Come mi pento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Come mi pento - Ricconi
Titolo originale Sugar daddies
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1927
Durata 17 min
Colore B/N
Audio muto
Genere comico
Regia Fred Guiol
Leo McCarey
Sceneggiatura H. M. Walker (intertitoli)
Produttore Hal Roach
Fotografia George Stevens
Montaggio Richard Currier
Interpreti e personaggi

Come mi pento (conosciuto anche come Ricconi) è un cortometraggio comico muto del 1927 diretto da Fred Guiol e Leo McCarey con Laurel & Hardy.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un riccone di nome Brittle sposa in stato di ebbrezza una donna in una gabbia di leoni; il fratello della donna pretende a questo punto una gran somma di denaro. Brittle allora si rivolge ad un avvocato, che però si dimostra un incapace. Allora Brittle e il suo maggiordomo cercano di fuggire, ma mentre preparano i bagagli, l'avvocato li avvisa che il cognato, la moglie e la figliastra di Brittle sono nelle vicinanze pronti ad ucciderlo. Il maggiordomo però ha un'idea: travestire l'avvocato da donna. Il trucco viene però presto scoperto e i tre fuggono in un parco giochi inseguiti dai parenti di Brittle.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • È uno dei primi film in cui cominciano a prendere vita i due personaggi comici di Stanlio e Ollio.
  • La gag in cui Finlayson porta a cavalluccio Laurel, che si spaccia per una donna, è stata riproposta in I polli tornano a casa quattro anni più tardi; questa volta è Ollio a trasportare Stanlio.
  • Il film è stato allegato ai vari spezzoni dei film della coppia presenti nell'antologia di Robert Youngson L'allegro mondo di Stanlio e Ollio.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema