Martha Logan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Martha Logan
Jean Smart (2008).jpg
Universo 24
Lingua orig. Inglese
Autori
1ª app. in Dalle 7:00 alle 8:00
Ultima app. in Dalle 18:00 alle 19:00
Interpretata da Jean Smart
Voce italiana Aurora Cancian
Sesso Femmina
Professione *Membro del consiglio di amministrazione del "Santa Barbara Museum"

Martha Logan è un personaggio protagonista della serie televisiva 24. È interpretata da Jean Smart, che per questa interpretazione è stata nominata agli Emmy nel 2006 e nel 2007.

Caratterizzazione[modifica | modifica sorgente]

Laureata a Stanford, Martha è stata membro del consiglio di amministrazione del "Santa Barbara Museum". In seguito ha lavorato in politica come consigliera di suo marito Charles, che alla fine è divenuto Presidente degli Stati Uniti.

Amica intima dell'ex-Presidente David Palmer, Martha ha alle spalle una storia di instabilità mentale e depressione, che verrà usata contro di lei nel corso della serie.

Il parere di Martha è sempre stato decisivo nelle scelte del marito, che al contrario di lei ha un carattere insicuro e introverso.

Il personaggio di Martha Logan si ritiene ispirato alla figura di Martha Beall Mitchell, moglie di John Newton Mitchell, Procuratore Generale sotto la presidenza Nixon[1]. La Mitchell fu un'essenziale informatrice delle autorità nello scandalo Watergate, ma le persone coinvolte nella vicenda fecero in modo di far credere alla gente che la donna soffrisse di disturbi psichici. Successivamente lo stesso Nixon affermò che lo scandalo Watergate non sarebbe mai scoppiato senza la signora Mitchell[2].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Quinta stagione[modifica | modifica sorgente]

Moglie fedele di Charles Logan, Martha è una grande amica dell'ex-Presidente David Palmer, nonostante la sua ideologia politica sia differente da quella di suo marito (Palmer è democratico, Logan repubblicano).

Alcuni anni prima dell'inizio della serie, Martha ha sofferto di problemi mentali e per un certo periodo è stata ricoverata in una clinica privata del Vermont. La Logan assume regolarmente farmaci contro la depressione e l'ansia.

La sera prima dell'inizio della quinta stagione, Martha ha ricevuto una telefonata da Palmer, che le ha chiesto un incontro per parlarle di una tematica importante riguardante suo marito e la sicurezza nazionale. L'uomo tuttavia è stato ucciso da un cecchino poche ore dopo e Martha è rimasta sconvolta dalla notizia.

La prima scena in cui appare la First Lady si svolge nel suo bagno; la donna è appena stata truccata e acconciata dalla sua assistente Evelyn Martin, ma improvvisamente immerge la testa nel lavandino colmo d'acqua e dopo essere riemersa le ordina di ricominciare da capo. Subito dopo il capo di gabinetto Walt Cummings raggiunge la signora Logan per informarla dell'omicidio di Palmer e lei viene assalita da un attacco isterico.

Martha è intenzionata a raggiungere suo marito, che sta per firmare un trattato contro il terrorismo insieme al Presidente della Russia Yuri Suvarov, ma Cummings la convince ad aspettare la fine della conferenza stampa. Poco dopo, Logan incontra la moglie e lei gli racconta della conversazione avuta con Palmer la sera prima. Martha ha l'impressione che suo marito non le creda e perciò tenta di convincere Walt ed Evelyn.

Poco più tardi Charles si reca dalla moglie e le dice che la telefonata con Palmer è stata una sua illusione; per convincerla le fa ascoltare la registrazione della chiamata, in cui Palmer la invita semplicemente ad una cena insieme a suo marito. Martha scoppia a piangere sostenendo che quella non sia la vera telefonata, ma Logan si fa promettere da lei che prenderà le medicine che le ha prescritto il medico.

La donna invece comprende che la registrazione che ha sentito è un montaggio e così chiede a Evelyn di aiutarla mentre cerca la trascrizione della telefonata. Pur di ottenerla, la signora Logan è disposta a tutto: si introduce nel bagno degli uomini per parlare con un impiegato dell'ufficio delle comunicazioni, il signor Burke. L'uomo le spiega che l'accesso all'archivio è strettamente limitato, ma lei minaccia di fingere uno stupro se non le darà la chiave magnetica. Burke è costretto a cedere e Martha riesce ad entrare in possesso della trascrizione.

Mentre è ancora nell'archivio, la donna viene scoperta dall'agente dei servizi segreti Aaron Pierce, che la obbliga ad uscire. Martha comunque ha nascosto nella camicetta la trascrizione e dopo aver riconsegnato la chiave al signor Burke, racconta ad Evelyn del buon esito della sua missione. La segretaria consiglia alla First Lady di parlarne con suo marito, ma lei rifiuta sapendo che non le crederebbe.

Successivamente Martha prova a parlarne con Charles, ma lui le chiede di non rovinargli questo momento importante e così la donna torna nella sua stanza. Walt intanto scopre da Evelyn che la First Lady nasconde la trascrizione nella camicetta e così, dopo averla stordita con una droga, le sottrae il documento. Al suo risveglio, Martha si accorge di essere stata derubata ma nessuno le crede, anzi Charles decide di farla tornare in clinica.

La donna cerca di fuggire, ma viene trovata da Aaron, al quale racconta tutta la storia. Poco dopo però Charles si scusa con lei, raccontandole che Walt Cummings è una talpa dei terroristi. Quando questi si suicida, Martha consiglia al marito di rivelare il coinvolgimento dell'uomo alla stampa, ma sia Logan che Mike Novick sostengono che ciò non gioverebbe all'immagine dell'amministrazione. Charles acconsente a seguire la politica di Martha solo se lei riuscirà a raccontare la verità a Suzanne, la vedova di Walt.

Martha non se la sente di arrecare alla donna un così grande dolore e così le racconta che Walt si è ucciso per via degli eventi stressanti della giornata. In seguito Martha apprende che un terrorista di nome Vladimir Bierko è in possesso di venti bombole di gas nervino e che sta minacciando suo marito di diffondere il veleno se lui non gli rivelerà l'itinerario dell'auto con a bordo il Presidente Suvarov e sua moglie Anya.

Charles cede alle richieste di Bierko e così Martha, infuriata, decide di entrare nella limousine dei coniugi Suvarov. Nonostante il parere contrario della donna, Aaron decide di seguirla mettendosi nella parte anteriore dell'auto. Quando Logan capisce che sua moglie è sulla macchina, le telefona chiedendole di trovare una scusa per scendere, ma lei si rifiuta. All'ultimo minuto Pierce riceve dal CTU l'ordine di invertire il tragitto, ma i terroristi, accortisi del cambio di programma, cominciano ad attaccare il corteo. La limousine viene colpita, ma Aaron riesce a salvare Martha e i Suvarov uccidendo i terroristi.

Rientrata sana e salva, la signora Logan ordina a Evelyn di non farla raggiungere da suo marito, poiché è in collera con lui per non aver bloccato l'attacco. Successivamente Mike Novick la convince a perdonarlo, ma la donna si scontra di nuovo con il marito perché lui è disposto ad imporre la legge marziale pur di bloccare i terroristi.

Messa in guardia dall'arrivo improvviso del Segretario della Difesa, Martha capisce che suo marito le tiene nascosto qualcosa e così chiede spiegazioni ad Aaron; i due si accordano per un incontro segreto, ma l'uomo non si presenta e non risponde al cellulare. Martha si rivolge agli altri agenti dei servizi segreti e uno di loro, Justin Adams, la rinchiude in una stanza. Più tardi Charles va a parlare con Martha e le dice che Aaron è stato trasferito a Washington. Inoltre il Presidente confessa alla moglie di essere coinvolto nell'omicidio di David Palmer e nella vendita di gas nervino ai terroristi. Martha si dimostra disgustata dalle rivelazioni del marito, ma lui la convince a tacere per il benessere della nazione.

Più tardi, quando Charles si rifiuta di parlare con lei, Martha decide di non perdonarlo e di porre fine al loro matrimonio. Poco dopo, mentre si trova fuori, Martha nota un'auto vicino alla rimessa e si spinge a curiosare. Con suo sommo stupore, la donna vede l'agente Adams che sta per uccidere Aaron. La signora Logan interviene, distraendo Adams e consentendo ad Aaron di disarmarlo. Quindi, afferrata la pistola, Martha fa fuoco contro Adams uccidendolo.

Subito dopo i due raccontano tutto a Mike, che mette al sicuro Aaron e chiede a Martha di aiutarlo ad incastrare suo marito. La First Lady infatti viene incaricata di intrattenere Logan mentre Mike procura a Jack Bauer dei documenti che gli consentono di pilotare l'elicottero presidenziale. Martha riesce a raggiungere l'obiettivo e fa salire suo marito sull'elicottero mentre lei resta a terra con una scusa.

Bauer riesce facilmente a neutralizzare le due guardie del corpo, ma il Presidente si rifiuta di collaborare durante l'interrogatorio e così Jack è costretto a rilasciarlo. Logan si dirige all'aeroporto, dove sta arrivando la salma di Palmer. Alla vista del feretro, Martha comincia ad urlare contro il marito accusandolo di essere un assassino. Lui la trascina in un hangar e dopo averla schiaffeggiata, la perquisisce per cercare un eventuale microtrasmettitore, che non trova. Quindi Charles le chiede perché abbia aiutato Bauer e lei gli risponde che è colpa sua se Palmer è morto. Logan si infuria ancora di più e dopo aver confessato di nuovo i suoi crimini, minaccia la moglie di rinchiuderla a vita in un manicomio.

Subito dopo un discorso commemorativo del Presidente Palmer, Logan viene arrestato dai servizi segreti; durante l'interrogatorio, infatti, Bauer gli aveva nascosto addosso una cimice, che quindi ha registrato tutta la conversazione avuta con la First Lady. Logan perciò viene scortato in macchina da due agenti sotto lo sguardo soddisfatto di sua moglie Martha.

Sesta stagione[modifica | modifica sorgente]

Nella sesta stagione si scopre che Martha ha avuto un crollo nervoso dopo che il suo ex-marito ha ottenuto gli arresti domiciliari senza che la popolazione scoprisse i suoi crimini. La donna è ricoverata nella clinica Meadowcreek e ha intrapreso una relazione con Aaron Pierce. Quando Charles si presenta da lei chiedendole un favore, Martha si rifiuta di vederlo, ma Aaron la convince a sentire cosa vuole.

Charles chiede a Martha di telefonare alla sua amica Anya Suavrov per convincerla a parlare con suo marito del console russo Anatoly Markov, che non vuole collaborare con il CTU. La donna accetta di chiamare Anya, ma aspettando che le passino la telefonata, Martha ha una violenta lite con l'ex-marito. Presa dalla rabbia e dall'odio, la donna afferra un coltello e pugnala Charles tra il collo e la spalla destra. L'uomo viene trasportato via dai soccorsi, mentre Martha viene sedata dagli agenti e successivamente convince Anya a parlare con suo marito. Il contributo di Martha si rivela essenziale, in quanto grazie alla sua telefonata Suvarov permette al CTU di salvare Jack Bauer, tenuto prigioniero nel consolato.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Alessandra Stanley, Back From the Dead, a Secret Agent Is Ready to Save the World Again, The New York Times, 13 gennaio 2006. URL consultato il 15-05-2011.
  2. ^ (EN) Martha Mitchell (1918–1976) - Encyclopedia of Arkansas, www.encyclopediaofarkansas.net. URL consultato il 15-05-2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione