Fiat 500 (2007)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fiat 500
Fiat 500 1.4 16V Rosso Corsa – Frontansicht, 7. Mai 2011, Düsseldorf.jpg
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Tipo principale Superutilitaria
Altre versioni Cabrio
Abarth
Produzione dal 2007
Euro NCAP (2007) 5 stelle
NHTSA (2013) 4 stelle
Premio Auto dell'anno nel 2008
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3.546 mm
Larghezza 1.650 mm
Altezza 1.490 mm
Passo 2.300 mm
Massa da 855 a 980 (Fiat 500) kg
da 905 a 1.020 (Fiat 500C) kg
Altro
Assemblaggio Tychy, Polonia
Toluca, Messico
Progetto Fiat 312
Stile Roberto Giolito
Stessa famiglia Fiat Panda (2003)
Ford Ka (2008)
Fiat Uno (2010)
Lancia Ypsilon (2011)
Note Compasso d'Oro Premio Compasso d'oro nel 2011
Fiat 500 1.4 16V Rosso Corsa – Heckansicht, 7. Mai 2011, Düsseldorf.jpg

La Fiat 500 è una city car prodotta dalla casa automobilistica italiana Fiat. Presentata il 4 luglio 2007 la nuova 500 ripropone molte soluzioni stilistiche dell'omonima antenata che debuttò cinquant'anni prima, nell'estate del 1957[1].

La nascita[modifica | modifica sorgente]

Il progetto che ha visto nascere il moderno veicolo è stato lungo e complesso; i primi passi vengono compiuti nel 2004, quando al Salone Internazionale dell'automobile di Ginevra la FIAT propose la concept car Trepiùno, che nelle intenzioni iniziali non era destinata alla produzione, ma aveva il solo compito di anticipare le future scelte stilistiche del marchio torinese[2].

La concept Trepiùno del 2004

La Trepiùno era lunga solo 3,30 metri ed era realizzata su un pianale di base specifico che adottava numerose soluzioni all'avanguardia, come l'ampio utilizzo di acciai ad alta resistenza con alluminio, e per questo fin troppo costoso per un'eventuale produzione in serie. Lo schema di sospensioni adottava delle ruote indipendenti all'avantreno con montante MacPherson e un ponte interconesso al retrotreno; soluzioni semplici e poco ingombranti, il tutto per garantire un abitacolo molto spazioso, soprattutto per i tre passeggeri (più un quarto di fortuna, per un'originale disposizione 3+1 da cui il nome della concept). I sedili anteriori erano stati progettati per occupare il minimo spazio, grazie ad un'imbottitura sottile ma al tempo stesso confortevole. La plancia di colore bianco era ridotta a pochi comandi, riprendendo quella della Nuova 500, mentre il bagagliaio possedeva una capacità molto ridotta. La carrozzeria, nonostante fosse anch'essa fortemente ispirata alla storica utilitaria degli anni cinquanta, seguiva però la filosofia Ecobasic intrapresa dall'omonima concept car Fiat presentata nel 2001: un'auto tutta sostanza con una linea moderna e originale, senza inutili rifiniture sfarzose; caratteristico era il tetto in cristallo.

Così presentata, la Trepiùno riscontrò un notevole successo tra il pubblico e la stampa specializzata: preso atto del gradimento, la Fiat cambiò così i suoi piani e partì con lo sviluppo del modello definitivo[3], destinato però a subire alcune modifiche al fine di diminuire sensibilmente i costi di produzione[4]. La meccanica venne riprogettata in modo da poter condividere gran parte dei componenti con la gamma di automobili già nel listino del gruppo Fiat, ed è per questo che la 500 definitiva ha utilizzato come pianale di base quello della seconda generazione della Panda[5]. Lo sviluppo delle 500 venne avviato sotto il codice progettuale 312, e grazie ad un successivo accordo col gruppo Ford[6] i costi di produzione della vettura sono stati ulteriormente ridotti, poiché dalla city car italiana è stata derivata anche la seconda serie della Ford Ka che debuttò nel 2008; per le due auto sono stati mantenuti inalterati tutti gli organi meccanici e di trasmissione nonché i motori di origine Fiat, mentre a variare erano soprattutto le forme della carrozzeria (la Ka venne disegnata seguendo il linguaggio stilistico del Kinetic Design), l'abitacolo e gli accessori. Comune è anche il sito di produzione delle due auto presso lo stabilimento di Tychy, in Polonia, dove all'epoca veniva peraltro assemblata la già citata Panda. Dalla fine del 2010, grazie all'acquisto da parte di Fiat di una parte di Chrysler, la 500 viene prodotta anche a Toluca, in Messico, per la vendita sui principali mercati nordamericani.

Il modello definitivo[modifica | modifica sorgente]

Nel maggio del 2006 la Fiat annuncia che il debutto dell'auto definitiva avverrà entro 500 giorni[7], ed esattamente dopo tale conto alla rovescia l'auto sarà presentata: le prime immagini ufficiali vengono rilasciate il 5 marzo 2007 mentre la relativa cartella stampa ufficiale viene divulgata quindici giorni dopo. La scenografica presentazione al grande pubblico avviene a Torino il 4 luglio del 2007 e venne curata dalla K-events, facente parte del Filmmaster Group: il fiume Po viene trasformato in un palcoscenico con 6.000 ospiti VIP, 100.000 spettatori e con una diretta televisiva su Canale 5 all'interno del rotocalco Nonsolomoda. Lo show ha mostrato artisti esibirsi in particolari coreografie e le classiche Fiat 500 hanno sfilato accanto alla nuova versione[8].

Gli interni del modello definitivo

Contrariamente al prototipo del 2004, la nuova 500 si posiziona sul mercato non come utilitaria economica e spartana, ma come una piccola auto alla moda adatta ad ogni tipo di clientela, persino alla più facoltosa ed esigente poiché sono 549.936 le possibili combinazioni[9] tra accessori e allestimenti disponibili sulla nuova vettura. Come la versione del 1957, anche la nuova possiede numerose cromature che donano all'automobile un aspetto elegante.

La carrozzeria di forma arrotondata è lunga 3,55 metri ovvero 25 centimetri più del prototipo è ciò ha permesso una configurazione dell'abitacolo come quattro posti e non 3+1; la larghezza è di 1,65 metri per un'altezza pari a 1,49 metri con il passo di 2,30. Il design è un'evoluzione del tema introdotto dal Trepiùno, il frontale con i doppi fari circolari possiede il marchio incastonato tra due baffi cromati, nella parte bassa del paraurti troviamo una presa d'aria che ingloba i fendinebbia (proposti a seconda delle versioni di serie o a pagamento). La fiancata presenta i passaruota leggermente bombati e gli specchi retrovisori con guscio anche cromato come la cornice di base dei finestrini, infine la coda con un lunotto di piccole dimensioni, fascione cromato sul paraurti e il copritarga sporgente che si ispira alla vecchia 500. Disponibili anche degli adesivi per personalizzare la carrozzeria[10].

La presentazione della Fiat 500 a Vicenza durante un evento in Piazza dei Signori. In quest'occasione le nuove Fiat 500 erano coperte da un telo con una raffigurazione della vecchia Fiat 500 del 1957.

Gli interni sono realizzati con plastiche di qualità più elevata rispetto alla Panda dalla quale ne riprende l'impostazione generale dei comandi. Migliore anche l'assemblaggio dei componenti e le rifiniture della tappezzeria; il quadro strumenti è stato raggruppato in un unico elemento circolare composto da strumenti analogici (tachimetro e contagiri) e digitali (temperatura liquido di raffreddamento e indicatore benzina) che però in certe condizioni di luce rende difficile la visibilità di alcuni dati. Il comando del cambio si trova in posizione rialzata, mentre nella parte centrale della plancia si trovano le bocchette d'aerazione regolabili separatamente, l'autoradio, e tre tasti circolari: hazard, fari retronebbia e "City" (sostituito da "Sport" sulle 1.4), comandi climatizzatore (manuale o automatico con schermo a cristalli liquidi) e alzacristalli elettrici. Contrariamente alla Panda, la 500 dispone del navigatore satellitare (optional) non integrato nel cruscotto, ma è stato montato un impianto Blue&Me Map asportabile accanto al quadro strumenti. Oltre alla tappezzeria in tessuto sono disponibili i rivestimenti in pelle o Poltrona Frau. Alcune versioni di punta possiedono i rivestimenti in pelle per la plancia. La capacità di carico del bagagliaio è pari a 185 litri (non molto sfruttabili a causa della conformazione spiovente del portellone) – che diventano 550 litri con lo schienale del divanetto posteriore in posizione reclinata. Lungo tutta la plancia è presente una fascia in plastica che riprende il colore esterno della vettura (un chiaro richiamo alla 500 storica). Di fronte al passeggero è stata ricavata una vaschetta porta oggetti di buona capienza, ma senza coperchio di chiusura.

Il caratteristico logo della 500

Numerosi sono stati i riconoscimenti ricevuti dalla 500: l'8 novembre 2007 è stata premiata nella categoria "city car e piccole" come Auto più bella del Mondo[11] durante l'evento tenutosi al Castello Sforzesco di Milano, il 19 novembre 2007 è stata premiata come Auto dell'anno 2008[12] e, quasi contemporaneamente ha ricevuto il premio Auto Europa 2008[13]. In seguito è stata la vincitrice dell'Auto Trophy e dell'EuroCarBody edizioni 2007, mentre nel gennaio 2008 viene premiata anche Best CityCar dell'Anno ai BBC Top Gear Awards 2007. Nell'aprile del 2009 viene esposta da Chrysler Group al Salone dell'automobile di New York ricevendo il premio World Design Car of the Year 2009[14]. Nel giugno dello stesso anno la 500 vince il "Premio dei premi" assegnato alla piccola auto dal Ministero per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione[15].

Inoltre nel marzo del 2010 la Fiat ha dichiarato di aver prodotto e venduto 500.000 nuove Fiat 500 in 80 differenti paesi del mondo[16][17]. Nel novembre del 2012 esce dagli stabilimenti polacchi di Tychy la milionesima Fiat 500 prodotta, risultato ottenuto con l'aiuto dello stabilimento messicano; il traguardo è raggiunto a cinque anni dal lancio.[18] Nell'aprile 2013 invece, a 5 anni e 9 mesi dal lancio, esce dallo stabilimento di Tichy la milionesima 500 prodotta in Polonia; il milione di vetture vanno a sommarsi alle oltre cento mila dello stabilimento di Toluca[19]

La vettura riceve un leggero aggiornamento all'inizio del 2014, riguardante perlopiù gli interni e alcune dotazioni, prevalentemente estetiche. La novità più importante è l'adozione di un nuovo quadro strumenti completamente digitalizzato, realizzato con uno schermo TFT da 7 pollici, fornito da Magneti Marelli. Contemporaneamente, Fiat annuncia che la 500 è la vettura di segmento A più venduta in Europa (EMEA), con 163.000 immatricolazioni nel 2013 (9% in più rispetto al 2012).[20]

La versione cabrio 500C[modifica | modifica sorgente]

Al Salone dell'auto di Ginevra nel marzo del 2009 viene presentata ufficialmente la Fiat 500C[21] ovvero la versione cabrio, in commercializzazione da giugno dello stesso anno. La presentazione della vettura avviene in contemporanea a quella dei nuovi propulsori Multiair alimentati a benzina progettati dal centro di ricerca e sviluppo Fiat Powertrain Technologies, un sistema di gestione delle valvole del motore.

Vista posteriore del modello cabrio 500C, col caratteristico tettuccio in tela.

La 500C non adotta un sistema di apertura della capote in tela analogo alle altre cabrio diffuse sul mercato, ma riprende più la filosofia dell'antenata 500 Convertibile che mantiene i montanti strutturali che fungono da binario, sui quali scorre elettricamente il tettuccio in tela, con lunotto in cristallo che si ripiega su se stesso nella cappelliera. Questa soluzione presenta dei vantaggi strutturali ed economici, mantenendo la solidità della vettura in caso di impatto, e permette di mantenere i due posti posteriori, più il bagagliaio, anche con capote aperta. Il volume del bagagliaio è di 182 litri ma sale a 530 litri con il divanetto posteriore reclinato.

La casa per la presentazione ginevrina si è basata su una scenografia molto estiva per lo stand, a cavallo fra tecnologia ed ecologia, in modo da rispecchiare la vocazione ecologica del motore Multiair. All'interno di una pedana poligonale addobbata come un giardino, durante l'esibizione di due violinisti, quattro vetture emergono dal pavimento in prato ai vertici della pedana, mentre un precedente gazebo addobbato con edera viene sospeso per scoprire una parte centrale contenente informazioni utili riguardo alla vettura e al nuovo motore.

Visuale aerea della 500C con tetto aperto

La 500C viene proposta in una gamma di due allestimenti. La versione d'ingresso in origine è la Lounge (con una dotazione simile all'analoga versione berlina), affiancata nel 2010 dalla più semplice Pop, mentre l'allestimento di punta è la Rock ancora più ricca e vistosa grazie agli pneumatici ribassati. Curiosamente la 500C è stata commercializzata per prima in Inghilterra[22] e in seguito nel resto dell'Europa, Italia compresa.

La sportiva Abarth 500[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Abarth 500.

L'Abarth 500 è stata svelata al pubblico il 18 febbraio 2008[23], in occasione dell'inaugurazione della nuova sede Abarth nell'Officina 83 a Mirafiori. Si tratta del secondo modello del rinato marchio sportivo di Fiat Group (dopo la Abarth Grande Punto), una versione decisamente rivista della Fiat 500 (sia nella meccanica, che nell'estetica, che nell'aerodinamica), che è stata presentata in chiave ufficiale al pubblico al salone dell'auto di Ginevra 2008 e viene venduta dalla rete di concessionarie marchiate Abarth.

Nell’aprile del 2010 è stata presentata anche la versione cabrio denominata Abarth 500C con cambio robotizzato al volante. Dall’Abarth 500 sono state ricavate anche le versioni da competizione, le 500 Assetto Corsa utilizzate in alcuni campionati di rally dedicati dalla casa madre appositamente al modello. Inoltre la speciale Abarth 695 Tributo Ferrari è stata concepita come versione di punta della 500 per rievocare la storica antenata. Nel corso del 2012 sono state presentate al pubblico le Abarth 595, versioni rievocative degli storici kit di potenziamento della vecchia Abarth 500.

Il modello nordamericano[modifica | modifica sorgente]

In seguito al grande successo del modello la Fiat, grazie ad un accordo stipulato con la Chrysler che ne prevedeva l’acquisizione pari al 20% della casa americana, ha avuto modo di poter produrre la 500 anche nell’impianto di Toluca, in Messico[24], per poterla poi vendere in tutto il continente americano attraverso i principali distributori e concessionari della Chrysler[25]. La 500 infatti, secondo la Fiat e la stessa Chrysler, è l’auto ideale che abbraccia la politica ecologista del presidente Barack Obama che prevede di tagliare le emissioni inquinanti degli autoveicoli americani; è stato deciso di produrla anche in Messico in modo da poter garantire un futuro produttivo allo stabilimento di Toluca, che da tempo giaceva in uno stato di crisi in seguito al calo di vendite del gruppo Chrysler. Con la 500, la Fiat è ritornata nel mercato d'oltreoceano dopo 27 anni d'assenza.

Una 500 per il mercato nordamericano, modificata secondo gli standard della NHTSA. Tra le differenze più evidenti col modello europeo ci sono i nuovi paraurti, che all'anteriore inglobano dei catadiottri sui passaruota nonché una presa d'aria maggiorata.

La 500 nordamericana è stata presentata al Salone di Los Angeles nel novembre del 2010[26][27], rispetto al modello di produzione europea presenta alcune modifiche sia a livello meccanico che estetico: in particolare il modello di punta Sport dispone di un paraurti anteriore specifico con nuove prese d’aria maggiorate e inserti cromati eliminati per rendere l’aspetto più grintoso, le versioni standard invece sono uguali a quelle vendute in Europa. Nuovi componenti meccanici sono stati introdotti per ridurre la rumorosità, rendere l’auto più rigida e allo stesso tempo garantire minori vibrazioni inoltre l’assetto delle sospensioni è specifico e rispetto l’europea la 500 americana possiede una taratura degli ammortizzatori più morbida. Aumentata anche la sensibilità dello sterzo per rendere più efficiente la guida autostradale, nuovi rivestimenti interni, porta bicchieri di taglia maxi per potersi adattare agli standard americani, serbatoio maggiorato e portellone posteriore inedito che presenta uno specifico vano porta targa adatto alle vetture d'oltreoceano. Sono state apportate anche corpose modifiche strutturali per adattare il corpo vettura ai severi test NHTSA.[28] La vettura tuttavia, dopo un'eccellente risultato ottenuto ai test realizzati dall'ente indipendente statunitense IIHS che l'ha definita "Top Safety"[29] e confermati dai crash test EuroNCAP, nei test NHTSA, almeno inizialmente, non ha raggiunto i massimi livelli di sicurezza ottenuti in Europa: il modello statunitense infatti, sottoposto ai crash test nel 2011,[30] guadagna 3 stelle su 5;[31] nel 2013, nuovamente sottoposta ai test NHTSA, la vettura ottiene 4 stelle su 5.[32]

Il motore della 500 nordamericana è il 1.4 sedici valvole Multiair prodotto in Michigan, accoppiato sia al cambio manuale a cinque rapporti (perché, a causa delle modifiche strutturali, il cambio a sei rapporti non aveva sufficiente spazio per essere installato) che al cambio automatico sequenziale a sei rapporti con convertitore (in Europa questo tipo di trasmissione e motore non sono venduti); a quest'unità, nel 2013 si aggiunge la variante sovralimentata da 135cv (il modello è denominato 500 Turbo).[33] Viene commercializzata anche nelle varianti Abarth e cabrio, e dal 2013 le viene affiancata, come in Europa, la 500L.[34]

La dinamica[modifica | modifica sorgente]

Il pianale di base è stato leggermente rivisto rispetto alla Panda nella taratura delle sospensioni, più rigide per adattarsi ad una guida più sportiva ma anche per ottenere una maggiore risposta dello sterzo e una migliore stabilità. L'avantreno adotta uno schema a ruote indipendenti con montante telescopico MacPherson, ammortizzatori idraulici e barra stabilizzatrice mentre al retrotreno è stato adottato uno schema a ruote interconnesse da un ponte torcente con ammortizzatori idraulici e dal 2009 è disponibile anche la barra stabilizzatrice (già presente sulla sorella Ford Ka)[35] che aumenta la rigidità dell'auto del 30%. L'impianto frenante sfrutta dei dischi autoventilati all'anteriore e dei tamburi al posteriore, ma sulle versioni di punta sono disponibili al posteriore anche dei dischi con pinze dei freni colorate. La 500 possiede un coefficiente di resistenza aerodinamica pari a 0,32[36].

La classica Fiat 500 F del 1966 (a sinistra) a confronto con la moderna Fiat 500 del 2007 (a destra).

Sotto il profilo della sicurezza automobilistica le 500 sono equipaggiate con sette airbag di serie (frontali a doppio stadio, laterali, per la testa e per le ginocchia del guidatore) e dispongono di serie del sistema anti bloccaggio delle ruote motrici (ABS), ripartitore elettronico di frenata (EBD) oltre agli attacchi isofix. Tra gli accessori sono disponibili il controllo della trazione, il controllo elettronico della stabilità, l'Hydraulic Brake Assist che interviene nelle frenate di emergenza e l'Hill Holder che facilita le partenze in salita. La scocca è stata realizzata con acciai ad alta resistenza che in caso d'impatto si deformano a strati[37]. Nel 2007 l'auto è stata sottoposta ai crash test EuroNCAP totalizzando il risultato complessivo di cinque stelle nella protezione degli adulti, tre nella protezione bambini e due nell'investimento pedoni[38].

Versioni e allestimenti[modifica | modifica sorgente]

Versioni in listino[modifica | modifica sorgente]

La gamma della 500 si articola su tre livelli di allestimenti principali a cui si sono aggiunte in seguito alcune versioni speciali: sin dal lancio è disponibile l'allestimento d'accesso chiamato Pop che viene caratterizzato da una dotazione di sicurezza abbastanza completa e presenta accessori che garantiscono un comfort più che sufficiente. Le versioni di punta sono le Lounge e Sport: la prima è rivolta ad una clientela più elegante e alla moda grazie alla dotazione di accessori più ricca, mentre la Sport ha una dotazione di serie leggermente più spoglia rispetto alla Lounge (come l'assenza del tetto in cristallo) ma dispone di accessori che le donano un maggiore dinamismo. La Lounge e la Sport vengono commercializzate allo stesso prezzo di listino[39].

Dal 2008 a queste tre versioni si aggiunge l'ecologica 500 PurO2[40], caratterizzata dalla dotazione di accessori uguale alla versione Lounge (ad eccezione dei tessuti interni, ripresi dalla Pop, e del tetto panoramico, qui non disponibile) e dalla presenza del sistema Start&Stop di serie abbinato al motore 1.2 Fire. Inoltre la PurO2 è stata la prima 500 ad essere omologabile in Italia come vettura Euro 5 sulla carta di circolazione. La PurO2 esteticamente è riconoscibile per l'apposito logo applicato sui montanti delle portiere.

Una 500S, la versione più sportiva disponibile a marchio Fiat (un gradino sotto l'Abarth 500), riconoscibile per i paraurti dall'accentuato aspetto corsaiolo.

Dal 2013 viene inserita nei listini la 500S, un allestimento sportivo della 500, che aggiunge alla dotazione della Pop da cui deriva i paraurti ridisegnati e con stile sportivo, minigonne laterali, spoiler specifico sul tetto, finiture grigie cromate, cerchi da 15", vetri oscurati, volante sportivo, pomello del cambio specifico, plancia con rifiniture argento Matt Silver e sedili sportivi con cuciture rosse e logo 500S.

Versioni speciali[modifica | modifica sorgente]

Essendo un'auto di tendenza la 500 è stata soggetta a diverse interpretazioni ed edizioni speciali, nonché fuoriserie o modelli promozionali. La prima versione speciale della 500, uscita prima ancora che l'auto fosse effettivamente in vendita, è stata la Opening Edition, versione di lancio, equipaggiata con il motore 1.4 Fire 16V da 100 cavalli, del valore di 16.500 euro, messa in palio con la rivista Quattroruote[41].

Nel marzo del 2007, ancor prima della presentazione ufficiale la Fiat ha annunciato al possibilità di prenotare i 500 esemplari allestiti dalla Cappellini[42] con carrozzeria azzurra e modanature laterali, fregio cromato applicato su cofano motore e interni con rivestimenti in plastica azzurra per la plancia. Le 500 Cappellini sono state consegnate alla clientela nell'autunno del 2007.

La Fiat 500 by Diesel

Nel 2008 il marchio sportivo Ferrari decise di adottare per la propria rete di concessionari europei[43], 200 esemplari della piccola vettura Fiat da utilizzare come vettura di cortesia. Tale versione risulta rivista sia in campo estetico che meccanico, avendo alcune soluzioni specificatamente studiate dalla Magneti Marelli che ha ribassato l'assetto per rendere più sportiva la guida. La vettura è dotata di un motore 1.4 Fire 16V da 100 cavalli con cerchi in lega da 16 pollici su pneumatici 195/45. Altre distinzioni sono date dalle pinze freno rosse, pedaliera sportiva, volante specifico nero con cuciture rosse[44]. Già precedentemente era stato utilizzato il marchio Ferrari in versioni speciali della 500: nel 2007 erano stati presentati due esemplari con la livrea della scuderia e marchiati con il logo del cavallino rampante[45]. Sempre inerente alla Scuderia Ferrari c'è stata la 500 realizzata in esclusiva per Felipe Massa dotata di un motore 1.4 16V potenziato a 120 cavalli[46].

Un'altra edizione limitata della 500 è la by Diesel denominata Urban Survival Vehicle, caratterizzata da un'estetica esclusiva, rivolta ai giovani e realizzata in collaborazione con l'omonima azienda. Quest'ultima ha realizzato anche una versione personalizzata (in linea con la versione berlina) della 500C, che ha poi devoluto in beneficenza per la lotta contro l'AIDS[47]. La 500 By Diesel, realizzata dal Centro Stile Fiat viene presentata con un colore inedito, il verde Diesel lo stesso dell'elicottero personale di Renzo Rosso (fondatore dell'azienda veneta), ma è ordinabile anche nelle colorazioni nere o marroni. La vettura è dotata di un allestimento dedicato e di alcuni particolari completamente ridisegnati. Monta degli inediti cerchi in lega da 16 pollici caratterizzati dal logo Diesel, abbinati a delle pinze freno gialle. Presenta numerosi contrasti cromatici dovuti ai particolari in acciaio satinato come per esempio gli specchietti retrovisori e le modanature laterali griffate, la calandra e il paraurti. Anche il montante laterale presenta il logo dell'azienda italiana, con tre feritoie che riprendono le cinque prese d'aria presenti all'interno di un inserto sul portellone del bagagliaio che riproducono il caratteristico dettaglio del sistema di raffreddamento della 500 storica. Rivisti gli interni: la selleria è specifica in tessuto denim con cuciture a vista gialle e la firma dell'azienda. Il colore giallo si ripete all'interno della vettura in diversi punti e con esso anche il logo Diesel che è presente sul quadro strumenti a sfondo giallo e sul pomello del cambio. La 500 by Diesel viene prodotta sia in versione tre porte[48] che cabriolèt (la 500C by Diesel) in edizione limitata.

La Fiat 500 Barbie

La 500 è stata utilizzata anche da altre aziende e firme internazionali; è stata la show car per la bambola Barbie in occasione del suo cinquantesimo compleanno. Per l'occasione la Fiat e la Mattel hanno firmato un'intesa per la creazione di una 500 totalmente dedicata all'evento, di un color fuxia metallizzato, brillanti e gioielli nonché cosmetici di ogni tipo, illuminazioni dell'abitacolo a led, interni in alcantara e pelle, e lamina d'argento. La vettura ha partecipato ad una esibizione per le vie del centro di Milano il 9 marzo 2009[49].

Fra le altre edizioni vi sono la 500 Diabolika, prodotta da Studiotorino in collaborazione con Mycrom e la casa editrice Astorina, dedicata al fumetto Diabolik, venduta in serie limitata di 50 esemplari[50]. Una versione lussuosa è stata commissionata dalla CircleClub, un circolo che affitta automobili di lusso ai propri soci, i quali possono scegliere di affittare una delle trenta Fiat 500 speciali realizzate appositamente[51].

Nel luglio 2009 viene presentata la 500 so Pink una versione speciale realizzata in soli 50 esemplari per il mercato italiano e allestita sulla base della 1.2 PurO2 caratterizzata però dalla colorazione rosa chiaro della carrozzeria, interni con rifiniture rosa e pomello del cambio e volante rivestito in pelle con marchio so Pink. Questa versione è stata creata appositamente per il pubblico femminile[52]. Nel gennaio del 2010 la Fiat ha proposto la 500 con colorazione rosa anche per il mercato inglese ribattezzandola semplicemente Pink e prodotta in sole 500 unità[53] seguita nel marzo dello stesso anno da altre 300 versioni della 500C con carrozzeria cabrio[54].

Nel giugno del 2010 la Fiat presenta per il solo mercato tedesco la 500 Rosso Corsa[55], una versione speciale con carrozzeria verniciata di rosso, motore 1.4 Fire 16V da 101 cavalli e dotazione arricchita da autoradio specifico, selleria in pelle, logo Rosso Corsa in alluminio numerato, fari bixeno e cerchi in lega da 16". La 500 Rosso Corsa è stata prodotta in soli 250 esemplari.

La Fiat 500 by Gucci

A luglio 2010 la Fiat annuncia la vendita di un'edizione limitata della nuova 500, che anticiperà lo sbarco della piccola Fiat negli Stati Uniti d'America. Questa versione promozionale, denominata Prima Edizione viene prodotta in soli 500 esemplari destinati al pubblico americano. È equipaggiata con il motore 1.4 Multiair di produzione messicana capace di 101 cavalli abbinato a un cambio manuale ed è disponibile in tre colorazioni (bianco, rosso e grigio). La Prima Edizione è stata presentata durante il raduno del club americano Fiat-Lancia Unlimited ed è destinata in prevalenza ai collezionisti, ogni esemplare infatti viene distinto dalla targhetta celebrativa Prima Edizione e dalla numerazione sequenziale presente accanto al numero di telaio[56]. Contemporaneamente al lancio della Prima Edizione la filiale canadese di Fiat Auto ha venduto all'asta, per l'equivalente di 59 000 euro[57], la 500 Numero Uno[58], il primo esemplare prodotto in Messico.

Sempre nel luglio 2010 viene presentata la 500 Blackjack[59], versione in edizione limitata con carrozzeria nero opaco, rifiniture interne ed esterne imbrunite, cerchi in lega scuri da 16", selleria in Poltrona Frau e cuciture argentate per il volante in pelle. La Blackjack segue lo stile della Lancia Delta Hardblack anch'essa disponibile con vernice nero opaco. Viene prodotta con i motori benzina 0.9 Multiair, 1.2 e 1.4 Fire e il diesel 1.3 Multijet II[60].

A settembre 2010 la Fiat svela la 500 Arancia, una versione prodotta in sole 300 unità per il mercato giapponese caratterizzata dalla verniciatura della carrozzeria arancione e per i numerosi dettagli cromati (maniglie delle porte, specchi retrovisori, cornici dei finestrini, dettagli sui paraurti e portatarga posteriore). Il motore è il 1.2 Fire con cambio Dualogic robotizzato e sono disponibili anche i cerchi in lega leggera da 15". Nel novembre del 2010 invece viene messa in vendita un'altra edizione speciale riservata al mercato giapponese: si tratta della 500 Bicolore[61] che viene proposta con doppia tinta per la carrozzeria bianca e rossa con interni speciali e medesime colorazioni per i rivestimenti. La 500 Bicolore viene venduta in Giappone in soli 50 esemplari con motore 1.2 Fire benzina. Il modello europeo viene presentato al MotorShow di Bologna 2010[62] ed è disponibile con tutte le motorizzazioni e gli allestimenti.

Inoltre è stato prodotto nel 2009 un modello personalizzato della versione 500 Cabrio in versione elettrica per Gheddafi con i colori della Libia e dell'Unione Africana[63], che con la conquista del compound di Bab el-Azizia il 26 agosto 2011 è stata catturata dai ribelli del Consiglio Nazionale Libico e esibita come un trofeo di guerra[64][65].

500 Elettra BEV e 500e[modifica | modifica sorgente]

La 500 Elettra BEV del 2010, prototipo nordamericano con motore elettrico.

Al North American International Auto Show di Detroit del 2010, la 500 è stata presentata in veste di prototipo in una versione con motore elettrico, denominata 500 Elettra BEV (acronimo di battery electric vehicle) e realizzata dal reparto ENVI della Chrysler (con la quale la Fiat ha stretto un accordo)[66]. La 500 BEV sfrutta la meccanica e la carrozzeria della versione Abarth ma con il logo Fiat applicato sia sul frontale che sulla coda; la carrozzeria è verniciata di grigio, e l'unico elemento che la differenzia rispetto al modello di serie sono i cerchi in lega imbruniti con cornici argentate. Il motore è realizzato dalla ENVI, con batterie in grado di garantire un'autonomia di circa 160 km.

La 500e del 2012, versione definitiva del modello a propulsione elettrica.

Inizialmente la casa madre aveva smentito l'ipotesi di una versione di serie della 500 Elettra BEV, per poi tornare sui suoi passi ed ufficializzarne la messa in produzione nel marzo del 2010[67]. Prodotta dalla Chrysler per il solo mercato nordamericano[68], la versione definitiva della 500 a motore elettrico – che ha preso il nuovo nome di 500e – è stata svelata all'LA Auto Show di Los Angeles nel novembre del 2012[69], con le prime 150 unità messe in vendita in California nel luglio del 2013[70][71].

Prototipi derivati dalla 500[modifica | modifica sorgente]

Al Motor Show del 2007 la Fiat presenta due versioni speciali della 500[72]: la prima è la edizione Overland che ha partecipato alla nota spedizione percorrendo 34 000 km in giro per il mondo da Torino a Pechino fino al ritorno a Bologna attraverso nove paesi. La Overland era equipaggiata con il motore 1.3 Multijet e la carrozzeria era verniciata nel classico arancio tipico dei grandi veicoli Iveco che prendono parte alla spedizione. Accanto alla Overland era presente anche una speciale 500 dedicata a Valentino Rossi con particolare grafica e loghi ispirati al pilota motociclistico. La 500 dedicata a Valentino Rossi possedeva il motore 1.4 16V Fire.

Oltre a questa edizione la piccola di casa Fiat è stata decorata in modo sfarzoso anche al Salone del Lusso di Roma. La 500 Pepita, così denominata, è dotata di un inedito colore di carrozzeria oro a 24 carati, come anche i cerchi, ed impreziosita da cristalli Swarovski[73].

Nel 2008 viene allestita la Fiat 500 Italia Independent[74] caratterizzata da una verniciatura nero opaco, cover degli specchi retrovisori zebrati, cerchi in lega leggera e marchio Italia Independent applicato sui montanti dei finestrini. Questa versione è stata allestita per l'evento Pitti Uomo esposta a Firenze.

La Fiat 500 Coupé Zagato, concept sportiva a "doppia gobba" realizzata dall'omonimo atelier milanese.

La concept car 500 Aria viene presentato durante l'edizione 2008 del Salone dell'auto di Ginevra. Si tratta del risultato di varie ricerche fatte dalla FPT sulla riduzione delle emissioni di anidride carbonica nell'ambiente. Tali ricerche hanno permesso la realizzazione di questa vettura in grado di emettere 98 g/Km di anidride carbonica. La vettura è dotata di un motore 1.3 Multijet abbinato al filtro antiparticolato e al sistema Start&Stop insieme ad un computer di bordo che assiste il guidatore durante la marcia (sistema eco:Drive). La 500 Aria strizza l'occhio all'ottica del progresso ecosostenibile, non solo nella meccanica ma anche nelle soluzioni e nei materiali utilizzati durante la produzione: gran parte degli interni sono completamente riciclabili, e i sedili sono in lattice rivestito per ottimizzare il peso della vettura[75].

Ad aprile 2010 la Fiat presenta la concept car 500 Hybrid-Tech[76], un prototipo ad alimentazione ibrida che sfrutta un motore da 0,9 litri Multiair turbocompresso abbinato al motore elettrico e ad un cambio robotizzato a doppia frizione con sei rapporti. Una delle caratteristiche della 500 Hybrid-Tech è la possibilità di viaggiare sia con la sola trazione elettrica sfruttando l'energia presente nelle batterie, sia poter viaggiare in modalità a benzina oppure nella modalità ibrida con entrambi i motori in funzione. Inoltre è presente il sistema EPMU (acronimo di Electric Power Management Unit) che gestisce il funzionamento del motore elettrico e l'energia presente nelle batterie in modo da evitare consumo inutile di corrente.

Una 500 concept in allestimento Mopar

Al SEMA Show 2010 svolto a Las Vegas la Fiat ha esposto tre prototipi di Fiat 500 realizzati in collaborazione con Mopar[77], la divisione sportiva di tuning del gruppo Chrysler. Questi tre prototipi avevano soluzioni specifiche come sospensioni in configurazione sportiva, cerchi in lega maggiorati, interni ridisegnati e motori potenziati. Uno dei tre esemplari è stato importato dall'Europa e possiede una speciale livrea estetica, dedicata alla vocazione urbana della 500, applicata sulla carrozzeria.

Al Salone di Ginevra del 2011, Zagato presenta la 500 Coupé Zagato, che si richiama al modello storico della nota carrozzeria. Dotata del 0.9 Twinair da 105 cavalli, incontra subito il favore della dirigenza FIAT. In visita alla produzione della 500 di Toluca, in Messico, Sergio Marchionne ne conferma la futura produzione di serie.

Motorizzazioni[modifica | modifica sorgente]

Al contrario della progenitrice, la nuova 500 è una trazione anteriore con motore in posizione anteriore trasversale. I propulsori disponibili al lancio erano il 1.2 Fire, il 1.4 Fire 16V e il 1.3 Multijet diesel.

Il 1.2 Fire è un quattro cilindri alimentato a benzina con otto valvole (due per cilindro) ed erogante 69 cavalli abbinato al cambio manuale a 5 rapporti oppure al robotizzato Dualogic sempre a 5 rapporti. Nel 2008 la casa ha introdotto la versione ecologica 1.2 PurO2 dotata del dispositivo Start&Stop di serie che garantiva emissioni e consumi più bassi; in seguito questa versione è scomparsa dal listino perché lo Start&Stop è diventato prima un optional (all'inizio del 2009) e successivamente (dal dicembre dello stesso anno) è stato proposto di serie su tutte le versioni, di conseguenza i modelli sono stati riomologati secondo standard di consumi ed emissioni più bassi. Nel 2011 la Fiat introduce la variante 1.2 Bifuel denominata Easy Power[78] equipaggiata con motore 1.2 Fire otto valvole alimentato a benzina e GPL: il motore a benzina resta invariato (con Start&Stop di serie) sia nella potenza (69 cavalli) che nelle prestazioni, a GPL invece la potenza cala di 2 cavalli, le emissioni calano a 106 grammi di anidride carbonica emessa per km e il consumo dichiarato dalla casa è di 15,1 km con un litro di GPL (maggiore rispetto l'omologa a benzina).

Il vano motore di una 500 1.2 Pop Fire

Il motore 1.4 16V Fire è un quattro cilindri a iniezione elettronica capace di 100 cavalli di potenza massima accoppiato ad una trasmissione manuale a 6 rapporti o robotizzato Dualogic a 5 marce in modalità sequenziale; per il mercato sud americano la 500 veniva venduta con il solo motore 1.4 16V Fire da 100 cavalli in una versione modificata con sistema di iniezione in grado di funzionare fino al 22% ad etanolo[79]. La 500 prodotta in Messico adotta il 1.4 Multiair 16V erogante 105 cavalli accoppiato ad un cambio manuale 5 rapporti o automatico a sei rapporti; la stessa unità viene proposta dal 2013 in versione flexy-fuel a benzina ed etanolo per il mercato sud americano sostituendo la precedente unità priva del sistema Multiair.

Il motore diesel proposto sulla 500 è il classico 1.3 Multijet 16V con filtro attivo antiparticolato di serie e capace di 75 cavalli e disponibile solo con il cambio manuale a 5 rapporti; il 75 cavalli è stato venduto fino al 2011. Nel novembre del 2009 la gamma diesel si arricchisce del rinnovato propulsore a gasolio 1.3 16V dotato di iniezione Multijet di seconda generazione[80], capace di 95 cavalli e abbinato al filtro antiparticolato e allo Start&Stop. Questo 1.3 Multijet II da 95 cavalli è disponibile solo con cambio manuale a 5 rapporti.

Al Salone di Ginevra 2010 la Fiat ha presentato in anteprima il nuovo motore bicilindrico benzina Twinair[17]; grazie alla cilindrata di 875 cm³ e alla presenza del turbocompressore abbinato al sistema Multiair il motore eroga la potenza massima di 85 cavalli a 5.500 giri al minuto per una coppia motrice di 145 N·m a 2.000 giri al minuto. Questo bilindrico riporta alle origini la 500 poiché anche l'antenata, introdotta oltre 50 anni fa dalla Fiat, veniva equipaggiata con un motore due cilindri montato però in posizione posteriore. Il sistema Start&Stop è di serie e le emissioni di anidride carbonica vengono contenute in 98 grammi emessi al chilometro nel ciclo combinato. Il consumo medio dichiarato è di 23,8 km/l. Il cambio è un manuale a cinque rapporti.

Dal 2013 per i soli mercati esteri la casa ha introdotto il motore 1.0 Twinair aspirato bicilindrico[81], evoluzione del 0.9 Twinair con cilindrata portata a 964 cm³ incrementando sia l'alesaggio sia la corsa dei pistoni. La potenza è di 65 cavalli e la coppia è di 88 Nm a 3.500 giri al minuto. Due le varianti: una con Start&Stop con emissioni dichiarate di 95 g/km per km e l'altra priva del dispositivo capace di 99 g/km di anidride carbonica emessa al km. In Italia non viene venduto, mentre all'estero questo motore ha affiancato il 1.2 Fire senza sostituirlo.

Secondo la casa tutti i motori rispettavano già al lancio del 2007 la normativa Euro 5 ma poiché l'Unione Europea non aveva ancora stabilito le procedure di omologazione per questa normativa tutti i propulsori sono stati omologati come Euro 4 fino alla primavera del 2009[82].

Tabella motorizzazioni:[83]

Modello Disponibilità Motore Cilindrata Potenza Coppia massima Emissioni CO2
(g/Km)
0–100 km/h
(secondi)
Velocità max
(Km/h)
Consumo medio
(Km/l)
0.9 Twinair Turbo 8V* Start&Stop dal 2010 2 cilindri in linea, Benzina 875 cm³ 62,5 kW (85 CV) 145 N·m @2.000 giri/min 98 11,0 173 23,8
0.9 Twinair Turbo 8V* 105 dal 2013 2 cilindri in linea, Benzina 875 cm³ 105 CV
1.2 Fire 8V dal debutto 4 cilindri in linea, Benzina 1.242 cm³ 51 kW (69 CV) 102 N·m @2.500 giri/min 119 12,9 160 19,6
1.2 Fire 8V Start&Stop dal 2008 4 cilindri in linea, Benzina 1.242 cm³ 51 kW (69 CV) 102 N·m @2.500 giri/min 113 12,9 (13,4 Fiat 500C) 160 20,8
1.4 Fire 16V dal debutto al 2013 4 cilindri in linea, Benzina 1.368 cm³ 73,5 kW (100 CV) 131 N·m @4.250 giri/min 149 (140 Fiat 500C) 10,5 (11,0 Fiat 500C) 182 15,6
1.3 Multijet 16V 75 dal debutto al 2011 4 cilindri in linea, Diesel 1.248 cm³ 55 kW (75 CV) 145 N·m @1.500 giri/min 110 12,5 (13,0 Fiat 500C) 165 23,8
1.3 Multijet II 16V Start&Stop 95 dal 2009 4 cilindri in linea, Diesel 1.248 cm³ 70 kW (95 CV) 200 N·m @1.500 giri/min 104 10,7 185 25,6

* 4 Valvole per cilindro (i cilindri sono solo due)[84]

Strategie di marketing[modifica | modifica sorgente]

« La nuova Fiat appartiene a tutti noi »
(Tagline dello spot di lancio della 500)
La "500 gigante", struttura realizzata per la promozione dell'auto nei vari saloni automobilistici del mondo.

La prima europea della 500 avviene al salone dell'auto di Francoforte nel 2007, per l'evento la Fiat realizza una gigantesca riproduzione in scala della piccola utilitaria; l'auto era fissa al centro dello stand, priva di ruote, poiché al loro posto vi erano dei fori che servivano a farvi passare dei veri modelli di Fiat 500 che erano posti su una pedana girevole. Durante lo stesso evento è stata presentata anche la Fiat Panda Aria.

Per le varie promozioni locali la Fiat ha scelto di presentarla nelle varie capitali europee; a Londra la vettura è stata fatta entrare dentro una delle cabine della ruota panoramica[85], mentre a Berlino la 500 prese il posto di una carrozza della metropolitana[86]. In Nordamerica, la 500 è stata più volte esposta ai vari saloni internazionali negli stand della Chrysler attraverso una joint-venture specifica che ha permesso di commercializzare l'auto oltreoceano con la relativa produzione presso l'impianto messicano di Toluca[87].

Durante il Fiat Challenger 500 al Wrooom 2008 alcune 500 sono state allestite con un inedito kit estetico e guidate su di una pista ghiacciata dai vari piloti che negli anni hanno fatto parte della Scuderia Ferrari. L'evento è stato organizzato a Madonna di Campiglio ed era visibile in streaming sul sito ufficiale dell'autombile[88].

Come operazione promozionale, l'artista Fabio Novembre ha realizzato un'installazione artistica con protagoniste alcune sagome in vetroresina della 500C, "trasformate" in vasi decorativi per il verde urbano. L'iniziativa – denominata "Per fare un albero" e promossa dalla stessa Fiat – è stata oggetto di "sculture viventi" nel 2009 a Milano[89] e nel 2010 a Capri[90]; per la sua forma di comunicazione non convenzionale, l'operazione è stata inoltre premiata nello stesso anno come "Miglior Ambient Media" ai Press & Outdoor Key Award[91].

La Yamaha M1 di Valentino Rossi al Gran Premio d'Olanda del 2007, in una speciale livrea "500" realizzata per il lancio della vettura.

La 500 in versione cabrio è stata anche protagonista del Fiat Open Lounge inaugurato a Milano il 14 maggio 2009[92]. Inoltre sul mercato britannico la 500C è stata lanciata attraverso una campagna pubblicitaria che ha visto come testimonial Elle Macpherson[93].

In Italia la campagna promozionale televisiva della 500 è stata ideata dall'amministratore delegato, Sergio Marchionne, centrando lo spot di lancio sui sentimenti di italianità dell'automobile e proponendo una serie di immagini, dalla forte carica emotiva, di avvenimenti storici e personaggi contemporanei (come Paolo Borsellino e Giovanni Paolo II). La musica di sottofondo è opera dell'artista Giovanni Allevi. Inoltre, un nuovo spot è stato lanciato durante le feste natalizie tra il 2009 e il 2010[94]: sulle note di una versione modificata di 1950 di Amedeo Minghi, e sempre con Tognazzi come voce fuoricampo, ci sono immagini del passato e del presente, dove una 500 gira per le strade di New York, ricordando il futuro sbarco della vettura negli USA.

Nel 2011, per promuovere l'arrivo della 500 in Nordamerica, è stata inizialmente coniata una campagna di lancio incentrata sullo slogan «Simply More»[95], seguita dalla realizzazione una nuova campagna pubblicitaria con Jennifer Lopez come testimonial[96]. Il successivo debutto della versione sportiva Abarth – che oltreoceano non è inteso come un marchio a sé stante – ha visto una nuova campagna con protagonista la modella Catrinel Menghia[97].

La famiglia 500[modifica | modifica sorgente]

Dopo la nascita del modello 2007 in "casa" Fiat, soprattutto successivamente l'acquisto da parte della stessa del Gruppo Chrysler, inizia a diffondersi l'idea di trasformare la 500 in un'intera famiglia di vetture, formando un vero e proprio brand a sé stante all'interno della Fiat Group Automobiles.

La 500L del 2012

L'idea si concretizza in parte: 500 non diventa un vero e proprio marchio del gruppo ma una divisione d'immagine del marchio Fiat. Si tratta di una strategia sulla quale Fiat punta molto, soprattutto nel mercato nord americano, dove Fiat è già presente con un brand proprio che per motivi strategici è stato inserito nell'orbita Chrysler. Sebbene in Europa la 500 Abarth venga commercializzata sotto il marchio dello scorpione, che nel vecchio continente si è ricavato una propria immagine ben distinta da quella Fiat, nel mercato nord americano invece, pur mantenendo il logo Abarth sui punti distintivi della vettura (mascherina anteriore, portellone posteriore, fiancata, testata del motore, interni) la sorella sportiva della 500 tradizionale viene venduta semplicemente come variante della stessa: Il marchio Abarth (inteso come divisione aziendale) infatti negli Stati Uniti non è presente.

Fiat 500L[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Fiat 500L.

Continuando con questa strategia nel febbraio 2012 vengono divulgate le immagini ufficiali di un nuovo modello che andrà proprio ad allargare la famiglia 500; tale modello è la 500L, un piccolo monovolume che va a sostituire la Fiat Idea ma che viene commercializzato non più come un nuovo modello della gamma Fiat, bensì come un modello derivato dalla 500 del 2007. Questa decisione, che è fondamentalmente una decisione d'immagine più che di sostanza, fa capire come la famiglia "500" si stia ricavando una propria fetta all'interno della gamma Fiat, formando quindi un vero e proprio brand a sé. Questa "indipendenza" sarà ancora più visibile nel mercato americano dove la 500L verrà esportata e, non avendo una progenitrice da sostituire e avendo solo la 500 come altra vettura venduta a marchio Fiat, verrà percepita ancor di più dagli statunitensi come derivazione della stessa. A livello di meccanica però la 500L è strettamente imparentata con la Fiat Grande Punto, essendo basata sulla medesima piattaforma denominata Small Wide.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Comunicato ufficiale Fiat
  2. ^ Caratteristiche Fiat Trepiùno
  3. ^ La Fiat Trepiùno sarà prodotta
  4. ^ R.L.V., È lei va fatta in Quattroruote, nº 581, marzo 2004, pp. da 70 a 73.
  5. ^ Tutto il percorso della nascita della Trepiùno
  6. ^ L'alleanza Fiat Group & Ford per 500 e Ka
  7. ^ Maggio 2006: Fra 500 giorni la Nuova Fiat 500
  8. ^ Lo show curato da K-events per il debutto
  9. ^ Fiat 500: 550 mila combinazioni di accessori
  10. ^ Caratteristiche estetiche della nuova 500
  11. ^ Premio "Auto più bella del Mondo" edizione 2007
  12. ^ Fiat 500 eletta Auto dell'anno 2008
  13. ^ La Fiat 500 eletta Auto Europa 2008
  14. ^ Cartella stampa Fiat: la 500 a New York vince premio World Design Car of the Year 2009
  15. ^ La Fiat 500 vince il “Premio dei premi”
  16. ^ Raggiunta quota 500 mila esemplari
  17. ^ a b Ginevra 2010: la nuova 500 Twinair bicilindrica e i dati di vendita
  18. ^ Daniele Pizzo, Fiat 500 supera 1 milione di unità prodotte in omniauto.it, 19 novembre 2012.
  19. ^ 1 milione di fiat 500 prodotte Europa. URL consultato il 24 aprile 2013.
  20. ^ arriva la 500 MY 2014. URL consultato il 13 marzo 2014.
  21. ^ La 500C a Ginevra 2009
  22. ^ La 500C commercializzata per prima in Inghilterra
  23. ^ Il debutto dell'Abarth 500
  24. ^ Ecco come nasce la 500 americana. articolo + video (Quattroruote). URL consultato il 7 novembre 2012.
  25. ^ Fiat ritorna negli Stati Uniti nei concessionari Chrysler
  26. ^ Caratteristiche del modello americano
  27. ^ Fiat 500: la versione per gli Stati Uniti (Quattroruote). URL consultato il 7 novembre 2012.
  28. ^ Fiat 500: per gli USA una versione migliore (Quattroruote). URL consultato il 7 novembre 2012.
  29. ^ Fiat 500 Top Safety negli States (Quattroruote). URL consultato il 7 novembre 2012.
  30. ^ (EN) dati archivio crash test NHTSA. URL consultato il 7 novembre 2012.
  31. ^ vedere collegamento esterno dedicato
  32. ^ Crash test NHTSA 2013 - 4 stelle. URL consultato il 14 giugno 2014.
  33. ^ 2015 FIAT 500 Turbo - 1.4-L 135 hp MultiAir turbo engine
  34. ^ avvistato prototipo USA della 500L (quattroruote). URL consultato il 7 novembre 2012.
  35. ^ Fiat 500: disponibile la barra stabilizzatrice
  36. ^ I "numeri" della nuova Fiat 500
  37. ^ Sistemi di sicurezza della 500
  38. ^ Articolo di Quattroruote sul test EuroNCAP
  39. ^ Prezzi al debutto (2007)
  40. ^ Debutta la 500 PurO2
  41. ^ Le Fiat 500 per la rivista Quattroruote
  42. ^ Fiat 500 Cappellini
  43. ^ Le 500 Special Edition Ferrari
  44. ^ Caratteristiche Fiat 500 Special Edition Ferrari
  45. ^ Due Fiat 500 per i piloti della scuderia Ferrari
  46. ^ Una fiat 500 per Felipe Massa
  47. ^ Una 500C by Diesel all'asta contro l'AIDS
  48. ^ Caratteristiche Fiat 500 by Diesel
  49. ^ Fiat 500 Barbie: Comunicato ufficiale
  50. ^ Fiat 500 Diabolik
  51. ^ Le trenta Fiat 500 CircleClub
  52. ^ Fiat 500 so Pink
  53. ^ La 500 so Pink debutta in Gran Bretagna
  54. ^ Debutta la 500C Pink in Inghilterra
  55. ^ Fiat 500 Rosso Corsa: 250 esemplari per la Germania
  56. ^ Arriva la 500 Prima Edizione
  57. ^ Fiat 500 Numero Uno in Canada
  58. ^ Fiat 500 Prima Edizione e Numero Uno per l'America
  59. ^ Fiat 500 Blackjack
  60. ^ Comunicato ufficiale Fiat 500 Blackjack
  61. ^ (JA) Fiat 500 Bicolore per il Giappone
  62. ^ Fiat 500 Bicolore per l'Europa
  63. ^ La 500 speciale realizzata per Gheddafi
  64. ^ I Ribelli entrano nel bunker di Gheddafi, la 500 elettrica del Rais è un trofeo da esibire
  65. ^ La 500 elaborata da Gheddafi
  66. ^ Fiat 500 BEV al Salone di Detroit
  67. ^ Chrysler annuncia la produzione della 500 BEV elettrica
  68. ^ (EN) Ana Cezara Savin, Fiat Will Not Sell the 500e in Europe in inautonews.com, 27 novembre 2012.
  69. ^ (EN) Fiat introduces 2013 Fiat 500e EV at LA Auto Show; forget the Eco button in greencarcongress.com, 28 novembre 2012.
  70. ^ (EN) Brent Snavely, Chrysler electric vehicle chief: Fiat 500e is 'just the first step' in freep.com, 18 luglio 2013.
  71. ^ (EN) Jay Cole, Fiat 500e Posts Big July Sales Result, Takes All-Time “First Month” Scorecard Lead in insideevs.com, 16 agosto 2013.
  72. ^ Fiat 500: edizioni speciali per Overland e Valentino Rossi
  73. ^ La Fiat 500 Pepita
  74. ^ La gamma Italia Independent esposta a Firenze
  75. ^ La presentazione della Fiat 500 Aria
  76. ^ Fiat 500 Hybrid-Tech
  77. ^ Le 500 esposte al SEMA show di Las Vegas 2010
  78. ^ Fiat 500 Easy Power con motore a gas GPL
  79. ^ In Brasile arriva la Fiat 500
  80. ^ Debutta il 1.3 Multijet II da 95 cavalli
  81. ^ Fiat 500 con nuovo motore 1.0 Twinair aspirato
  82. ^ Le vetture della gamma Fiat omologate Euro 5 dal marzo 2008
  83. ^ scheda tecnica completa di tre versioni distinte
  84. ^ 0.9 Multiair 4V per cilindro
  85. ^ Il lancio della 500 a Londra
  86. ^ Il lancio della 500 a Berlino
  87. ^ La Fiat 500 in produzione a Toluca
  88. ^ Il Fiat 500 Challenger al Wroom edizione 2008
  89. ^ “Per fare un albero”: a Milano, Fabio Novembre trasforma le Fiat 500C in… vasi con alberi in virtualcar.it, 19 agosto 2009.
  90. ^ Omar Abu Eideh, Capri 2010: le Fiat 500C di Fabio Novembre in autoblog.it, 14 agosto 2010.
  91. ^ Il progetto Fiat 500C “Per fare un albero” vince il 7° Press & Outdoor Key Award in fiatpress.com, 27 maggio 2010.
  92. ^ La 500C al Fiat Open Longe
  93. ^ Fiat 500C: Elle Macpherson nello spot per il mercato britannico
  94. ^ Il nuovo spot commerciale per l'inizio 2010
  95. ^ (EN) Jeremy Korzeniewski, Fiat commences 500 national media onslaught in autoblog.com, 1º agosto 2011.
  96. ^ (EN) David Kiley, AdSpotting: Jennifer Lopez and Fiat "Back To The Bronx" in autoblog.com, 11 ottobre 2011.
  97. ^ (EN) Noah Joseph, Fiat 500 Abarth ditches JLo for Italian sex appeal in autoblog.com, 17 novembre 2011.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (ITEN) Alessandro Sannia, Fiat 500 - By the people for the people, All Media, ISBN 88-903002-0-5.
  • Alessandro Sannia, Fiat 500 - L'evoluzione del mito, Gribaudo, 2007, ISBN 978-88-7906-385-2.
  • Alessandro Sannia, Il grande libro delle piccole Fiat, Giorgio Nada Editore, ISBN 978-88-7911-439-4.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]