Il tocco finale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il tocco finale
Titolo originale The Finishing Touch
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1928
Durata 19 min.
Colore B/N
Audio muto
Genere comico
Regia Clyde Bruckman
Leo McCarey (co-regista)
Soggetto H. M. Walker
Sceneggiatura Leo McCarey
H.M.Walker (intertitoli)
Produttore Hal Roach
Fotografia George Stevens
Montaggio Richard C. Currier
Interpreti e personaggi

Il tocco finale (The Finishing Touch) è un cortometraggio del 1928 diretto da Clyde Bruckman con la supervisione di Leo McCarey[1]: è interpretato dalla coppia Laurel & Hardy.

La fotografia del film è di un giovane George Stevens, in seguito 3 volte premio Oscar (due come regista, nel 1952 e nel 1957).

Trama[modifica | modifica sorgente]

Per cinquecento dollari, Stanlio e Ollio devono realizzare una casa in poche ore. Dopo aver combinato moltissimi disastri riusciranno nell'opera e ottengono i cinquecento dollari dal padrone. Ma a causa di un uccellino che si posa sul camino e lo fa crollare, il padrone rivuole indietro i soldi ma Stanlio e Ollio si rifiutano: inizia una furibonda lite a suon di sassate, finché la casa non crollerà definitivamente.

Analisi[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di una delle comiche più famose della coppia nel periodo del muto. Infatti Stanlio e Ollio, miscelando sapientemente la trama, riescono con poche azioni e battute a trasformare la comica in un susseguirsi di risate e capitomboli, memorabili le cadute di Ollio che guarda sconsolato la cinepresa (effetto di camera-look). Inoltre sorprendente è la scena in cui Stanlio trasporta una lunghissima trave di legno comparendo in testa e riapparendo in coda, grazie ad un trucco cinematografico, sotto lo sguardo attonito del poliziotto.

Infatti questa gag verrà riproposta nel film sempre interpretato dalla coppia Ciao amici! (Great Guns) del 1941. Nella pellicola è sempre Stanlio ad effettuare i trucchi, questa volta più sofisticati, ed Ollio è la vittima che rimane sbalordita.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ M. Giusti - S. Laurel e O. Hardy - Il Castoro Cinema, ottobre 1995 - p. 104

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema