Fiat 519

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fiat 519
Fiat 519 B Torpedo 1925.jpg
Una Fiat 519 B Torpedo del 1925
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Produzione dal 1922 al 1927
Sostituisce la Fiat Tipo 3
Sostituita da Fiat 525
Esemplari prodotti 2411
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4365 mm
Larghezza 1760 mm
Altezza 1900 mm
Passo 3000-3600 mm
Massa 2350 kg
Altro
Assemblaggio Torino, Italia
Una Fiat 519 Torpedo Sport del 1922
Una Fiat 519 A Guida interna del 1924
Una Fiat 519 prima serie Coupé-Limousine del 1922

La Fiat 519 è stata un’autovettura di lusso prodotta dalla Fiat dal 1922 al 1927. È stata la prima vettura ad essere prodotta negli stabilimenti del Lingotto.

Insieme alla 520 Superfiat, fu l’automobile d’alta gamma della Fiat nel periodo tra le due guerre mondiali. Aveva installato dei freni idraulici (più precisamente un impianto Pierrot) su tutte e quattro le ruote, un'eccezione per l'epoca.

Furono prodotti 2411 esemplari e se ne sono conservati 25. Tra questi, solamente una è la “519” prima serie, e dunque era solo una e la vera e propria “519”. Le altre erano versioni accorciate derivate, e tutte quante montano il classico radiatore della “519”.

Era a trazione posteriore ed a quattro porte. Furono commercializzate diverse versioni, più precisamente berlina, limousine e cabriolet. Il cambio era a quattro rapporti manuale.

Costruita su un telaio completamente nuovo, era contraddistinta da un passo di 3600 mm, una lunghezza di 4365 mm ed una carreggiata di 1471 mm. Il motore era a sei cilindri in linea, ed aveva una cilindrata di 4766 cc con valvole in testa e due valvole per cilindro, un alesaggio di 85 mm ed una corsa di 140 mm. Sviluppava una potenza di 77 hp. Le sospensioni erano a balestra semi-ellittica ed era a trazione posteriore . Raggiungeva la velocità massima di 127 km/h. Pesava 2350 kg[1].

Versioni prodotte[modifica | modifica sorgente]

Furono prodotte cinque versioni differenti, più precisamente la “519”, la “519A”, la “519B”, la “519C” e la “519S 4/5S Tourer”. Avevano tutte quattro portiere e 2+2 posti. Qui sotto sono riassunte le caratteristiche salienti dei vari modelli:

  • 519A: rispetto alla “519” aveva un radiatore più alto ed una pompa del circuito del liquido di raffreddamento più potente. Fu anche modificato il bocchettone dell’olio, ora al centro del piedistallo. Aveva una balestra posteriore anti-rollio, che evitava il montaggio di uno schema convenzionale di sospensioni;
  • 519B: commercializzata dal 1925, rispetto al modello precedente aveva un differente dispositivo frenante montato sull’avantreno (più precisamente un impianto “perrot”). Le sospensioni furono migliorate;
  • 519C (conosciuta anche come “colonial”): per questa versione fu aumentata l’altezza da terra. Non ne se conoscono esistenti, perciò potrebbero non essere state prodotte in alcun esemplare, sebbene fossero in listino;
  • 519S: versione più corta (aveva un passo di 3300 mm) ed una carreggiata rimasta invariata, più precisamente 1475 mm.

Specifiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Specifiche tecniche della Fiat “519”. URL consultato il 15-04-2009.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili