Il nemico ci ascolta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il nemico ci ascolta
Il nemico ci ascolta.jpg
Screenshot del film
Titolo originale Air raid wardens
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA
Anno 1943
Durata 67 min
Colore B/N
Audio Sonoro
Genere commedia
Regia Edward Sedgwick
Sceneggiatura Martin Rackin, Harry Crane, Jack Jevne, Charley Rogers
Produttore B.F. Zeidman
Casa di produzione Metro-Goldwyn-Mayer
Fotografia Walter Lundin
Montaggio Irvine Warburton
Musiche Nat Shilkret
Scenografia Edwin B. Willis
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Devi mangiarne di zuppa, prima di mettère nel sacco noi! »
(Ollio, rivolgendosi ad un ritratto raffigurante Hitler)

Il nemico ci ascolta (Air raid wardens) è un film del 1943 diretto da Edward Sedgwick con Stanlio e Ollio.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ambientato durante la seconda guerra mondiale, Stanlio e Ollio dopo aver aperto vari negozi, prima di fertilizzanti, poi di animali, si ritrovano come venditori in un negozio di biciclette. Anche qui però stanno per essere sfrattati, un nuovo proprietario che sta per appropriarsi del locale, offre loro di entrare in società per vendere insieme biciclette e radio. Il loro socio in realtà fa parte di un gruppo di spie naziste il quale interessato ad appropriarsi segretamente del negozio come copertura per esercitare al meglio e senza dare troppo nell'occhio un perfido piano criminale che ha come obbiettivo lo smantellamento della nuova fabbrica di magnesio da poco messa in funzione ma non ancora operativa. Nel frattempo, Stanlio e Ollio ricevono un nuovo prestigioso incarico e vengono ingaggiati dal loro amico Dan Madison come vigili dell' "Umpa", un servizio di difesa dell'aeronautica militare, insieme ad altri cittadini, per salvaguardare il paese durante la guerra, ma dopo vari guai combinati anche ai danni dei propri colleghi e dopo vari ed ennesimi disastri, vengono sollevati dall'incarico. Tornati al loro negozio, scoprono all'interno di esso la losca attività delle spie, e senza avvisare nessuno, convinti che nessuno li crederebbe, seguono le spie, nascondendosi nel bagagliaio della loro auto. Arrivati al nascondiglio, Stanlio e Ollio entrano dalla finestra del primo piano tramite una scala e qui apprendono la vera identità dell'acquisitore del loro negozio che ha fornito informazioni vitali ai soci nazisti in quanto anche lui facente parte dell'organigramma dei vigili dell'Umpa e quindi a conoscenza degli spostamenti e delle simulazioni di soccorso che i vigili saranno impegnati a fare lo stesso giorno in cui i nazisti hanno in mente di far saltare l'intera fabbrica. Stanlio e Ollio cercano disperatamente di avvisare in qualche modo Dan dell'accaduto inviandogli un piccione viaggiatore trovato casualmente in una gabbietta al piano di sopra contenente un messaggio dove viene scritta la situazione tragica che sta per accadere ma per loro sfortuna il piccione invia il messaggio alle spie stesse al piano di sotto. Dopo essere stati colti di sorpresa e impauriti dalle spie naziste, che hanno piazzato una sentinella per impedire ai due di avvisare Dan facendogli perdere tempo prezioso per permettere alle altre spie di agire indisturbati, riescono comunque a mettere fuori causa la guardia in modo bizzarro e a correre ad avvisare Dan del pericolo imminente. Tramite un telefono pubblico, Ollio riesce, su suggerimento di Stanlio, a fingersi il capo dei vigili e ad avvertire Dan riferendogli che la prova di soccorso cambierà locazione per spostarsi alla fabbrica di magnesio con sbigottimento di tutti per il cambio di strategia e all'oscuro di quello che li attenderà, tutto ciò scordandosi però di informarli che il loro collega Middling è in realtà una spia e che potrebbe rilevarsi una grossa spina nel fianco per loro. Arrivati alla fabbrica, dopo varie disavventure, in concomitanza con Polizia e Pompieri richiesti da Ollio durante la chiamata, riusciranno nella grande impresa di bloccare le intenzioni crudeli delle spie. Dan, ignaro del fatto che fosse stato lo stesso Ollio a telefonare per avvisarlo, viene a conoscenza del piano elaborato da quest'ultimo e si congratula con lui per l'esemplare lavoro svolto comunicandogli che hanno catturato tutte le spie grazie al loro intervento, ma Ollio, molto soddisfatto, gli risponde che ne manca una all'appello: infatti il loro socio del negozio di biciclette che nel trambusto era quasi riuscito a fuggire, viene catturato da Stanlio con la fune che avevano usato per trainare la loro auto verso la fabbrica.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • È il primo dei due film che Stanlio e Ollio girarono per la MGM negli anni '40, il film va ricordato soprattutto per la presenza del loro vecchio collega del periodo Roach vale a dire l'attore Edgar Kennedy non presente in un loro film dal 1930 nel cortometraggio I ladroni. Un altro vecchio collega del periodo Roach è l'attore, regista e sceneggiatore Charley Rogers, qui presente come sceneggiatore.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema