I fanciulli del West

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I fanciulli del West - Allegri vagabondi
Laurel & Hardy dancing.gif
Stanlio e Ollio che improvvisano il balletto (modello ricostruito)
Titolo originale Way Out West
Paese di produzione USA
Anno 1937
Durata 61 min (versione originale)
55 min (versione doppiata da Enzo Garinei e Giorgio Ariani)
60 min (versione doppiata da Paolo Canali e Carlo Cassola
Colore B/N - colorizzato per la tv (versione accorciata per il doppiaggio di Enzo Garinei e Giorgio Ariani)
Audio sonoro
Genere comico
Regia James W. Horne
Soggetto Jack Jevne e Charley Rogers
Sceneggiatura Charley Rogers, Felix Adler, James Parrott, James W. Horne e Stan Laurel (non accreditati gli ultimi due)
Produttore Stan Laurel per conto di Hal Roach
Fotografia Art Lloyd e Walter Lundin
Montaggio Bert Jordan
Effetti speciali Roy Seawright
Musiche Marvin Hatley (originali), Piero Montanari (versione italiana 1986) .
Scenografia W.L. Stevens
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

1° doppiaggio (1937-38)

2° doppiaggio (1986)

I fanciulli del West (titolo inglese Way Out West), più conosciuto nella versione doppiata da Enzo Garinei e Giorgio Ariani come Allegri vagabondi, è un film del 1937 diretto da James W. Horne e interpretato da Stanlio e Ollio.


Trama[modifica | modifica wikitesto]

Stanley Fields nel ruolo dello sceriffo

Stanlio e Ollio sono in viaggio, in compagnia solo di un mulo, verso il villaggio di Brushwood Gulch, nel selvaggio West. Sono stati incaricati di consegnare a Mary Robert, una ragazza che lavora nel locale saloon, l'atto di proprietà di una ricchissima miniera d'oro che il padre di colei, Sy Robert, appena defunto, gli ha lasciato in eredità.

Considerato che la strada è ancora lunga, e dopo che Ollio (il quale, pur di non camminare, si fa trascinare dal mulo su di una specie di slitta) cade in un fiume, infradiciandosi i vestiti, i due compari decidono di farsi dare un passaggio da una diligenza. Saliti a bordo, tentano di fare i playboy con una signora, ignorando che si tratta della moglie dello sceriffo di Brushwood Gulch. Arrivati in città, il marito, udite le lamentele della donna, minaccia Stanlio e Ollio di morte se non se ne andranno con il successivo omnibus

Maldestramente, Stanlio svela al proprietario del saloon l'esistenza del prezioso documento: costui, bramoso di appropriarsene, non li conduce da Mary, ma dalla sua compagna, l'attrice Lola Marcel, che si traveste spacciandosi per la figlia del signor Robert. Ricevuto l'atto di proprietà, con un escamotage riescono a far firmare a Mary una dichiarazione di cessione di proprietà.

I due "messaggeri", convinti di aver fatto il loro dovere, brindano con il locandiere e si apprestano ad andarsene, quando incrociano la vera Mary Robert, che si qualifica. Accortisi della svista, i due irrompono nell'appartamento del padrone e, nel tentativo di appropriarsi del documento, scatenano un furioso inseguimento tra le stanze. D'un tratto nell'appartamento irrompe lo sceriffo, che minaccia di dar seguito alle proprie intenzioni omicide nei loro confronti. Stanlio e Ollio, impauriti, fuggono a gambe levate dal paese e si rifugiano nei boschi.

La notte stessa i due ritornano al saloon e, dopo vari disastri, riescono a recuperare l'atto di proprietà e a fuggire con Mary verso casa.

Particolarità[modifica | modifica wikitesto]

Il film è noto per i suoi originali effetti speciali: ad esempio Stanlio che riesce ad accendere il fuoco facendo schioccare il pollice e le sequenze in cui alcune parti del corpo degli attori si allungano all'inverosimile.

Altra famosa sequenza è quella in cui i due compari improvvisano un balletto sulle note di un complesso musicale country che sta suonano all'ingresso del saloon.

Scene tagliate[modifica | modifica wikitesto]

Nella versione doppiata nel 1986 da Enzo Garinei e Giorgio Ariani sono state tolte alcune scene che portano il film dalla durata di 61 minuti circa a una di circa 55. Le sequenze mancanti sono:

  • Tutti i primi 10 minuti del film in cui la scena si svolge nel saloon.
  • Gran parte della canzoncina che Stanlio e Ollio cantano assieme ad un membro dei The Avalon Boys.
  • Quasi tutta la lotta che Stanlio e Lola Marcel compiono mentre questa tenta di strappargli di dosso il documento d'eredità destinato a Mary Roberts.

La prima versione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Quando uscì in Italia nel 1938, Way Out West fu doppiato con il titolo I fanciulli del West dalla coppia Carlo Cassola e Paolo Canali, prime voci ufficiali di Stanlio e Ollio. Il doppiaggio, ancora oggi conservato e distribuito in VHS e in DVD, è pressoché integrale tranne la scena dove Finn e lo sceriffo dialogano in un cantuccio a parte mentre Lola Marcel si mette a cantare e a corteggiare i clienti della locanda durante uno spettacolo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema