Fiat Brevetti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fiat Brevetti (10-12 HP)
Fiat Brevetti Cabriolet-Royal 1906.jpg
Fiat Brevetti Cabriolet-Royal del 1906
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Tipo principale torpedo
Produzione dal 1905 al 1908
Sostituisce la Fiat 16-20 HP
Sostituita da Fiat 18-24 HP
Esemplari prodotti oltre 1500
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4215[1] mm
Larghezza 1650 mm
Altezza 2350 mm
Passo 2880[1] mm
Massa 1200 kg
Altro
Assemblaggio stabilimento di corso Dante, Torino

La Fiat Brevetti 10-12 HP fu un'autovettura costruita dalla Fiat dal 1905 al 1908 in seguito all'acquisizione delle quote societarie della FIAT-Ansaldi. Con l’Ansaldi la Fiat preparò la 10-12 HP, ribattezzata "Brevetti" nel 1906. L’Ansaldi continuò l'attività fondando il 12 giugno 1906, con Ceirano GB & C, la SPA (Società Piemontese Automobili Ansaldi - Ceirano). La società fu prelevata dalla Fiat nel 1925.

La "Brevetti" fu una vettura che portava con sé molte innovazioni tecnologiche. Ad esempio, il telaio dritto, cioè a longheroni, molto in uso nelle auto di quel periodo, fu sostituito da un telaio preformato per l’alloggiamento degli organi meccanici, una novità per l’epoca. Furono introdotti anche un albero di trasmissione a giunti cardanici, invenzione del celebre Girolamo Cardano, e un gruppo differenziale a coppia conica.

L’automobile era equipaggiata da un motore a quattro cilindri da 3052 cm³ di cilindrata, erogante una potenza di 20 cv. L'accensione era a magnete a bassa tensione ed il cambio era a quattro rapporti. La trasmissione era a giunto cardanico ed i freni agivano sull'albero di trasmissione. Il modello raggiungeva una velocità massima di 65 km/h[1].

La "tipo 2"[modifica | modifica sorgente]

Fiat Brevetti tipo 2 (15-25 HP)
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Tipo principale torpedo
Produzione dal 1908 al 1912
Esemplari prodotti 681[2]
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4290[1] mm
Passo 3065[1] mm
Massa 1700[1] kg
Altro
Assemblaggio stabilimento di corso Dante, Torino

Nel 1908, la 10-12 HP fu sostituita da una versione aggiornata, la Fiat Brevetti tipo 2 (15-25 HP), basata sulla stessa meccanica ma con motore più potente (26 cavalli[1]) e una maggiore carreggiata, 1350 mm[3] anziché i precedenti 1290[4]. Come la precedente, questa vettura fu assemblata nello stabilimento di corso Dante, a Torino.

Con 681 esemplari prodotti, il modello ebbe meno successo del precedente. Un esemplare costruito nel 1908, convertito in autopompa, costituisce il più antico mezzo tuttora esistente del Corpo nazionale dei vigili del fuoco italiano.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g Specifiche tecniche della Fiat Brevetti e della Brevetti tipo 2. URL consultato il 23 luglio 2013.
  2. ^ a b È a Chiavenna il mezzo più antico dei pompieri, vaol.it, febbraio 2007. URL consultato il 22 luglio 2013.
  3. ^ (EN) FIAT 15-25 HP Brevetti Tipo 2 3.1 1908 - 1912, autoevolution.com. URL consultato il 23 luglio 2013.
  4. ^ (EN) FIAT Brevetti 3.1 1905 - 1908, autoevolution.com. URL consultato il 23 luglio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili