Sjarhej Harlukovič

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sjarhej Harlukovič
Gorlukovich.jpg
Dati biografici
Nome Sjarhej Vadzimavič Harlukovič
Nazionalità URSS URSS
Russia Russia (dal 1991)
Altezza 182 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 2002
Carriera
Squadre di club1
1981-1984 Gomel Gomel 112 (21)
1985-1986 Dinamo Minsk 25 (0)
1986-1989 Lokomotiv Mosca Lokomotiv Mosca 121 (12)
1989-1992 Bor. Dortmund Bor. Dortmund 44 (1)
1992-1995 Uerdingen 05 Uerdingen 05 80 (6)
1995 Spartak Vladikavkaz Spartak Vladikavkaz 5 (0)
1996-1998 Spartak Mosca Spartak Mosca 115 (5)
1999 Torpedo-ZIL Torpedo-ZIL 43 (5)
2000 Ckalovec Čkalovec 23 (0)
2001 Lokomotiv Niznij Novgorod Lok. Nižnij Novg. 18 (0)
2002 Mika Ashtarak Mika Ashtarak 2 (0)
Nazionale
1988-1991
1993-1994
URSS URSS
Russia Russia
21 (1)
16 (0)
Carriera da allenatore
2004 Saturn Saturn (assistente)
2005-2006 SKA-Energija SKA-Ėnergija
2007 Avangard Kursk Avangard Kursk
2008 Vitjaz' Podol'sk Vitjaz' Podol'sk
2009-2010 SKA-Energija SKA-Ėnergija
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Oro Seul 1988
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Sjarhej Vadzimavič Harlukovič (in bielorusso: Сяргей Вадзімавіч Гарлуковіч?, in russo: Сергей Вадимович Горлукович?, traslitterato: Sergej Vadimovič Gorlukovič; Hrodna, 18 novembre 1961) è un allenatore di calcio ed ex calciatore sovietico, dal 1992 russo, di ruolo difensore.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Era un difensore centrale, talvolta schierato a centrocampo. Raramente tendeva ad avanzare sulla fascia, portando pericoli verso l'area avversaria.[1] Non eccelso nelle chiusure difensive.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver visto la casacca dell'Homel', nel 1985 passa alla Dinamo Minsk e due anni dopo è nella Lokomotiv Mosca. Nel 1989 riesce a uscire dall'URSS, andando a giocare in Germania, tra le fila del Borussia Dortmund. Dopo aver passato altre tre stagioni in Germania, con la nascita della Russia fa ritorno in patria, all'Alania, dove vince il suo primo titolo russo, pur da comprimario. L'anno seguente passa allo Spartak Mosca dove, da titolare, vince tre campionati consecutivi e una Coppa di Russia (1998). Nel 2002, dopo aver giocato per altre tre squadre russe, decide di terminare la carriera in Armenia.

Ha totalizzato più di 500 partite in tutte le competizioni.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha giocato sia per l'URSS sia per la Nazionale russa, totalizzando 37 presenze e 1 gol tra il 1988 e il 1994. Ha partecipato a un'Olimpiade (1988), ai Mondiali 1990 e 1994 e a Euro 1996.

Riserva nell'Olimpiade di Seul 1988 vinta dall'URSS, Harlukovič si conquista un posto da titolare al Mondiale di Italia '90, giocando tre partite e 270': dopo la terza partita, l'URSS è eliminata dal girone comprendente Romania, Argentina e Camerun. È titolare anche nel Mondiale seguente, a USA '94 ma dopo la prima partita contro il Brasile (persa 2-0), si fa espellere contro la Svezia (persa 3-1) al 49', sul punteggio di 1-1 e saltando la terza e ultima gara dei russi contro il Camerun, vinta per 6-1.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 maggio 2014 diviene il secondo di Murat Yakın sulla panchina dello Spartak Mosca.[3]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Spartak-Alania Vladikavkaz: 1995
Spartak Mosca: 1996, 1997, 1998
Spartak Mosca: 1997-1998

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fabio Monti, Giancarla Ghisi, Alberto Costa e Giorgio Rondelli, Il tempo dell'Inter non finisce mai in Il Corriere della Sera, 1° aprile 1998. URL consultato il 29 gennaio 2015.
  2. ^ Gianni Mura, URSS, a lezione dall'ultimo nemico in La Repubblica, 27 settembre 1988. URL consultato il 29 gennaio 2015.
  3. ^ Pier Luigi Giganti, Spartak Mosca, Yakin è il nuovo allenatore: piaceva a Lazio e Tottenham in La Gazzetta dello Sport, 31 maggio 2014. URL consultato il 29 gennaio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]