Bill Murray

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bill Murray alla prima di Monuments Men (2014)

Bill Murray, all'anagrafe William James Murray (Wilmette, 21 settembre 1950), è un attore e comico statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Bill Murray nel 2006

Nato e cresciuto a Wilmette, Illinois, da genitori di origine irlandese, è il quinto di nove figli. Da bambino adorava leggere le storie degli eroi western Kit Carson, Wild Bill Hickok e Davy Crockett. Bill si dimostra brillante già da ragazzino anche se gli insegnanti lo considerano difficile da gestire. La sua famiglia aveva pochi soldi e da adolescente lavorava come caddy. In questo periodo si esibì come cantante in una piccola rock-band scolastica: i "Dutch Masters". Questi anni furono duri per la sua famiglia. Il padre (un venditore di legname) infatti morì per dei problemi col diabete quando Bill aveva diciassette anni, mentre una delle sorelle ebbe delle complicazioni per via della poliomielite.

Dopo il diploma alla Loyola Academy inizia gli studi per diventare paramedico presso la Regis University di Denver, ma viene cacciato dal college poco dopo, perché la polizia gli trova della marijuana nell'aeroporto O'Hare di Chicago. Si impegna quindi in lavori modesti (come il pizzaiolo per la catena Little Caesar's).

Intanto, su invito del fratello Brian, comincia a lavorare in teatro con la troupe "Second City Chicago", e qui conosce John Belushi, che lo inserisce nel programma radiofonico comico The National Lampoon Radio Hour di New York City. Nel 1976 fa il suo primo cameo di pochi secondi in un film per il cinema: Stop a Greenwich Village.

Saturday Night Live[modifica | modifica wikitesto]

Grazie alla collaborazione con Belushi nel 1977 diventerà autore e membro del cast del celebre show comico della NBC Saturday Night Live, fino al 1980. Il suo ingresso nel programma fu visto all'inizio come una "debole" sostituzione di Chevy Chase ma Bill in poco tempo riuscì ad accattivarsi le simpatie del pubblico. Tra le sue interpretazioni più divertenti vanno ricordate quelle del nerd Todd e dell'insolito cantante Nick. Durante la sua esperienza televisiva Bill viene inoltre coinvolto in una seria, lunga e romantica relazione con la collega Gilda Radner.

Carriera cinematografica[modifica | modifica wikitesto]

Il debutto ufficiale dell'attore sul grande schermo avvenne con la commedia canadese Meatballs di Ivan Reitman, del 1979. Dopo alcuni ruoli in film mediocri seguiranno tre successi di pubblico in America: Caddyshack (1980), Stripes (1981) e Tootsie (1982). Solo in Stripes, assieme al collega e amico Harold Ramis, avrà un ruolo di rilievo (diretto sempre da Reitman). Negli altri due gli vennero date delle parti di secondo piano, ma riuscirà comunque a farsi apprezzare, soprattutto tra i fan del SNL.

Nel 1983 fu il protagonista del film Il filo del rasoio (di cui scrisse la sceneggiatura), che uscì nel novembre dell'anno successivo. In accordo con la Columbia avrebbe ottenuto il finanziamento per questa pellicola solo se subito dopo avesse accettato di girare il nuovo film ideato e scritto dall'ex collega del SNL Dan Aykroyd: Ghostbusters - Acchiappafantasmi. Il ruolo previsto per Murray era quello di Peter Venkman, un bizzarro e sarcastico dottore in parapsicologia che in origine doveva essere interpretato da John Belushi, scomparso prematuramente due anni prima. Nell'84 Ghostbusters si rivelerà il più grande successo di botteghino in tutto il mondo, diventando una delle commedie americane più amate degli anni ottanta. L'attore fu particolarmente apprezzato per le sue improvvisazioni, tanto da aggiudicarsi una nomination ai Golden Globe. Il filo del rasoio invece si rivelò un flop, perché il pubblico non venne convinto dal suo primo ruolo di personaggio serio.

Bill, quindi, non del tutto soddisfatto della sua carriera professionale, decide di stare quattro anni lontano da Hollywood, facendo solo un cameo nel film La piccola bottega degli orrori (1986). Nel frattempo andrà a Parigi, dove frequenterà il Cinematique e dei corsi universitari alla Sorbonne. Ritornato negli Stati Uniti alloggerà con la famiglia nella sua casa in Hudson River Valley, lavorando anche a New York in degli show di letture pubbliche organizzate da Timothy Mayer.

Nell'88 tornò ufficialmente nel mondo del cinema con la commedia fantasy S.O.S. fantasmi: rivisitazione in chiave anni ottanta della celebre opera di Charles Dickens A Christmas Carol. Appena dopo uscirà Ghostbusters II (sebbene con incassi certamente minori rispetto all'originale, ancora una volta accolto positivamente dal pubblico e apprezzato dai fan, ma considerato inferiore al primo); seguiranno altre commedie di successo dei primi anni novanta come Tutte le manie di Bob e Ricomincio da capo (diretto e sceneggiato da Ramis), in cui dimostrerà ancora una volta il suo talento comico.

Anche se la maggior parte dei suoi ruoli riguardano personaggi comici, Murray ha dimostrato di essere un attore versatile e completo, interpretando anche diversi ruoli in film seri (o semi-seri) come: Scappiamo col malloppo (unico film sia diretto sia interpretato da lui: 1990), Lo sbirro, il boss e la bionda (1993), Kingpin (1996) e Rushmore (1998). Nel 2000 Drew Barrymore lo sceglie personalmente per la parte di Bosley nel blockbuster Charlie's Angels.

Nel nuovo millennio Bill Murray diventa un attore molto richiesto nell'ambito del cinema d'autore. Tra le sue interpretazioni vanno ricordate quelle in I Tenenbaum (2001), Coffee and Cigarettes (2003), Le avventure acquatiche di Steve Zissou (2004) e Broken Flowers (2005), senza dimenticare il ruolo che gli ha valso un considerevole successo di critica e pubblico (una nomination agli Oscar e la vittoria ai Golden Globe e ai BAFTA), quello del protagonista di Lost in Translation - L'amore tradotto (2003). Seguiranno anche Get Low (2009) che lo vede co-protagonista con Robert Duvall, assieme al quale ha vinto il "Premio per la migliore interpretazione maschile" al Torino Film Festival, e Passion Play (2010). Nel 2012 interpreta l'ex presidente Franklin Delano Roosevelt in A Royal Weekend, diretto questa volta dal regista britannico Roger Michell. Nel 2014 è nel cast di Monuments Men con George Clooney.

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1993 a Saint Paul è uno dei proprietari della squadra indipendente di baseball "St. Paul Saints". Nel 1999 ha pubblicato un libro sul suo sport preferito: Cinderella Story: My Life in Golf.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Eric Clapton e Bill Murray (a destra) al Crossroads Guitar Festival 2007

Tre dei fratelli di Bill sono anch'essi attori: John, Joel e Brian Doyle-Murray. Tutti e quattro i fratelli Murray attori sono apparsi insieme nel film S.O.S. fantasmi (1988) mentre sua sorella Nancy è suora domenicana. Assieme ai fratelli Murray ha inaugurato nel 2001 la catena di ristorazione "Caddy Shack", ispirata all'omonimo film. Queste strutture sono sorte a Orlando, St. Augustine e a Myrtle Beach, ma attualmente esiste solo la filiale di St. Augustine. Nell'unico ristorante rimasto lavora il rinomato chef Andy Murray, uno dei fratelli di Bill.

Bill Murray ha sposato Margaret Kelley il 24 gennaio 1981, da cui ha divorziato nel 1996 e da cui ha avuto due figli, Homer (nato nel 1982) e Luke (nato nel 1985).

Il 4 luglio 1997 ha sposato Jennifer Butler, da cui ha avuto quattro figli: Jackson (nato nel 1993), Cal (nato nel 1995), Cooper (nato nel 1997) e Lincoln (nato nel 2001). Nel 2008, dopo undici anni di matrimonio, la moglie ha chiesto ed ottenuto il divorzio, secondo l'accordo i figli rimarranno con la madre.

Murray al Late Show[modifica | modifica wikitesto]

Il primo febbraio 1982 Murray è stato il primo ospite della prima puntata dello storico programma televisivo della NBC David Letterman Show. Nel mese di luglio del 2010, durante una sua partecipazione al Late Show with David Letterman, Murray si è tuffato vestito in una piscina ricavata dal cassonetto della spazzatura fuori dagli studi. Successivamente è entrato in studio ancora fradicio e si è seduto sulla leggendaria poltrona del Late Show per essere intervistato da Letterman. Nel dicembre del 2012, venne inscenato un siparietto dove veniva letteralmente sequestrato per poi arrivare al David Letterman Show.

Cantante[modifica | modifica wikitesto]

Bill Murray era il cantante del gruppo the Dutch Masters durante l'adolescenza, mentre partecipava anche alle attività teatrali del liceo. Più tardi, ha cantato la canzone The Best Thing nel film Polyester di John Waters (1981).

La sua fama ha fatto sí che il celebre gruppo britannico Gorillaz abbia dato il nome Bill Murray ad una canzone della raccolta D-Sides.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Premio Oscar[modifica | modifica wikitesto]

Golde Globe[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Bill Murray è stato doppiato da:

Da doppiatore è sostituito da:

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 92191403 LCCN: n85039269