Una famiglia di matti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una famiglia di matti
Una famiglia di matti.jpeg
Screenshot del film
Titolo originale Call of the Cuckoo
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA
Anno 1927
Durata 18 min
Colore B/N
Audio muto
Genere comico
Regia Clyde Bruckman
Sceneggiatura Leo McCarey (storia)
H.M. Walker (intertitoli)
Produttore Hal Roach
Casa di produzione Metro-Goldwyn-Mayer
Fotografia Floyd Jackman
Montaggio Richard Currier
Interpreti e personaggi

Una famiglia di matti (Call of the Cuckoo, nell'originale inglese) è un cortometraggio del 1927 con protagonista Max Davidson e interpretato tra gli altri anche da Stanlio e Ollio, diretto da Clyde Bruckman.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Papà Gimplewart, esasperato da una famiglia di vicini matti che genera continuamente confusione e schiamazzi, cerca di vendere la propria casa. Gimplewart, attraverso un annuncio su un quotidiano, riesce, al secondo tentativo, a permutare la propria magione con un'altra casa, apparentemente migliore e sicuramente più tranquilla. In realtà la nuova villa, costruita con materiali scadenti, crea mille inconvenienti: le porte si staccano, la balaustra delle scale crolla, la vasca da bagno perde e si spacca, mentre l'acqua, filtrando attraverso il pavimento, piove letteralmente nei piatti degli invitati a cena seduti a tavola al pianterreno. Mentre la casa lentamente rischia di crollare al suolo il povero Gimplewart si accorge che i suoi vicini matti si sono trasferiti a fianco alla sua nuova abitazione.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema