Deputato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Un deputato (part.pass. del verbo latino deputare, formato da de (di, da) e putare - ritenere, scegliere, considerare - nell’accezione di colui che è stato scelto) è una persona che viene incaricata di eseguire un mandato in un'assemblea.

Italia[modifica | modifica sorgente]

In Italia erano chiamati così i membri della Camera dei deputati del Regno di Sardegna, dal 1861 quelli della Camera dei deputati del Regno d'Italia e nel 1946 i membri dell'Assemblea Costituente della Repubblica Italiana.

Oggi vengono così chiamati i membri del parlamento eletti alla Camera dei deputati che, secondo l'istituto della democrazia rappresentativa, sono i rappresentanti diretti dei cittadini, eletti da questi alla Camera dei deputati, nonché i membri dell'Assemblea Regionale Siciliana (nell'isola si distingue, infatti, fra deputati nazionali e deputati regionali). Ogni deputato, secondo l'art. 67 Cost, quale membro del Parlamento Italiano, rappresenta la Nazione nel suo insieme ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato. La Costituzione della Repubblica Italiana fissa a 25 anni l'età minima per essere eletti (elettorato passivo).

I deputati, suddivisi in gruppi parlamentari che tipicamente coincidono con i partiti politici, possono proporre e votare disegni di legge, presentare interpellanze e interrogazioni al Governo e proporre mozioni. I deputati operano anche nelle commissioni permanenti, che assolvono importanti compiti nella fase di discussione e di approvazione delle leggi. Il deputato gode di una immunità per la quale non può essere penalmente perseguito senza l'autorizzazione della Camera dei deputati, come stabilisce la Costituzione, e percepisce un'indennità economica, la cui misura è stabilita dalla legge, che ha la finalità di permettergli di svolgere la propria attività, senza problemi di carattere economico. Inoltre i deputati godono del diritto di insindacabilità, sancito dall'art.68, co.1, Cost quanto ai voti e alle opinioni espresse nell'esercizio delle loro funzioni.

Regno Unito[modifica | modifica sorgente]

Il Regno Unito contiene nel proprio ordinamento tipologie differenti di parlamento:

  • il Parlamento del Regno Unito, nel quale si trovano i membri eletti a intervalli irregolari nella Camera dei Comuni ed hanno il titolo di Membri del Parlamento (abbreviato spesso in MP)
  • il Parlamento Europeo, nel quale sono eletti dei membri in rappresentanza del Regno Unito presso la Comunità Europea ed hanno il titolo di Membri del Parlamento Europeo (abbreviato in MEP)
  • il Parlamento scozzese, nel quale i membri che rappresentano la Scozia sono eletti ogni quattro anni e sono appunto chiamati Membri del Parlamento Scozzese (abbreviato in MSP per Member of Scottish Parliament)
  • l'Assemblea dell'Irlanda del Nord che contiene i membri del parlamento per l'Irlanda del Nord che sono conosciuti come Membri dell'Assemblea Legislativa (abbreviato in MLA per Members of the Legislative Assembly). Tra il 1921 ed il 1973, l'Irlanda del Nord venne governata dal Parlamento dell'Irlanda del Nord
  • l'Assemblea Nazionale per il Galles consistente in sessanta membri che però non compongono un vero e proprio parlamento ed hanno il titolo di Membri dell'Assemblea (in inglese Assembly Members (AMs) o in gallese Aelod y Cynulliad (AC).[1]

I membri della Camera dei Comuni sono eletti dalle elezioni generali ogni cinque anni nel Regno Unito e rappresentano le varie costituenti della nazione, secondo quanto stabilito dal Parliament Act 1911.

Un candidato al parlamento del Regno Unito deve essere inglese, irlandese o cittadino del Commonwealth, superiore ai 18 anni di età e non deve ricoprire altre cariche pubbliche secondo quando stabilito dall'Electoral Administration Act 2006[2] (questo documento ha apportato nello specifico modifiche circa l'età che precedentemente era a 21 anni di età).

I membri del parlamento tecnicamente non possono dimettersi dal loro incarico (anche se possono rifiutare la carica al momento del conferimento). Il salario base di un membro della Camera dei Comuni al 1º aprile 2009 è stato stabilito di £64.766 [3] Alcuni parlamentari speciali come i ministri, lo Speaker, i capi partito ricevono un salario supplementare per le loro specifiche responsabilità. Il primo ministro percepisce uno stipendio pari a £130.959.[4] Relativamente alle pensioni, ciascun parlamentare ottiene una pensione pari al valore di 1/40 - 1/50 del proprio stipendio alla pensione.[5] Un parlamentare che ha prestato servizio per un totale di 26 anni ha diritto alla pensione.[6]

I membri della Camera dei Lords, qualunque sia la loro estrazione, sono membri della camera legislativa che è parte del Parlamento del Regno Unito. Anche se essi sono tecnicamente parte del parlamento, non hanno il titolo di Membri come per i membri della Camera dei Comuni, ma vengono definiti Pari del Regno Unito o più formalmente Lords del Parlamento. Il loro incarico è concesso a vita e sono suddivisi in Lords temporali e Lords spirituali dal momento che la legge inglese ammette a sedere in parlamento anche i membri della chiesa anglicana. Ciascun lord eletto alla camera dei lords ha il proprio titolo in maniera ereditaria e non può quindi trasmetterlo come un titolo nobiliare automaticamente ai propri figli. I 92 membri sono eletti secondo l'House of Lords Act 1999.[7]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ UK Parliament [collegamento interrotto]
  2. ^ Electoral Administration Act 2006 Office of Public Sector Information
  3. ^ UK Parliament [collegamento interrotto]
  4. ^ Average MP's expenses cost taxpayer £118,000 The Guardian, 22 October 2004
  5. ^ UK Parliament [collegamento interrotto]
  6. ^ Jane Merrick e Becky Barrow, Taxpayers to pay millions to fund MP pensions in Daily Mail (London), 31 marzo 2006.
  7. ^ House of Lords Reform UK Parliament

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

politica Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di politica