Iveco Daily

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Iveco Daily
1978 Iveco Daily.JPG
Un Iveco Daily del 1978 (prima serie)
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Iveco
Tipo furgone
P.T.T. veicolo singolo da 2 a 7 t
Inizio produzione 1978
Sostituisce Fiat 238
Altre caratteristiche
Dimensioni e pesi
Lunghezza 5997-7012 m
Larghezza 1996 m
Altezza 2640 m
Massa a vuoto 3500-7000 t
Altro
Altri tipi cabinato, 4x4, minivan, minibus e configurazioni speciali
Altri antenati Fiat 241
Della stessa famiglia ZK Rival (sotto licenza)

STI Steyr LTV (sotto licenza)

Concorrenti Fiat Ducato
Ford Transit
Gaz Gazelle
Opel Movano
Nissan Interstar
Volkswagen LT
Mercedes-Benz Sprinter
Mercedes Benz T1
Renault Master
Renault Mascott
Iveco Daily obuses Orell.jpg
Iveco Daily terza serie minibus

L'Iveco Daily è un veicolo commerciale leggero con telaio a longheroni prodotto nello stabilimento di Suzzara (MN) dall'azienda italiana Iveco a partire dal 1978 in cinque differenti generazioni.

Venduto in numerosi varianti di carrozzeria e in numerose configurazioni il Daily è stato commercializzato anche con altri marchi e prodotto su licenza anche da altri costruttori: fino al 1983 è stato commercializzato come Fiat Daily mentre la prima generazione è stata venduta anche come Alfa Romeo AR8 e OM Grinta. Inoltre la Zastava Kamioni ha prodotto in Serbia su licenza i modelli ZK Rival e New Rival identici al Daily prima e seconda serie.

Attualmente vi sono in listino anche le varianti minibus a marchio Irisbus, scuolabus nota come Recreo (scuolabus), Way per trasporti a noleggio e Tourys per servizi turistici e di navetta oltre alle versioni a trazione integrale e con motore elettrico.

Prima serie (1978-1990)[modifica | modifica sorgente]

Alfa Romeo AR8 carrozzata da Boneschi come unità sanitaria mobile

La Iveco nel 1978 inizia la produzione di un veicolo commerciale leggero, come un altro erede dei vecchi Fiat 241 e Fiat 238. Riceve il notevole apprezzamento della clientela grazie alle sue doti di robustezza, nonché per gli svariati allestimenti disponibili, dai furgoni ai cabinati. Il Daily viene offerto inizialmente in due serie, la 35 e la 50, che differenziano il peso totale a terra dei veicoli, 3.500 kg nel primo caso (conseguentemente conducibile con la Patente di guida di tipo "B"), 5.000 la seconda (per cui secondo il nostro codice della strada è necessaria una patente di guida di categoria superiore). A seconda delle configurazioni offre una capacità di carico fino a 17 m3, che ne fa il degno erede del Fiat 241. Nel 1985 viene presentata la versione Turbodiesel a iniezione diretta chiamata "TurboDaily" che continuerà la sua carriera fino al 2000. Inoltre il Daily era disponibile con doppio marchio (Fiat e Iveco) fino al 1983, oltre che con il marchio OM e il nome "Grinta". Una serie venne anche costruita dall'Alfa Romeo con il nome AR8.

Seconda serie (1989-2000)[modifica | modifica sorgente]

Un Iveco TurboDaily II serie, in versione ristilizzata

Alla fine degli anni ottanta, nonostante il Daily fosse uno dei migliori furgoni sul mercato, essendo sul mercato da quasi 12 anni, se ne notava il vistoso invecchiamento davanti al Fiat Ducato seconda serie ed al nuovo Renault Mascott.

La nuova serie del Daily fa acquisire al furgone tante innovazioni tecnologiche ma utilizzando i pregi del vecchio modello e la sua ampia gamma. Verso la fine degli anni novanta il modello subisce un restyling leggero, soprattutto nel frontale, dove vengono usate delle linee più morbide, passaruota diversi, oltre che nell'abitacolo, con l'adozione di un nuovo volante, pannelli porte diversi, nuovi rivestimenti ed altri piccoli cambiamenti comunque molto funzionali (ad esempio i posacenere a scatto e non più da tirare).

Terza serie (1999-2006)[modifica | modifica sorgente]

Un Daily III serie pick up in versione ristilizzata

La terza serie del Daily cambia solamente l'aspetto, più moderno, e con nuovi gruppi ottici bassi e lunghi. Viene tolta la versione "TurboDaily" per la gamma motori diesel, poiché tutti i motori sono diventati di tecnologia Unijet (common rail). Vengono aggiunte la versioni "AGile" (con cambio automatico e manuale a 6 marce) e "CNG" (a metano).

Arriva anche il Daily 65 che può avere massa a pieno carico di 6,5 tonnellate ed il Daily 28 fino a 2,8 tonnellate.

Nel 2004 ha subito un aggiornamento del frontale con l'inserimento di baffi cromati all'estremità della scritta Iveco, in più gli indicatori di direzione anteriori e laterali divennero di colore bianco.

Quarta serie (2006-in produzione)[modifica | modifica sorgente]

Il Daily Quarta serie 4×4

La nuova serie del Daily è stata disegnata da Giugiaro con un frontale elegante ed una linea sinuosa e moderna, accompagnata da un robusto e leggero telaio, è disponibile in versione furgone, cabinato, Combi, Minibus, AGile e CNG (alimentata a benzina e metano).

La versione minibus 20 posti viene commercializzata anche con marchio Irisbus mentre l'impianto frenante viene migliorato; gli spazi di frenata vengono ridotti infatti il Daily necessita di 42 metri di spazio per frenare da una velocità di 100 km/h.

Il 18 maggio 2009 durante la Partita del Cuore allo stadio Olimpico di Torino la Iveco presenta un leggero restyling[1] estetico per il Daily che introduce una nuova mascherina frontale e il nuovo marchio Iveco composto sempre a caratteri cubitali ma più grandi e distanti tra loro rispetto la precedente versione. Sotto il punto di vista della sicurezza viene introdotto il controllo di stabilità ESP di serie per tutte le versioni. Tra i motori debutta il 3,0 litri Natural Power a doppia alimentazione metano più un piccolo serbatoio di benzina: il 3.0 quattro cilindri 16 valvole eroga 136 CV nel funzionamento a metano e 82 in quello a benzina con coppia max di 230 Nm a benzina e di 350 Nm a metano. Il Daily Natural Power è abbinato a un cambio manuale a 6 rapporti. Oltre al motore a metano vengono introdotti i diesel potenziati e i nuovi diesel common rail Twin Turbo omologati secondo la normativa EEV.

Nel 2011 subisce un ulteriore restyling[2], con nuova mascherina frontale, nuovi gruppi ottici, interni più moderni e funzionali[3], potenziamento impianto di raffreddamento ed una nuova versione del 3.0 Multijet quattro cilindri twin turbo da 205 cavalli.

Nel 2012 viene presentato a Torino il Daily Elettrico[4] ovvero la versione spinta da un motore Iveco Altra elettrico con potenza di 60 Kw e 230 Nm di coppia massima abbinato a due batterie di trazione più una terza batteria opzionale con autonomia massima di 120 km a pieno carico.

Motorizzazioni[modifica | modifica sorgente]

  • 2.3 HPI da 96 e 116 cavalli
  • 2.3 HPT da 136 cavalli
  • 3.0 HPI da 146 cavalli
  • 3.0 HPT da 176 cavalli
  • 3.0 Multijet twin turbo da 205 cavalli
  • 3.0 CNG Metano da 136 cavalli

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Restyling del 2009 per il Daily
  2. ^ Iveco Daily restyling 2011
  3. ^ Aggiornamenti e nuove versioni per il Daily 2012
  4. ^ Iveco Daily Elettrico: presentazione 2012

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti