Mogli sfuggenti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mogli sfuggenti - Mogli insinuanti
Titolo originale Slipping Wives
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1927
Durata 23 min
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere commedia
Regia Fred Guiol
Soggetto Hal Roach
Sceneggiatura F. Richard Jones (supervisione)
H.M. Walker (intertitoli)
Produttore Hal Roach
Casa di produzione Pathè
Fotografia George Stevens
Montaggio Richard C. Currier
Costumi William Lambert
Interpreti e personaggi

Mogli sfuggenti o Mogli insinuanti (Slipping Wives) è un cortometraggio muto del 1927 prodotto da Hal Roach per la Pathè, diretto da Fred Guiol con Laurel e Hardy. È il secondo cortometraggio in cui Stanlio e Ollio non sono i protagonisti (infatti Priscilla Dean ne ricopre il ruolo).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una donna (Dean) crede che suo marito (Rawlinson) non sia più invaghito di lei, così incarica un pittore ambulante (Laurel) di farle la corte con la promessa di ricompensarlo. Egli durante una serata in compagnia del marito di lei e di un suo amico, intende che l'amico di famiglia (Conti) sia il congiunto della donna, così inizia una girandola di peripezie che si concluderà a suon di copi di fucile sparati dal "vero" marito, che in realtà finge anche lui di essere geloso. I due si abbracciano ma vengono presto interrotti da un poliziotto che fa irruzione nella casa, trascinandosi dietro il maggiordomo di famiglia (Hardy), il quale aveva cercato di inseguire fuori casa Laurel con un fucile.

Spassose le scene in cui Laurel si confronta con Hardy benché a quei tempi non recitassero ancora i ruoli dei grandi personaggi che sarebbero diventati poco tempo più tardi.

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il cortometraggio è citato nell'antologia americana L'allegro mondo di Stanlio e Ollio di Robert Youngson (1965). Narrando la storia di Stan Laurel e Oliver Hardy, il regista mostra lo spezzone in cui Stanlio viene ricevuto in casa dalla padrona nobile e di quando il buffo pittore imperversa nella magione, inseguito dal burbero maggiordomo Ollio. Il regista, attraverso queste sequenze, comunica al pubblico che i due sebbene già si conoscessero e facessero già ridere il pubblico, non avevano dato ancora viva ai personaggi omogenei e a tutto tondo che oggi conosciamo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema