Un nuovo imbroglio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un nuovo imbroglio - Un altro bel pasticcio
Titolo originale Another fine mess
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA
Anno 1930
Durata 25 min
21 min ca. (versione doppiata dalla coppia Garinei/Ariani)
Colore B/N - (colorizzata la versione italiana doppiata da Enzo Garinei e Giorgio Ariani)
Audio sonoro
Genere comico
Regia James Parrott
Soggetto Arthur Jefferson (lavoro teatrale Home from the Honeymoon)
Sceneggiatura H.M. Walker
Produttore Hal Roach
Casa di produzione Metro-Goldwyn-Mayer
Fotografia George Stevens
Montaggio Richard Currier
Musiche Leroy Shield
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

1º Doppiaggio

2º Doppiaggio

3° Doppiaggio

Un nuovo imbroglio (Another fine mess, nell'originale inglese), conosciuto anche nelle altre versioni Un altro bel pasticcio (doppiato dalla coppia Croccolo/Fiorentini) e Un nuovo bell'imbroglio (doppiato dalla coppia Ariani/Garinei, è un cortometraggio del 1930 con Stanlio e Ollio. È il re-make parlato del corto muto Zuppa d'anatra sempre interpretato dalla coppia nel 1927; nonché con soggetto tratto da una commedia teatrale di Arthur J. Jefferson, padre di Stan Laurel (Stanlio stesso).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Inseguiti dall'immancabile poliziotto, Stanlio e Ollio si rifugiano in una cantina di una villa. Il proprietario della casa, il colonnello Wilbuforce Buckshot, è in partenza per l'Africa, e affida al maggiordomo e alla cameriera il compito di affittare la casa. Una volta partito però, i due decidono di andarsene per otto giorni, e poi affittare l'abitazione.
Partiti i servitori, Stanlio e Ollio tentano di uscire dalla villa, ma il poliziotto è sempre presente. Mentre pensano come uscire da quella situazione, suona il campanello. Dietro la porta stanno un signore (Lord Leopold Plumtree) e la moglie. Impossibilitati ad uscire (c'è il poliziotto!) Ollio dà il compito a Stanlio di vestirsi da maggiordomo (facendosi chiamare Gustavo) e di far entrare gli ospiti, avvertire che il colonnello non è in casa, e quindi mandarli via. Stanlio chiaramente non riesce a portare a termine il compito con successo, quindi Ollio è costretto a rimediare ai danni travestendosi da "Colonnello Buckshot", e affittare la casa ai due signori. Stanlio, nel frattempo, è anche costretto a vestirsi da cameriera, oltre che da maggiordomo, e si fa chiamare anche Agnese. Tutto avrebbe potuto concludersi bene (per Stanlio e Ollio) se il vero colonnello Buckshot non fosse tornato indietro per prendersi l'arco e le frecce, dimenticati nella villa. Entrato chiama subito la polizia, alla vista di estranei; Stanlio e Ollio, inseguiti dai federali fuggono per la strada, travestiti da cavallo; rubano un tandem e fuggono in una galleria ferroviaria, transita un treno che smutanda i poliziotti e taglia in due il tandem.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il film è conosciuto con tre titoli diversi: il primo è Un nuovo imbroglio per la versione doppiata da Alberto Sordi e Mauro Zambuto, il secondo è Un altro bel pasticcio per la versione doppiata da Carlo Croccolo e Fiorenzo Fiorentini e ultimo: Un nuovo bell'imbroglio per la terza e ultima versione trasmessa dalla Rai doppiata da Giorgio Ariani ed Enzo Garinei. In quest'ultima molti dei dialoghi dei personaggi cambiano e presentano differenze dagli originali o dai precedenti doppiati dalle altre coppie. Ad esempio nella versione Un nuovo bell'imbroglio il Lord inglese non si chiama più "Plumtree" ma "Vènvel" e il cameriere e la cameriera impersonati da Stanlio non fanno più "Gustavo" e "Agnese" ma "Hives" ed "Elsa".
  • Di questo cortometraggio esiste anche una versione colorizzata nel 1991, trasmessa da retequattro e distribuita in vhs dalla videorai nel 1992 con il doppiaggio di Enzo Garinei e Giorgio Ariani, tale versione non è integrale, infatti nel doppiaggio degli anni 80' è stata interamente tagliata l'introduzione parlata; tutti gli altri tagli invece sono stati effettuati in america durante il processo di colorizzazione del film.

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Le avventure di Stanlio e Ollio, montaggio del 1950 includente anche Sotto zero, Il circo è fallito e Andiamo a lavorare.
    Stanlio e Ollio nel periodo natalizio si guadagnano da vivere suonando l'organetto e il contrabbasso. Quando un donnone distrugge loro gli strumenti, i due amici trovano un portafoglio e poi invitano un poliziotto che li ha salvati a mangiare un boccone. Purtroppo dopo un po' di tempo Stanlio e Ollio si accorgeranno che ciò trovato da loro in mezzo alla neve appartiene proprio alla guardia loro ospite. Dopo aver combinato il pasticcio nella villa del Colonnello Buckshot, i due entrano a lavorare nel circo del Signor Finlayson, che presto fallisce. L'uomo non sa come liquidare i suoi dipendenti, così offre a ciascuno come pagamento un animale del circo; ad Ollio toccherà uno scimmione di nome Ethel e a Stanlio delle pulci ammaestrate. Ma i due non sanno come passare la notte e si trovano un alloggio dove non sono ammesse scimmie. I due la caricheranno su, ma la bestia si mette a far baccano. Cacciati dall'albergatore, Stanlio e Ollio sono nella miseria più completa e così, distrutta anche la loro tenda per colpa di Stanlio, sono costretti a chiedere l'elemosina ad una simpatica vecchina. La donna dà loro un piatto di minestra, ma poco dopo viene minacciata di sfratto e così i due lavoratori vendono l'auto per pagare i debiti. Ma in realtà è tutta una finzione e Stanlio e Ollio capiscono fischi per fiaschi, perdendo tutto.
  • Le disavventure di Stanlio & Ollio, montaggio del 1960 includente anche La bugia.
    Stanlio e Ollio devono recarsi ad Atlantic City con le mogli per passare un felice weekend insieme. Però all'ultimo momento, mentre stanno per partire di sera, squilla il telefono: è un amico di Ollio che lo invita con Stanlio al club onorario per divertirsi un po'. Ollio ci pensa e ripensa e alla fine adotta una scusa per far partire le mogli, fingendosi malato. Di seguito si affretta a vestirsi con Stanlio che però scambia i suoi stivali con quelli dell'amico. Ollio perderà un sacco di tempo per toglierseli, dato che gli vanno strettissimi, senza sapere che alla stazione i biglietti per Atlantic City sono esauriti e che quindi bisogna tornarci il giorno seguente. Le mogli tornano in casa e scoprono tutto.
  • Gli allegri passaguai, montaggio del 1967 includente anche Annuncio matrimoniale, Alchimia e La bugia.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema