gelato al cioccolato, e poi al pistacchio, sebbene gli venga ripetuto più volte che entrambi i gusti non sono disponibili, è stata ripresa da Terence Hill e Bud Spencer in Pari e dispari, dove il primo insiste a chiedere al secondo, in veste di gelataio, un gelato al pistacchio.

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Abbasso le donne, montaggio del 1947 includente anche parti di Tutto in ordine e Noi e il piccolo Slim. La versione portava il doppiaggio di Mauro Zambuto e Alberto Sordi.
    Stanlio e Ollio si trovano nei guai perché quest'ultimo ha dato un mega party in casa e gli amici gliel'hanno distrutta. La moglie era in viaggio dalla madre ed ora che sta ritornando Ollio non sa da dove iniziare per mettere tutto a posto. Così chiama Stanlio che, invece di aiutarlo, gli peggiora solo la situazione. Dopo avergli incendiato addirittura tutti i vestiti e la casa, Stanlio assieme ad Ollio assiste ad un ennesimo litigio di costui con la moglie. Infatti la Signora Hardy rimprovera ad Ollio di perdere troppo tempo in compagnia di Stan e così li scaccia via entrambi di casa. Ollio per farsi perdonare va in cerca di un bambino da adottare, ma prima combina un disastro dal gelataio sotto il palazzo. Risaliti in casa con il pupo, Stanlio e Ollio scopriranno che la donna è fuggita via chiedendo il divorzio.
  • Gli allegri legionari, montaggio del 1967 includente anche Il regalo di nozze, I due legionari e La scala musicale. Il doppiaggio è di Franco Latini e Carlo Croccolo.
    Ollio decide di sposarsi con la figlia del noto magnate Peter Cucumber, affinché i suoi guadagni siano più cospicui. Ma l'arrivo del compare d'anello Stanlio crea un subbuglio perché ogni persona che guarda il suo regalo di nozze: un curioso puzzle, ne rimane ipnotizzata. Così Ollio sarà costretto ad attendere impaziente per molto tempo in casa, mentre gli invitati in chiesa perdono le staffe. Giunge da Ollio Peter Cucumber, più infuriato che mai, ma dato che non si trova la testa della donna del puzzle, una guardia decide di tenere tutti bloccati nel salone. Di seguito si mette a litigare con il tassista e tutti vengono arrestati, meno Stanlio e Ollio che dopo un'illusione tornano di nuovo alle loro semplici condizioni. Avendo deciso di dimenticare, Ollio si arruola con Stanlio nella Legione Straniera, dove scopre che tutti i commilitoni, compreso il comandante, erano innamorati della stessa donna. Come se non bastasse il fortino deve reggere l'attacco di un gruppo di infedeli arabi e solo l'intervento salvifico di Stanlio e Ollio cambierà le sorti della battaglia. Rimpatriati, i due si mettono a vendere pianoforti e ricevono l'ordine di trasportarne uno sopra una lunga fila di scalini. Infatti la donna che aveva ordinato la pianola voleva fare un regalo al marito, che però odiava profondamente gli strumenti musicali. Così i due avranno penato tanto per vedersi lo strumento sfasciato davanti ai loro occhi, nonché l'intero salone della villa.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema