Fiat Marengo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fiat Marengo
Fiat Marengo second generation.jpg
Un Marengo di terza generazione, derivato dalla Tempra SW
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Tipo principale Furgonetta derivata da automobile
Produzione dal 1979 al 2001
Sostituita da Fiat Stilo Multiwagon Van
Altre caratteristiche
Altro
Stessa famiglia Fiat 131 (prima serie)
Fiat Regata (seconda serie)
Fiat Tempra (terza serie)
Fiat Marea (quarta serie)

Il Fiat Marengo è un veicolo con carrozzeria station wagon prodotto dalla Fiat a partire dal 1979 fino al 2001 e omologato dalla casa automobilistica come furgonetta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo Fiat Marengo fu introdotto nel 1979. Si trattava semplicemente di una versione gemella della Fiat 131 Panorama dalla quale si differenziava per i vetri posteriori sostituiti da pannelli in lamiera, l'assenza delle portiere posteriori e la presenza di una paratia di sicurezza onde proteggere il conducente ed il passeggero dai movimenti della merce nel vano di carico e per la logica assenza dei posti a sedere posteriori onde ottenere un vano di carico abbastanza capiente.

Una seconda serie venne lanciata nel 1985, con la carrozzeria della Fiat Regata Weekend, a differenza dalla prima serie la carrozzeria manteneva le porte posteriori apribili (solo dall'esterno) e l'intera vetratura laterale della Regata Weekend solamente con i vetri laterali posteriori serigrafati. Queste caratteristiche vennero mantenute in tutte le serie successive del Marengo. La nuova serie vantava un aumento della capienza del vano di carico.[1] Caratterizzato dai soli due posti a sedere il nuovo Marengo possiede una griglia divisoria tra i sedili anteriori e il vano di carico. Gli succederà nel 1991 la Fiat Tempra SW Marengo, la quale, come le progenitrici, altro non sarà che la Tempra SW ma sempre adattata ad uso commerciale. In seguito all'uscita di produzione della Tempra S.W. venne lanciata come erede la Marea Weekend e anche in questo caso il nome Marengo è stato ripreso per indicarne la versione Van, definendo così una quarta serie del Marengo. In questa nuova versione è incrementato ancora lo spazio a disposizione nel vano di carico mentre tra la dotazione spiccano gli airbag frontali e la disponibilità del climatizzatore e dell'autoradio con riproduttore di audiocassette.

La Marea uscì di produzione nel 2003, sostituita nel 2006 dalla Fiat Linea, che però non è venduta nel mercato italiano e non ha né una versione station wagon né una versione Van. Come erede del Marengo si può quindi considerare la Fiat Stilo Multiwagon Van, versione commerciale della Fiat Stilo familiare, erede anche della Marea Weekend.

Il nome Marengo[modifica | modifica wikitesto]

Con il nome Marengo si nota l'abitudine della Fiat di dare nomi di monete ai propri veicoli commerciali (Talento, Penny, Fiorino), che si può trovare oggi con il nuovo Fiorino, il Doblò, il Ducato e lo Scudo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Novità Fiat fra i veicoli commerciali in Corriere della Sera, 24 aprile 1993, p. 11. URL consultato il 3 dicembre 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili