Nazionale di calcio dell'Unione Sovietica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
URSS Unione Sovietica
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Sport Football pictogram.svg Calcio
Federazione FFSSSR
Федерация футбола СССР (Federacija Futbola SSSR)
Codice FIFA URS
Soprannome L'Armata Rossa
Selezionatore -
Record presenze Oleh Blochin (112)
Capocannoniere Oleh Blochin (42)
Esordio internazionale
Estonia Estonia 2 - 4 RSSF Russa RSFS Russa
Tallinn, Estonia; 18 settembre 1923
URSS Unione Sovietica 3 - 0 Turchia Turchia
Mosca, Unione Sovietica; 16 novembre 1924
Ultima partita
Cipro Cipro 0 - 3 Unione Sovietica URSS
Larnaca, Cipro; 13 novembre 1991
Migliore vittoria
URSS Unione Sovietica 11 - 1 India India
Mosca, Unione Sovietica; 16 settembre 1955
Finlandia Finlandia 0 - 10 Unione Sovietica URSS
Helsinki, Finlandia; 15 agosto 1957
Peggiore sconfitta
Inghilterra Inghilterra 5 - 0 Unione Sovietica URSS
Londra, Regno Unito; 22 ottobre 1958
Campionato del mondo
Partecipazioni 7 (esordio: 1958)
Miglior risultato Quarto posto nel 1966
Campionato d'Europa
Partecipazioni 6 (esordio: 1960)
Miglior risultato Campione nel 1960

La Nazionale di calcio dell’Unione Sovietica (Сборная СССР по футболу) fu la rappresentativa nazionale calcistica dell’Unione Sovietica dal 1924 al 1991. Nella sua bacheca spicca la vittoria nella prima edizione del Campionato europeo di calcio (1960). Al mondiale il miglior risultato fu il quarto posto ottenuto nel 1966.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Oleh Blochin è stato uno dei giocatori simbolo del calcio sovietico. Ha vinto un Pallone d'oro nel 1975 ed ha il primato del maggior numero di presenze (112) e del maggior numero di gol segnati (42) con la rappresentativa sovietica.[1]

Nata inizialmente come rappresentativa della Repubblica Socialista Federativa Sovietica Russa, nel 1924 divenne la nazionale dell'intera Federazione.

Il suo vero e proprio esordio nel calcio internazionale avvenne dopo la seconda guerra mondiale. La Nazionale sovietica ebbe tra gli anni cinquanta e sessanta una generazione di campioni che seppero trascinarla alla sua prima apparizione al mondiale (nel 1958 in Svezia) e due anni dopo al suo primo trionfo internazionale, l'Europeo 1960. Ai vari Igor' Netto, Ėduard Strel'cov, Viktor Ponedel'nik e Valentin Ivanov, faceva da baluardo tra i pali quello che per molti è stato il più grande portiere di tutti i tempi, il "ragno nero" Lev Jašin, unico portiere, finora, a vincere il Pallone d'oro.

Ai Mondiali del 1966 l'Unione Sovietica sfiorò l'impresa dell'accesso in finale, fermata dalla Germania Ovest futura vice-campione in semifinale e poi battuta nella finale per il terzo posto dal Portogallo di Eusébio.

Agli Europei la sorte per i sovietici fu migliore, in quanto in altre 3 occasioni (1964, 1972 e 1988) raggiunsero la finale, anche se sempre sconfitti e nel 1968 arrivò quarta.

Ancor migliore il "bottino" raccolto dall'Unione Sovietica alle Olimpiadi, dove i sovietici hanno conquistato nella loro storia 2 medaglie d'oro e 3 medaglie di bronzo.

L'Unione Sovietica giocò la sua ultima partita il 3 novembre 1991 contro Cipro, la partita era valevole per la qualificazione agli Europei di calcio 1992. Fu l'ultima partita in quanto la Nazionale sovietica non poté mai partecipare a tali Europei, questo perché dopo la dissoluzione dell'Unione Sovietica, avvenuto il 26 dicembre 1991, la Nazionale sovietica scomparve dal palcoscenico calcistico internazionale. Dato che, nonostante la qualificazione, l'Unione Sovietica non avrebbe mai potuto partecipare agli Europei di calcio 1992, venne deciso di costituire la Nazionale di calcio della Comunità degli Stati Indipendenti, tale Nazionale rappresentava tutti gli stati che fino all'anno prima avevano fatto parte dell'Unione Sovietica ad eccezione delle Repubbliche baltiche (Lituania, Estonia e Lettonia), che avevano già dichiarato la loro indipendenza, e della Georgia che aderì alla CSI solo nel 1993.

Le rappresentative nate dopo la scomparsa della nazionale sovietica sono:

Di queste la FIFA riconosce solo quella russa come l'erede sportiva della nazionale sovietica.

Partecipazioni ai tornei internazionali[modifica | modifica sorgente]

Campionato del mondo
Edizione Risultato
1950 Non partecipante
1954 Non partecipante
1958 Quarti di finale
1962 Quarti di finale
1966 Quarto posto
1970 Quarti di finale
1974 Squalificata[2]
1978 Non qualificata
1982 Secondo turno
1986 Ottavi di finale
1990 Primo turno
Campionato europeo
Edizione Risultato
1960 Campione UEFA European Cup.svg
1964 Secondo posto Silver medal europe.svg
1968 Quarto posto
1972 Secondo posto Silver medal europe.svg
1976 Non qualificata
1980 Non qualificata
1984 Non qualificata
1988 Secondo posto Silver medal europe.svg
1992 Qualificata[3]
Giochi olimpici[4]
Edizione Risultato
1924 Non partecipante
1928 Non partecipante
1936 Non partecipante
1948 Non partecipante
Confederations Cup
Edizione Risultato


Legenda: Grassetto: Risultato migliore, Corsivo: Mancate partecipazioni


Statistiche dettagliate sui tornei internazionali[modifica | modifica sorgente]

Mondiali[modifica | modifica sorgente]

Anno Luogo Piazzamento V N P Gol
1950 Brasile Brasile Non partecipante - - - -
1954 Svizzera Svizzera Non partecipante - - - -
1958 Svezia Svezia Quarti di finale 2 1 2 5:6
1962 Cile Cile Quarti di finale 2 1 1 9:7
1966 Inghilterra Inghilterra Quarto posto 4 0 2 10:6
1970 Messico Messico Quarti di finale 2 1 1 6:2
1974 bandiera Germania Ovest Squalificata[2] - - - -
1978 Argentina Argentina Non qualificata - - - -
1982 Spagna Spagna Secondo turno 2 2 1 7:4
1986 Messico Messico Ottavi di finale 2 1 1 12:5
1990 Italia Italia Primo turno 1 0 2 4:4

Europei[modifica | modifica sorgente]

Anno Luogo Piazzamento V N P Gol
1960 Francia Francia Campione UEFA European Cup.svg 2 0 0 5:1
1964 Spagna Spagna Secondo posto 1 0 1 4:2
1968 Italia Italia Quarto posto 0 1 1 0:2
1972 Belgio Belgio Secondo posto 1 0 1 1:3
1976 Jugoslavia Jugoslavia Non qualificata - - - -
1980 Italia Italia Non qualificata - - - -
1984 Francia Francia Non qualificata - - - -
1988 bandiera Germania Ovest Secondo posto 3 1 1 7:4
1992 Svezia Svezia Qualificata[3] - - - -

Tutte le rose[modifica | modifica sorgente]

Mondiali[modifica | modifica sorgente]

Europei[modifica | modifica sorgente]

Giochi olimpici[modifica | modifica sorgente]

NOTA: Per le informazioni sulle rose successive al 1948 visionare la pagina della Nazionale olimpica.

Record individuali[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Calciatori della Nazionale sovietica.

Queste sono le classifiche relative alle maggiori presenze e reti nell'Unione Sovietica:

Record presenze

# Giocatore Periodo Presenze  Reti 
1 Oleh Blochin 1972-1988 112 42
2 Rinat Dasaev 1979-1990 91 0
3 Al'bert Šesternëv 1961-1971 90 0
4 Anatolij Dem"janenko 1981-1990 80 6
5 Volodymyr Bezsonov 1977-1990 79 4
6 Sjarhej Alejnikaŭ 1984-1991 77 6
7 Lev Jašin 1954-1967 74 0
8 Murtaz Khurtsilava 1965-1973 69 6
9 Oleh Protasov 1984-1991 68 29
10 Valerij Voronin 1960-1968 66 5

Record reti

# Giocatore Periodo    Reti  Presenze Reti/pr.
1 Oleh Blochin 1972-1988 42 112 0,38
2 Oleh Protasov 1984-1991 29 68 0,43
3 Valentin Ivanov 1956-1965 26 59 0,44
4 Ėduard Strel'cov 1955-1968 25 38 0,66
5 Viktor Kolotov 1970-1978 22 55 0,4
6 Viktor Ponedel'nik 1960-1966 20 29 0,69
6 Igor' Čislenko 1959-1968 20 53 0,38
8 Anatoli Banişevski 1965-1972 19 50 0,38
9 Anatolij Il'in 1952-1959 16 31 0,52
10 Anatolij Byšovec[5] 1966-1972 15 39 0,38

Confronti con altre Nazionali[modifica | modifica sorgente]

Tra gli avversari nazionali contro cui sono stati disputati almeno 10 incontri, l'URSS presentava i seguenti saldi:

Saldo positivo[modifica | modifica sorgente]

Nazionale Giocate Vinte Pareggiate Perse Reti Fatte Reti Subite Differenza Ultima vittoria Ultimo pari Ultima sconfitta
Ungheria Ungheria 19 9 6 4 30 18 +12 17 aprile 1991 25 settembre 1991 11 ottobre 1978
Svezia Svezia 18 7 6 5 37 21 +16 13 giugno 1991 20 agosto 1986 2 aprile 1988
Austria Austria 14 7 3 4 19 13 +6 19 ottobre 1988 6 settembre 1989 15 ottobre 1967
Jugoslavia Jugoslavia 14 10 3 1 26 9 +17 29 agosto 1987 30 aprile 1972 25 gennaio 1985
Turchia Turchia 14 12 0 2 29 6 +23 15 novembre 1989 - 23 novembre 1975
Finlandia Finlandia 13 8 5 0 38 10 +28 15 maggio 1984 17 agosto 1988 -
Bulgaria Bulgaria 12 6 5 1 20 9 +11 21 febbraio 1989 29 marzo 1972 28 marzo 1973
Cecoslovacchia Cecoslovacchia 12 6 4 2 21 12 +9 28 ottobre 1981 27 aprile 1988 24 aprile 1976
Germania Est Germania Est 12 6 3 3 18 11 +7 10 ottobre 1987 26 aprile 1989 28 luglio 1977
Grecia Grecia 11 9 0 2 25 4 +21 23 marzo 1983 - 12 settembre 1979
Francia Francia 11 3 6 2 17 13 +4 11 ottobre 1986 9 settembre 1987 13 ottobre 1972
Italia Italia 11 4 5 2 9 7 +2 22 giugno 1988 12 ottobre 1991 20 febbraio 1988
Polonia Polonia 11 6 3 2 23 8 +15 1º giugno 1988 23 agosto 1989 21 maggio 1961

Saldo negativo[modifica | modifica sorgente]

Nazionale Giocate Vinte Pareggiate Perse Reti Fatte Reti Subite Differenza Ultima vittoria Ultimo pari Ultima sconfitta
Germania Germania 12 3 0 9 11 22 –11 28 agosto 1985 - 27 marzo 1991
Inghilterra Inghilterra 11 3 3 5 13 19 –6 18 giugno 1988 6 dicembre 1967 21 maggio 1991
Messico Messico 10 1 7 2 4 4 0 19 agosto 1984 20 febbraio 1971 19 febbraio 1986

NB: Come da regolamento FIFA le gare terminate ai rigori sono considerate partite pareggiate.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ RSSSF archivio presenze e miglior marcatori
  2. ^ a b Venne squalificata in seguito al rifiuto di giocare contro il Cile dopo il golpe del 1973.
  3. ^ a b L'Unione Sovietica riuscì a qualificarsi ma non poté partecipare al campionato europeo perché la nazione scomparve, al suo posto partecipò la Nazionale di calcio della Comunità degli Stati Indipendenti. La nazionale rappresentava tutte le repubbliche che fino all'anno prima facevano parte dell'Unione Sovietica tranne Estonia, Lettonia, Lituania e Georgia tuttavia tale nazionale non riuscì ad andare oltre il Primo turno.
  4. ^ Come da regolamento FIFA vengono considerate le sole edizioni comprese tra il 1908 ed il 1948 in quanto sono le uniche ad essere state disputate dalle Nazionali maggiori. Per maggiori informazioni si invita a visionare questa pagina.
  5. ^ A pari merito, con 15 reti, con: Hennadij Lytovčenko (58 presenze tra il 1984 e il 1990)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio