Fiat 24-32 HP

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fiat 24-32 HP
Fiat 24-32hp 1902.jpg
Una Fiat 24-32 HP del 1902
Descrizione generale
Costruttore Italia  Fiat
Tipo principale torpedo
Produzione dal 1902 al 1905
Sostituisce la Fiat 12 HP
Sostituita da Fiat 16-20 HP
Esemplari prodotti 400[1]
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4000-4380 mm
Larghezza 1380 mm
Altezza 1620 mm
Passo 2900 mm
Massa 1600[2] kg
Altro
Assemblaggio stabilimento di corso Dante, Torino

La 24-32 HP è stata un'autovettura di lusso costruita dalla Fiat dal 1902 al 1905. Il modello fu progettato a telaio nudo; i clienti portavano l’automobile ai carrozzieri di fiducia per completare la vettura. Fu fornita con tre differenti passi, più precisamente versione corta, media ed allungata. Ne fu preparata anche una versione da competizione, la “24 HP 1902 Corsa”.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Il motore di tipologia biblocco, cioè due testate da due cilindri ognuna. Fu costruito in tre differenti versioni, più precisamente:

  • Prima serie: 6371 cc di cilindrata (Alesaggio x corsa di 130 x 120) erogante una potenza di 32 hp[2]
  • Seconda serie (dal 1904): 6902 cm³ (130 x 130mm) (32 hp)
  • Terza serie: (dal 1905): 7363 cm³ (125 x 150 mm) (32 hp)

Tutti i propulsori erano a quattro cilindri in linea.

La trasmissione era formata da un cambio manuale a quattro rapporti[3].

La 24-32 hp fu caratterizzata da importanti innovazioni tecnologiche: fu la prima berlina ad essere carrozzata Landaulet, la prima ad avere il pedale dell’acceleratore e quattro rapporti a marce avanti più la retromarcia. La versione da strada raggiungeva i 75 km/h[2][1].

La trazione era posteriore[2].

La versione da competizione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1902 fu introdotta una versione da competizione, la “24 HP 1902 Corsa”. Fu la prima autovettura nella storia ad essere realmente una vettura da corsa. Non derivava infatti da nessuna vettura di serie. La “Corsa” aveva il telaio interamente in acciaio, a differenza dei modelli dell’epoca, dove si impiegava generalmente il legno. Montava un biblocco da 7238 cc di cilindrata erogante una potenza di 40 hp. Pesava 450 kg e raggiungeva una velocità di 100 km/h, una velocità considerevole per l’epoca. Le sue prestazioni portarono il modello a dominare molte corse. La vettura vinse, tra l’altro, la Sassi-Superga, vicino a Torino, il 29 giugno 1902 ed il 27 luglio dello stesso anno la Susa-Moncenisio con al volante Vincenzo Lancia. Quest’ultima competizione fu corsa alla ragguardevole velocità media di 44,16 km/h.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b FIAT: modelli storici 1901- 1903. URL consultato il 02-03-2009.
  2. ^ a b c d Specifiche tecniche della Fiat 24-32 HP. URL consultato il 02-03-2009.
  3. ^ conceptcarz.com - Fiat 24/32 HP. URL consultato il 02-03-2009.
automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili