David Palmer (personaggio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
David Palmer
Dennis Haysbert 2009 crop.jpg
Universo 24
Autore *Robert Cochran
1ª app. in Dalle 00:00 alle 01:00
Ultima app. in Dalle 07:00 alle 08:00
Interpretato da Dennis Haysbert
Voce italiana *Diego Reggente
Specie umana
Sesso maschile
Professione Presidente degli Stati Uniti
Parenti Sherry Palmer (ex-moglie)

David Palmer è un personaggio protagonista della serie televisiva 24. È interpretato da Dennis Haysbert.

Caratterizzazione[modifica | modifica sorgente]

David Palmer ha una laurea in giurisprudenza conseguita alla University of Maryland e un Bachelor in economia politica presso la Georgetown University. Prima di diventare Presidente degli Stati Uniti è stato deputato e poi senatore dello stato del Maryland. Per tutta la serie il ruolo di Palmer è spesso fondamentale nel successo ottenuto contro vari attentati terroristici. Palmer è visto come un buon leader che prende decisioni molto difficili senza esitazioni. Molto chiaro è anche il suo senso dell'onore e il suo ostentato sostegno alla verità e all'onestà.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Prima stagione[modifica | modifica sorgente]

Durante la prima stagione David Palmer è un senatore del Partito Democratico che aspira alla carica di Presidente. La prima stagione coincide con le elezioni primarie della California che Palmer vince aggiudicandosi così la nomina del partito per concorrere alle elezioni presidenziali. Durante la giornata subisce i continui attacchi da parte dei sicari di Victor Drazen, prontamente sventati da Jack Bauer, e rompe i rapporti con la moglie Sherry, accusandola di essere cinica e disonesta.

Seconda stagione[modifica | modifica sorgente]

Durante la seconda stagione David Palmer è diventato Presidente e deve gestire una crisi nazionale che cosiste nella presenza di una bomba nucleare pronta ad esplodere sul suolo americano. Alla fine il piano viene sventato e si scoprirà che ne faceva parte anche l'ex-moglie Sherry, desiderosa di vendicarsi per come David l'aveva lasciata.

Terza stagione[modifica | modifica sorgente]

Durante la terza stagione David Palmer è ancora il Presidente. Impegnato nella campagna elettorale per garantirsi la rielezione, Palmer deve vedersela col terrorista britannico Stephen Saunders, che minaccia di disperdere undici fiale di un virus mortale in altrettante città. Contemporaneamente ha un problema con un suo vecchio amico e sostenitore, Alan Milliken, che minaccia di ritirare il suo appoggio se David non si sbarazzerà di suo fratello Wayne, suo Capo dello Staff ed ex-amante della moglie di Milliken, Julia. David chiede aiuto all'ex-moglie Sherry e questa, durante un diverbio con Milliken, ne provoca involontariamente l'infarto; successivamente impedisce a Julia di soccorrerlo, lasciandolo quindi morire. Quando David viene a conoscenza della cosa, caccia Sherry dai suoi uffici. A fine serie Sherry sarà uccisa da Julia e David, a causa dello scandalo, decide di non candidarsi per la rielezione.

Quarta stagione[modifica | modifica sorgente]

Durante la quarta stagione David compare a fine stagione per aiutare il presidente Charles Logan a fronteggiare una crisi che egli non è in grado di sostenere. Dopo aver contribuito a sventare la minaccia terroristica, David lascia la Casa Bianca, non prima di aver aiutato Jack a scomparire dalla circolazione, perché in pericolo di vita a causa dell'assalto al consolato cinese di Los Angeles che ha portato alla morte del console.

Quinta stagione[modifica | modifica sorgente]

Durante la quinta stagione David compare solo all'inizio della prima puntata; si trova nell'appartamento del fratello Wayne, intento a scrivere le sue memorie, quando viene raggiunto alla gola da un colpo di fucile e muore. A fine stagione si scoprirà che il responsabile dell'omicidio di Palmer e degli avvenimenti che ne conseguono, Christopher Henderson, lavorava sotto gli ordini del Presidente Logan.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]